MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

domenica 11 gennaio 2015

Perché devo moderare i commenti (disegnino).

TIZIO ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Terroristi, matematici e teoremi":

Postato da MARIO BIANCHI ACME MILAN in Goofynomics alle 04 novembre 2013 12:14



OCCHIO A BASTARDO ASSASSINO NAZIFASCISTA: XXXX ZXWZXKWZ DI IMQ E ATOPIA VIA ILQ 29. PREPARA TERRORISISMO OMICIDA PER LE OVRA E GESTAPO, SIA PUBBLICHE CHE PRIVATE DI SILVIO BERLUSCONI (VEDI POLIZIA SEGRETA CON COTANTO DI SVASTICA AL BRACCIO DI NOTI TOPI DI FOGNA MISTI A VERMI G.S. E R.S.). LO SCHIFOSO ESCREMENTO XXXX ZXWZXKWZ DI ATOPIA VIA ILQ 29 E DI IMQ PREPARA ASSASSINII DI CHIUNQUE NON SIA MERDACCIA PREZZOLATA COME LUI, DI NOTO PEDOFILO SILVIO BERLUSCONI ( PEDOFILO COME XXXX ZXWZXKWZ STESSO, MA NE SCRIVEREMO ALLA FINE). PER NON DIRE DEL SILVIO BERLUSCONI MASSONE DI TIPO CRIMINALISSIMO ( SEMPRE CHE ESISTANO, COME MI AUGURO, MASSONI NON CRIMINALI), SILVIO BERLUSCONI STRAGISTA, MEGA ANDANTE DI OMICIDI MASCHERATI DA ALTRO, NAZIFASCISTA, MAFIOSO, CAMORRISTA, NDRANGHETISTA, RICICLA SOLDI MAFIOSI, CAMORRISTI, NDRANGHETISTI, LADRO, TRUFFATORE E POR-CORRUTTORE. E PER NON DIRE PURE DI ALTRI DELINQUENTI DI ULTERIORE RIFERIMENTO DELLA DIARREASSASSINA XXXX ZXWZXKWZ DI IMQ E ATOPIA VIA ILQ 29. OSSIA I BASTARDI RAZZISTI, PREZZOLATISSIMI E LADRONI MATTEO SALVINI, ROBERTO MARONI ED UMBERTO BOSSI. ESSENDO “BERLUSCONES CLASSIC E NON CERTO SPECIAL”, IL CITATO PEDERASTA XXXX ZXWZXKWZ DI IMQ E DI ATOPIA SODOMIZZA DA SEMPRE I FIGLI! INSIEME A MOGLIE, NOTA BAGASCIA, GRAZIA GRAZIELLA: SEMPRE AD ARCORE A FARE ANAL SEX!





(...lo stile è inconfondibile! La finalità ovvia. Capito perché devo moderare i commenti, e perché quando ho molto da lavorare, come oggi, restate in coda?  Per il semplice e ovvio motivo che in giro c'è, come dire, un certo disagio. Non ho soldi per mettere una persona a fare questo lavoro, quindi o pagate o aspettate. Se volete il mio consiglio, aspettate. Io sto cercando i soldi per fare il mio lavoro, e voi cercate di capire quanto è complesso. Nil inultum remanebit...)

61 commenti:

  1. Ma perché, qualcuno si è lamentato perché è in coda?! Cazzo, vorrebbe dire che quel qualcuno l'articolo 1 ancora non lo conosce!

    RispondiElimina
  2. sarebbe interessante sapere cosa si e' fumato quello: deve essere molto buono....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto probabile si tratti di un bot.

      Elimina
    2. Sì, può darsi. Ne sono arrivati diversi. Va anche detto che le date di arrivo qualcosa raccontano. Poi ci sono tutti quelli che chiedono prestiti, ecc.

      Elimina
  3. " in giro c'è, come dire, un certo disagio" ahahahahahah

    RispondiElimina
  4. Altro che ebola in giro ci deve essere un virus che porta anticipatamente all'alzhaimer

    RispondiElimina
  5. l'avevo capito o mio GURU che il motivo era questo

    RispondiElimina
  6. E' una vera necessità. Qualche mese fa capitai sul blog di Pippo Civati per vedere che aria tirava; una impressionante percentuale d'interventi non era nemmeno degna della fracchiana osteria "Da Gino e Mario gl'incivili", o del più becero tifo calcistico: v'era chi scriveva col solo compulsivo intento d'offende e sbertucciare, usando la metrica compositiva propria dei trascorsi film con Alvaro Vitali. Che tristezza.

    RispondiElimina
  7. ATTENZIONE: consiglio di oscurare anche i nomi del presunto commentatore, perché sono sicuramente nomi di persone che non c'entrano nulla, altrimenti va a finire che Google (proprietaria della piattaforma Blogspot) ti cancella questa pagina.

    Es.: copia dalla cache di Google e post cancellato solo per quel commento.

    RispondiElimina
  8. Scusi Bagnai,
    tra le molte cose che non ho capito ce ne sono due, la prima è: chi è il Professor Santarelli, per fare gli auguri al suo primogenito ed alla sua signora. Nonostante le mie ricerche non ho cavato un ragno dal buco. Certo chiamando Marco il primogenito, avrà avuto le sue buone ragioni.
    La seconda domanda si riferisce a colui che ha pubblicato sopra ed a questo qui; njZEBtsL1ORVkGwKuCJrqtAEeEbV, chi sono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come sarebbe a dire chi è il prof Santarelli. Ma benedetto figliuolo, Santarelli : professore emerito di Goofynomics, PhD in andrologia finanziaria ai Bagni Luigi 93 di Cattolica

      AP

      Elimina
    2. Ah capisco, ora! Sei molto più bravo di me e si vede dal nickname, assolutamente geniale. Ma pevchè ha chiamato Marco il suo figliolo, resterà un mistero, forse.

      Elimina
  9. Ma cosa significa DI IMQ E ATOPIA VIA ILQ 29?
    A parte tutto quello che sarebbe Silvio Berlusconi non ho capito il senso del discorso.
    Un'idea sola ma molto, molto confusa.
    Più che un'idea un chiodo fisso, più che un chiodo fisso una paranoia.
    La prego, mi dica che non riceve tanti commenti così... questo è un caso patologico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma, tra l'altro, questo tizio non si era brillantemente trasferito a Panama?

      Elimina
    2. non sono io, questa mattina ho querelato per diffamazione il prof. bagnai. semplicemente e stupidamente ridicolo

      Elimina
    3. Ma poi io chi? Sinceramente non capisco!

      Elimina
    4. Ah, scusa, ML come Mercato Libero. Ma si può sapere perché ce l'hai tanto con me? Che ti ho fatto? Comunque, ottima scelta. Io ho fatto un riferimento stilistico (e ti ho anche mandato un po' di traffico, cosa della quale dovresti ringraziarmi). Tu da due anni non fai altro che diffamarmi. Bo', contento te...

      Elimina
    5. non ti diffamo, solo che le cose portate avanti da voi le raccontavamo anni fa. uscire dall'euro puo' essere una idea. ma la cosa importante è la persona, la famiglia, i risparmi. io porto avanti un discorso di soluzioni personali che devono necessariamente arrivare prima di una uscita dall'euro. Non si puo' attendere un evento come l'uscita dall'euro SENZA PRIMA aver messo in atto soluzioni di protezione personale per lavoro, risparmi , sanita' educazione e pensioni. Le persone vanno aiutate in queste cose e non ad attendere l'uscita dall'euro come soluzione dei propri mali.

      Elimina
    6. e comunque tu mi accusi di aver scritto certe cose indicibili dopo che io stesso sono vittima di quel MICHELE NISTA che stalka tutti.
      riferimento stilistico...beh ne esiste di differenza..possiamo vederla in sede giudiziaria.

      Elimina
    7. Be', insomma, diciamo che hai dei toni un po' accesi e che vai molto sul personale. Diciamo anche che la tua visione del mio approccio di avvicina a molti miei colleghi: io non dico che basta uscire, ma se tu credi che sia così...

      Elimina
    8. Quanto al discorso dello stalking, io non so cosa dirti. A me non ha scritto nessuno. Solo che capisci bene che avendo tu dato al tuo blog un titolo con un esplicito riferimento sessuale, ed essendo questo un esempio di attacco personale, devi scusarmi se ho ravvisato delle affinità. Sono lieto di sapere che non c'entri nulla. Se puoi cortesemente informarti su cosa faccio prima di sparlare su di me te ne sarò grato. Per il resto ho una sterminata fiducia nella giustizia (sono in conflitto di interessi, ho un fratello che lavora nel settore) e nei suoi tempi. Stammi bene.

      Elimina
    9. Je suis Bagnai...
      (x me anke con $pese legali)

      Elimina
    10. "Uscire dall'euro può essere una idea...."
      E senza uscire le altre "idee" quali sarebbero?

      Assodato che è la persona e la famiglia che sono importanti; un altra domanda: se uno è disoccupato o precario e non ha risparmi, cosa dovrebbe fare per tutelarsi?

      Elimina
    11. Non ho studiato molto il blog "de cujus", per ovvi motivi, ma a me sembra che offra opportunità di investimento all'estero per chi ha qualcosa da investire. Attività utilissima ma che non risponde alle tue domande. A quelle sto cercando di rispondere io e mi scuso se la risposta non è chiara e soprattutto se è difficile da mettere in pratica: capirete anche che il problema è lievemente più complesso da affrontare.

      Elimina
    12. Uhm, il corretto uso delle consonanti doppie mi lascia qualche dubbio sulle affinità stilistiche

      Elimina
    13. Hai ragione. Ma in effetti poi lui mi ha scritto che era stato quest'altro, che però non usa nemmeno lui un'ortografia corretta. Insomma, il mistero si infittisce, ma tanto la magistratura è stata sollecitata, sapremo di cosa si tratta. Peraltro, non si può negare che il blocco del CapsLock e i riferimenti un po' boccacceschi qualche analogia la stabiliscano... Però, che ti devo dire: a me basta che mi lascino in pace.

      Elimina
    14. Prof. Lei la "conosco" ormai da tre anni o più. Di lei mi fido ;-)
      Già non finirò mai di ringraziarla per quello che sta facendo. Un lavorone enorme!

      Ho avuto la sventura di imbattermi in quel sito e ad altri ad esso collegati, all'inizio della mia ricerca e prima di approdare da lei; da come si pongono ho quasi subito capito che non esercitano,, diciamo, per "compassione verso il prossimo"....
      Nulla di totalmente sbagliato per carità, purché non vengono a farmi la paternale.

      Elimina
  10. OT - Ricordate il film “Una poltrona per due”?

    http://en.wikipedia.org/wiki/Trading_Places

    Qui c’e’ una piccola raccolta di battute tratte dal film:

    http://it.wikiquote.org/wiki/Una_poltrona_per_due

    Queste poche battute, in particolare, mi sono venute in mente in occasione della recente svalutazione del rublo.

    “”Louis: Mio Dio! I Duke potrebbero controllare tutto il mercato del succo d'arancia congelato!
    Ophelia: Si, se qualcuno non li ferma...
    Coleman: ...o li batte in volata! [si voltano tutti sorpresi] Aranciata signori?””

    Mi sono infatti domandato:

    1) Come mai la Russia, con tutte le esuberanti riserve valutarie che ha, ha permesso che il rublo potesse svalutarsi cosi’ tanto in poco tempo?

    2) Se gia’ si sapeva che si sarebbe dovuto sostenere il cambio, perche’ tardare?

    Una interessante analisi e’ riportata in questo articolo:

    http://eu-chronicle.eu/2014/12/526/ “”But, may be it is part of a strategy by the Kremlin to bring things to the boiling point at which oligarchs who got already nervous when the oil and gas prices fell increased their pressure on President Putin now fear to loose vast amounts of their wealth and by this power. And, in an elegant way, Mr. Putin has devalued the Rouble and by this made Russian products and services much more competitive while enabling Russian industries and banks to buy back shares from foreign owners at a cheap rate.””
    Cio’ e’ accaduto in questo ultimo mese, cioe’ durante l’attacco al rublo (certamente non voluto ma sicuramente sfruttato da Putin):
    “Russian industries and banks (have massively) purchased back shares from foreign owners at a cheap rate”.

    In buona sostanza, gli investitori esteri nei colossi energetici Russi, credendo al tracollo imminente dell’economia Russa propalato dalla propaganda USA, hanno frettolosamente svenduto le loro quote di possesso in conto capitale col rublo svalutato (realizzando quindi una perdita sullo stock) ed hanno irrimediabilmente perso tutti i futuri profitti in rubli/yuan rivalutati (che sono quindi flussi che rimarranno in capo a soggetti residenti Russi)!

    Lo vedo proprio il grande scacchista dire: “Aranciata signori?”.

    RispondiElimina
  11. Tanto per rendersi conto di che razza di decerebrati è stata capace di creare la sinistra italiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè dai, purtroppo di quelli ce ne sono a iosa pure a destra.

      Elimina
    2. Nulla a che vedere. La sinistra è settaria e ideologizzata e come tale ha una capacità innata nell'inquinare le teste e riempire di odio e propaganda i più sempliciotti.

      Elimina
  12. La mia opinione è che i governi "europei" (e non solo europei) siano in balia di variabili dinamiche che non riescono a controllare e capire se non in minima parte.
    Se l'obiettivo fosse gli USE ci vorranno parecchi anni o decenni prima che si realizzi.
    Alla follia non c'è limite.
    Figuriamoci se con tutto il mainstream schierato da una parte i popoli possono,a loro volta,farsi un'opinione realistica.
    Il momento storico è incasinatissimo ma noi sappiamo almeno che la lotta fra le élite e il capitale contro le classi lavoratrici è in pieno svolgimento.
    Anche Salvini ha detto delle belinate e si è fatto fregare dall'emozione e dal seguente populismo (siamo in guerra..ci vogliono sgozzare ecc...).
    E' una guerra economica che i neoliberisti hanno sviluppato a danno di intere nazioni e popoli.Lo sappiamo noi ma è difficile imbastire anche una semplice discussione con una persona ideologizzata (anche da bar).
    Non posso supporre o immaginare se siamo vicini all'orizzonte degli eventi o a un sistema in piena evoluzione.
    Le uscite irrazionali di questi giorni sui fatti francesi fanno paura davvero e mi fanno propendere verso l'idea che il sistema non sia in piena formazione ma vicino alla sua implosione.
    Sarò un illuso,uno che non perde la speranza.

    P.S. Ha tutta la mia comprensione e solidarietà sul problema moderazione.Se fosse un forum potremmo darle una mano.Non so se il blog ha a disposizione le stesse possibilità gerarchiche di un forum.
    Capisco bene la situazione perchè ho avuto più o meno gli stessi problemi finchè ho chiuso il forum.Ma da quel piccolo posto virtuale son nate anche alcune amicizie reali.Come ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro.

    RispondiElimina
  13. Contributo.
    Dibattito sul complotto (in generale), (da Giulio Cesare a Mussolini, passando per la strategia della tensione in Italia) tra Paolo Mieli e Umberto Eco; Bracadocio, il complottardo paranoico, è il protagonista del saggio di Eco.
    Ascoltare dal tempo 35′:00″ alla fine, con particolare focus sull’ ultima parte di 12 minuti del video, con i pareri di Mieli e di Eco sulla specificità dell’ assenza di prove in tutti i complotti, dal caso Kennedy in poi, secondo Mieli; Eco risponde che ciò è anche peggio, riguardo la serie di eventi terribili italiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IMHO sbaglia meno Bracadocio di Mieli, che vorrebbe rimandare di una generazione il giudizio sulle operazioni 'Stay Behind' in Italia ed in Europa.

      Ci sono pero' persone dotate della innata capacita' di esprimere un concetto in maniera diplomatica.

      Una di queste e' senz'altro il ministro degli esteri Russo S. Lavrov.

      Dice le stesse cose che normalmente verrebbero percepite come 'teorie del complotto' se le dicesse una qualunque persona normale (o un blogger come me), ma che, dette da lui, sembrano assumere una particolare leggerezza.

      http://itar-tass.com/en/world/770765

      "“The two brothers who attacked the editorial office of the Paris magazine had mastered ‘the art of terror’ in Syria, fighting with those who had been trying to oust Bashar al-Assad - an aim supported by our Western counterparts”

      Tanto di cappello!

      Con questa apparentemente semplice dichiarazione ha detto tutto quello che c'e' da sapere.....

      Elimina
    2. Davvero interessante! Ma se ho ben capito, io la interpreto come una avvertimento, più che teoria di complotto.

      Elimina
    3. Credo che stare ad ascoltare due intellettuali organici come Eco e Mieli sia della stessa utilità che ascoltare Scalfari. E' normale che ad un certo livello si voglia ritardare il giudizio della storia. Detto questo, ci sono obiettivamente delle difficoltà ad indagare certe trame occulte; ma questo non vuol dire che i ricercatori che vi si dedicano siano tutti malati paranoici. Quando il prof. Bagnai parlava con dati alla mano come era stato imposto l'euro e a quali fini serviva, anche a lui gli è stato dato del complottista. Anche Giacchè potrebbe essere descritto come un complottista per come ha descritto gli interessi in gioco dell'unificazione della Germania. Il nome "teoria del complotto" è anche un buon modo per insultare ricercatori seri che portano prove che vi è un'elite che fa i propri interessi a scapito della maggior parte della gente; è anche un buon modo per accomunare poi questi ricercatori seri a personaggi che dicono che gli alieni governano il mondo, al fine di svalutare tutte le serie critiche al potere. Naturalmente nella storia abbiamo avuto ogni sorta di dittature di una minoranza che ha sottomesso, sfruttato e macellato in guerra i propri sudditi; magari dentro se stessi questi dittatori non avevano tutti il machiettistico e fumettistico sguardo satanico di chi afferma "il mondo è mio", ma nondimeno complottavano contro la maggior parte della gente per raggiungere i propri interessi e fini; e non si facevano scrupoli di mandare i loro sudditi a morire in guerra. Il potere agisce con molta raffinatezza poi nel distogliere lo sguardo da se stesso e proiettarlo invece in guerre tra poveri; se non è un complotto questo! E lo vediamo tutti i giorni sui servi esecutori di ordini che scrivono nelle maggiori testate.

      Elimina
    4. Credo che stare ad ascoltare due intellettuali organici come Eco e Mieli sia della stessa utilità che ascoltare Scalfari. E' normale che ad un certo livello si voglia ritardare il giudizio della storia. Detto questo, ci sono obiettivamente delle difficoltà ad indagare certe trame occulte; ma questo non vuol dire che i ricercatori che vi si dedicano siano tutti malati paranoici. Quando il prof. Bagnai parlava con dati alla mano come era stato imposto l'euro e a quali fini serviva, anche a lui gli è stato dato del complottista. Anche Giacchè potrebbe essere descritto come un complottista per come ha descritto gli interessi in gioco dell'unificazione della Germania. Il nome "teoria del complotto" è anche un buon modo per insultare ricercatori seri che portano prove che vi è un'elite che fa i propri interessi a scapito della maggior parte della gente; è anche un buon modo per accomunare poi questi ricercatori seri a personaggi che dicono che gli alieni governano il mondo, al fine di svalutare tutte le serie critiche al potere. Naturalmente nella storia abbiamo avuto ogni sorta di dittature di una minoranza che ha sottomesso, sfruttato e macellato in guerra i propri sudditi; magari dentro se stessi questi dittatori non avevano tutti il machiettistico e fumettistico sguardo satanico di chi afferma "il mondo è mio", ma nondimeno complottavano contro la maggior parte della gente per raggiungere i propri interessi e fini; e non si facevano scrupoli di mandare i loro sudditi a morire in guerra. Il potere agisce con molta raffinatezza poi nel distogliere lo sguardo da se stesso e proiettarlo invece in guerre tra poveri; se non è un complotto questo! E lo vediamo tutti i giorni sui servi esecutori di ordini che scrivono nelle maggiori testate.

      Elimina
    5. La dichiarazione di Lavrov IMHO fa anche scopa con quello che ha dichiarato Hollande nel suo primo discorso alla nazione:

      ‘Ceuc qui ont commis ces actes, ces terroristes, ces illumines, ces fanatiques, n’ont rien a voir avec la religion Muslim’

      e direi pure con i suoi atti successivi:

      http://www.iltempo.it/politica/2015/01/13/hollande-e-il-giallo-del-mancato-invito-a-netanyahu-1.1367277

      A me sembra che il messaggio per Isarele sia molto chiaro....

      Elimina
  14. @ML
    Appunto, l'euro serve per distruggere sanità, risparmi..
    non comprendo quindi questa inversione logica.

    RispondiElimina
  15. L'intera rete è tempestata da messaggi del genere. Però il Prof. non ha sbagliato più di tanto nell'indicare la fonte, infatti il personaggio in questione era un collaboratore di ML e il Prof. mica è tenuto a sapere se due collaboratori continuano a esserlo nel tempo o se litigano di brutto (una piccola dritta per la causa per querela).
    ML è un sito sgradevole che usa un linguaggio violento e provocatorio, indicato per chi ha soldi da investire all'estero, soprattutto in immobili.
    Lo conosco perché lettore devoto di Icebergfinanza di Mazzalai, il quale in passato è stato più volte attaccato in modo del tutto gratuito da ML.
    Io credo che il soggetto in questione detesti tutti coloro che fanno informazione e ricerca seria, perché col panico si guadagna di più e il panico attecchisce meglio dove c'è ignoranza. E' l'unica spiegazione, non vedo cosa gli possa interessare del lavoro di ricerca del Prof. che per vivere non fa consulenza finanziaria e non è quindi un concorrente di ML.

    RispondiElimina
  16. Luca, mi dispiace contraddirti. Sia Bagnai che Mazzalai hanno fatto un errore profondo. Non hanno spiegato ai loro lettori che questa Italia (che esca o meno dall'euro) non dava e non da spazio per crescere a una famiglia, non premia le eccellenze. In particolare Mazzalai ha compiuto un disastro immane parteggiando per l'Italia. Le persone devono sapere che fuori dai confini esiste sia la protezione dei risparmi sia la protezione del proprio lavoro. Si da' una migliore opportunita' ai propri figli ecc.ecc.
    chi invece punta a cambiare l'italia e ci mette anni e anni deve prima di tutto dire che la sua battaglia potrebbe essere persa e che quindi le scelte di vita non si devono fare sulle battaglie ideologiche, specie se non sei ultrasicuro di vincere.
    questo per evitare che menti labili diano al colpa del declino personale alla politica o all'euro ....INVECE, DOPO SETTE ANNI DI CRISI...il problema è individuale. Sei tu che hai il dovere di trovare una soluzione ieri ..o oggi...MA ATTENDERE IL DOMANI E MAGARI ATTENDERE LA FINE DELL'EURO E' DELETERIO, PERICOLOSO, E SOPRATUTTO SBAGLIATO.
    Il lavoro di bagnai borgi o mazzalai puo' essere un buon lavoro teorico e di informazione ma NULLA HA A CHE VEDERE CON L'ECONOMIA REALE DI TUTTI I GIORNI. la vita è una sola e non puoi fare come drogul nel deserto dei tartari attendendo per una vita il nemico (la fine dell'euro) ..per poi morire nel giorno dell'arrivo del nemico.
    vivere nella fortezza bastiani e' sciocco e stupido...fuori c'e' una vita bellissima, opportunita' ...occasioni....UN BLOG, UN PROFESSORE DI ECONOMIA, UN IMPRENDITORE, UN GIORNALISTA...di questo dovrebbero occuparsi.
    E' necessario accantonare le teorie (se non sei nella stanza dei bottoni) e mettere al centro di tutto L'UOMO e LA FAMIGLIA.
    Si deve lavorare duramente per la protezione dei propri beni materiali ma anche e sopratutto delle proprie aspirazioni, delle proprie capacita', di far rendere i propri denari o talenti (in via evangelica)
    dare la colpa di tutto all'euro...equivale a mettere i propri talenti sotto la sabbia in attesa di tempi migliori.
    I professori non devono infarcire la massa di teorie a volte irrealizzabili...non siamo a scuola. I professori sono tali se offrono opportunita' alle persone.Tu caro Luca non lo hai capito seguendo Mazzalai e non lo capisci seguendo Bagnai.
    Il quale come arroganza non è certo un agnello.
    il mio linguaggio è volutamente provocatorio...(otto anni fa non lo era) dopo anni e anni di crisi occorre anche qualcuno che sia diretto e non politically correct. spero che Bagnai mi dia il permesso di questa replica. Replica che se vuole concedo volentieri anche sul mio blog (che comunque non ha bisogno di una manciata di lettori in piu' in quanto è piu' seguito di questo o quello di mazzalai)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, carissimo, io come vedi la replica te la concedo, però faccio sommessamente notare due cose di metodo:

      1) ma non hai detto che ne parleremo in tribunale? E allora parliamone lì (solo per dirti che io sono aperto al dialogo e sono anch'io un provocatore, però non mi va di ripetere troppo le stesse cose, e al magistrato devo ovviamente rispondere - per rispetto verso il suo ruolo - quindi cortesemente capirai che ora passo ad altro);

      2) la tua retorica della ragion pratica contro la ragion pura si scontra contro l'evidenza del mercato. Se tu sei così bravo a dare consigli pratici, vedrai che presto ci incontreremo di persona, perché tante persone fuori dalla fortezza Bastiani stanno chiedendo consigli. Se sei bravo ci incontreremo a Roma (che, come sai, è la capitale). Altrimenti io continuerò il mio percorso e tu il tuo, e dove arriveremo lo vedremo alla fine.

      Va bene così?

      Elimina
    2. " Le persone devono sapere che fuori dai confini esiste sia la protezione dei risparmi sia la protezione del proprio lavoro."

      Ti siamo vicini , sappiamo il carico che grava sugli importatori quando si avvicina il tempo della svalutazione.

      AP

      Elimina
    3. Bellissima e formativa vicenda quella de "Il Deserto dei Tartari" del grande e (in)dimenticato Dino Buzzati: "Facendosi forza, Giovanni raddrizza un po' il busto, si assesta con una mano il colletto dell'uniforme, dà ancora uno sguardo fuori della finestra, una brevissima occhiata, per l'ultima sua porzione di stelle. Poi nel buio, benché nessuno lo veda, sorride." Vedremo se simile quieta dignità riuscirà a chiunque, nel momento della Piccola Tenebra: vedremo. E poi si chiamava Drogo... (ma ricopiate almeno giusto).

      Elimina
    4. Vorrei aggiungere la mia personale testimonianza: non ho assolutamente basi scolastiche di economia, e fino a qualche anno fa, quando le persone normali potevano bellamente permettersi di ignorarla, non mi sarei mai sognato di avvicinarmici neanche da lontano. la ritenevo una materia sterile e cervellotica. poi, a forza di sentir parlare Monti&co di spread e di "reazione dei mercati" ho iniziato ad informarmi e a guardarmi intorno. mi sono avvicinato a Goofynomics quasi per caso, e ho capito molte cose. ho letto "il tramonto dell'euro" e ne ho capite molte altre; sto leggendo "l'italia può farcela" e sto iniziando a tenere testa a persone apparentemente più competenti di economia, ma che invece si sono rivelate dei semplici "pappagalli del telegiornale". posso dire che un buon 80% del merito va al prof Bagnai e alla sua capacità di spiegare i principi e le varie questioni sia pratiche che teoriche dell'economia e della finanza, fornendo costantemente le fonti e i riferimenti agli episodi analizzati. questo ha fatto di me una persona più consapevole del mondo che la circonda e con un po di strumenti in più per reagire e difendersi anche dalle conseguenze reali di questa crisi. leggo nel post di ML gli stessi toni che mirano a fomentare una indescrivibile paura dell'ignoto. nessuno sta dicendo che uscire dall'euro sarà una passeggiata, ma dal momento che è inevitabile, più si è informati e preparati, meglio è. Auguri Professore, grazie e complimenti!

      Elimina
    5. ML,
      Non si finisce mai d'imparare dicevano gli anziani e mi vengono in soccorso gli anfratti della memoria dove rammento un tenente Drogo(non Drogul ma si concede tutto ai nuovi maestri); di certo non le sarà sfuggito in quella fortezza Bastiani quel tenentino aristocratico,un certo Von qualcosa ,di nome Augustin, elegante nel portamento, e distaccato verso quella borghesia (Drogo)che sta scalzando con la sua intraprendenza l'antica società imperniata sugli Ordini.
      Ecco, con tutto il rispetto che si deve ai Savants,lei ha un'impresa disperata da compiere: farci/mi capire,se potrà e vorrà quali strumenti ha in mano l'individuo ,che secondo lei basterebbe a se stesso, per sottrarsi all'operatività del Sistema in cui nemmeno gli Stati del Sud europa sono in grado di salvarsi.Lei ci riuscirà? glielo auguro ma si affretti perché anche Lei rassomiglia al tenente Drogo.

      Elimina
  17. va bene cosi'. la denuncia alla polizia è stata fatta contro ignoti dando riferimento questa pagina della rete a difesa del mio nome e del mio lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo significa solo che un ufficiale della polizia postale, invece di occuparsi di pedopornografia o di crimini finanziari, dovrà perdere un giorno per venire da me a chiedermi se sono stato io, e ovviamente io gli dirò di sì. Dopo di che inizia la trafila. Soldi pubblici spesi bene, non trovi? Fai come credi...

      Elimina
    2. Professore mi permette di ricordare, da modestissimo tecnico, al suo cortese interlocutore che azionare denunce penali può rimanere non privo di conseguenze spiacevoli, quando le stesse si rivelino poi infondate?
      Si corre il rischio di essere incriminati per un reato abbastanza grave, e procedibile di ufficio, che si chiama CALUNNIA ed è previsto e punito dall’art. 368 del codice penale.
      Prevede la pena della reclusione nel massimo fino ad anni SEI.
      Sono materie nelle quali conviene muoversi.. con somma prudenza.

      Elimina
    3. Mamma che paura; mi sa che mettendo sulla bilancia le cose che ha detto sul suo blog a maggio e questa innocua ed innocente pagina, è lui ci rimette.
      Infatti lì si configura a mio avviso "LA DIFFAMAZIONE E FALSO" e qui invece al massimo si può parlare "ERRORE PER INCONSAPEVOLE ATTRIBUZIONE"
      Ma vedo anche una diversa "GRAVITA' NELLA MATERIA".

      Elimina
    4. Figurati. Certo che puoi ricordarglielo. A me spiace solo lo spreco di risorse, fatto con un fine evidentemente pubblicitario, quando la mia osservazione non aveva alcunché di particolarmente malizioso. Il mio educated guess è che un magistrato di buon senso archivierà. In ogni caso, mi sto tutelando.

      Elimina
  18. Non vi sembra che a questo soggetto si sia dato troppo spazio qui riguardo argomenti che qui c' entrano come i cavoli a merenda? Qui si discute di cose scientifiche e di risvolti pratici sull' economia reale e sui conti pubblici e si tratta di cose dimostrate e verificabili che appunto danno ad ogni soggetto economico la consapevolezza esatta dei suoi problemi reali e anche gli strumenti di come affrontare i suoi problemi particolari (dove e come porre le sue residue risorse economiche); personalmente rifiuto qualsiasi suggerimento da parte di operatori del settore che rifuggo da anni come la peste. Se questo signore vuole venire qui, si confronti su tali questioni specifiche e non su fantasie che non hanno né capo né coda. Lo dobbiamo a chi subisce le pesantissime conseguenze dell' euro sulla propria pelle, sia in Italia che altrove nella zona euro.

    RispondiElimina
  19. @ML
    Ma lei scherza?
    fuori da quale paese?
    facciamo due esempi: USA e GB noti per essere i 2 paesi con minore scala sociale?
    o la Germania degli 8 ml di minojob e lo scempio ai fratelli dell'est?
    Oppure la Francia che sta calando il sipario?

    la teoria purtroppo è importante quando si affermano certe cose
    E cmq, a lei piace un mondo così, se lo tenga pure e ritorni dove sarà ascoltato

    RispondiElimina
  20. In USA, GB e Germania chi sa fare qualcosa e ha professionalità nel 99% dei casi viene premiato, in Italia no. Punto.

    RispondiElimina
  21. Incredibile! Davvero non mi aspettavo una risposta così demenziale.
    Proprio lei che lavora in ambito universitario dovrebbe sapere che è strapieno di ricercatori italiani che scappano all'estero. Ci vanno perché lì trovano il giusto riconoscimento. Di statistiche volendo se ne trovano a tonnellate ma è molto più facile vedere la situazione di persona, basta farsi un giretto tra Europa e USA.
    Cristo santo ma stiamo parlando di banalità, basta aprire gli occhi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Banalmente In Usa e Gb non hanno l'euro e nessun vincolo di cambio e la politica economica se la fanno come meglio credono senza dare conto a nessuno.
      La Germania non rende conto a nessuno ed anzi è lei a dettare le sue regole agli altri paesi dell'eurozona.

      Non so quanti anni puoi avere, forse sei giovane, ma era così anche in Italia anche solo fino a 15 anni fa.... credimi.
      Fino agli anni 90, ad esempio, nelle aziende metalmeccaniche era normale, almeno al Nord, che un operaio potesse crescere fino a diventare responsabile tecnico o dirigente tecnico. Questo perché il suo datore di lavoro gli riconosceva quelle sue qualità particolari che gli servivano per far funzionare al meglio l'azienda.
      In pratica preferiva mandare avanti una persona di fiducia cresciuta nella sua azienda, piuttosto che assumere un estraneo anche se formalmente più qualificato.
      Ed era questo a rendere forte e peculiare ogni singola azienda del "made in italy".
      Questo solo per farti un esempio.
      A me è successo....
      Adesso non succede quasi più e la domanda è: perché?
      Basta aprire gli occhi....

      Elimina
    2. Michele Boldrin e udite, udite Oscar Giannino per esempio due che sono andati e stati a lungo in USA e tornati qui! Loro si che conoscono come affrontare la fuga dei cervelli e consigliano qui in Italia, come evitare di andare all' estero.

      Elimina
  22. Certo che se su sto ML ci pubblicava l'autore di quella monnezza del link per difendere il proprio onore ci starebbe un autoquerela: meno pubblica meno cade in basso il blog.

    RispondiElimina