giovedì 9 aprile 2020

Lettera alla Germania

(...oggi Matteo Salvini ha pubblicato su Facebook questa lettera alla Germania, che vi ripropongo qui in versione illustrata...)



Gentile "Die Welt",

ho visto con stupore il vostro titolo odierno che parla di "mafia che aspetta i soldi dall'Europa". Vorrei ricordare ai vostri lettori, che meritano un’informazione equilibrata, che l'Italia è contribuente netto dell’Unione Europea dal 1989.

(fonte: EU Budget Financial Report 2008, 2018)

Da allora, gli italiani hanno versato al bilancio dell’Unione un totale di 81 miliardi di euro. L'Italia ha anche fatto la sua parte con i fondi salvastati, versando a vario titolo oltre 57 miliardi.


Come documentano studi di università tedesche, fra cui l’ESMT di Berlino, in molti casi, incluso quello della Grecia, il 95% dei fondi versati da paesi come l’Italia sono stati immediatamente girati alle banche creditrici, fra cui quelle tedesche.

(fonte: Jörg Rocholl, Axel Stahmer (2016), Where did the Greek bailout money go? ESMT White Paper No. WP-16-02)

Siamo stati in grado di contribuire al progetto europeo anche perché dal 1992 l’Italia ha sempre avuto un avanzo primario del bilancio pubblico, tranne che nei due anni più gravi della crisi.


Quello che appesantisce il bilancio pubblico italiano è la spesa per interessi, e in questo senso la decisione della signora Merkel di coinvolgere nel salvataggio della Grecia gli investitori privati (Private Sector Involvement), scatenando il fenomeno dello spread, ci ha penalizzato, mentre ha permesso alla Germania di finanziarsi a tassi negativi e di attirare capitali in cerca di un porto sicuro. Il Leibniz Institut di Halle ha dimostrato che grazie a questa mossa la Germania ha beneficiato di circa 100 miliardi di afflussi di capitali, sottratti ai mercati finanziari degli altri paesi membri.

(Dany, G., Gropp, R. E., Littke, H., & von Schweinitz, G. (2015). Germany's Benefit from the Greek Crisis (No. 7/2015). IWH Online)

Vorrei infine ricordare che dall'inizio della crisi la Germania sta violando la regola che limita al 6% il surplus estero.


Il successo delle imprese esportatrici tedesche, per il quale vi facciamo i nostri complimenti, significa però che l’economia tedesca prospera sulla spesa di altri paesi, che sono suoi clienti, e che quindi converrebbe trattare con rispetto.

In sintesi: i miliardi non sono mai arrivati in Italia dall'UE, né via bilancio comunitario, né via fondi salvastati, ma hanno preso sempre e solo direzione contraria, dall'Italia verso l’Europa, e noi non abbiamo mai chiesto se andassero a finanziare la malavita tedesca. Ci rimane invece qualche curiosità su chi finanzi, e per quali motivi, le tante navi delle ONG che nel Mediterraneo traghettano immigrati clandestini. Saremmo lieti di leggere su "Die Welt" un’inchiesta su questo problema, magari basata su fatti e non su insulti, per capirne un po’ di più su un fenomeno che avviene in violazione delle leggi nazionali e comunitarie e che riguarda e danneggia tutti, a partire dagli stessi immigrati.

Cordialmente,
Matteo Salvini



(...prima o poi qualcuno doveva dirglielo. Rispettosamente. Non credo contaste su Conte per dire queste quattro verità. Temo purtroppo che siano state dette troppo tardi, ma meglio tardi che mai...)

35 commenti:

  1. Condivido con Lei, qualcuno doveva dirglielo, era l'ora...altra cosa sarà vederlo pubblicato su quel giornale....vedremo...

    RispondiElimina
  2. Giovedì Santo. Per dare forma ad un tradimento, bisogna dare atto a questo governo di avere agito in base ad un'esemplare scelta dei tempi.

    RispondiElimina
  3. A quanto pare hanno ceduto al Mes... Austerità, sempre Austerità

    RispondiElimina
  4. Se il Papa ha fatto entrare trionfalmente la statua di Lutero in San Pietro,
    è logico che il Governo Italiano faccia entrare trionfalmente i feticci economici dell'Unione Europea in Italia,
    in tutti e due i casi vale la stessa logica economica eretica,
    secondo la quale la fede e la moneta consistono nella 'sola scriptura',
    ma entrambi i termini del ragionamento non hanno fatto i conti con la realtá, Giuda ad esempio a suo tempo li fece, con la REALTÁ STESSA CHE È GESÙ,
    ciascuno dovrá fare i conti con la realtá italiana, che è figura umana dell'unica realtá,
    ho appreso con soddisfazione che la Sindone verrá esposta alla devozione in questo tempo, bisogna farne 'tesoro'.
    Buona Pasqua a Lei Prof. Bagnai e colleghi,
    la guerra è lunga, ma chi l'ha dura (la pelle) la vince.

    RispondiElimina
  5. Proposta per una vera integrazione e ritorno a cambi flessibili.
    Premessa: la rigidità del cambio ha fallito il sogno di indurci ad una unione solidale di più comunità.
    Proposta: rafforzare la vigilanza bancaria, senza escludere nessuna banca, istituto etc, rafforzare la lotta a politiche commerciali scorrette, rafforzare e mettere in comune, (avere la stessa normativa e trattamento) per il concetto di imprese di valore strategico e quindi tutelate; fissare una banda di asimmetria massima sulle importazioni ed esportazione sia intraeuropea sia extraeuropea, o combinarla con una imposta sui paesi in surplus da dare in aiuti ai paesi  in deficit,(anche in solo know-how e brevetti sino a riapparigliare lo squilibrio)
      stabilire le aree strategiche di influenza con quote di mercato (ante 1996/8 ? forse troppo provocatorio..) dove l'unione si comporti  da bravo padre di famiglia, quindi valutare caso per caso ciò che conviene a te e quanto ci rimetto io e se lede i miei interessi strategici (leggasi Libia)e quindi scegliere ciò che conviene a tutti, aiutarsi a combattere le mafie, aiutarsi a combattere la grande elusione e il dumping fiscale (leggasi Junker o reverse charge sulla grande distribuzione), condividere le informazioni delle buone pratiche economiche, aiutare con progetti comuni a sviluppare l'Africa in un'ottica win win.
    Chiaramente non sono un economista ne un ingegnere, quindi forse temi scontati e già dibattuti, ma mi piacerebbe sapere se esiste un dibattito accessibile al pubblico.Uniti potremo essere la prima economia del mondo e guidare un modello pacifico , compatibile con i limiti delle risorse ed etico. 
    Grazie a tutti
    Giuseppe

    RispondiElimina
  6. dopo il tradimento con il Mes dei piddini-m5s adesso aspettiamo che si impicchino .

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Italia
    Buongiorno Maria
    Con gli occhi pieni di malinconia
    Buongiorno Dio
    Lo sai che ci sono anch'io

    <
    ... perché ne sono fiero Italia. Sottoscrivesse il Parlamento e il deep-state

    Bea vengo via subito.
    Bravo.

    RispondiElimina
  8. Letterina facile facile e di propaganda, seppur vera, chissà se verrà pubblicata. Bisognerebbe formare una nuova maggioranza "sovranista", chiamiamola così. Pezzi del M5S, fuoriusciti, pezzi della lega (gli anti euro e UE) e di fratelli d'italia (sempre che FdI ne abbia di pezzi disponibili) che faccia cadere il governo. Forza Italia e PD non si presteranno mai, loro sono la UE e l'euro. Ma già vedo Salvini in seduta terapeutica con Giorgetti che gli fa scrivere sul quaderno cento volte Draghi, Draghi, Draghi, il novello Gramsci, riveduto liberista, del riscatto nazionale, della classe media e delle classi lavoratrici. L'euro è un manganello che è servito a rompere i denti alla classe lavoratrice e al ceto medio. Grazie all'Euro l'Unione europea ha instaurato un modello autoritario di redistribuzione del reddito. Ma la cultura liberista e del "privato è meglio del pubblico" ha contagiato più e meglio di questo virus (vedi quello che hanno fatto negli anni la Lega e Forza Italia alla sanità lombarda) tanto da permettere alle classi dominanti l'epifania di sedicenti difensori del popolo: adesso un Draghi qualunque può presentarsi come una specie di Togliatti ed essere pure creduto.
    Perchè le cose stanno così: non sono tutti buoni da una parte tutti cattivi dall'altra, e se adesso Salvini ha buon gioco ad aprire i microfoni ai suoi Bagnai Borghi Rinaldi... domani lascerà praterie sterminate ai Giorgetti et similia, che adesso restano opportunamente in silenzio, perchè le classi dominanti liberiste tornino a governare ancora indisturbate, mettendo agli altri la sordina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto un fuuuuuurbo per alimentare il dibattito fa comodo.

      Elimina
    2. Dicono così anche le classi dominanti liberiste: "Un po' di dissenso ci comodo, alimentiamo il dibattito e ne usciamo più democratiche".

      Elimina
  9. Spero che quanto negoziato all'Ecofin (mes,sure,bei)passi cmq in Parlamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci può passare in un modo solo, con la sfiducia a Gualtieri.

      Elimina
  10. Purtroppo nonostante la sua eccezionale opera divulgativa, ancora milioni di italiani sono d'accordo con Die Welt!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché gli italiani onesti e perbene devono rispondere di quel che fanno i malavitosi, in Italia come e non meno nel resto del mondo.

      Elimina
  11. Una lettera che, alla luce della Caporetto di ieri, è utile anche per il morale: esiste ancora chi difende la dignità di un Paese oltre alla verità.
    Gli zerbini restano tali, gli uomini pure.

    RispondiElimina
  12. La prima parte è condivisibile ma ` l`ultima è come equiparare i mafiosi ai migranti, un accostamento infelice!

    RispondiElimina
  13. venerdi santo
    l'italia in croce
    essa perirà
    di morte atroce
    il mes è tratto
    conte cantando
    mai piu risorgerà
    dopo lo schianto

    ora la sola sicurezza che ho è che non esiste opposizione in italia : la politica è solo teatro .
    Per la cura ci vorrebbe un pazzo ,ma non ci sono più le case di cura ed anche i pazzi si sono persi : Lei Professore è un genio ma non è pazzo , peccato .

    RispondiElimina
  14. I piddini negli utimi mesi stanno rischiando il capolavoro. Non dicono niente, mandano avanti il sacrificabile Conte, continuano con la politica favorevole a un'UE che non esiste a cui credono solo loro, forniscono ulteriori armi all'Europa per impedire governi "critici" e distruggono i resti dei 5S, che se continueranno a far sopravvivere il governo del mes firmeranno la loro condanna all'oblio.
    Mi sa che l'unico modo per far smuovere i 5S che tirano avanti per la pensione è fargli capire che rischeranno di non vederla mai se continueremo a iniettarci dosi di europeismo nei prossimi anni.

    RispondiElimina
  15. Caro Professore
    Oggi mi lasci sfogare

    Soprattutto di farle richiesta di una promessa solenne che sia pari al "no" deciso e fermo espresso da lei ieri al Senato durante quel memorabile intervento.

    Oggi con la ratifica del MES un' altra pietra tombale e' stata posta sulla nostra democrazia.

    La maggior parte di noi sapeva che sarebbe accaduto, pur sperando in una presa di coscienza in quella che rimane tra i grillini.


    Seguo da anni questo blog, ho letto i suoi libri, seppur confesso spesso per me sia difficile capire alcuni tecnicismi economici che hanno bisogno di approfondimento, specie per un uomo di 52 anni.

    Sono tremendamente arrabbiato:

    Negli ultimi anni dapprima ho perso il mio lavoro da cameriere dopo 19 anni in un albergo romano:

    Non accettai che venissimo appaltati, peraltro a colui che mi aveva sempre osteggiato lavorativamente e dopo un anno di vessazioni pattuì il mio licenziamento.

    Dopodiché finii nelle mani di una cooperativa la quale mi pagava una miseria con un contratto che non prevedeva nessuna mensilità extra (tredicesima e quattordicesima)
    la quale alla fine non mi ha pagato tre mesi di stipendio e piu di un anno di TFR.

    Oggi ho un decreto ingiuntivo in atto, solo per le spettanze ordinarie, che non posso fare valere in quanto questa "brava gente" che continua ad esercitare non ha beni aggredibili.

    Oggi lavoro in un albergo romano come receptionist,mi sono ricreato non senza difficoltà, ma grazie anche ad un piccolo imprenditore il quale in questo momento si è sostituito allo Stato, anticipando ci la cassaintegrazione della quale ancora non abbiamo traccia.

    Oggi sono incazzato in quanto l'ipocrisia di una classe politica (m5stelle) nata per difendere il popolo dalla corruzione si e' lasciata corrompere per logiche politiche.

    A me interessa solo tornare a sognare, voglio che la mia terra riacquisti le capacità giuridiche ed economiche per poterlo fare.

    In questo drammatico momento, il re e' nudo, e questo dannato virus ha avuto perlomeno il merito di instillare il dubbio sulla giustezza del progetto euiromame
    anche tra le persone che lo avevano assecondato.

    Sono pessimista circa la radicalizzazione di questo pensiero e soprattutto sulla buona riuscita (finalmente fuori) in quanto come saggiamente espresso nel suo libro (l Italia può farcela) il problema e' andare oltre quei piccoli conflitti di interesse che ognuno di noi ha.

    Personalmente ho deciso da tempo di andarvi oltre, dovendomi più volte ricreare professionalmente anche a danno della mia famiglia (mia moglie soffre di fibromialgia ed e' costretta a lavorare in un supermercato caricando frutta e verdura)

    Nell' ultima legislatura dove la lega era seduta di fianco al M5stelle questo tema era stato accantonato ed ora è affiorato nuovamente grazie allo stato di emergenza dovuto a questa Pandemia.

    Tra quelli come me che hanno sempre creduto in lei la fiamma e'tornata ad accendersi.

    Per cortesia Professore quello che le chiedo e' che non la spenga piu" e che, da ora in poi questo diventi, attraverso le sue capacità, il punto principale ed imprescindibile per condurci nuovamente ad essere liberi di sognare, esprimerci e riassaporare perlomeno il vivere nella "nostra terra"

    Con stima

    Marco Stugi



    RispondiElimina
  16. Dunque MES come avevo scritto 20 giorni fa, salvo che senza condizioni arriverà qualche soldo per le mascherine e per le terapie intensive finchè durerà il Covid. Potevamo farlo da soli. Dunque c'è stata anche la presa in giro, una commedia in 3 atti coi finti oppositori, la cui durata non avevo previsto.
    Il Mes sarà a disposizione per il sostegno economico, ma con le "condizioni" che sono quelle solite: perdita di sovranità, commissariamento, Troika. Quindi tutto bene, tutto a posto, anche il timing della firma sul progressivo dissanguamento dell'Italia è venuto bene, perlomeno sono state rispettate le tradizioni.
    Tutto ciò si innesterà in un quadro più generale, extra europeo, preoccupante. Diciamo qui solo che c'è poca liquidità, manca il collaterale, sono stati declassati in 3 mesi 150 mld di dollari da HG a HY Questo può aumentare il rischio di vedere cose tipo Lehman o Bear & Sterns. Contrariamente al credo generale la politica della FED sta aggravando il rischio, specie fuori dagli USA.

    RispondiElimina
  17. Senatore, ho tre argomenti tecnici che mi piacerebbe lei approfondisse:
    a)Perche' le camere non hanno a disposizione software adeguati per svolgere il loro lavoro? Quelle che ho visto nei link forniti ed attraverso la visione delle sue riprese sono soluzioni che potevano essere buone fino a circa 10-12 anni fa .
    b)DECRETO-LEGGE 8 aprile 2020, n. 23: l'art. 6 crea un casino normativo su tutti i processi in corso per recupero credito con sentenza gia' esecutiva mettendo in mano il creditore al debitore: il creditore si vedra' forzato ad accettare liquidazioni inferiori.
    c)A seguito di b) in molti contesti le aziende hanno piu' convenienza a non versare imposte (iva in particolare) che ricorrere al credito fornito dal decreto di cui sopra in quanto la perdita in un eventuale concordato potrebbe essere superiore alla sanzione evitando cosi' la necessita' di ricorrere al prestito bancario in quanto una perdita su crediti e' totalmente deducibile.

    RispondiElimina
  18. Una bella risposta, pacata nella forma ma forte (e fondata) nei contenuti; per di più proveniente dal volgave politico che, secondo il mondo piddino, parlerebbe alla pancia della gente alimentando paura e odioh.

    RispondiElimina
  19. "Io ho una sola parola: la mia posizione e quella del Governo sul #MES non è mai cambiata e mai cambierà":

    https://www.ilsole24ore.com/art/conte-ue-usi-500-miliardi-mes-prestiti-tutti-governi-ADK99gE

    RispondiElimina
  20. Buonasera Prof., magari Salvini sapesse scrivere almeno così.., magari.Chissà se risponderanno.

    RispondiElimina
  21. Prof. la seguo dall'inizio del blog ma non commento perchè le mie conoscenze di economia sono limitate pero' questa volta vorrei ricordare a tutti che la prima versione del MES è stata approvata nel marzo 2011 (lei non c'era) dal centrodestra compresa La Lega.
    La riforma del MES attuale è stata concordata nel giugno 2019 dal ministro TRIA (area Lega) dal governo gialloverde anche se lei era nettamente contrario.
    Ora la Lega non puo' far finta di niente e scaricare tutte le colpe sull'attuale governo perchè parte della colpa è anche sua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vergogni! Lei viene qui a mentire in modo squallido e abietto, perché non sa che questa comunità, che lei viene a disturbare e cui non merita di appartenere, sa leggere gli atti parlamentari. Vergogna!

      Elimina
  22. Ma alla fine il Die Welt l'ha pubblicata la lettera? C'è stata qualche reazione importante?

    RispondiElimina
  23. Professor Bagnai, dopo questa ennesima umiliazione, veramente, io di unione europea non ne voglio più sentir parlare. Se riuscite a trovar una maggioranza per avere la testa di Gualtieri, vi prego non fermatevi solo a quello, ma usatela per smontare uno alla volta tutti i vincoli e trattati che ci legano a questa "cosa". Grazie per quello che state facendo, senza di voi vivremmo nella più completa ignoranza.

    RispondiElimina
  24. Die Welt non offende l'Italia nel breve articolo in questione, ma si limita ad esporre argomentazioni di carattere lievemente sovranista. Il punto dell articolo è: gli stati della EU si devono aiutare in questa crisi, ma servono dei limiti e sopratutto dei controlli sull' utilizzo degli aiuti. In Italia esiste il rischio che la Mafia approfitti illecitamente delle risorse finanziarie provenienti dalla EU, come gia succede in altri ambiti (altro articolo che ne parla: https://www.welt.de/politik/ausland/article207029077/Corona-Nostra-Die-Pandemie-ist-der-ideale-Naehrboden-fuer-die-Mafia.html).
    Ribadisco: gli spunti sollevati dal die Welt sono comprensibili in quanto sovranisti, e non c'è da stupirsi che un giornale di destra li esponga con convinzione. Salvini non è il solo sovranista d'Europa.
    Saluti da Halle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace per il ritardo di questa risposta, ma non mi sembra che i nostri organi di contrasto a mafie, crimine organizzato e terrorismo siano meno esperti e determinati di quelli degli altri paesi UE. Penso che possiamo controllarci meglio senza controllori esterni. Al contrario, mi risulta che proviamo, purtroppo con poca fortuna, a dare una mano a diversi nostri più ricchi consociati UE a controllarsi nel riciclaggio di danaro mafioso nelle loro economie.
      Mit freundlichen Grüßen aus Italien

      Elimina
  25. Mancano i tutti. Chi l'ha scritta veramente?

    RispondiElimina
  26. Buongiorno Professore. Ieri ho seguito la sua interessante diretta Facebook relativa agli strumenti economico-finanziari utilizzabili per l'uscita dalla crisi. Da ciò che ho compreso, allo stato attuale della situazione la mossa migliore sarebbe emettere Titoli di Stato del Tesoro Italiano sul mercato e vedere che succede. In caso di mancato acquisto della totalità, la Bce potrebbe intervenire sull'invenduto tramite Pepp. Il passaggio che non mi è chiaro è: tra mille falchi che ci attendono in UE, perchè Bce dovrebbe farci questa cortesia? Non è anch'essa espressione della tracotanza nordica? Seguirò un Suo eventuale chiarimento dove preferisce, qui o in diretta Fb. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già detto. In questo momento se saltiamo noi saltano anche loro.

      Elimina
  27. Un grande merito di Salvini, che mi ha spinto a votare Lega convintamente da qualche anno, è anche questo: avvalersi di persone competenti nei ruoli chiave e la sua volontà di capire ciò che prima ignorava.

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.