MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

domenica 23 settembre 2012

Prima di dimenticarmene...

Elle croyait au fond que les petites gens de sa sorte étaient faits pour souffrir de tout, que c'était leur rôle sur la terre, et que si les choses allaient récemment aussi mal, ca devait tenir encore, et en grande partie à ce qu'ils avaient commis bien des fautes accumulées, les petites gens... Ils avaient dû faire des sottises, sans s'en rendre compte, bien sûr, mais tout de même ils étaient coupables et c'était déjà bien gentil qu'on leur donne ainsi en souffrant l'occasion d'expier leurs indignités...



Contributi ad una psicologia del piddino. La madre di Bardamu, insomma, è una di quelli che "la colpa è nostra perché non abbiamo fatto le riforme strutturali". Il popolino pare abbia sempre ragionato così. Una volta ci pensavano i preti a insufflare questo senso di colpa. Oggi ci pensano i piccoli, ma solerti, allievi di Goebbels, come uno che mi avete segnalato, e che curerò presto sul FQ.

Ma il fondo del ragionamento è sempre il solito: vedersi addossare una colpa, anche se inesistente, è consolante, ripristina un senso in quello che altrimenti sembrerebbe allucinato delirio, e invece è solo Ugo, cioè lotta di classe. Ma loro, i piddini, sono così contenti di avere un'occasione "pour expier". Anche perché al fronte mica ci vanno loro...

In fondo non avevano tutti i torti Erick, Marco B. e Marco P.: Céline non è del tutto inutile, vedete, qualcosa ce la fa capire anche lui!

Ma la domanda è: perché in questo smartphone che fa tutto, non si può avere una "c" con la cédille? È un complotto, o è colpa della Cina? Potremmo deciderlo con un bel referendum. E chi non sa il francese se lo studi...

35 commenti:

  1. Hey prof, ha provato a mettere la lingua francese di default, nel suo smartphone? Mi sa che così risolverebbe il suo problema...provi! :-)

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so che smartphone possegga il prof. Bagnai, ma in effetti, su Android (AOSP o strette parenti, quindi con la tastiera ufficiale), sembra che il solo modo per avere la cediglia sia impostare la lingua francese nelle impostazioni della tastiera, che così, però, diventa un orrenda AZERTY.

      Elimina
    2. Niente, mi sono accorto solo ora che la discussione era continuata sotto, chiedo venia per il commento (i commenti, con questo) inutile e ridondante

      Elimina
  2. Innanzitutto la cédille: [Ing. ON] la codifica dei caratteri è uno dei misteri gloriosi dell'informatica...scherzo, se non compare tra i caratteri "speciali" può darsi basti reimpostare la lingua di riferimento dello smartphone su francese (se c'è?) e magari ricompare tra questi, altimenti provare con la combinazione Ctrl-231 (ç) o Ctrl-199 (Ç) [Ing. OFF]

    Tornando a cose più serie, è il perchè le colpe da espiare siano solo le nostre (e dei greci, degli spagnoli ecc.) che non mi torna: tutto sommato, "un pò" di debito pubblico (sopra una soglia del tutto arbitraria) non mi pare una di quelle colpe così tremende, tali da essere fatte ricadere addirittura sui figli (vedi i 20 anni del fiscal compact, e 'sticazzi!), soprattutto se confrontate a ben altre colpe....
    accoppiate alla memoria selettiva di qualcuno che dice di ricordare ancora l'inflazione di Weimar ma si dimentica di cosa successe negli anni seguenti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, ma i tuoi colleghi americani quando hanno progettato l'aifon perché mai hanno messo i caratteri ê, ë, ę, ė, ē, ū, ü, û, ú, į, ï, î, ecc. che nella tastiera qwerty italiana non ci sono, e NON hanno messo la c con cédille? Strani, no?

      Poi il tasto ctrl sull'aifon non lo vedo!

      Elimina
    2. Sarà mica un'altra ritorsione come è successo nel 2003 con le povere french fries ribattezzate in amerikano french freedom per via di quella "faccenduola" dell'Irak?

      Elimina
  3. c'entrerà qualcosa che al piddino piace giannino?

    http://www.corriere.it/politica/12_settembre_23/montezemolo-mercegaglia-piacciono-sinistra-mannheimer_7bc394da-054a-11e2-b23b-e7550ace117d.shtml

    RispondiElimina
  4. Prof, se lei tiene premuto il tasto virtuale di una qualunque lettera, le verranno proposte (quasi) tutte le alternative che quella lettera implica: la C con la cediglia, la umlaut sulle vocali, la tilde sulla N eccetera eccetera. A questo punto non avrà che da scegliere.
    Questo almeno per quanto riguarda il mio smartphone, con sistema android... sugli iphone della mela non so, ma dovrebbe essere uguale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se dolermi di più del fatto che tu mi prenda per un coglione (parola per la quale non occorre cediglia), o per il fatto che non leggi attentamente! Hai visto sopra? Œ, æ, ø, î...

      Elimina
    2. Visto :(
      Ieri sera non avevo notato la tua replica a Porter, o forse la sua pubblicazione si è incrociata con il mio commento,o forse ho creduto che replicassi da PC e stessi usandole solite combinazioni di tasti. Non so, è passato tanto tempo...
      Tutto questo per giurare che lungi da me l'idea di prenderti per un coglione, qualunque sia il senso - metaforico o reale (cfr Banfi) - che si voglia dare a questa espressione! :)
      Ma è bello sapere che Samsung è un pelino superiore ad Apple, almeno per il francese. :)

      Elimina
  5. bè, se ha un aifon provi a vedere qui, per quanto riguarda gli amricani e i diacritici, non essendo un aspetto che li interessa direttamente, ogni "parrocchia" fa come meglio crede (apple, microsoft ecc.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certe volte sapete essere di un inutile... Se vi dico che una cosa è un problema, sia l'euro o la cediglia, fidatevi!

      Elimina
    2. Prof, ora capisce perchè in molti lo si chiama aiFogn??? :-D

      Però strano: in genere quando si cambia la lingua del cell, cambia pure il set di caratteri disponibili. Ha provato a vedere se nel "market" della Apple ci sono dizionari/database in lingua francese? Magari può fare il copia/incolla (che è una palla ma almeno può scrivere correttamente) con quello.

      Ci faccia sapere!

      Elimina
    3. Allora provi ad installare la tastiera francese come indicato qui, non so cos'altro suggerire......

      Elimina
    4. Nell'iPad (dovrebbe essere uguale nell'iPhone) si va in Settings -> General -> Keyboards e lì si decide quante tastiere possono essere selezionate con il tasto col mappamondo sopra e quali. Scegli quella italiana e francese (io ho quella italiana ed inglese US ad esempio) et voilà mounsier, le jeux sont fait.

      Elimina
  6. Sa qual è la cosa più pericolosa dei piccoli Goebbels? Non è mentire sapendo di farlo ma convincersi che le menzogne dette siano la verità. Perchè è questo che poi diventa contagioso una sorta di follia collettiva. L'olocausto ne è la prova più evidente.

    RispondiElimina
  7. scusi prof. sul fatto della cédille non credo proprio sia un complotto. Se va su impostazioni-tastiera-tastiere internazionali-aggiungi nuova tastiera-francese avrà la sua cédille ç.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio è un lavoro molto difficile e spesso ci si accorge di essersi solo illusi di averlo fatto bene. Io non ho detto che volevo una tastiera azerty. Ho deprecatonil fatto che la tastiera qwerty italiana dell'iphone NON ha la c con la cediglia CHE FIGURA NELLA TASTIERA ITALIANA QWERTY DI OGNI PC, mentre ha ogni tipo di lettera anomala e inusitata nella lingua italiana.

      So che il mecchismo è un atteggiamento parareligioso vicino al donaldismo, ma temo occorra rassegnarsi: c'è un prodotto di area mec che ha un evidente e fastidioso bug. Lo correggeranno. Questo ce lo rende più simpatico e non meno utile!

      Elimina
    2. Guardi, il mecchinismo ancora non l'ho sviluppato (come credo il donaldismo). E' soltanto che avendo avuto a che fare con nokia, blackberry, sony, motorola e adesso l'ifonne, mi son dovuto rassegnare al fatto che ogni tipo di telefonino c'ha i suoi buoni motivi per esser sbattuto nel muro. La tastiera può essere superata velocemente (aspettando un provvidenziale intervento da cupertino). Le batterie scariche dopo 3 secondi, o le nuove (vecchie) mappe che c'hanno messo con l'aggiornamento ios6 meno.

      Elimina
    3. Tana per tutti!
      Insomma, basta distrarsi un po' - tutti presi nello smascherare un €uro "verità di fede", bastone e carota simultaneamente retroapplicati, trave e pagliuzza (di collocazione oculare) al contempo - e subito si scordano i classici che a loro tempo ci avevano messo in guardia sui rischi dell'informatica pret a porter:
      Mac vs DOS

      Ed eccomi assalito dal dubbio: il mio passato DOSsiano farebbe di me un protestante/calvinista e quindi (o porca pupazza!) sarò mica tetesco?
      Ho (parzialmente) risolto ai suoi tempi ateizzandomi in Linux, ma da quando lo distribuiscono in fatta tale da far sembrare un 19" un palmare steroidato soffro di crisi d'identità.

      Per fortuna c'è Quelo: Slackware forever!

      (ovviamente, tutto per buttarla un po' a ridere :-D)

      Elimina
  8. Ma la colpa E' la nostra.
    Le riforme ovviamente non c'entrano, ma è colpa nostra se per decenni ci siamo tenuti una classe politica incompetente e/o corrotta che ci ha portati a questo punto.
    E' colpa nostra se invece di capire quello che stava succedendo ci siamo fidati ad occhi chiusi delle menzogne che ci raccontavano.
    Ed è colpa nostra se ancora oggi non siamo capaci di cacciare a calci in culo questa massa di parassiti.
    Ma questo, essendo un giudizio politico, non c'entra con l'economia, per cui chiedo scusa per l'OT.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè è colpa della madre se credeva al prete, ed è colpa dell'elettore se crede ai giornali e ai politici? La colpa, in altri termini, va valutata senza tener conto del contesto e delle informazioni diffuse? Un'ipotesi politica interessante, che tutti vedono a cosa porti...

      Elimina
  9. @Peppe D
    ancora con queste colpe!
    ma capire l'economia, i meccanismi della politica richiede.. richiede essere informati!
    la gente lavora.. possibilmente si alza alle 6e30 e ritorna alla 19 a casa!
    ha il tempo di mangiare, guardarsi un telefilm e mettersi a letto per un'altra dura giornata!

    ma che colpe ne hanno le persone? poi ovviamente individualmente ci sono quelli di coccio che non ne vogliono sapere e desiderano sputare su questo paese.

    ma sa una cosa? ma nessuno che sappia che abbiamo il paese più bello del mondo!
    che non siamo inferiori a nessuno (sai, i tedeschi hanno due guerre mondiali sulla coscienza, 5 ml di ebrei sterminati, una UE disintegrata; gli inglesi danno meno possibilità di ascesa sociale rispetto a noi e praticavano senza problemi la schiavitù; gli americani so' americani e l'elenco delle schifezze sarebbe infinito) e nemmeno migliori.. ma che come popolo abbiamo diritto alla nostra autodeterminazione!

    ecco, con questa gente mi incazzo di brutto!
    non è questione di essere colti, poco volenterosi nello studiare (sic), di volere questa o quella classe politica ma semplicemente di essere indegni di stare in questo paese (che se ne vadano!)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il punto non è sentirsi superiori o inferiori ad altri: in ogni persona e in ogni popolo c'è del buono e del cattivo.
      Il punto è esattamente quello che dici tu: l'informazione.
      Rispetto all'informazione però c'è un problema: nessuno di noi è un tuttologo né potrà mai esserlo. Come faccio allora io a capire se l'euro è una scelta giusta o sbagliata? Studio. E per capire se la cura Di Bella è valida? Studio. E se i contributi della PAC sono adeguati? Studio.
      Tutti noi (veramente no, ma...) abbiamo un lavoro, una famiglia e altri impegni, e non possiamo occuparci di tutto. Quindi è inevitabile fidarsi di qualcun altro. L'esperto della materia e/o il politico che deve prendere una determinata decisione.
      Quello che intendevo dire sopra è che per decenni ci siamo fidati di questa classe politica quando era evidente (che qualcuno mi smentisca se può) il livello di incompetenza e di corruzione di questa gente.
      "Colpa" probabilmente non è il termine più idoneo, ma c'è una responsabilità nostra nell'aver tenuto nei ruoli decisionali persone assolutamente inadeguate.
      Questo ovviamente non significa piangerci addosso, ma cominciare a muoverci facendo quello che non abbiamo fatto finora: cacciarli a calci. Tutti.

      Elimina
    2. Scusa Peppe, permettimi una domanda "pragmatica" (alla Bersani): come cacciarli? Perchè, sai, questa storiella della "massadiparassiticacciatelitutti" rischia di diventare l'ennesimo ritornello luogocomunista. Voti i fascisti eurocrati del PD al posto di "Er Batman"? Voti Grillo (dietro al quale già appaiono le eminenze grigie che "urlano contro la casta per entrare a farne parte", come brillantemente osservato dal prof. Bagnai)? Le cose migliorano?
      La frase "cacciateli tutti" non rischia di essere stumentalizzata da qualche abile demagogo per cadere dalla padella nella brace (Leggo, girando per la rete, che Forza Nuova sembra aumentare pericolosamente le sue percentuali)?
      Il problema è un vuoto di rappresentanza politica molto pericoloso (strano che i fini "tattici" della politica di cui son piene le file piddine non lo capiscano....). Paradossalmente, in Grecia c'è un partito come Syriza (cioè di Sinistra per davvero, e non per finta), che lo colma (ed infatti ha il 27%). In Italia, no. E rischia di colmarlo solo "Forza nuova".
      Io credo che, corruzione o non corruzione, i rifiuti della democrazia siano meglio delle primizie di qualsiasi dittatura. Prima si difenda la democrazia come valore e come principio (perché manifestamente in pericolo).

      Elimina
    3. Hai ragione. "Cacciamoli tutti" può diventare, e purtroppo sta diventando, un ritornello luogocomunista ottimo per chi si deve riciclare.
      Il punto è che però non c'è altra strada se vogliamo ricostruire qualcosa. O pensi di rimettere in sesto l'Italia affidandoti a Renzi, Vendola e Rizzo? Ho preso tre nomi a caso, cambiali e il risultato rimane lo stesso.
      Tu proponi "i rifiuti della democrazia". E chi sarebbero? Il rischio, molto serio, è che per non cadere nella demagogia del "cacciamoli tutti" ci rintaniamo nel meno peggio che ci tiene incollati qui.
      Come si cacciano questi? E' tanto semplice: basta fare la croce su una casella diversa, magari un partitino microscopico. Non li conosco? Fa niente. Intanto cambio e metto concorrenza nel mercato della politica (anche le loro armi se ben usate possono essere utili). Invece i risultati delle elezioni sono gli stessi da decenni. Per questo sono tutti tranquilli; questa è la nostra responsabilità.
      E se non c'è un partitino miserabile a cui regalare il voto? Costruiscilo.

      Elimina
  10. Se usciamo dall' €uro aggiungere un carattere alla tastiera dell' Iphone sarà costosissimo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guadagneremo molto togliendo quello sbagliato!

      Elimina
  11. è il piddino che decide quali sono le menzogne. Se trova "allineamento" di opinioni tra: 1) Repubblica; 2) Santoro; 3)Fazio-Litizzzzzzietto; e 4) Della Valle (e residualmente chiunque ce l'abbia con Berlusconi), allora beh, ci ritroviamo davanti ad una verifica empirica della stronzata che nessuno mai può mettere in discussione.

    RispondiElimina
  12. Questi sono i veri problemi dell'aifon...

    RispondiElimina
  13. @Peppe D
    non volevo "colpevolizzarti" per le "colpe"..
    Però dico una cosa.. sarà che sono nato e vissuto al Sud e quindi non ho un'innocenza politica (impari a 8 anni che i politici quando sono tali non possono essere stinchi di Santo) e quindi non mi fido di nessuno.
    Però come si è detto in questo forum, spesso si ragiona per "affiliazione".
    e nel mio caso l'odio verso l'euro e tutto ciò che è definito "sinistro" (sinistra) ha fatto il resto.
    errore? certo!
    ma siamo essere umani o no?

    venendo all'informazione sull'euro.. ti assicuro che è controindicativa!
    Le persone (logica normale) sanno che la moneta è uno strumento per pagare, punto e basta!
    non vedono nel concetto di OCA-AVO e di curva di Phillips le cause della propria crisi!


    Il Prof, e gli do questo merito, con il discorso dell'AVO* ci ha dato la possibilità di comprendere come questo possa influenzare ad esempio la sicurezza sul lavoro e le politiche salariali!
    proprio ieri un mio amico mi parlava degli appalti a prezzo ribassato e di come si assumessero persone a € 5/ora, senza competente specifiche (un corso di un'ora) in sicurezza e soccorso.
    La mia risposta è stata: a livello sistemico cosa succederebbe se la sicurezza fosse rispettata? se ci fossero controlli seri? aumenterebbero i prezzi!
    e quindi saresti meno competitivo... ma a scalare, la compressione dell'economia conduce a ridurre i controlli a cascata.


    *A proposito dell'articolo di Zingales.. fu pubblicato nel n. 1 dell'Espresso di quest'anno.. ma si rifà immagino allo storico articolo del prof.. Bravo Luigi! Specie quando afferma che è da un anno che ammonisce sulla crisi dell'euro.. ahahahhahahahahahha
    un anno? io da IGNORANTE lo so da due (in realtà avevo trovato un articolo nel 2010 in inglese che preannunciava cose pazzesche dal secondo semestre 2011.. toh!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al prof bisognerebbe fare un monumento, ma siccome di solito queste cose si fanno postume spero di non vederlo mai.
      Battute a parte...
      Non ci vedo niente di così sbagliato nel ragionare per affiliazione. Se le mie idee sono rappresentate, almeno nei fondamentali, da un partito, è logico (seppure potenzialmente sbagliato) che io sposi le sue posizioni sui vari argomenti. Non posso occuparmi di tutto, tanto meno esserne un esperto, per cui decido di chi fidarmi.
      Fin qui non c'è nulla da demonizzare, secondo me. Il problema nasce quando quelle posizioni si cominciano a dimostrare infondate. La persona intelligente si fa delle domande, magari approfondisce e forse conclude di aver sbagliato; gli altri tirano dritto tappandosi occhi e orecchie.
      Io non temo i primi perché errare è umano e le persone serie sanno riconoscere di aver sbagliato. Dai fanatici invece è meglio stare alla larga.
      Il lavoro del prof è utilissimo, a chi vuole approfondire, per capire il come e il perché di quello che succede. Ma non serve tutto questo per capire che le cose vanno di schifo e che la responsabilità è dei politici che ci teniamo da trent'anni. Questo lo capisce anche mia (cara!) suocera che ha fatto sì e no le elementari e non sa cosa sia il PIL.

      Elimina
  14. Vedersi addossata una colpa.......... è consolante!Quanto è vero tutto ciò.Venendo dal sud ho imparato presto cosa significa.Da noi ormai il complesso d'inferiorità è forse inestirpabile,il sud è irrecuperabile per definizione secondo il senso di colpa(DDE che,d'esse stati ammazzati decapitati e esposti come bestie?)che si espande a macchia d'olio!
    Mai mi sarei immaginato di arrivare a nord e di constatare che l'Italia intera è diventata un grande sud.......E' colpa nostra,non siamo buoni a far nulla ecc.Anzi una cosa la sappiamo fare benissimo prendere per grasso che cola qualsiasi scoreggia che viene d'oltralpe come,quell'amica mia che pensa che in Australia paghino 3000 aus $ ad una cameriera perché un suo amico ha detto.......(E li conosco tutti io pressò).

    OT i porci romani se dimetteno(Marrazzo,Polverini).....E li porci padani?

    RispondiElimina
  15. @Peppe Dandini
    Tempo fa anch'io ho espresso la mia intenzione di votare, a mo' di protesta il M5S.
    Premesso che non ne conosco le reali dinamiche interne (infiltrazioni, vero spirito di Grillo).
    Di sicuro sul tema dell'euro sono confusi e opportunisti.. ecco, o sono in malafede oppure sono cagasotto.
    Lo dico perché sono anni che lo criticano e ricordo alcuni editoriali!
    hanno discusso anche ampiamente della reale inflazione argentina e di come si sono risollevati mandando a quel paese il FMI e tutte le altre mafie.

    ma evidentemente in Italia se si permettessero di attaccare l'euro..
    sì, non hanno la profondità culturale né la volontà per attaccare.
    per la volontà il motivo lo ha espresso il prof: chi va a raccontare alle persone che 4 quindi dei problemi non sono causa della corruzione ma dell'euro? si sgonfierebbero in 2"

    CIO' promesso.. intanto non votiamo i tradizionalisti e poi si vede.. anche perché non votare mica è una decisione più intelligente(seppure degna e accettabile)!

    insomma, la penso come lei

    RispondiElimina
  16. "la colpa è nostra perché non abbiamo fatto le riforme strutturali"

    Per dare una idea di come questo tipo di atteggiamento mentale masochista e deviato abbia ormai fatto fortissima presa sui burocrati ministeriali, sui commissari Italiani (presso la EC di Bruxelles) e perfino nella mente dei dirigenti delle associazioni di categoria degli industriali, vi voglio raccontare questo piccolo aneddoto personale.

    Ieri 4 ottobre 2012 ero presente ad un evento organizzato presso il MUR di piazzale Kennedy a Roma, patrocinato da Confindustria e MUR, avente come tema principale lo stato delle iniziative intraprese per far includere nel prossimo programma quadro Europeo (FP - Framework Program) di ricerca e sviluppo (l'ottavo della serie, denominato 'Horizon 2020') i temi considerati dai partecipanti (Enti pubblici, Universita', Aziende grandi e PMI) di maggiore interesse nazionale.

    Ad un certo punto e' stato detto, 'apertis verbis' (da uno dei massimi responsabili presenti in sala), che da oltre un decennio l'Italia risulta un 'CONTRIBUTORE NETTO' dei vari Framework Programs, perche' storicamente ha contribuito al 14% del budget EC di investimenti di ricerca e sviluppo, mentre il sistema delle imprese e degli enti di ricerca Italiani ne ha ricevuti indietro solo l'8,5%!

    Cioe' un 5.5% del contributo complessivo Italiano all'R&D Europeo, da oltre un decennio, FINANZIA LA RICERCA FRANCESE E TEDESCA!!

    Ora mi sarei aspettato che qualcuno si incazzasse.....

    E invece no, la cosa e' passata del tutto tranquilla mentre quasi tutti in sala annuivano col capo mormorando 'eh si, che vuoi fare, per il bene dell'Europa questo ed altro.....'.

    Mentre cercavo di riprendermi dallo shock (il pensiero che da oltre un decennio in qualche modo finanziamo le attivita' di R&D dei nostri piu' forti concorrenti Europei, contribuendo quindi anche per questa via all'aumento del nostro debito pubblico, senza che uno qualunque dei nostri supposti responsabili ministeriali e dei nostri supposti rappresentanti a Bruxelles degli "interessi nazionali" abbia mai avuto nulla da eccepire, mi ha fatto venire un travaso di bile...) ecco venire annunciata da una slide la spiegazione:

    "la colpa è nostra, perché pur avendo presentato un gran numero di proposte progettuali con il meglio del meglio delle eccellenze Italiane, pur avendo un patrimonio di conoscenze di primo piano ('a nessuno secondi...'), non abbiamo purtroppo fatto le giuste azioni lobbystiche per presentarci in maniera coordinata (come le lobby degli altri Paesi) per spingere i progetti Italiani presso le commissioni di valutazione EC"

    E questo da oltre dieci anni, capite la follia?

    Se non ci fosse il deficit di controllo democratico denunciato ormai da tempo su goofynomics, quanti di costoro potrebbe ancora presentarsi in pubblico senza venire aggrediti a sputi e calci in culo (forse anche qualcosa di peggio...) da una folla inferocita?


    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.