MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

mercoledì 28 novembre 2012

Cortese richiesta

Visto che siamo tanti, ce ne sarà qualcuno che conosce uno che lavora da Amazon, Ibs, o roba simile? Eventualmente mi mettete in contatto privato? Usiamo i sei gradi di separazione per una verifica di congruenza. Pro bono pacis, naturalmente.

29 commenti:

  1. Non conosco nessuno, ma, se può essere utile, oggi ho avuto notizia da Ibs dell'invio di 15 copie richieste il 7 novembre.
    Di seguito una breve biografia del prode Tabacci, di recente suo illustre avversario a "L'ultima parola".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2012/11/28/GIGANOMICS-Tabacci-si-vende-a-Bersani-per-un-ministero-e-Sawiris-non-molla-Telecom/342243/

      Elimina
  2. Ma com'è 'sta storia: la domanda c'è, ma deve intervenire l'autore per smuovere l'offerta?
    Pigrizia? Inefficienza? Sottovalutazione? Fallimento del mercato?
    (Fortuna che io ho fatto il palo in libreria il primo giorno, e ora sto già voltando il testo in power point...)

    RispondiElimina
  3. Non conosco nessuno di IBS neanch'io Alberto ma ne approfitto per confermarti che almeno la mia copia l'hanno mandata. La sto leggendo molto a rilento per il pochissimo tempo che mi lasciano alcune vicende personali. Nel frattempo però, grazie ai tuoi rimedi, ho rapidamente e facilmente sanato un amico portoghese dalla sindrome PI (piddinismo internazionale -politicistatoportoghesecorrottobruttospendaccionecaccapupùgermaniameravigliosobiondobello). La risposta degli amici tedeschi, che mi attendevo solerte, tarda ancora a manifestarsi for some reason ;o))))

    Ciao!

    carlo (quello del flauto)

    PS ah, a proposito, magari non tecnicamente impeccabile ma con qualche non malvagia idea interpretativa per la mia povera recchia. Circa il destino/necessità/tragedia/"fado" non solo portoghesi vedasi anche il terzo commento.

    http://www.youtube.com/watch?v=HHeD-JCG3Vk&feature=related

    RispondiElimina
  4. Ciao Alberto,
    leggi questa recensione al tuo libro http://www.amazon.it/product-reviews/8897949282/ref=dp_top_cm_cr_acr_txt?ie=UTF8&showViewpoints=1

    Dì la verità, questa natalia è una tua amante giornalista specializzata in recensioni di libri economico-letterari!
    Tu hai già vinto e sono veramente felice di questo.

    Un abbraccio

    p.s.: questa storia che il tuo libro su amazon è disponibile in 2-4 settimane è insopportabile, e non aggiungo altro
    p.p.s.: oltre a quella di natalia c'è anche la recensione di un tuo vecchio antagonista del blog che poi se ne andò sbattendo la porta. Si è vendicato il buon Sergio Polini! ahah ahah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma a mè interessano anche le recensioni non proprio ultra positive.

      Es:
      secondo il professore l'euro sarebbe «l'episodio culminante di un attacco ai diritti dei lavoratori sferrato in Italia fin dall'inizio degli anni Ottanta» (pag. 256)

      oppure:

      l'euro comincerebbe con il divorzio tra Tesoro e Banca d'Italia del 1981 (pag. 184)

      oppure:

      Sembra che, secondo Bagnai, gli imprenditori nostrani abbiano voluto l'euro per attaccare i diritti dei loro lavoratori, pur sapendo che avrebbero dovuto chiudere i battenti dopo pochi anni per la concorrenza di una Germania sempre più minacciosa


      oppure:

      Bagnai non coglie un altro aspetto: la domanda interna langue da tempo perché, come nota Marcello De Cecco, l'Europa è un continente ormai "vecchio". Mancano in Europa le opportunità di investimento, al punto che da un lato chi ci riesce punta molto sulle esportazioni, dall'altro è costante e onnipresente la spinta alle cosiddette liberalizzazioni e privatizzazioni, cioè a trasformare il pubblico, compresi servizi quali l'istruzione e la sanità, in opportunità di investimento privato. In Italia come altrove: sembra piuttosto questo il vero denominatore comune.

      oppure:

      È un peccato che un libro che esce pochi mesi prima di importanti elezioni politiche non dica assolutamente nulla che possa aiutare il lettore a maturare un orientamento quale che sia, ma più consapevole, su quello che sta concretamente succedendo.

      oppure:
      Bagnai ragiona su un'uscita dall'euro che al momento nessuno pare volere, delinea scenari improbabili


      oppure:
      più in generale non dice nulla su quello che bisognerebbe fare finché si rimane nell'euro. Fa finta che l'euro non ci sia più o abbia i giorni contati, ma c'è ancora. E non basta un libro per cambiare la realtà.





      Elimina
    2. Anch'io vorrei conoscere qualcuno di Amazon: mi hanno segnalato i libri di Badiale e Tringali, di Galloni e... di MONTI! :-|

      "È un peccato che un libro che esce pochi mesi prima di importanti elezioni politiche non dica assolutamente nulla che possa aiutare il lettore a maturare un orientamento quale che sia, ma più consapevole, su quello che sta concretamente succedendo."

      Insomma: Bersani o Renzi? Che peccato... il 2 sarò a Pescara e non potrò votare! :)

      Elimina
    3. Eh, ma tal Sergio Polini io, il prof. e qualche altro decano del blog ce lo ricordiamo bene.....era uno di quelli del più Europa. Peccato che ha cancellato tutti i suoi commenti prima di lasciarci, altrimenti daje a ride!
      Si è voluto vendicare, ah ah ah!

      Elimina
    4. [premesso che ci sono cose piu' importanti : tipo rassicurare sergio polini sul costo della benziana usciti dall'euro...oppure rimarcare l'ambiguo e viscido giustificazionismo di cavallaro...e che il post sulla salute mi ha fatto passare la voglia di scherzare...anche se gia' dall'anno scorso con la caduta del berlusca ci aspettavamo questa deriva...]
      non è vero che il comportamento di amazon -ah voi sapete che paga l'iva in lussemburgo vero?fattura europea..dumping...-
      sia normale : ho confrontato per ^normalizzare^ la disponibilita' 'della trappola dell'euro' con 'il tramonto' ebbene nonostate sia di un piccolissimo editore-sterios- e si venda (è il classifica fra i top sezione economia)
      la 'trappola dell'euro ' è rimasto sempre disponibile (immediata disponibilta' in magazzino)
      Inoltre un distributore come amazon fa quello che vuole
      e se un libro è molto richiesto ha tutta l'interesse a procurarsene molto copie ,magari vendendolo senza sconto!
      (aspettative troppo razionali???)
      inoltre altri 2 top retailers non hanno riordinato il libro -uno l'ha perfino tolto dal catalogo ,inmondadori-
      lafeltrinelli da' disponibile solo l'ebook
      Quindi ci sono gravi problemi di distribuzione...credo
      non si un problema di tiritura insufficiente ...Solo ibs
      ha distribuito reso disponibile e riordinato il libro con continuita :infatti su ibs è sempre stato nei top50
      Ieri mi è arrivata una mail di una catena a cui avevo
      segnalato il libro (e che sarebbe stata contenta di avere
      il libro) che mi dice che per il loro distributore non è reperibile/ordinabile...ho avuto altri feedback negativi
      di questo tipo . Quindi farei rifermento a ibs se vogliamo consigliare l'acquisto online (è controllato da un gruppo con sede a firenze...^^) l'ecommerce è comuqnue <<10% delle vendite ...

      Quindi senza angosce o isterismi il messaggio passera'
      ma davvero non è cosi' facile come ha detto ALberto esattamente un anno fa...

      Elimina
  5. No, non conosco e finchè non si dimette ,il tedesco usurpatore del seggio, non posso neppure incaricare il mio nunzio apostolico.
    Posso scrivere però ad Ibs in quanto cliente, così li ringrazio per avermi spedito il libro subitissimo, e poi gli faccio notare, che non mi spiego, la lentezza verso tutti gli altri.
    Pace e bene

    RispondiElimina
  6. Per contribuire in qualche modo a fare chiarezza, posso dire che mi sono arrivate l'altro ieri 2 copie ordinate su IBS l'8 novembre.

    RispondiElimina
  7. Vorrei rassicurare il prof. sul fatto che la situazione si sta sbloccando. Ora il suo libro dovrebbe essere venduto ai rivenditori (come me) direttamente dai distributori, infatti nei miei canali lo vedo dato come disponibilità in 2-3 giorni (capita quando il libro è venduto ai grossisti direttamente dal distributore). Io ho un'amica che lavora per Amazon ma nel call center con base in Irlanda, tra l'altro non credo che Amazon abbia proprio dipendenti in Italia; posso provare a chiedere ma dubito che sappia più di tanto.
    Il discorso secondo me è molto semplice, un piccolo editore offre margini ridotti, e quindi colossi come Amazon non hanno molto interesse a venderlo, se ora se ne trovano delle copie penso che sia soltanto perché è molto richiesto, altrimenti probabilmente non lo terrebbero nemmeno come immediata disponibilità (mia personale opinione).
    Mi pare però che il circuito Messaggerie funzioni bene (meglio di Feltrinelli), quindi su IBS e distributori vari (del gruppo) lo si trova con facilità.
    Dal mio punto di vista non vedo più particolari problemi, se non i "limiti" ovvi dovuti ad un piccolo editore, che immagino faccia quello che può per reggere la mole di richieste.
    Ora tocca darsi da fare (non lei che già sta facendo molto) per farlo conoscere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amazon sta aprendo a Milano. Il mi' figliolo c'ha un amico che ci lavora, se è ancora valida la richiesta, provo a vedere

      Elimina
  8. il mio è arrivato (comprato su Amazon) e quindi ne ho due (il primo comprato da Cavallotto a Catania)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio oggi mi è arrivata la seconda copia comprata su UniLibro( prenotata il 20 novembre). Seconda perché nell'attesa l'altro ieri ho chiesto anche in una Mondadori(al CC Portali a Catania)e , seppellita in uno scaffale, avevano una copia che ho prontamente arraffato !
      A proposito di Sicilia, sembra ci sia un pugnetto di siciliani in questo blog. Tenuto conto del nostro ( mio sicuro..) isolamento dagli eventi conferenziali topici, non è che si trova un posto baricentrico, per una pizza , un aperitivo, per scambiare 4 chiacchiere de visu, così , un po' per celia e un po' per non morire ?

      Elimina
  9. Lieve Off Topic, ma sempre pro bono pacis.

    Ho deciso che il Tramonto dell'Euro sarà il mio regalo di Natale a amici, parenti e clienti della mia piccola azienda.
    Vado sempre alla libreria di Monza per acquistarne, dove ero passato sabato scorso che ne aveva un po' di copie in bella mostra.
    Sparite tutte. Me ne trovano appena una sepolta tra altri libri. Mi dice che il libro si è venduto bene, e mentre mi fa lo scontrino dice al collaboratore di ordinarne...altre 3. Gli dico che io ne voglio altre 2, ma mi risponde che è in ristampa e le 3 le sta recuperando da un altro magazzino.

    Nota divertente: sabato c'erano esposte nella stessa sezione "Il tramonto dell'euro" e il libro dell'Hidalgo. "Le parole e i fatti" sono rimaste tutte lì. "Il tramonto" è andato esaurito.
    Ma vieni!


    Proposta ai lettori del blog: Bagnai ci ha messo la faccia e la fatica, ora bisogna fare il botto. Un libro comincia a far rumore superate le 100.000 copie vendute. Se ognuno di noi si impegna a far comprare/regalare almeno 3 copie, il traguardo si supera di slancio. Io a una decina ci arrivo facilmente. Direi che ne vale la pena (cit.)

    Proposta al Prof: se periodicamente Aliberti fornisce il dato del venduto, sarebbe bello inserirlo nel blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Roberto, seguirò sicuramente il tuo consiglio, appena andrò in Italia (qui in Svizzera ancora non arriva). Per ora ho scaricato l’ebook e il programma per leggerlo su Pc (letto tutto).
      Oltre a comprare e regalare il cartaceo è interessante scaricare e regalare l’ebook, almeno agli amici e conoscenti IPad dotati (o simili). Trovo interessante avere le due versioni, una per una lettura da poltrona, studio, treno ecc. e l’altra che permette un taglia e incolla per diffondere sui vari blog o socialnet i passi più interessanti o per smentire i luoghicomunipiuluoghicomuni.
      Hasta siempre
      angelo

      Elimina
    2. Siamo 1000 x 50 euro a testa e finanziamo una pagina di pubblicità del Corsera o meglio di Repubblica: una specie di bomba lanciata nel regno del piddinismo...


      Elimina
    3. Ok, è un mezzo un po' eterodosso per avviare un dibattito in una democrazia, ma qualsiasi cosa riporti questo paese alla normalità è ben accetta. Io ne compro 10 copie ma sono frustrato: ho regalato la prima copia (8 novembre) a persona intelligente e lettore accanito ma a tutt'oggi non l'ha ancora aperta. Anche ieri ad un corso d'aggiornamento solito discorso con gruppo di ingegneri: soliti luoghi comuni e soliti sorrisini sarcastici se cerchi di conculcare i loro dogmi. Persone tra l'altro serie ed intelligenti. Ma cos'ha l' economia monetaria che nessuno ci capisce un cavolo? Eppure il libro del prof lo capirebbe anche un bambino. Sono frustrato...

      Elimina
    4. Io me lo sono spiegato così: troppi anni di disinformatija per essere ricettivi.
      Ma quando, tra qualche mese, si sentirà il bruciore dei cetrioli in arrivo, la gente si porrà delle domande, e ...oplà! nel Manuale dei Giovani Goofysti troveranno già tutte le risposte.

      Elimina
    5. @giuseppe rossi e a tutti. Non riesco bene a focalizzare la mia reazione a quanto scrive giuseppe, provo a buttarla giù alla brutta: è possibile, anche tecnicamente, fare mini-conferenze sul territorio, per esempio nella saletta riunioni del mio ufficio, 6 a sedere altri in piedi, visione filmati già in rete, preparazione slides o altro, possibilità di skype... Può funzionare? andrea

      Elimina
    6. Io sono solitamente un pò scettico sull'efficacia dei libri regalati (non che voglia remare contro eh..), solo che, facendo una statistica personale, la maggior parte dei libri NON letti che ho in libreria sono, appunto, libri regalati.

      Molto meglio convincere una persona ad acquistarlo spiegandone bene i contenuti; se poi uno non vuole spendere 17€ per sapere il vero motivo per cui sta facendo una vita di...cioccolata, bè....neanche regalandoglielo lo leggerà.

      Elimina
  10. Ho prenotato il libro su Amazon una settimana fa (dopo aver avuto problemi con IBS perchè non riusciva a trovare il libro), inizialmente mi hanno detto che mi arrivava tra il 6-13 dicembre, lunedì mi hanno detto che riuscivano ad inviarmelo prima e mi sarebbe arrivato tra il 29novembre e il 3 dicembre (molto probabilmente venerdì). Oggi a mezzogiorno mi suona il campanello, apro e trovo il corriere con il libro. Ho iniziato subito a leggerlo e sono arrivato al capitolo "cambio fisso, cambio flessibile, moneta unica". La prima parte è stata molto scorrevole e molto chiara... la prossima settimana dovrebbe arrivarmi un'altra copia del libro prenotata in una cartolibreria e quella copia la regalerò a mio padre, infatti mio padre voleva già prendere la mia copia.Comunque su Amazon il servizio è ottimo

    RispondiElimina
  11. A me è arrivato una settimana fa qui negli USA. l'ho preso da amazon.it appena uscito, mi hanno mandato una mail dicendo che avrebbero ritardato ma alla fine è arrivato.

    RispondiElimina
  12. Devo spezzare una lancia in favore di IBS raccontando un piccolo aneddoto.
    Io ho ordinato il libro su ibs il giorno prima dell'uscita ufficiale e, contemporaneamente, ho pensato: faccio un regalo a me e uno al bimbo! Così abbatto le spese di spedizione. Ed ho preso il DVD "The Rebel".
    Passa una settimana.....nulla
    Passano 10 gg......nulla.
    Mando una mail incazzatissima all'ibs dicendo loro che è indegno indicare un libro come disponibile in 5 gg. e non inviarlo a distanza di 10 gg (ci mancava solo che scrivessi loro: "schiavi della BCE!!").

    Risposta di IBS:"Ma guardi che il libro è effettivamente disponibile da diversi giorni, è il DVD "The Rebel" che è in prenotazione; è nostra prassi comune effettuare la spedizione quando tutti gli articoli sono disponibili".

    Mi sto ancora un pò vergognando.... :-)

    Sostitutito The Rebel con un'altra copia del tramonto (smerciata a un collega) e i libri mi sono arrivati in 3 gg.

    RispondiElimina
  13. il tramonto.. è illuminante, incisivo,l'ho letto in due giorni,tutto d'un fiato...ora però lo dovrò meditare...
    OHM...

    RispondiElimina
  14. Il dominio ecodellarete.net è scaduto!!!
    Oh, ma scherziamo????

    Aiuto!
    Si facci qualcosa!

    Franco
    (depressissimo)

    RispondiElimina
  15. faccio notare che Amazon ha anticipato la consegna prevista per la mia copia, dal 6 Dicembre al 30 Novembre...

    RispondiElimina
  16. Io ho una copia in più, in un eventuale incontro Bolognese potrei portarlo...

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.