domenica 15 marzo 2020

Leuropeisti anonimi (ancora sul MES)

Vorrei approfittare di questa occasione in cui, dopo il calcio in faccia della Lagarde e i 550 miliardi "col trucco" dei tedeschi, sono ormai rimasti pochi europeisti ancora acritici, che resistono come gli ultimi giapponesi sulle isole. E forse pure quelli sulle isole stanno incominciando a farsi qualche domanda.

Avrei quindi una riflessione anche per voi unioneuropeisti, assolutamente a-partitica, anzi persino pro-euro (sì avete letto bene). La trovata della Lagarde, che quasi sicuramente è stata intenzionale ma che rischiava di mandare a catafascio tutto ed ha richiesto quindi la veloce smentita del Capo Economista della BCE, ha reso chiaro e cristallino il fatto che (l'ha dovuto confermare anche Visco) è l'azione e l'intenzione della BCE che regola lo spread e il costo e la disponibilità de iSoldi(TM).

Non possono deviare da quello che devono fare, nemmeno per minaccia, senza riparare subito in fretta, altrimenti crolla l'Euro. Vi piace (o non vi piace) l'Euro? Non importa, qui abbiamo una BCE che agisce, gratis, per tenerlo su. DEVE farlo. Bluffa finché può (causando scosse che se non ci fosse la Fed a pararci andrebbe persino peggio che -16%) ma, messa alle strette, lì deve andare.

Mi spiegate dunque, cari unioneuropeisti, perché vorreste firmare e riconfermare il MES per pagare assai salato quello che potete avere GRATIS????? Non ha alcun senso economico farlo, di qualsiasi parte politica voi siate. E' come comprare a caro prezzo una Seat Marbella oggi come auto di scorta, quando col contratto auto di cortesia c'è già scritto che, se serve, vi danno una Ferrari.

Anzi visto che siete pro-Euro ha meno senso per voi che per noi, che potremmo volere il MES perché se mai lo si dovesse usare, è più conveniente uscire dall'Euro che ristrutturare i BTP per applicare il MES (una uscita con shock ma... perdita probabile e recuperabile contro perdita certa e definitiva; altro ragionamento assolutamente apolitico - come diceva Zio Paperone, "gli affari sono affari").

Probabilmente si può scrivere meglio di come l'ho scritto io, ma credo sia un punto importante che può far riflettere. In fondo anch'io un tempo ero Leuropeista. Poi ho riflettuto. Sarebbe una riflessione da fare alle riunioni tipo alcolisti anonimi.

Leuropeisti Anonimi!

Postato da Ussi in Goofynomics alle 15 marzo 2020 13:49



(...siccome invece non credo che si potesse dire meglio di così, ve lo metto in evidenza. Ci sono gli stupidi, i maledetti stupidi, e i Leuropeisti anonimi, che però, a quanto pare, possono decidere di smettere. Fallo anche tu!...)

(...i beneinformati mi segnalano che la signora dalla vita appagante - lo dice lei ai giornali, quindi posso ripeterlo su un blog - l'ha fatto apposta, ma è stata respinta con perdite da Trump, che ha manifestato appoggio all'Italia, e dai mercati, che hanno sottratto appoggio a Francia e Germania. Sai com'è: dopo anni passati a segare un ramo, non è che puoi mettertici a ballare sopra! Meglio tenere un profilo basso, come giustamente hanno costume di fare i banchieri centrali. Ho una lunga sfilza di cose che trovo discutibili nella gestione Visco, ad esempio, ma di una cosa non posso che essergli grato: di non aver rivelato al mondo dettagli della sua vita privata! Sulle dichiarazioni a mercati aperti, invece, qualcosa da dire che l'avrei, ma, come ben sapete, questo non è il momento delle polemiche...)

78 commenti:

  1. Forse è arrivata l'ora di PIANIFICARE un po' di economia "fatta in casa". Un bel piano industriale con investimenti pubblici a sostegno dei settori strategici (sanità in primis ma anche industria ed agricoltura) e rigore nella garanzia dei diritti dei lavoratori. Chi vuole Leuropa può trasferirsi lì... finché le frontiere saranno aperte.
    PS. In Cina già sono chiuse.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da quello che mi è capitato di leggere, non sappiamo se il virus - eventualmente placatosi - tornerà in inverno e/o ripristinando la libertà di circolazione. Mi sembra un valido motivo per pianificare ed evitare di ritrovarci come adesso o ancora peggio

      Elimina
  2. Anch'io ero LEuropeista nel 2012. Ho smesso dal 2012 con B&B e mi trovo bene. Non ho più avuto ricadute.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe medicine vanno prese il prima possibile. Altrimenti diventa più difficile la cura.

      Elimina
  3. Aggiungerei che il Dax venerdi' e' stato l'unico indice a non rimbalzare, ha chiuso piatto. Abbiamo l'occasione di difenderci, ma come al solito invece verremo svenduti. Il profilo basso, anzi nullo, e' stato tenuto da Conte e dal governo. Hanno chiarito le loro intenzioni per domani? Dando per scontato che procederanno come al solito mi domando se sia pronta l'opposizione a portare davanti alla corte costituzionale gli unioeuropeisti per un trattato confermato senza approvazione parlamentare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che è veramente molto difficile farvi capire come funziona, sia in teoria che in pratica. La Corte Costituzionale non c'entra nulla. Il Parlamento potrà eventualmente decidere di non ratificare (sfiduciando nei fatti il Governo che abbia proceduto senza acquisire un mandato negoziale). Io a spiegarvelo ci ho provato. Faccio anche notare che la prima volta che il problema è emerso noi abbiamo sfiduciato il Governo. Dopo di che, non è stata nostra la scelta del premier successivo, perché la Costituzione non la assegna a noi, e quindi la Costituzione è stata rispettata. Chiaro?

      Elimina
    2. Chiaro se messo in questi termini, ma se domani si ratifica, come sembra, si votera' poi in parlamento? Perche' e' qui che la faccenda non e' chiara. Non sono stupido, ma se c'e' stata una lamentela, anche vostra, che si anticipasse questa ratifica per approfittare del parlamento chiuso, la questione non risulta poi cosi' chiara direi. Se poi l'attuale maggioranza votera' a favore in seguito e' chiaro che la corte costituzionale non potra' essere chiamata in causa...anche se mi faccia dire che non sono cosi' convinto che quella tedesca sia stata chiamata in causa diverse volte per questioni avvallate dal loro stesso parlamento. Se il trattato viola la nostra costutuzione siamo sicuri che non ci siano gli estremi per impugnarla? Non si e' pronunciata molte volte per stracciare norme approvate dal parlamento. Io mi sforzo di capire professore, ma non sono un giurista, quindi abbia pazienza e mi rispieghi se ha tempo. Grazie

      Elimina
    3. Ussignùr! Ma se è il Parlamento a ratificare, come si fa a ratificare a Parlamento chiuso? E se io non sono un unicorno, come avrei fatto a lamentarmi di una cosa impossibile? Quello contro cui parlamentari di opposizione e di maggioranza hanno messo in guardia è l'eventualità che il negoziato prosegua senza l'acquisizione di un mandato negoziale (cioè senza che al Ministro venga detto quale sia l'interesse del Paese secondo i suoi rappresentanti).

      Elimina
    4. mi dispiace spazientirla, ma le sue risposte mi confondono invece di chiarirmi le idee. Qui sul suo blog il 9 di Marzo lei ha scritto: "Primo: la riforma del MES doveva essere firmata ad Aprile". Allora, invece di perderci nell'esercizio inutile della lingua italiana sui significati di "Ratifica" o "Firmare", potrebbe, se trova il tempo, rispondere alla mia domanda? La domanda e': dando per scontato che il governo in carica dia l'ok a questo schifo di trattato cosi' com'e' e che poi la maggioranza che lo sostiene confermi questo ok, abbiamo un piano B per tutelarci? Dice che "La Corte Costituzionale non c'entra nulla. Il Parlamento potrà eventualmente decidere di non ratificare", ma se come ampiamente denunciato da lei e da molti altri questo trattato risulta in aperto conflitto con la nostra costituzione perche' mai tale questione non centrerebbe nulla con la corte che la dovrebbe tutelare? Quante sono le leggi regolarmente approvate dal parlamento che tale corte ha poi sentenziato come incostituzionali? Forse saro' scemo io, ma la risposta a questa domanda continuo a non vederla. Grazie!

      Elimina
    5. Non so come aiutarla. Guardi, non è un giudizio di valore ma oggettivo: più che un lettore di Goofynomics (che si ostina a non leggere) lei mi sembra un elettore di Vox, Fsi, Cpi, ecc. Non c’è assolutamente nulla di male, anzi! Ma riferimenti più chiari di quelli che le ho dato non riesco a darglieli. Limite mio.

      Elimina
  4. Dunque Gualtieri posso considerarlo un isolano giapponese?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gualteri è in Giappone ma non in un'isoletta.
      Guarda un aereo lontano lontano nello splendido cielo di Nagasaki del 9 agosto, e chiede fiducioso, "presto! più Europa!"...

      Elimina
  5. germania imbroglia con 550 miliardi
    noi elemosiniano 7.5 poi 25
    la bce ci frega
    l ue ci chiede il 12 marzo in piena emergenza di pagare una multa su deglihotel in sardegna (stupidaggini ma la multa la chiedi ora?)
    francia e germania rifiutan di mandarci mascherine, invece lo fa la cina (i i cinesi brutti e cattivi..gli europei buono e solidali)
    l ue comincia ad agire solo quando il problema diventa anche.franco-tedesco (e di tutti ormai)
    nel frattempo io discuto coi piddini: ma zingaretti e sala hanno chiesto scusa per gli aperitivi e messaggi irresponsabili di 10 giorni fa? non sono salviniano, ma riconosciamo la responsbilita e autorevolezza politica di Fontana(persona davvero seria)?
    la vera.domanda e se neanche al tracollo del paese (piu grave crisi economico e sociale dalla seconda guerra guerra mondiale) si trova un po di orgoglio, un minimod coraggio per dire basta, allora quando?
    parlo con i piddini che dicon che la germania fa , che tutto enebla multa ce la meritiamo e che va bene cosi..senza europa staremmo peggio (rispetto alla faccia nascosta della luna?boh).
    sudc corea vietnam russia tailandia..chiedon a qualcuno se posson spender dei soldi di fronte a un emergenza nazionale? credo di no, lo fanno e basta..e necessario
    dibatto sulla pagina di fb del parlamento europeo e sono accusato di razzismo pernaver fatto notare che i cinesi so. piusolidali degli europei (capira' la stupidita dell accusa, un post che elogia gli asiatici)
    dr bagnai, i leuropeisti sono senza speranza, ma forse oggi c e piu rabbia nelle persone per dire no (ma dobbiamo diffondere notizie come quelle della multa per far capire in che mani siamo, io faccio il mio nel mio piccolo)
    buon lavoro

    RispondiElimina
  6. Grandissimi... Hanno sfiduciato il governo sul MES che ora anche Bagnai reputa sostanzialmente inutile e forse a vantaggio di una Italexit. Però... Con il senno di poi... si può pensare che siano riusciti nell'intento di sottrarsi ad ogni responsabilità di governo e lucrare facili consensi standosene all'opposizione. As usual.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’ho sempre detto: a te non la si fa!

      Elimina
    2. Ma sai, io ho tradito... Che fai, gli rispondi pure? E occhio: quando Letta (quello finto) dice che bisogna ricorrere al MES senza condizionalità (cioè... senza il MES, visto che il MES si basa sulla condizionalità, cioè sull'imposizione di un memorandum, cioè sulla troika), forse non se ne rende conto, ma chiede quello che chiediamo noi: la liquidazione del MES. Ognuno si riprende i suoi soldi, e torna a casa sua a riparare i muri. Punto.

      Elimina
    3. "Inutile" NON vuol dire dannoso. Inutile può voler dire, e in questo caso vuol dire, che lascia il tempo che trova, e che ci sia o non ci sia l'è istess.

      Elimina
    4. Grazie ma io sono paziente e comprensivo! Che devo fa? Non posso cambiare oggi, improvvisamente.

      Elimina
  7. Personalmente ho notato un riposizionamento della lega nel focalizzare da un po di tempo gli effetti (spread, Lagarde, 500 mld dei crucchi, etc) rispetto alle cause che lei ha descritto in anni e anni.
    Capisco che la politica è l'arte della mediazione, del compromesso, etc, ma così non ne usciamo. Sicuramente non noi cittadini, non so voi come politici.
    E lo dico con immenso rispetto riguardo il lavoro di divulgazione (telegram, blog) che lei porta avanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sai dire con parole tue? Perché così non si capisce.

      Elimina
    2. L'ho detto ma se poi mi banna...

      Elimina
    3. Alberto sta dicendo che hai traditoh ma che sei tanto bravoh. Cosa non è chiaroh?

      Elimina
    4. Non sono molto per i messaggi subliminali, né mi interessano.
      Quindi...spiegati meglio.

      Elimina
    5. Non sono molto per i messaggi subliminali, né mi interessano.
      Quindi...spiegati meglio.
      Ah un ultima cosa, noi due non ci conosciamo quindi traditore e affini te li tieni per te. Chiaro?

      Elimina
    6. In effetti, dopo Alberto ci sarebbe stata bene una virgola.

      Elimina
  8. IL ragionamento non fa una grinza.Ma non punterei troppo sul ravvedimento dei proeuro. Anche l'appoggio al Governo per senso di responsabilità si rivelerà controproducente qualora le cose volgano al meglio.IL Governo si prenderà tutto il merito. IL popolo si calma e scorda tutto. Se va male affossiamo governo opposizione e Paese. Ma il pericolo non è tanto il MES ma l'EDIS.

    RispondiElimina
  9. "Ognun per se e Dio per tutti” è il senso di quanto detto da Merkel e poi ripreso da Lagarde, fra mercoledì e giovedì. La Recessione sarà durissima e lunga.
    E noi dovremo contare solo su noi stessi, ma penso che alla fine la BCE interverrà perché questa volta non saremo solo noi PIGS a soffrire:
    Infatti, rispetto al 2008 ed al 2011/12 l’Italia arriva all’appuntamento con la Crisi in condizioni significativamente diverse e, per me, sicuramente migliori.
    Ma come, si dirà, se allora avevamo solo 100% o poco più di debito/Pil ed oggi siamo oltre il 134%?
    Lo spazio di manovra è minore, a prima vista, ma, alla base stiamo meglio perché la nostra Posizione Patrimoniale sull’Estero è, oggi 2020, tornata (di fatto) in pareggio. Nel 2008 era negativa per il 22,6% del PIL (circa 350 miliardi euro) ed a marzo 2014 ha toccato il suo zenit negativo con -24,6%.
    Quindi, come Lei da Economista mi insegna, saremmo nelle condizioni di non dipendere più dal credito altrui. Potremmo, se avessimo, come il Giappone, il nostro “Lender of last resort”.
    E qui, purtroppo, si ritorna punto e a capo sul ruolo indispensabile della BCE.
    Però questa volta è diverso dal 2011 perché chi deve contare sul credito Estero è la Francia che oggi ha una posizione patrimoniale netta con l’estero negativa di oltre il 25% del PIL.
    I Mercati, in questi ultimi 3/4 anni, con il Bund che da rendimenti negativi fino a scadenze lunghissime, hanno sempre considerato gli OAT francesi una proxi di investimento free risk. Si compravano e si comprano bond francesi perché costavano meno del Bund e, alle scadenze più lunghe, danno anche un piccolo interesse.
    Ma i Mercati questi dati li conoscono a menadito. Possono restare sottotraccia finché il sentiment comune è quello attale - cioè Francia paese Core Euro (sicuro) come la Germania, vs Italia Periferia Euro (insicuro) -, ma se qualche Grosso Investitore in vena di speculazione (ad esempio un Ray Dalio qualunque) iniziasse a dubitare, data la recessione imminente, e si mettesse a vendere OAT, le cose cambierebbero molto, molto velocemente.
    Inesorabilmente la BCE dovrebbe intervenire perché l’Area Euro sarebbe colpita al Cuore. Sarebbe lo stesso Weidman, così ferocemente contrario verso Draghi ed ispiratore delle parole della Signora, ad “ordinarlo”.
    Allora, per chiudere, può essere e sarà, fino a prova contraria, fanta-finanza, ma, se è da tutti riconosciuto che l’Euro Area è conveniente soprattutto per chi la Guida, la BCE potrebbe presto tornare a farsi carico anche degli spread!

    RispondiElimina
  10. “Nell’anima degli affamati i semi del furore sono diventati acini, e gli acini grappoli ormai pronti per la vendemmia.”

    RispondiElimina
  11. E' la prima volta che commento, ma seguo questo blog da tanto tempo, soprattutto da quando il prof. Bagnai è diventato il senatore Bagnai e quindi ha le mani in pasta... Diciamo che cerco di trovare dei retroscena, gossip che riguarda la vita dell'Italia invece di riguardare la vita amorosa dei vip (per vip intendo Belen Rodriguez, non Christine Lagarde o Giacomo Leopardi).
    In questo post si parla dell'ennesimo attacco "europeo" all'Italia e di una difesa trumpiana. Onestamente non capisco il senso, né dell'attacco né della difesa, ma non dubito che sia così.
    Nel frattempo, in questi giorni, mi sono fatto un gigantesco film, che però forse è solo mio, dato che su internet non ho trovato nessuno che abbia pensato la stessa cosa: e se fossimo all'inizio della terza guerra mondiale? Il Covid19 servirebbe per trasformare i vari sistemi produttivi nazionali in economie di guerra.
    Altra piccola nota: in una eventuale terza guerra mondiale non si combatterebbe sul suolo di stati dotati di deterrente nucleare, ma altrove, perlomeno all'inizio. Questo per evitare di passare dalla guerra convenzionale alla guerra nucleare. Quindi in Russia, in GB, in Francia probabilmente non si combatterebbe mai, ma in Italia, in Germania, in Polonia, in Ucraina prima o poi probabilmente sì. Dico ciò perché ho pensato che, se ci saranno gestioni del Covid19 radicalmente differenti tra Stati che hanno il deterrente nucleare e Stati che non ce l'hanno, il motivo potrebbe essere questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma caro... per i retroscena basta una Repubblica qualunque! Tu sei qui per fare un percorso, e non raggiungerai mai chi lo ha iniziato sei anni prima di te se ti avvii nella direzione sbagliata!

      Elimina
    2. Chiarisco il mio pensiero: la Fed ha difeso prima di tutto l'America perché i sistemi sono interconnessi e un crollo bancario in UE farebbe male anche agli USA: infatti poco dopo la sparata della Lagarde hanno dovuto parlare di ben 1500 miliardi (quasi il nostro PIL annuale, stanziati in pochi minuti!! chissà come sono stati contenti - tra l'altro un'altra pillolina per quelli che "i soldi sono scarsi"... alla faccia!!).
      L'azione Lagarde, ma solo pensando male eh!, può essere circa così: il ns spread stava ancora "troppo fermo", e non avevano scuse per martellare in modo diretto il servile governo / Gualtieri, per cui han fatto finta di farlo per sbaglio: un "colpetto" per spingerci nella giusta direzione, metterci in difficoltà e proporsi poi come salvatori (direttamente o tramite i loro lacché, vedi Letta, Feltri, e molti altri in queste ore che belano in coro Meees Meeees!!!) cercando di farci firmare un qualche contratto capestro (vecchio o nuovo MES o chissà cos'altro).
      Il virus passerà: i nostri concorrenti non vogliono quindi lasciare andare sprecata una buona crisi, occasione perfetta per metterci in ginocchio.
      Non è mica la prima volta che si comportano così.
      Anzi se la facciamo questa terapia di Leuropeisti anonimi dall'altro giorno abbiamo anche le registrazioni di Varoufakis, da ascoltare una per ogni seduta.... :)

      Elimina
  12. Quando avremo di fronte un politico euro-piddino che si sarà ravveduto, avremo già dietro Rocco siffredi che sorride..
    Semicitazione dall'utente Taffazzi (tm)

    In ogni modo, #iononmifido

    RispondiElimina
  13. Ho visto l’Ansa in cui si inforna che il governo stanzia 25 miliardi e che le tasse ai settori maggiormente colpiti sono prorogate.
    Sono dei criminali e degli assassini.
    Volete le persone a casa? Garantite aziende e posti di lavoro e le persone staranno a casa!
    Oggi si sta scegliendo se rischiare un contagio oggi o vivere sicuramente sotto i ponti domani.
    (Scusi lo sfogo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa tu se non ti capisco. Se le cose stessero come dicono i telegiornali, perché il Governo sarebbe criminale e assassino? In realtà i telegiornali fanno il loro lavoro, che è dire la loro verità, che è quella del Governo tranne quando al Governo siamo noi. Per esempio: dei 25 miliardi stanziati ne saranno spesi molti di meno; le proroghe sono insufficienti e rispetto alle scadenze di domani evidentemente tardive; ecc.

      Elimina
  14. Si direbbe che il governo si prepari ad una propria peculiare versione del "worst case scenario": e se l'emergenza finisse a metà del mese prossimo e ci trovassimo la solita accigliatissima Leuropa - ed i suoi referenti nostrani - a chiederci conto di avere sforato le sacre "regole"?
    Non sarebbe neppure strano, per loro le priorità sono esattamente queste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, questo mi sembra, in base alla mia esperienza, un commento più pertinente. Nell'interlocuzione la subalternità è palpabile. Forse anche la sottovalutazione, anche se il collega Misiani è di Bergamo e probabilmente avrà esperienza diretta di come le cose stiano andando.

      Elimina
  15. Olanda 100 MLD, Germania 550 MLD,loro, noi 25 che non basteranno e diventeranno almeno 300/350 se faccio una estrapolazione a braccio. Ovvio che se BCE non fa ciò che sta facendo la FED e che faranno le altre Banche a noi, alla fine dell'epidemia resteranno tre strade, la prima è una patrimonialona che sraà peggio della malattia, un taglio enorme della spesa e un arretratamento del Paese senza alcuna possibilità di vedere la fine della crisi in decenni oppure l'Italexit che forse se fatta ora, creerebbe meno problemi che se fatta in momenti di calma di fronte ai mercati e che forse sarebbe l'unica soluzione per riprenderci in qualche anno e chiudere definitivamente questa disgraziata stagione eurista. Credo che anche Francia e Spagna con debito estero quasi doppio del nostro sanno costrette ad un certo punto a porsi questi problemi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però va anche chiarita una cosa, prendendoci un po' di tempo (che ormai non ho). I famosi "500 mijardi stampati da a Germaggna" non sono spesa pubblica, sono prestiti alle imprese, dati da una banca pubblica che ha una serie di peculiarità su cui non mi addentro. In teoria, per come lo raccontano loro, anche il piano del Governo smuove 300 miliardi di finanziamenti per le imprese via Fondo Centrale di Garanzia e CDP. Non posso dirvi come perché prima di arrivare a quell'articolo mi sono addormentato, ma prima o poi una Relazione Tecnica ce la dovranno portare (anche perché il patto era: o condivisione, o dibattito parlamentare secondo le regole, quindi niente parere della 5a senza RT). Se il tema appassiona, lo affronterò volentieri.

      Elimina
    2. Infatti è un dato fondamentale. Credo che oltre che appassionante sia assolutamente necessario per chiarire e chiarirmi la situazione, seguire l'evoluzione. Però resta il fatto che le condizioni per una ripresa del paese dovranno passare attraverso un recupero di competitività che solo una svalutazione può dare nelle condizioni che temo verrannoa crearsi. Cosa che già fu chiara dopo il 2008 per cui i paesi con propria moneta si ripresero e per noi sarebbe ancora più importante.

      Elimina
  16. Alcuni Leuropeisti sono irredimibili.
    Non so se le sia capitato di leggere questo :
    https://www.ilsole24ore.com/art/approvare-mes-un-credito-europeo-ADIsdfC?fromSearch
    Sono di gran lunga più lungimiranti i miei due gatti.Le è mai capitato di scambiare due chiacchiere con Galli ? Nel caso che sì, le è parso da TSO come nell'articolo ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho un ricordo indelebile di Galli che a un seminario della Banca d'Italia cercava di dare una lezione di econometria ad Hendry. Mi son fatto bastare quello (ed erano i favolosi anni '90, credo addirittura pre-Maastricht).

      Elimina
  17. Evviva per il tweet migliore passato presente e futuro: "Liquidiamo il MES!" e per quel punto delle richieste Lega che recita: "Pretendere dall'Eu[ropa]...".

    Che liberazione! Che liberazione dalla pavidità, dalla lingua legata, dalla paura delle parole, dalla paura della discussione, dagli argomenti tabù di cui non si deve parlare perché ladestra, perché imercati, con cui ci hanno soffocato per anni. Che liberazione dalla soggezione del belato.

    La maggioranza si commenta da sé. Finirà strangolata dalla sua stessa cieca meschinità, se nemmeno adesso hanno il coraggio di prendere l'iniziativa, di riflettere sulla sempre più rapida usura di chi li ha preceduti, di capire che comunque non si salveranno tutti con qualche prebenda locale o estera, quando in tutti i collegi si comincerà, purtroppo, a morire, a chiudere.

    Il faut de l'audace. E sono convinta che la libertà di parlare, di discutere di ogni argomento apertamente, senza scandalo, senza paura, senza ossequio, senza bavaglio, sia elemento costitutivo dell'audacia come della capacità immaginativa di orizzonti diversi.

    Malgrado tutto, che liberazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi ha osato tanto? Eppure i ggiornali bene informati mi avevano rassicurato spiegandomi che io non conto più nulla e che grazie a Dio i moderati ecc. Povera Annaberta, quanto starà soffrendo... e quindi questo non è un miglioramento paretiano!

      Elimina
  18. Riformulo la domanda in modo chiaro e semplice, indipendententemente dalla legge moavero e dalla bellezza della nostra repubblica parlamentare dove il parlamento e' sovrano perche in teoria rappresenta il popolo che per l'appunto e' sovrano, se il MES viene ratificato, ma viola la nostra costituzione, perche' non sarebbe materia da corte costituzionale dopo? Quante leggi regolarmente votate dal parlamento sono state ritenute non costituzionali dopo essere state impugnate? Perche' Prof. che questa maggioranza non sfiducera' se stessa sembra abbastanza palese, quindi che si fa? Avete un piano B per la dopo ratifica o l'unica cosa di cui ci dobbiamo accontentare e' la denuncia e spiegazione di come siamo stati fregati per l'ennesima volta? Francamente quello che m'aspetto dopo l'entrata in vigore del nuovo MES, prima degli efetti negativi sul nostro spread ed eventuali riatrutturazioni del debito nostrano, sarebbe una bella ricapitalizzazione delle banche tedesche a nostre spese. Siamo pronti a difenderci o dobbiamo solo pregare che qualche piddino e pentastellato abbia un crisi di coscenza e decida di suicidarsi politicamente? Possiamo solo farci un fegato cosi' e rassegnarci ad essere rapinati prima e maciullati dopo o abbiamo qualche altra prospettiva? Grazie in anticipo! Con stima infinita la saluto

    RispondiElimina
  19. Nel mentre si verifichi la situazione che lei ci ha illustrato per anni ho guardato le proposte per far ripartire l'economia. Dal mio punto di vista una delle piu' importanti e'quella riguardante il blocco della segnalazione alla Centrale rischi per mancati pagamenti. E' importante che questa cosa venga estesa anche alle imprese che partecipino alla moratoria dei crediti sottoscritta tra ABI e associazioni di categoria. Potrebbe essere che le imprese che accedono alla moratoria vengano penalizzate sul merito creditizio, stanti le attuali regole, quando il ciclo economico riprendera'. Le medesime imprese, infatti, potrebbero subire un declassamento del rating. A questo fine bisogna affrontare subito la questione nei tavoli nazionali ed europei. Dal punto di vista regolamentare bisogna intervenire sulla Circolare n. 272 del 2008 ed in particolare sull'esposizione Forborne.

    RispondiElimina
  20. Inflazione, inflazione, ecco quello che volete. Uscire dall'euro e svalutare e poi inflazione. Noi bottegai ci abbiamo messo una vita a risparmiare quei quattro soldi in banca e voi li volete svalutare, volete danneggiare i creditori e favorire quelli che hanno debiti. Tornare agli anni 70 quando i sindacati ogni anno chiedevano e ottenevano aumenti e diritti e regole, e l'università gratuita e l'assistenza sanitaria gratuita e tutto gratis. E i nostri risparmi? Si è vero non ho pagato tutte le tasse che dovevo pagare ma si sa che lo Stato ti strangola. Ho sempre evaso per necessità. E adesso per difendere quei quattro soldi messi da parte mi tocca votare PD, gli eredi dei comunisti, io che i comunisti quando li incontravo poi andavo in chiesa a dire un rosario, che almeno loro ci difendono e la destra invece ci vuole far uscire dall'euro. Ma ascoltate marattin e cottarelli, che loro sanno che disastro sarebbe uscire e non ascoltate borghi e bagnai e tutti quei nobbel che non so cosa si interessano del nostro paese.

    RispondiElimina
  21. Io la vedo così: passata la buriana, ovvero quando questa sciagura del corona-virus verrà superata, da parte governativa qualcuno proverà ad appuntarsi sul bavero qualche medaglia di cartone, e della necessita che la protezione civile, bla, bla, bla, i soliti euroinomani compresi i giornali umoristici invocheranno "più europa" del resto la stessa Meloni non ha forse detto che in queste crisi serve "un protocollo unico dell'Europa" (cosa non è chiaro a questa pasionaria e cosa non è chiaro ancora a chi sceglie di andare in cordata con costei?), si faranno i conti ed alla fine della fiera, passato il momento, per l'europa saremo in libertà vigilata come sempre ed i collaborazionisti non faranno mancare il proprio apporto. Non cambierà nulla, la paura indotta avrà il sopravvento e Lei egregio Dottor Bagnai lotterà con noi e noi con Lei, inutilmente.

    RispondiElimina
  22. Ciao Alberto, credo sia chiaro a tutti che affrontare questa sciagura senza il pieno supporto di una banca centrale è impossibile. Quindi, possiamo dire a partire da adesso che sarà MES oppure ExIt. Mi sembra davvero impossibile che le ottime ragioni che hanno portato qui tanti (e)lettori passino inascoltate alle orecchie dei suoi colleghi parlamentari. Ho paura. Se tutto andrà nel migliore dei modi, alla fine di questa storia sarò certamente disoccupato. E mi scuso per lo sfogo con coloro che, disoccupati, magari lo sono già.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè non Mes e poi Italexit? insomma metti il cappio al collo e poi togli la sedia. Non vorrei essere frainteso sono un forte sostenitore dell' exit senza se e senza ma, MA, a me questa sembra una tempesta perfetta. Poi vedi il Regno Unito che vuole l'immunità di gregge e noi come caproni a rimproverarci ancora di essere italioti perchè NONSTIAMOACASA con #iorestoacasa #andratuttobene. Forse la UK ha capito che sarà la prossima crisi a causare più morti di questo virus se si ferma un intero paese.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  23. Secondo me la signora ha cercato di usare il metodo Junker senza saperlo usare.... E sortendo l'effetto contrario.

    RispondiElimina
  24. Caro Prof. secondo Lei è sensato, almeno in teoria, un accordo in ambito UE per l'emissione di Titoli di Stato a durata illimitata e a tasso zero acquistabili dalla BCE per finanziare il deficit per l'emergenza Coronavirus? Potrebbe essere una soluzione Elicopter Money...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riguardo il termine helicopter money suggerisco la lettura di questo articolo del blog:

      Stampare moneta, ovvero la convenzionalità del non convenzionale

      Elimina
    2. Ho letto l'articolo, chiarisce bene il concetto. Di certo la mia espressione "Elicpoter Money", credo sia stata inappropriata e direi improvvida per chi come me si schiera su posizioni Keynesiane... L'ho collegata alla mia domanda solo per il fatto di trovare una soluzione per finanziare lo Stato a costo zero. Andando oltre l'inciampo mi piacerebbe ricevere una risposta al mio interrogativo.

      Elimina
    3. Forse hai letto un po' di fretta, ti faccio notare questo passaggio, sempre dallo stesso articolo:

      «Tecnicamente, il finanziamento monetario richiederebbe l'acquisto di titoli sul primario, e sappiamo che è vietato dal Trattato di Maastricht. Però che sia una cosa normale e che quindi di riffa o di raffa ci si debba arrivare, come vedete, lo ammettono tutti, anche sul FT. In ogni caso, al barone ancora sfugge una cosa che noi qui sappiamo bene, cioè che queste scappatoie sono inutili perché non possono alleviare il problema dell'Eurozona (non mi ripeto). Un finanziamento monetario camuffato, da parte della BCE, oltre a sollevare insormontabili problemi politici, non risolverebbe il problema degli squilibri fra paesi dell'Eurozona. Per risolvere questo problema è indispensabile che ognuno torni ad avere una valuta proporzionata alla forza della propria economia, ed è opportuno che ciò accada quanto prima, perché il passare del tempo non fa che acuire il divario fra le economie e quindi l'entità del necessario aggiustamento.»

      Riguardo gli insormontabili problemi politici, Germania e satelliti ci hanno recentissimamente ricordato che secondo loro le regole non vanno violate, neanche in questo frangente. Dal Financial Times:

      Christine Lagarde apologises for botched communication of ECB strategy
      Martin Arnold in Frankfurt March 15 2020

      «However, Ms Lagarde’s comments were applauded in parts of Europe, particularly in Germany. “As President Lagarde rightly said, it is not for the eurosystem to reduce interest rate differentials,” a group of mostly retired senior German officials wrote in the Frankfurter Allgemeine newspaper on Sunday.

      The group, including former Bavarian prime minister Edmund Stoiber, former German finance minister Peer Steinbrück and former German economy minister Wolfgang Clement, also called for the ECB to start raising interest rates “after the [coronavirus] crisis has subsided”.
      »

      In ogni caso, perché passare dalla BCE quando la Lega aveva proposto i minibot? Sono una soluzione fatta in casa, non dovremmo metterci d'accordo con alcuno. Tutto dipende dal Governo corrente (il precedente non mosse foglia in tal senso). La Lega potrebbe pensare di tornare a spingere questa proposta, da contrapporre al ricorso allo ESM chiesto a gran voce da dementi/traditori.

      Elimina
    4. I mini bot, i biglietti di stato, o altra moneta non a debito emessa direttamente dallo Stato, sarebbe certamente uno strumento efficace per rimettere in moto l'economia, a negarglo sono solo gli Eurodipedenti o Euromani. Abbiamo visto però che al solo annuncio con il Conte uno ci fù una impennata dello spread, il nostro dominus. E' stato un caso? Draghi mentendo disse che erano illegali e la Lagard non penso feseggi per una una simile soluzione. Aggiungo che l'attuale governo, visto come si sta comportando, non avrebbe mai il coraggio di imporre questa soluzione, purtroppo. Intanto ieri in un intervista ho ascoltato Taiani di Forza Italia, uno dell'opposizione, che spingeva per utilizzare a manetta il fondo salvastati. Siamo messi bene....

      Elimina
  25. C'è qualcosa di poco chiaro in questa vicenda: Lagarde, se giudichiamo dal risultato (il ridestarsi degli euroinomani, compreso il loro attrezzo da cucina preferito, l'appoggio di Trump all'Italia e i mercati che sottraggono appoggio a Francia e Germania), il calcio in faccia a chi lo ha dato?

    Perché o è una completa deficiente a non prevedere che effetto avrebbero avuto le sue parole, ma allora non si capisce come sia arrivata lì dov'è, oppure non dico ci abbia fatto un favore ma almeno ha tolto una foglia di fico, lasciando gli euroinomani nudi ed in imbarazzo.

    Voi come la vedete? La seconda che ho detto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come fate notare su Twitter, gli ultimi giapponesi non si arrendono mai, non si accorgono che l'aria sta cambiando. Sono io che non so decifrare il suo linguaggio tecnico o effettivamente Olivier Blanchard neanche accenna al ESM¹? Ma soprattutto: Giampy chi lo spinge? Esistono gli spingitori di Galli?

      _____________
      1. In particolare questo tweet mi sembra esclusdere lo ESM: «Italy may be reluctant to accept the conditionality that come with a program. But in this case, conditionality should be very limited, and easy to define: Spend what you must on crisis containment and commit to wind down everything once the crisis is over. Full stop. No stigma.» Sbaglio?

      Elimina
    2. Un po' di fantapolitica…

      Facciamo l'ipotesi che i nostri simpatici giapponesi avessero intenzione di fare ricorso, con comodo (non pare che l'emergenza virus si risolverà a breve e comunque gli effetti sull'economia persisteranno anche passata l'emergenza), al MES2 (quello appena uscito dal riformatorio).

      Per come sono andate le cose, a me sembra, sottolineo sembra, che qualcuno gli abbia giocato un bello scherzo (a loro ma soprattutto ai Picone che li mandano, ovvero gli spingitori di cui sopra):

      1. chiedono a Christine, covertita sulla via di Bruxelles (se non è un doppio o triplo gioco, una defezione del genere è un segnale interessante), di far piovere;
      2. Christine fa piovere e i vermi escono allo scoperto, anticipando in tutta fretta le lore mosse (ma si sa, la fretta è una cattiva consigliera);
      3. Christine fa tornare il Sole e gli rimbalza il MES sui denti.

      Elimina
  26. Piccola pillola, intanto che Gualtieri moltiplica in leva ed aspetta Leuropa, abbiamo persino Fedez (Fedez!) che gli può dare lezioni di tempestività. Ha tirato fuori iSoldi(TM) - tra l'altro senza poterli stampare perché lo Stato non è una famiglia e ahimé la famiglia non è uno Stato, e, magicamente, sono usciti fuori dei letti per la Terapia Intensiva.
    https://twitter.com/Fedez/status/1239859964774154240
    Intanto a Roma discutevano 200 pagine di marchette...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piovono sui giornali donazioni di pezzi grossi, Berlusconi, Ferrero, Lavazza...
      Quindi il famoso miglioramento che ci dà l'UE è che per le cose di base e per le emergenze non possiamo più fare interventi immediati ma dobbiamo dipendere dalla filantropia dei ricchi??
      Anche su questo ci sarebbe da riflettere.

      Elimina
    2. Continuo qui per ordine. Pare che lo Stato stia facendo ancora gare al ribasso su mascherine ed altro (ottenendo le porcherie che tutti hanno visto) mentre l'ospedale di Bergamo ha appena ottenuto roba vera, ma solo grazie a donazioni.
      Insomma escono leggi tramite comunicato stampa e l'approvviggionamento per l'emergenza deve seguire i normali lenti canali.
      E il luogo più colpito d'Italia da questa sciagura deve contare su DONAZIONI.
      Io come italiano mi vergogno, mi vergogno profondamente.
      https://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/20_marzo_18/coronavirus-arrivo-primi-75-mila-dispositivi-papa-giovanni-2d1d0542-690a-11ea-913c-55c2df06d574.shtml

      Elimina
    3. Sempre su iSoldi(TM): amici milanesi dicono che le corse della metro sono state ridotte, così che c'è affollamento: considerata la situazione non si dovrebbero aumentare (per favorire le distanze) anziché ridurre? O almeno lasciarle come sempre. COSTA???

      Elimina
  27. Sul contesto in riferimento al paragone della Seat Mirabella, purtroppo un ragionamento simile da altri viene preso come: materialista, pensi solo ai soldi , "un ragionamento del genere sembra detto da salveene" ect ect senza elencare altri epiteti molto "qualificanti" 🤣. Che io sinceramente non ci vedo nulla di male, si può mettere in discussione un concetto come quello che stare a pensare sempre al $ non rende la felicità , però se il lavoratore può almeno avere un salario un poco più dignitoso perché mai nella mente di tanti questo concetto viene visto come materialista non so qualificarlo🤔.

    RispondiElimina
  28. https://www.startmag.it/economia/ecco-come-il-tesoro-discute-a-bruxelles-di-chiedere-subito-laiuto-del-mes/

    Sembra che il governo Conte/Gualtieri ci stia preparando il trappolone MES all' Eurogruppo.
    Se ne sa di più?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La situazione è molto seria.

      Elimina
    2. Per vostra maggiore comodità vi inserisco il link attivo all'articolo:

      Ecco come il Tesoro discute a Bruxelles di chiedere subito l’aiuto del Mes

      Il modo in cui conclude l'articolo il buon Giuseppe Liturri mi preoccupa assai:

      «Restiamo in attesa delle conclusioni dell’Eurogruppo di questa sera e dell’Ecofin di domani, sperando che chi ci rappresenta non abbia già accettato e non accetti condizioni semplicemente irricevibili.»

      Sta forse dicendo che l'accesso ad una linea di credito del Mes attualmente in vigore, non riformato, permetterebbe al Governo di eludere il passaggio parlamentare di cui si era discusso in Il metodo MES? Spero di aver capito male…

      Elimina
  29. O la BCE fa Helicopter Money per scongiurare la prossima crisi economica che farà più morti del Coronavirus o se ne vadano a fare in c.....o tutti e ritorniamo ad essere una nazione almeno parzialmente libera.

    RispondiElimina
  30. Beato lei che i risparmi ce li ha. Chi li ha usati per genitori o suoceri malati in casa di riposo, che sono ospedali, perche' dopo un ictus mica ti riposi, o no. O per mantenere figli che, se fortunatamente lavorano non riescono a pagarsi il mantenimento dell'auto che usano per farlo.

    RispondiElimina
  31. Riformato o no, che differenza fa. Vedi la Grecia. Secondo lei a questa maggioranza quanto tempo servira' per ratificarlo, mezza giornata? Saranno a implorare in ginocchio l'intervento del Mes. Poi ci spiegheranno che che leuropa ci ha salvati. Non crede

    RispondiElimina
  32. Buonasera Senatore,
    Forse utopia, ma invece di aspettare una inevitabile svalutazione degli “asset” o patrimonio Italiano, anche privato, non sarebbe auspicabile una chiamata “alle armi” alla categoria dei benestanti (quelli che a livello famigliare detengono patrimoni da 1 milione in su) per un contributo “una tantum” di solidarieta’ pari al 10% del patrimonio privato?
    Posta la ricchezza privata in 9 triliardi e che il 30% degli italiani ne possiede circa il 75% un contributo del 10% porterebbe in cassa tra i 500 e 600 miliardi da utilizzare per esempio come segue:
    50 miliardi per la costruzione di 200 nuovi ospedali per circa 100.000 posti letto
    200 miliardi per finanziare investimenti su infrastrutture
    300 miliardi per finanziare CdP per acquisizioni strategiche e ripresa di settori di economia abbandonati a seguito privatizazioni
    Posto un utilizzo di circa 100/150 miliardi anno avremmo per effetto dei noti moltiplicatori un effetto crescita pari a circa 10-15% anno con immediato effetto sul rapporto debito pil
    Creazioni di almeno 1 milione di posti di lavoro ( solo il settore ospedaliero a regime ne creerebbe circa 500mila)
    Poi si può discutere su eventuali altre priorità, ma queste mi sembrano quelle prioritarie
    Premetto che a fatica faccio parte della categoria benestanti a livello minimo, ma che sarei disponibile ad una iniziativa di questo tipo se fosse condivisa e parte di un piano di rinascita economica serio.

    RispondiElimina
  33. “L’Europa deve cambiare. Non essere distrutta come vorrebbero degli irresponsabili che pensano solo a se stessi e non all’Italia" .

    Così parlò Zingaretti, felicemente guarito dal virus. Non guarito però dalla boria della supremazia ideologica antropologica e morale.

    E allora,Leopardi prima della politica :

    “Natura umana, or come,
    se frale in tutto e vile,
    se polve ed ombra sei, tant’alto senti? “

    (SOPRA IL RITRATTO DI UNA BELLA DONNA SCOLPITO NEL MONUMENTO SEPOLCRALE DELLA MEDESIMA )!

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.