MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

domenica 9 novembre 2014

Traduzione

Avete l'inglese su un canale stereo e l'originale su un altro. Usate il balance della scheda audio per selezionare la lingua preferita. In alternativa, toglietevi un auricolare. Se la lingua che rimane non è quella desiderate, rimettete l'auricolare che avete tolto, e mettetevi l'altro...

8 commenti:

  1. Dalla Nederlandia (alta, bionda, produttiva e incorrotta per DEFINIZZZZZZZZZIONE)
    ricevo forte e chiaro.

    Non ho in programma gesti eclatanti perchè non sortirebbero effetto. Infatti i tolleranti abitanti di questa ridente landa li riterrebbero parte del mio insindacabile diritto a rovinarmi come mi pare e si limiterebbero a biasimarmi in privato con un
    "Doe maar normaal, dan doe je al gek genoeg".
    ("Comportati normalmente, hai già fatto lo scemo a sufficienza").

    Guglielmo

    RispondiElimina
  2. "In our gradually shrinking world, everyone is in need of all the others. We must look for man wherever we can find him. When on his way to Thebes Oedipus encountered the Sphinx, his answer to its riddle was: «Man». That simple word destroyed the monster. We have many monsters to destroy. Let us think of the answer of Oedipus" (dal discorso che il poeta Giorgos Seferis, premio Nobel per la Letteratura, tenne il 10 Dicembre 1963 a Stoccolma, (fonte).

    (Alessandra da Firenze)

    RispondiElimina
  3. Ho provato ma rimane chiaramente udibile la voce del traduttore; non riesco ad escluderla del tutto. Penso dipenda dalla scheda audio che si ha sul PC. La mia a quanto pare rimane...stereo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fai come dice il prof. funziona. se hai cuffie, porta jack per cuffie. buon ascolto.
      da part mia ho collegato IPAD AL TELEVISORE E MI SON VISTO LO STREAMING IN 42 pollici. che sballo!

      Elimina
  4. E la traduzione di Boldrin non c'è?
    Parla una lingua che non capisco....

    RispondiElimina
  5. Si e' appena concluso il dibattito e voglio fare i complimenti al Prof.!

    Essere riusciti, a valle di un dibattito esemplare (dopo l'accusa anche troppo plateale di mendacio a Borghi in apertura), a farsi dire in chiusura "Buona Fortuna" dal Prof. Boldrin corrisponde implicitamente IMHO a tre ammissioni (da parte di Boldrin):

    1) che e' convinto che gli Italiani non possono cambiare la loro natura nei tempi da lui ritenuti necessari per ritornare 'produttivi' (vedi risposta rivelatrice a Giordano "se lo vorranno ce la faranno");

    2) che la eventuale diminuzione del potere di acquisto (anche io credo che sara' inevitabile, perche' e' stato da sempre l'esito ineluttabile di tutte le precedenti rotture di una unione monetaria) non puo' essere un motivo per non uscire, anche perche' e' la ricetta corrente per rimanere nell'Euro;

    3) che la rottura dell'Eurozona e' comunque l'ipotesi piu' probabile a cui si pensa 'la' dove si puote cio' che si vuole' e quindi a che pro continuare ad opporsi pubblicamente (vedi altra intenzione rivelatrice, quella di non dibattere piu' in pubblico).

    Di fortuna ne avremo tutti bisogno.

    Il ritorno alla Lira in fondo e' l'unica possibilita' che ci rimane per ridare ai nostri figli una prospettiva di futura crescita.

    RispondiElimina
  6. Io semplicemente scollegavo la cassa.
    Comunque ho seguito quasi tutto lo streaming live, e grazie a YouTube me lo rivedrò. Il mio preferito (oltre al padrone di casa) è stato Vladimiro Giacché. Devo rivedermi Boldrin, che da antipatico autorazzista ho fatto fatica a digerire. Vado a comprare il malox.

    RispondiElimina
  7. Devo anch'io ringraziare Bagnai, i relatori, l'organizzazione e tutti coloro che hanno reso possibile il goofy3 (e mi riferisco in particolare a quelli che hanno potuto garantire la loro presenza a Pescara). Ho seguito la due giorni in streaming senza particolari problemi (bastava togliere il "sinistro" canale). Tutti gli interventi estremamente interessanti, con un Giacché veramente da ascoltare, al contrario di Cuperlo, fuffa allo stato puro, e Cesaratto (che sul maggiore "spessore" culturale della sinistra si è bruciato quel poco di credibilità che poteva avere), mentre Bertinotti non poteva smentirsi: troppo oltre ... Boltho e Puglisi simpaticissimi, anche se di Puglisi almeno capisco quello che dice. Lippi, prima parte ok (ma credo che chiunque abbia un po' di dimestichezza coi modelli sappia quello che ci ha confermato anche lui, ossia della loro "fallacia" intrinseca) seconda parte da far cadere le braccia, tutto opinionismo senza dati. Grande Borghi, come sempre tecnico, semplice e chiaro.
    Un grazie di cuore a tutti

    RispondiElimina