venerdì 10 aprile 2020

Venerdì santo

L'Eurogruppo del 16 marzo:


Gualtieri all'Eurogruppo del 9 aprile:


Gli ortotteri:


Il blogger:


Il giorno dopo, gli elettori e le opposizioni:


Gualtieri viene scaricato dalla sua maggioranza:


L'Italia accede al MES:


Poi vengono modificate le condizioni:


Arriva la crisi: Conte viene travolto dal risultato della sua stessa ignavia...


...e finalmente cambia musica:






(...per quanto uno le cose possa averle dette prima, c'è sempre Uno che le ha dette prima di lui, perché era prima che le cose potessero essere dette. Quindi, calma...)

48 commenti:

  1. Ci sono gli esecutori ed i mandanti. Ho la vaga impressione che questi ultimi abbiano ben nascosto la mano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono le stesse parole esecutori e mandanti , i mandanti per definizione sono sempre nascosti altrimenti non avrebbero bisogno di esecutori e poi ci sono i complottisti .

      Elimina
    2. La sua precisazione non è del tutto corretta ovvero il termine mandante non implica necessariamente il nascondimento; spesso l'esecutore che fa il lavoro sporco può essere coperto in modo esplicito dal mandante inteso in termini giuridici. Qui non mi pare che ci siano gli estremi del complottismo ma questo sembra a me; però potrei anche sbagliare. Se lei volesse essere più chiaro potrei risponderle. Grazie deĺla considerazione.

      Elimina
  2. Partecipare a questo blog è una vera fortuna. Commento ineguagliabile delle nostre amare vicende, che termina con una speranza che consola. Grazie per questo bel regalo di Pasqua.

    RispondiElimina
  3. La riflessione finale è filosofia di altissimo livello.

    RispondiElimina
  4. Grande Bagnai!!!
    Ottima musica ed ottima politica
    Buona Pasqua a tutti
    Tilden

    RispondiElimina
  5. Ottima musica ed ottima politica
    Grande Professore!!!
    Buona Pasqua a tutti
    Enrico

    RispondiElimina
  6. Nel progetto del Cristianesimo l'elemento cruciale era Giuda. Senza Giuda il Cristo non sarebbe stato crocifisso. Dunque il tradimento di Giuda è stato strumentale alla nascita del Cristianesimo, chissà che il tradimento di Gualtieri non lo sia alla fine DELL'UE ...

    RispondiElimina
  7. E un piccolo consiglio a conte e co. Non lo forniamo? Giusto per Pietas...
    https://m.youtube.com/watch?v=GO3ewYOD4zE

    RispondiElimina
  8. ...ma, come cambia la musica?!

    RispondiElimina
  9. FANTASTICO! nessun altro commento

    RispondiElimina
  10. Prima del Venerdì Santo, il Giovedì Santo: Istituzione della EU-carestia.

    RispondiElimina
  11. Ho seguito tutte le stazioni, dall'ultima alla prima.
    Ovviamente la resurrexit è tutta un'altra musica, ma anche Gualtieri che viene scaricato dalla sua maggioranza ti regala i suoi brividi...

    RispondiElimina
  12. Dopo il cambio delle condizioni nemmeno un tentativo di: "Erbarme dich"?

    RispondiElimina
  13. Gualtieri come Giuda: troppa grazia, per il primo. Di cui, comunque, attendo, piuttosto fremente, l'impiccamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La decisione di mettere l’Italia nelle condizioni della Grecia è il suicidio politico di Gualtieri.

      Elimina
    2. Sarà anche un suicidio politico ma è un successone carrieristico a Bruxelles....se Bruxelles esisterà ancora tra quanche anno!

      Elimina
  14. Potrebbe però avvenire anche la cosiddetta 'segregazione finanziaria'. Piena di pericoli (in particolare con Draghi presidente del consiglio) ma sempre meglio che chiedere di accedere al MES.

    RispondiElimina
  15. In questi giorni, leggendo "L'Italia può farcela", mi è sorta la seguente domanda : secondo lei, senatore Bagnai, con quali modalità potremmo abbandonare questo cambio fisso e adottare un cambio variabile? Ovviamente questi temi potranno essere affrontati con concretezza nel dopo governo-cialtroni

    RispondiElimina
  16. Quando le persone perderanno il lavoro gli imprenditori le loro aziende ed i loro beni e saranno inseguiti da chi recupera i crediti e quando arriverà presto il momento in cui le pensioni saranno decimate e sarà terminata la quarantena c'è qualcuno che si ponga il problemabdi come gestire la situazione??? Pazzi e incoscienti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo hanno trovato: Sarao meravigliao
      È della stessa parrocchia di monti

      Elimina
    2. Ne ebbi conteźza durante la sua esperienza al Corsera!

      Elimina

  17. Io ho consigliato a parecchia di gente di seguire Borghi e lei.
    Alcuni di queste persone sono di una certa età, (peraltro sono persone di qualità e con qualche seguito).
    Oggi la settima persona si lamenta (con me!) che non segue le dirette, perchè l'audio è troppo basso.
    Capisco che è un argomento becero, però se vuole prendere nota...

    N.B. Io ho fatto un confronto per Borghi con una intervista su ByoBlu https://www.byoblu.com/2020/04/10/mes-adesso-subito-sfiducia-a-gualtieri-claudio-borghi-a-byoblu24/ ed effettivamente quella su Twitter https://twitter.com/borghi_claudio/status/1248651663981842432ha un audio più basso.
    Così come è basso una sua su facebook

    Ora per chi ha un udito normale o buono non è un problema, mentre per chi ha un udito non buono questo è un problema grosso pe non dire insolubile.
    Veda lei.
    P.S. E' una gentilezza la mia.

    RispondiElimina
  18. Prof. sono molto preoccupato ... molto ...

    RispondiElimina
  19. I fatti di Bruxelles confermano che oggi è venerdì di passione senza intravedere la Pasqua di liberazione

    RispondiElimina
  20. Adesso è il momento più difficile... vedo un consenso a Conte maggiore rispetto a quello di Renzi. Ho condiviso il suo Post su facebook sulla votazione del MES nel 2012 perchè la prima cosa che si impara qui è quella di partire da dati VERI.

    RispondiElimina
  21. Professore lei se la cava sempre con la cultura. E' un maestro anche in questo. Le assicuro, almeno per me, che la sua maieutica è potente e benefica. Lei è un uomo complesso, per questo sorprende sempre.

    RispondiElimina
  22. Dopo le ultime sconcertanti dichiarazioni dell' Avvocato di Foggia, non ci resta che il pianto finale e un corale tombale dolce riposo:

    "Wir setzen uns mit Tränen nieder
    Und rufen dir im Grabe zu:
    Ruhe sanfte, sanfte ruh!"

    RispondiElimina
  23. Io credo che, tra le varie cose che ha detto stasera Conte, ce ne sia una di una fallacia logica impressionante (ex multis): ovvero il fatto che "Salvini e Meloni indeboliscono la posizione negoziale del governo ai tavoli europei".

    Mettiamoci nei panni di Conte e immaginiamo che davvero lui non voglia utilizzare il MES, siccome a Pasqua siamo tutti più buoni, come a Natale. Ora, come tutti sappiamo qua e come è stato opportunatamente spiegato, in virtù della Legge 234/12 Conte avrebbe la possibilità di ricevere un mandato negoziale fortissimo con Leuropa. Siccome, a detta sua, il Governo non richiederà mai l'intervento del MES... Allora perché Conte non vai in aula a chiedere un atto di indirizzo in tal senso? Atto di indirizzo che sarebbe votato a larghissima maggioranza? Potresti benissimo così andare ai tavoli dicendo: "ragazzi, sapete che c'è? Il 90% del mio Parlamento, che rappresenta quindi il 90% dei cittadini italiani, rifiuta anche solo di pensare al MES come possibile strumento di gestione della crisi, che si fa?".

    Invece no, Conte oggi ci ha detto che lui vorrebbe tanto non usare il MES e invece adottare gli Eurobond. Quindi, ci dice sempre Conte: "Italiani, sapete, io ieri ho mandato a negoziare un ministro delle finanze che fino all'altro giorno era a favore del MES (ma ci ho parlato bene, tranquilli l’ho convinto eh!) e per di più privo di qualsiasi atto di indirizzo parlamentare in tal senso... Vedete: l'Olanda ha mandato un ministro delle finanze fortemente convinto delle sue posizioni e con un mandato parlamentare fortissimo. Il risultato è che, purtroppissimo, Gualtieri è stato sbriciolato. Ma non è colpa nostra, italiani, la colpa è di Salvini che inquina il dibattito spargendo fake news!".

    Ma continuiamo a pensare che davvero Conte sia convinto di non utilizzare il MES e di spingere per gli Eurobond (in bocca al lupo!). Invece di blaterare di Salvini e Meloni, perché non va in Parlamento e dici: "ragazzi, qua siamo uniti su una cosa, non utilizzeremo mai il MES in alcun senso e, per di più, lo abrogheremo... So che su cosa mettere al suo posto non siamo altrettanto d'accordo, lo so, c’è chi dice Eurobond, chi dice BCE, ma su quello possiamo trovare magari una sintesi insieme, tanto una cosa o l’altra per essere approvata richiederà tempi biblici e abbiamo tutto il tempo per pensarci… Intanto rifiutiamo e cancelliamo il MES tutti insieme". Perché io credo che chi, almeno a parole aspiri a fare lo "statista" in momenti come questo dovrebbe usare parole simili e compiere azioni simili, per lo meno quando si dice di voler ricercare l’"unità nazionale" nei momenti di difficoltà. E l’unità nazionale ce l’hai lì, a un passo, nel Parlamento che rappresenta noi cittadini.

    La verità è, caro Conte, che se davvero la tua posizione negoziale è debole, lo è perché nemmeno la tua maggioranza ti sostiene. Perché se oggi andassi in Parlamento a chiedere "chi non vuole il MES come me?" ti risponderebbe "io" la Lega, FdI e qualche 5S. PD e Italia Viva invece ci sperano, non vedono l'ora, magari qualcuno sta già preparando i contratti di vendita di porti e aereoporti (ogni riferimento a senatori esistenti o interviste rilasciate è puramente casuale). Quindi, se proprio sei contrario al MES, vai in Parlamento e chiedilo, no? Scopriamo le carte, io mi preparo i popcorn.

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. Vorrei ringraziare il Prof. Bagnai per la bellissima parodia musicale;
    dopo aver gustato cori e fraseggi,
    con video a schermo intero, audio su stereo hi-fi e luci soffuse, e la gioiosa partecipazione emotiva,
    all'improvviso nella mia mente,
    alla parola p_a_r_o_d_i_a seguiva una irrefrenabile risata liberatoria;
    ma dico sono forse impazzito per la clausura.
    Ma no.
    Semplicemente veleggiando sull'onda musicale, cancellando due A di rating al Gov, la mia mente ha inconsciamente istituito il premio P_RODI_, vinto a mani basse da Gualtieri, con le sue parafrasi prodiane in Tv.
    Che dire Prof Bagnai.
    Non è stato facile ritrovare la compostezza, che le vicende attuali e il tempo pasquale richiedono.
    Ma grazie, grazie, grazie.
    Vado a dormire con una strana contentezza.
    Buona Pasqua al Prof Bagnai e colleghi,
    a tutti


    RispondiElimina
  26. Il Mes non lo chiederà Giuseppi, lo chiederanno gli italiani ridotti alla fame, basterenno altri due mesi di Giuseppi. Il tradimento del venerdì Santo è negli eurobond tanto quanto nel Mes, la resurrezione è solo nel "facciamo da soli".

    RispondiElimina
  27. Non vorrei commettere lesa maestà nei confronti di Bach, ma in fondo le sottopongo un Vivaldi un po' particolare. Che riassume le 4 componenti della nostra maggioranza. A voi, se volete, individuarli.
    https://youtu.be/BKezUd_xw20

    RispondiElimina
  28. Sig. Bagnai,
    ma nel caso (improbabile) si andasse a elezioni anticipate e la Lega vincesse (molto probabile), quale sarebbe la prima cosa che fareste? C'é possibilità di uscire da questa Disunione Europea?

    RispondiElimina
  29. Che emozione! E come viene a proposito "Wozu dienet dieser Unrat? Wozu? Wozu?"!

    RispondiElimina
  30. Mah, a volerle pensare tutte (e ai miei anni non potrei non pensarle tutte), direi che l'"errore" di Conte e il "in cauda venenum" del suo discorso, sia stato fatto volutamente da Conte stesso, che ormai ha l'acqua alla gola e sa di essere alla frutta. Magari per verificare la "tenuta" dei due partiti (e dei media) che lo tengono su. Vabbe', ho cercato di spingermi in partibus infidelium.

    RispondiElimina
  31. Quando nella diretta di ieri sera le è scappato quel "fascisti", c è stato un tremito ed un rombo tra i follower.

    Poi, la scintilla della consapevolezza, è corso ai ripari nel distinguo tra fascismo storico e l essere "autoritari".

    Eppure m'ha sinceramente commosso lo scatto d'orgoglio del di lei retaggio, insofferente al nuovo vestito, e pronto a venir fuori quando nella concitazione del pensiero le difese si attenuano.

    Grazie prof.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non illuderti di capire troppo, se poi ti adagi sulle interpretazioni dei repubblichini. La Lega è antifascista.

      Elimina
    2. Purtroppo m'adagiavo sulle reazioni in diretta dei seguaci.

      Ahinoi rivedersi per credere Buona Pasqua

      Elimina
  32. Buongiorno, segnalo questo documento tratto da Federalismi, una rivista di "Diritto pubblico italiano, comparato, europeo".

    Articolo di Massimo Cavino Professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico presso l'Università del Piemonte Orientale, intitolato "Una prima lettura dei provvedimenti adottati dal Governo".

    La parte centrale (conclusiva) mi pare questa: "[...] pare di poter affermare che le misure adottare con i DPCM emanati tra l’8 e l’11 marzo 2020 avrebbero dovuto formare l’oggetto di un altro decreto legge.Le forti limitazioni alla libertà personale, alla libertà di riunione, alla libertà di circolazione, al godimento/adempimento del diritto/dovere allo studio, alla libertà di culto, alla libera iniziativa economica, estese a tutto il territorio nazionale, avrebbero dovuto essere disposte con un provvedimento che, pur giustificato dalla straordinarietà, dalla necessità e dall’urgenza, è mitigato nella sua portata autoritaria da garanzie che non ne compromettono l’efficacia.Con l’adozione di un decreto legge, in un momento di grande tensione nella vita democratica del paese, si sarebbe coinvolto, chiamandolo alla emanazione, il Presidente della Repubblica, garante dell’unità nazionale; e si sarebbe restituita al Parlamento la centralità che gli compete, chiamandolo alla conversione in legge.

    https://www.federalismi.it/ApplOpenFilePDF.cfm?artid=41287&dpath=document&dfile=17032020173454.pdf&content=Covid%2D19%2E%2BUna%2Bprima%2Blettura%2Bdei%2Bprovvedimenti%2Badottati%2Bdal%2BGoverno%2B%2D%2Bstato%2B%2D%2Bpaper%2B%2D%2B

    RispondiElimina
  33. Volevo fare gli auguri di buona pasqua a lei e tutti quelli che seguono il blog...
    Credo che Conte e Gualtieri abbiano sbagliato delle mosse e potrebbe esserci un'accelerazione politica.....speriamo
    Buona Pasqua

    RispondiElimina
  34. Fortunatamente avevo la traduzione con testo a fronte in tedesco. L'associazione è geniale e, se non fosse anche maledettamente realistica, esilarante! Grazie

    RispondiElimina
  35. interessante come detournament, ma mi chiedo se si è capito chi è il direttore d'orchestra, e sicuramente non sono né gli europeisti né gli antieuropeisti, [che sono i pupi] ma tutte le strade a buon occhio portano a Roma/Vaticano, cito:ai partecipanti della plenaria della pontificia accademia delle scienze sociali (che riprende la Laudato si ), datata 2 maggio 2019: "Lo Stato nazionale non può essere considerato come un assoluto, come un’isola rispetto al contesto circostante. Nell’attuale situazione di globalizzazione non solo dell’economia ma anche degli scambi tecnologici e culturali, lo Stato nazionale non è più in grado di procurare da solo il bene comune alle sue popolazioni. Il bene comune è diventato mondiale e le nazioni devono associarsi per il proprio beneficio. Quando un bene comune sopranazionale è chiaramente identificato, occorre un’apposita autorità legalmente e concordemente costituita capace di agevolare la sua attuazione.[...]Simón Bolivar spinse i leader del suo tempo a forgiare il sogno di una Patria Grande, che sappia e possa accogliere, rispettare, abbracciare e sviluppare la ricchezza di ogni popolo. Questa visione cooperativa fra le nazioni può muovere la storia rilanciando il multilateralismo, opposto sia alle nuove spinte nazionalistiche, sia a una politica egemonica.[...]Di fronte al disegno di una globalizzazione immaginata come “sferica”, che livella le differenze e soffoca la localizzazione, è facile che riemergano sia i nazionalismi, sia gli imperialismi egemonici. Affinché la globalizzazione possa essere di beneficio per tutti, si deve pensare ad attuarne una forma “poliedrica”, sostenendo una sana lotta per il mutuo riconoscimento fra l’identità collettiva di ciascun popolo e nazione e la globalizzazione stessa, secondo il principio che il tutto viene prima delle parti, così da arrivare a uno stato generale di pace e di concordia."

    http://www.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2019/may/documents/papa-francesco_20190502_plenaria-scienze-sociali.html

    Apocalisse 17:4 La donna era vestita di porpora e di scarlatto [colori vescovi e cardinali], era tutta adorna d'oro, di pietre preziose e di perle, e aveva in mano una coppa d'oro piena di abominazioni e delle immondezze della sua fornicazione [...]9 Qui occorre una mente che abbia intelligenza. Le sette teste sono sette monti sui quali la donna siede.[septimontium antico nome di Roma][...] 17 Infatti Dio ha messo nei loro cuori di eseguire il suo disegno che è di dare, di comune accordo, il loro regno alla bestia fino a che le parole di Dio siano adempiute. 18 La donna che hai vista è la grande città che domina sui re della terra».
    Apocalisse 1:3 Beato chi legge e beati quelli che ascoltano le parole di questa profezia e fanno tesoro delle cose che vi sono scritte, perché il tempo è vicino!

    RispondiElimina
  36. Carissimi,
    ieri stavo discutendo con un piddino che mi diceva che il Pandemic Crisis Support disattiverebbe le condizioni dell'articolo 7 del two pack secondo quanto riportato nel comma 12.
    Qualche anima pia è in grado di aiutarmi ad elaborare una risposta?

    RispondiElimina
  37. A volte colpisce quanto Dio possa aver già detto le cose prima, ma anche i suoi Vicari in terra a volte non scherzano:

    "Il processo di globalizzazione potrebbe sostituire le ideologie con la tecnica, divenuta essa stessa un potere ideologico, che esporrebbe l'umanità al rischio di trovarsi rinchiusa dentro un a priori dal quale non potrebbe uscire per incontrare l'essere e la verità. In tal caso, noi tutti conosceremmo, valuteremmo e decideremmo le situazioni della nostra vita dall'interno di un orizzonte culturale tecnocratico, a cui apparterremmo strutturalmente, senza mai poter trovare un senso che non sia da noi prodotto"
    Benedetto XVI, Caritas in Veritate, paragrafo 70, 2009
    (http://www.vatican.va/content/benedict-xvi/it/encyclicals/documents/hf_ben-xvi_enc_20090629_caritas-in-veritate.html#_ftn152)

    Sembra un po'descrivere una Repubblica delle Task Force

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.