MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

lunedì 5 novembre 2012

Dopodomani...



Uga: "Ma tu hai finito il libro?"
Io: "Sì"
Uga: "E come l'hai chiamato?"
Io: "Il tramonto dell'euro"
Uga: "Fantastico! Ma... perché?"
Io: "Perché penso che staremmo meglio se l'euro non ci fosse più. Non so se mi sono spiegato..."
Uga: "Sì, babbo"


Gianluigi, senti, ma la prossima volta, nei banchi della destra, perché non inviti mia figlia? Ha due occhi splendidi...


(scusate, ho ospiti a cena e svariate beghe da sistemare, inclusa la famosa domanda di concorso - e diamogliela 'sta soddisfazione a Solone - per cui non potrò assistere al dibbattito. Io ne ho dieci copie sul tavolo, di più non so... Spero che chi lo desidera lo abbia e che chi non lo desidera non rompa i coglioni, ma se lo fa avrà pane per i suoi denti as usual...).




61 commenti:

  1. Seguono a ruota informazioni sugli eventi promozionali. Intanto a Roma segnatevi questa data: 22 novembre. Avremo ospiti di spessore, per una volta si potrà parlare di economia e non dei pozzi di petrolio dei quali l'Italia era evidentemente cosparsa nel 1992 (il geniale Borghi ha coniato per questa specie di fessi il termine "materieprimisti"...).

    RispondiElimina
  2. Data scolpita nel marmo: 22 novembre a Roma! Sul dove e in quale orario si possono già avere notizie prof.?

    RispondiElimina
  3. Ahahah...avete fatto il Volta satanicamente ghignante. Ma chi è il creativo...ihihih...ha fatto una copertina che è una zozzeria allucinante, il venditore de perecotte. Per i più piccini la faccia di Volta era questa:

    http://www.gazzettino.it/MsgrNews/HIGH/20100715_lira.jpg

    Vabbè, lo compriamo subito appena esce, me lo leggerò ancora caldo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah... Anch'io sono curioso: chi ha photoshoppato Volta? il grafico o l'Autore? :)

      Elimina
  4. Bella la copertina, con A.Volta che sorride tra il sornione e il paraculo...Ho cercato di prenotarlo nella libreria feltrinelli della mia città (Padova) ma non sanno manco che Imprimatur è dell'Aliberti.Speriamo almeno che dopodomani ce l'abbiano sugli scaffali.

    RispondiElimina
  5. Ordinato, mi arriva il 7! Nn vedo l'ora! Bella copertina! Che nostalgia i du scudi!!:) mi ha fatto venire in mente una proposta. proporrei in rete, come strumento per avvicinare i concittadini alla prospettiva, un concorso di idee sui personaggi o oggetti da affiggere sulle nostre nuove banconote. Chissà che uscirebbe fuori. Lei prof. a chi dedicherebbe una banconota?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che domanda! Naturalmente il prof. Bagnai.

      Sulle monete in questa posa mentre scolpisce la nuova Italia rinata dalle rovine dell'Euro-Europa:
      http://www.gazzettino.it/MsgrNews/HIGH/20100715_lira.jpg

      Sulle banconote un bel primopiano.

      E poi un bel monumento mastodontico mentre suona il flauto:
      "Alberto Bagnai salvatore della Patria" e relativa foto in tutte le aule scolastiche.

      Poi gli darei il Nobel per la pace "per aver distrutto l'euro prima che l'euro distruggesse noi".

      Per ora penso che possa bastare, poi vediamo.

      Elimina
    2. Anch' io da diverso tempo stavo pensando alla stessa cosa. A me non dispiacerebbe affatto se nelle neo - lire fossero raffigurati gli uomini che hanno fatto questa giovane repubblica ( ovviamente quelli di cui le persone hanno un ricordo positivo ad esempio Pertini)

      Elimina
    3. Pertini assodato! È' il primo a cui ho pensato. :)

      Elimina
    4. Scusate la posa di Bagnai-scultore-della-nuova-Italia è questa:

      http://www.iquattrofissa.it/public/plasmon2_20080423.jpg

      Pertini non lo voglio.

      Elimina
    5. Enrico Mattei. E Pier Paolo Pasolini. :-)

      Elimina
    6. Adriano Olivetti,Eugenio Amaldi....
      @Silvia immaginoanche a te sarà passato per la testa che Pertini ha firmato la legge sul"Divorzio" senza fare una piega vero?Concordo!

      Elimina
  6. Tanti auguri di un meritato successo!
    Stefano Piccinni
    (aka Deficit Spending)

    RispondiElimina
  7. Spero che ci sia una presentazione vicino a dove abito io (Verona) così mi faccio firmare la copia che domani avrò già ordinato

    RispondiElimina
  8. Da Giovedi è disponibile anche a Livorno.

    Volevo intervenire nll'altro post, ma ho preferito tacere vista la complesità dellargomento.

    Nelo farttempo per "ripagarti" dall'imane fatica ti invio due chicche, una musicale e un'altra di tipo filosofico,non ho il tuo orecchio musicale ne la tua cultura, ma spero che apprrezzerai lo sforzo.

    RispondiElimina
  9. Non avevo mai notato che Volta sfoggiava un ghigno così sornione...

    RispondiElimina
  10. Bagnai sono il rompicoglioni ..... giusto per assaggiare il pane :-)

    Eh ma che caratterino, non si può neanche scherzà!

    RispondiElimina
  11. Pensavo una copertina stile Via col vento.." domani è un altro giorno" e un sole che sembra un euro che tramonta all'orizzonte,sarebbe stato molto suggestivo.Ma rivedendo le vecchie lire mi è venuta una nostalgia che sa molto di messaggio amoroso dopo una rottura passata:"Mi sei mancata,riprendiamoci e questa volta non lassamoci piu."

    RispondiElimina
  12. SPERO CHE SARA' L'ULTIMO LIBRO CHE COMPRERO' PAGANDO IN EUUUUUROOOO.....

    RispondiElimina
  13. Ordinato settimana scorsa. Fervida attesa. Buona la copertina. Anceh se ci avrei messo una sua foto in bianconero. Fa molto intellettuale.

    RispondiElimina
  14. Professore ma lo ha scritto questo libro o no?Sono stato in due librerie, gli ho detto come ha suggerito lei, mi hanno dato per pazzo, dicono che questo libro non esiste, ma ce la racconta giusta?(un casino scrivere con la figliola in braccio)

    RispondiElimina
  15. Su Amazon.it c'è lo sconto, € 14,45

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche su Ibs è scontato e mi sembra che sia italiana.
      Ne ho appena ordinate 3 copie + 1 Trappola dell'euro (Tringali-Badiale) su Libreria Universitaria. Lì il prezzo è pieno, ma avevo un buono sconto in quanto sono già cliente.

      Purtroppo non ce l'ho fatta ad andare ad ordinarlo in libreria, ma su quella multinazionale di Amazon non lo volevo proprio prendere.
      Scusate sono diventata un po' paranoico-autarchica... quando vado al supermercato ci metto il triplo del tempo perché devo sincerarmi che ogni cosa che compro sia fatta in Italia da aziende Italiane.
      Per fortuna a 20m da casa c'è un negozio di alimentari-gastronomia che ha cose locali o comunque italiane e compro quasi tutto lì. E intanto penso alla Merkel, spero che le fischino le orecchie tipo sirena antiarea alla culona. Ueeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

      Elimina
    2. 'Anche su Ibs è scontato e mi sembra che sia italiana'

      si è un azienda italiana , concordo che sia preferibile a amazon ...su bol e feltrinelli non è presente ...molto strano , anche perchè hanno in catalogo due testi di AB molto piu' tecnici ...vediamo se è solo un ritardo o una scelta voluta...

      Elimina
  16. Tra amici, parenti e colleghi a cui vorrei/dovrei regalarlo rischio la bancarotta.
    E così oltre ai mugugni della consorte per il tempo sottratto alla prole ora anche il dissesto finanziario.
    Prof. mi sta rovinando più lei dell'euro!

    RispondiElimina
  17. In libreria a Roma:
    Io: "e' possibile prenotare un libro? Alberto bagnai, imprimatur"
    Libraio: "non trovo nessun libro con quel titolo"
    " ma no, e' la casa editrice"
    "Ah, e come si chiama il libro?"
    "Qualcosa tipo fuori dalle balle, anzi fuori dall'euro"
    Cerca .... Dopo 5 minuti buoni a smanettare sul pc
    Libraio: "ma chi cazz'e, 'sto Bagnai? Ci sono un sacco di copie prenotate in citta' di questo libro ..."
    E daje

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io appena vedo una libreria entro senza pensarci due volte e chiedo se hanno una copia del libro, anche se l'ho già ordinato.....

      Elimina
  18. "Nihil obstat quominus imprimatur de libro ab Alberto Bagnai"

    Questo sarà il titolo della mia recensione. Chi me lo frega je manno er bufalo, che è puro amico mio.

    RispondiElimina
  19. inquietudine e smarrimento per molti versi condivisibile. Penso che Borghi conosca Foa, liberista pentito, il quale potrebbe dare un'ottima mano per pubblicizzare il libro.

    RispondiElimina
  20. Su Telenova la puntata di “Linea d'ombra” che vede ospite Bagnai ha registrato in un pomeriggio 220 visualizzazioni – che continuano a crescere. Un record assoluto. Se tanto mi da tanto, il libro andrà alla grande.

    RispondiElimina
  21. Vogliamo la quarta ristampa (minimo), come Dylan Dog!

    In bocca al lupo professore

    RispondiElimina
  22. mi prendo tardi, ma domani lo ordino pure io e in copia anche agli amici piddini che saluto.

    RispondiElimina
  23. Io ne ho ordinato 35.000 perché mi han detto che la Imprimatur te ne regala uno se superi la soglia (endogena) di 35.000. così almeno uno lo posso regalare a qualcuno che non fa mai male leggere le tesi sull'euro di Alberto Bagnai, con la propaganda che gira.

    RispondiElimina
  24. Ho trovato questa notizia proveniente dalla Spagna: Corte Costituzionale accoglie ricorso contro riforma lavoro .
    Ed anche in Grecia qualcosa comincia ad incepparsi.
    La deflazione salariale, una delle tappe fondamentali del "più €uropa per tutti", sta iniziando a provocare crisi di rigetto. E sarebbe così anche da noi se solo avessimo un sindacato serio che sa fare il suo mestiere.
    Io sono operaio, sono a casa da tre mesi, ormai ho capito che anche il mio lavoro se n'è volato via.

    RispondiElimina
  25. Davvero professore,
    compriamo tutti insieme una pagina su un quotidiano e facciamo la pubblicità del libro e del blog.
    sarebbe sul Corsera, ma è proibitivo... forse una mezza pagina per un'edizione locale di repubblica ce la facciamo... Byoblu i soldi per intervistarla li ha raccolti in un attimo. Secondo me ce la facciamo.

    Se riusciamo a fare qualcosa di molto provocatorio potrebbe avere una certa risonanza.
    Se la trova una cosa stupida pazienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ^ facciamo la pubblicità del libro e del blog.
      sarebbe sul Corsera, ma è proibitivo ^

      per fortuna che alberto sembra troppo occupato per rispondervi...ma silvia riclici le peggiori idee di donald
      per ^noi^ ^^? No perchè l'idea di donald di farsi pubblicita' dando 35k agli avvelenatori di pozzi del corsera è demenziale...a me grillo non convince la sua crociata contro l'iformazione mainstream italiana è molto giustificata...

      piuttosto se vuoi investire tempo e denaro prova a fare pubblicita' presso le associazioni consumatori che ci sono in italia che a volte sono piuttosto combattive...o magari regalene una copia al direttore della tua banca...(che comunque se non è un fesso molte cose le sa...)

      Elimina
    2. Scusi non volevo essere invadente... è deformazione professionale.

      Elimina
    3. Carissimo R°#
      sapevo di Della Valle, ma non di Donald; ingenuamente mi immaginavo la faccia di DeBortoli, Mauro e Scalfari, oltre al desiderio di fare pubblicità al libro (per il professore e naturalmente per il bene di tutti noi) ma hai ragione, ho detto una cazzata.
      Scusate, a volte sono un po' impulsiva e mi faccio prendere dall'entusiasmo... devo imparare a contare fino a 10.000 anch'io prima di scrivere.

      Elimina
    4. 'ho detto una cazzata'

      succede anche a me per lo stesso motivo , troppa precipitazione , ho ancora alcune cose che vorrei che scritto qui e vorrei sistemare ma la maggior parte delle volte ci metto troppo a ritrovarle

      Elimina
  26. Notizie dalla periferia (ovvero Viareggio-Versilia).

    Ho appena telefonato al mio libraio ricordandogli di mettermi da parte - come d'accordo - una copia del libro appena gli arriva.

    Risposta: spero di avere abbastanza copie, perchè ci sono un sacco di richieste!

    http://www.youtube.com/watch?v=5vxheQ9ws7U

    RispondiElimina
  27. Si devo dire che titolo e copertina mi sembrano azzeccatissimi..

    RispondiElimina
  28. In classifica stai insidiando il mitico Zerocalcare (che merita, se non lo conosci già). Wow! ;-)

    RispondiElimina
  29. Anche la 50 euro e la 100mila lire sulla copertina le avrei viste bene, fanno il loro effetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eeeeehhh, ma Alessandro Volta chiama la svolta :-)

      Elimina
  30. ordinato, domani arriva. Complimenti prof!

    RispondiElimina
  31. Ciao Prof. o dovrei dire guru (come dire che Galileo un guru perchè diffondeva il sistema copernicano ah ah ah)?

    Io voto per Uga (s'impara più dai bambini che dai piddini).

    In tempo di crisi il libraio di Roma citato sopra è la migliore pubblicità progresso : "ma chi cazz'e, 'sto Bagnai? Ci sono un sacco di copie prenotate in citta' di questo libro ..."
    ...lo scopriranno...
    Prof. pure sulla nuova Lira... pensi Boldrin : dove potrebbe mai nascondersi ?
    P.s. consiglierò il suo libro con lo stesso spirito con cui Seneca dava consigli a Lucilio.

    RispondiElimina
  32. @ x_alfo_x
    io sarei stato provocatorio... 10 euro con 10 mila lire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il messaggio dell'immagine in copertina induce ad una amara riflessione e ad una scelta tra due monete, un confronto tra due poteri d'acquisto. Siamo stati convinti che sarebbe stato meglio per noi adottare l'euro e quindi buttare via 10mila lire per avere 5 euro. E' stato un guadagno?

      Elimina
  33. Io resto sulle due copieunapermee una da portare all'amica mia amica che lavora all'ECB.
    Pressò una ddomanda:
    Quando l'€ se ne sarà annato,più volte è statodetto che sarànecessariaun pò di repressione finanziaria(regolare circolazione di capitali),sicchè aaaaaaaaa Tobbbintaxxe tanto cara ai fognatori non servirà ad una cippa......Ergo mi sorge un dubbio:
    saràmica n'artro de quei cavaji de Troia fascisti?Visto che ha senso solo in regime di libera cicolazione dei capitali?

    RispondiElimina
  34. Ricevo stamane:

    ========

    "Gentile Cliente,

    Siamo spiacenti di comunicarti che la disponibilità dell'articolo è cambiata e stiamo ancora aspettando una nuova consegna da parte dei nostri fornitori:

    Alberto Bagnai "Il tramonto dell'euro"
    Data di consegna prevista: 14 dicembre 2012

    Amazon si impegna a fornire un servizio efficiente e dedicato prendendosicura dei tuoi ordini. Siamo spiacenti per non aver completato l'ordine in tempo in questa occasione e per eventuali disagi arrecati. Ci auguriamo tu possa continuare ad utilizzare Amazon.it per i tuoi acquisti online.

    Cordialmente.

    Il servizio clienti di
    Amazon.it
    http://www.amazon.it"

    Maledizione!!

    RispondiElimina
  35. purtroppo sembra che l'editore ne abbi stampate troppo poche...
    1500? ero quasi sicuro che con il seguito che si è creato il libro avrebbe venduto almeno 2000/3000 copie in pochi giorni...ne hanno stampate probabilmente meno di 2000 e ed esaurito solo con i preordini...vedo che c'è ancora il titolo con il ^tramonta^ su ibs
    ...se qualcuno avesse voglia di segnalarglielo...
    (chiaramente a pensare male si puo' immaginare che qualche ^istituzione^ ne abbia acquistato molte copie per deponteziare l'effetto lancio...non sarebbe la prima volta con libri scomodi...non sono tutti cosi' determinati a riordinare un libro quando è disponibile per lungo tempo...)

    RispondiElimina
  36. Trovato il libro alla libreria che sta alla stazione Termini, sono rimaste due copie. Le trovate nello scaffale delle novità nel piano di sotto.

    RispondiElimina
  37. Io sono a pagina 42... :-D

    Purtroppo però dovrò rallentare un pò, esami incombono.

    Piacevole da leggere, come il blog! Complimenti, prof.

    PS: ma il flauto "di traverso" cotto al cruscotto e che le ha fatto conquistare la Germania...ce l'ha ancora? :-D

    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un flauto dritto, ignorante! Nel quarto brandeburghese ci sono due contralti, non si è mai capito bene se in fa o in sol. Quello era in fa, di acero, col blocco di talco (i vecchissssssimi Moeck, qualcuno se li ricorderà). Un delirio...

      Elimina
  38. Perché non l'ha fatto uscire con licenza open source

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra evidente: perché volevo arricchirmi alle vostre spalle. Oppure perché avevo bisogno di rivolgermi a un editore tradizionale che mi desse un minimo di "credibilità" agli occhi dei piddini. La risposta è dentro di te, ma è sbagliata e lo si vede dalla domanda. Stai facendo questa domanda a una persona che in un anno ha scritto gratis più di 200 articoli e ha risposto ad alcune migliaia di domande.

      Poi sei arrivato tu.

      Ti sembra una domanda intelligente?

      Elimina
    2. Ah, scusami, capisco, ho tracciato i tuoi commenti... Sei un anatroccolo, questo spiega tutto. Siete ancora vivi?

      Allora, dimmi, com'è quella storia che per un paese è importante essere un importatore netto... Perdonami, data l'estrazione la domanda poteva anche essere considerata intelligente. Bisogna contestualizzare... Vai dal generoso guru dai cachet a quattro zeri e digli che lo saluta er Bufalo.

      Elimina
  39. Intanto che attendiamo la ristampa, vorrei gettare sul blog domanda:
    in alternativa alla uscita dall'euro, nostro o dei paesi nordici non sarebbe possibile utilizzare l'euro come valuta comune, alla stregua del Bancor di Keynesiana memoria, per introdurre a livello europeo delle regole a limitare gli sbilanci di partite correnti con meccanismi che regolino e pongano limiti (fino anche ai capitali) anche a chi è in surplus e non solo chi è in deficit?
    O riteniamo che l'introduzione di queste regole sia in questo momento impossibile o comunque richiederebbe tempi burocratici troppo lunghi?

    RispondiElimina
  40. ordinato dal mio "spacciatore" di libbbri giovedì scorso, non mi ha ancora chiamato, ne desumo che sono entrato a far parte del club degli esodati dal libro in oggetto, aspetto con ansia la ristampa sperando di capirci qualcosa leggendomelo

    RispondiElimina
  41. non dico che trovi sbagliato fare pubblicità al libro ma trovo pure sbagliato non farla.
    perché?
    con il blog il prof ha divulgato idee che nel 99,9999% dei casi erano sconosciute (ciclo di Frenkel, gioco con passo dell'OCA dei tedeschi*, divorzio BdI-Tesoro) ma con il libro oltre a documentare questi tre aspetti in maniera esaustiva se ne introducono altri (forse che a me sfuggivano dalla lettura del blog ed eventualmente chiedo scusa) ovvero quello della corruzione e sulla finanziarizzazione dell'economia.
    ma sapete a Belluno non potete parlare male di Del Vecchio?
    ecco uno dei motivi
    http://www.informarexresistere.fr/2012/05/03/se-lo-dice-lui-ovvero-del-vecchio-docet/#axzz2CITAEu61

    *battute del prof

    RispondiElimina
  42. a Profess', risponde anche a queste domande?
    scommetto che si professeranno pure liberisti, credenti della forza del mercato e del credo "profitti profitti profitti". E ancora profitti. Perché se i ricchi fanno i soldi pure i poveri possono avere qualcosa.
    Ecco, con le sue 3k copie (speriamo siano 3 ml il prossimo anno! ahahaha) diventerà ricco e comprerà casa ai caraibi il prossimo anno e noi, secondo logica, la seguiremo.


    come vede, i liberisti che dovrebbero credere nel libero mercato sempre e comunque, invece non lo fanno non solo con quello valutario ma pure con la sua divulgazione.
    E beh, evidentemente una discesa visto dal basso appare un tratto da spianare e costruirgli un centro commerciale

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.