MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

domenica 20 settembre 2015

Ossaia

Ieri pomeriggio me ne andavo a spasso su un ermo colle, dove una siepe esclude dal guardo una certa porzione dell'ultimo orizzonte. E mentre la vista correva:


io, lontano dal suono della stagione presente e viva, mi rammentavo le morte stagioni, e mica solo loro. Vedi, mi dicevo, da quelle colline sulla destra è scesa la fanteria di Annibale. Si sa, la guerra è questione di energia: anche quella potenziale aiuta. I cartaginesi piombarono sui romani con una certa energia cinetica, e ne lasciarono sul terreno 15000, che al cambio attuale fanno circa 3090000 ossa. Qualcuna ancora spunta, arando l'arida zolla, sicché nei paraggi una frazione si fregia del nome di Ossaia, come mi disse questa mattina il neoborbonico, mentre suo zio mi raccontava la vicenda del di lui padre, abbattuto da uno Spitfire al largo dell'Algeria (un collega del babbo di Jörg, svariate medaglie, minor fortuna...).

Ossaia...

Il sentiero svolta, e mi appare, dietro le torri di Perugia, l'Ayers Rock umbro (un abbraccio a Benedetto, che oggi ne ha bisogno):


Ecco, pensavo: quella macchia bianca sulle coste del Subasio è la patria del vero Francesco, del santo mansueto che depose ogni ricchezza, operazione per compiere la quale è tuttavia necessario possederla, la ricchezza, motivo per il quale mai si vide un povero vagheggiare la povertà. Da una parte il clamore, l'impeto della cavalleria numida sulle legioni inadatte alla guerriglia, lo strazio delle ferite, il fetore della cancrena (gli antibiotici erano nel futuro: 2146 anni dopo...).

Dall'altra, il raccoglimento e la forza interiore di un uomo che parlava con le belve, ritenendole più permeabili alla parola di un sindacalista della CGIL.

E a tal proposito, guardandomi indietro, vedevo piovere sul lago:


chiara metafora del conflitto distributivo, ma anche evidente suggerimento del da farsi: rientrare. E mentre il mio pensiero si annegava in questa immensità, io, per non annegare in un rigagnolo (cosa frequente in questo periodo di tagli alla spesa pubblica), mi avviavo a casa, dove, arrivato, il temporale passò, lasciandomi questo tramonto:


E anche qui il pensiero correva: l'Amiata, Lazzaretti, il movimento dal basso, i carabinieri...

Ma il dovere chiamava:


e mi fu dolce naufragare in questo mare di semicrome:







(...non finirà mai. La storia, intendo. E noi siamo di passaggio. Come le nuvole:


Questa sera a Todi alle 21, auditorium di S. Benedetto, presso Hotel Fonte Cesia. Bononcini era "de sinistra", Rolli era di Todi, e per bis avrete un autore di destra. Anche nel 1700 i partiti politici si distinguevano su questioni di principio...)

(...e le elezioni greche!? Perché, a voi interessano? Tiro su il metronomo: ho di meglio da fare...)

58 commenti:

  1. Siamo solo di passaggio.

    « Ταὐτὸ τ΄ἔνι ζῶν καὶ
    τεθνηκὸς καὶ ἐγρηγορὸς
    καὶ καθεῦδον καὶ νέον
    καὶ γηραιόν· τάδε γὰρ
    μεταπεσόντα ἐκεινά ἐστι
    κἀκεῖνα πάλιν [μεταπεσόντα] ταῦτα. »

    (Eraclito di Efeso, Frammenti, 88)

    S. Francesco l'aveva capito.
    E m'azzardo a dire che nemmeno a lui sarebbero interessate le elezioni greche. Noi peraltro abbiamo un motivo ulteriore, più materiale: tempo addietro Buffagni ne ha fatto un'analisi precisa e molto convincente, ex ante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordati che sei idrogeno, e poco altro...

      Elimina
    2. No. L'uomo è più di un agglomerato di atomi.

      Non ommnis moriar

      ῀Εν ἀνδρῶν, ἓν θεῶν γένοc· ἐκ μιᾶc δὲ πνέομεν
      ματρὸc ἀμφότεροι

      Sehen wir uns ins Gesicht. Wir sind Hyperboräer

      Elimina
    3. eccolo... @martinet :
      ti voglio troppo bene (e, ora, preoccupati...); mi ricordi, ogni volta, perchè, a quattordici anni, la prima fregata della mia vita, l'ho fatta contro il muro attiguo al vano della canonica, in cui è infilato l'organo ( QUELLO con tutte le sue numerose e stupefacenti canne... che te credi...)

      @martinet mi conciliato con la religione :-).

      Elimina
    4. E' curioso come la scienza moderna scopra sempre verità già conosciute a pochi molto molto tempo prima.

      " [...] nessuna cosa infatti si genera né si corrompe, ma da cose essenti ci si compone e ci si discrimina. Ed allora così dovrebbero correttamente chiamare il generarsi comporsi ed il corrompersi discriminarsi".
      Diels-Kranz 59 B 17, Anassagora, Sulla natura


      " ἄλλο δέ τοι ἐρέω˙ φύσις οὐδενὸς ἔστιν ἁπάντων
      θνητῶν, οὐδέ τις οὐλομένου θανάτοιο τελευτή,
      ἀλλὰ μόνον μίξις τε διάλλαξίς τε μιγέντων
      ἔστι, φύσις δ' ἐπὶ τοῖς ὀνομάζεται ἀνθρώποισιν."
      Empedocle, D-K 31 B 8, Sulla natura

      Nel 1789, infatti, Lavoisier, che fece una fine orribile poverino, nel suo "Traité élémentaire de chimie" scrive: " [...] car rien ne se crée, ni dans les opérations de l'art, ni dans celles de la nature, et l'on peut poser en principe que, dans toute opération, il y a une égale quantité de matière avant et après l'opération ; que la qualité et la quantité des principes est la même, et qu'il n'y a que des changements, des modifications".

      L'idrogeno è il mezzo, non la causa. Scopriremo anche questo. Sono più vicino a martinet ( anche se probabilmente divergiamo poi nel concreto della valutazione dato che cita Orazio, un epicureo, e Nietzsche, un uomo dall'intelligenza altissima, ma che scese a conclusioni che non potrò mai condividere. Ma sto andando oltre: mi piacerebbe sul serio sapere cosa ne pensiate fino in fondo, sia Lei che martinet. Dico sul serio, è interessante. Perchè di martinet non ho elementi per capirlo, mentre Lei prof. sembra quasi avere due anime opposte che si combattono: mi ricorda che siamo solo idrogeno eppoi dal suo operare io deduco una Weltanschauung che pare indicare il contrario).




      Elimina
    5. Siamo molto di piu' della materia del nostro corpo. Anche se il 'capitalismo trionfante' tende ormai a mercificare tutto (perfino i non nati).

      Se riuscira' lo smantellamento/privatizzazione della sanita' pubblica prepariamoci anche a questo.

      Cioe' alla fioritura di organizzazioni sostanzialmente criminali (ma legali) capaci di far adottare i piu' disumani 'metodi di prelievo' pur di ottenere organi umani da vendere allo 0.001%....

      http://www.lifenews.com/2015/09/18/house-passes-bill-to-hold-planned-parenthood-criminally-liable-for-harvesting-aborted-babies-still-alive/

      Elimina
    6. La informo che Planned Parenthood e' una organizzazione non-profit (la beniamina di Obama), che riceve finanziamenti federali, per distribuire preservativi, anticoncezionali e procurare aborti; che loro definiscono interventi a favore della sanità della riproduzione (Reproductive Health). Infatti adesso sono al centro del dibattito nel Partito Repubblicano, per trovare un modo di tagliargli i fondi.

      Elimina
    7. "... distribuire preservativi, anticoncezionali e procurare aborti ..."

      Quanto sono caritatevoli questi repubblicani che vogliono procurare alla grande nazione americana le future braccia per gli M-16 che difenderanno le "nostre" libertà costituzionali... Business is business.

      Elimina
  2. E a un certo punto (ma solo in privato), il compianto prof pieruccetti della Normale, sbottava: "ma insomma, diciamolo: 'st'infinito, gl'è la storia di una sega, diobono!".
    Si rideva di gusto... altri tempi...

    RispondiElimina
  3. Se stasera mi riesce di venire a Todi, concederò volentieri una mano trasportare il cembalo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrei concederti questo onore...

      Elimina
    2. Il Sole dell'avvenire (di domani):
      "Bagnai concede a perfetti sconosiuti di maneggiare il suo cembalo"

      P.S. Ma il KPO è dormiente o è stato smantellato, causa flame?

      Elimina
    3. Se per errore il commento arriva due volte, scusate.


      Risposta a livello personale da una del KPO:

      1) Trasportare il cembalo?

      Col piffero...


      2) Le dispute vere o presunte tra maschetti, che in fondo si spalleggiano e pertanto possono recitare le dispute, mi interessano tanto quanto le eRez...elezioni! in Grecia.


      3) Sempre a livello personale, ho le pile scariche, quelle delle due sveglie di casa.


      4) Tutto ciò non dice nulla?


      5) Et alors?

      Elimina
    4. @Emilio Pica "See! Moby Dick seeks thee not. It is thou, thou, that madly seekest him!"

      Elimina
  4. Risposte
    1. Ma come? Si vede che ci sono le elezioni! Questo clima calmo, quest'aria rarefatta... negli ultimi due giorni i media sembravano particolarmente sereni.
      Non c'è niente da fare, alle due ultime votazioni il clima in Grecia sembrava 'Fuga da Los Angeles', ora una teoria ovina di elettori (poracci) si avvia al seggio consapevole che l'esito del voto renderà necessaria l'alleanza tra Syriza e Nea Demokratia.

      "...faccio un segno sul mio segno...
      Come son giuste le elezioni!"

      Elimina
    2. Grazie! Adoro il Signor G...ricambio con un'altra canzone in tema di "partecipazione"... https://www.youtube.com/watch?v=nulKUZ1sWlA

      Elimina
  5. E come dice il buon andrea se le cose buttano a merda basta taroccare un pelo i dati tanto chi cazzo vuoi che cada a vedere se i dati riportati sono reali??
    In america si son sbagliati di qualche centinaio di migliaia di nuovi assunti ossia tutti.
    In italia qualche piccolissima inquietudine nasce.
    Del resto se uno inizia a comprendere in che storia siamo finiti più che leggere di economia propenderebbe per la rivoluzione interna del buddismo cosa che io sto per iniziare.Mentivano mentono e mentiranno sempre perche possono farlo.
    Sviliranno talmente le persone che le persone proveranno pena di loro stesse e degli insuccessi personali e famigliari e le indirizzeranno a far credere che nulla si può fare contro una potenza di fuoco di tal genere cosa che di per se è vera.
    Mentiranno corromperanno ammazzeranno per arrivare allo scopo di distruggere le nostre identità di persone e nazioni.
    La storia sembra segnata ma la stessa storia insegna che non sempre le cose vanno come vorrebbero che andassero spesso basta un piccolo particolare per sconquassare il mazzo.
    Intanto posto questo piccolo particolare sulla questione della magica ripresa stile amerika.
    http://www.correttainformazione.it/ammortizzatori-sociali-inps-cassa-integrazione-disoccupazione-uil/81619807.html

    RispondiElimina
  6. Le elezioni greche non sono interessanti come l'innovazione tedesca:
    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2015-09-20/-scandalo-volkswagen-rischio-incriminazione-la-frode-emissioni--180710.shtml?uuid=ACn9wL1

    RispondiElimina
  7. Mentre guardavo la foto del post avevo come l'impressione di avere difronte a me la sua visuale. .stava da Massimo?
    Sono nato ad Assisi (mbe vicino)e adottato per amore al Trasimeno...
    L'Umbria:
    Terra di santi,commercianti e banditi..avete mai sentito di Cinicchia?(ho cercato per anni la sua grotta nel Subasio)

    Se riverra' a Foligno la rivedrò volentieri...e le offriro' un buon bicchiere di Sagrantino!

    RispondiElimina
  8. Francamente oggi ho seguito le primarie del labour, un attimo più importanti delle elezioni greche (semicit.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che mastica tal quale. Troppa fatica un resoconto?

      OT

      Rettifico: mi sa che mastica tal quale in ogni caso...

      Elimina
  9. Su col morale gente, straordinaria vittoria di una italiana a Miss Italia. L'italia è r(d)ipartita!!! #LaSvoltaBuona

    RispondiElimina
  10. Prof, e nel frattempo in Pakistan che succede?

    RispondiElimina
  11. http://deutsche-wirtschafts-nachrichten.de/2015/09/20/keine-hoeheren-zinsen-fed-schickt-globale-wirtschaft-auf-crash-kurs/

    RispondiElimina
  12. Ricordiamoci sempre che tutto il nostro meravigliosso e forse unico mondo, nacque con una enorme catastrofe iniziale e molte successive.
    Questo meraviglioso articolo di Alberto e le immagini che ci ha proposto, chissà perchè, mi hanno suscitato contestualmente l' idea che senza un immane iniziale disastro non saremmo qui a dirci queste cose. E ci portiamo dentro, perchè anche noi siamo il frutto di quella tragedia, il senso di quella origine che ci fa interrogare continuamente sulla precarietà delle nostre esistenze e ci fa guardare, laddove si abbia un animo nobile, alla vita come qualcosa di enormemente prezioso. Anche chi tratta di economia dovrebbe sempre aver presente questi elementi basilari nelle proprie considerazioni.

    RispondiElimina
  13. mentre leggevo notizie dalla Grecia e sul suo nuovo record negativo di affluenza, un bel 55% , mi sono imbattuto in questo articolo, che non dovrebbe sorprendere più di tanto chi segue il blog:

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/09/21/volkswagen-maxifrode-sulle-emissioni-ambientali-rischia-multa-da-18-miliardi-di-dollari/2053328/

    RispondiElimina
  14. Prof,
    a proposito della locomotiva crucca. Ha visto la figuretta di VW in America ? C'è da ridere.

    RispondiElimina
  15. Shihāb al-Dīn Yaḥyā Sohravardī fu un filosofo e mistico persiano del dodicesimo secolo d.C, secondo alcuni molto vicino agli ambienti sufi, secondi altri un sufi egli stesso. Indifferente al vestiario, alla fama e agli onori, il suo modo di vita e la sua speculazione mistica interessarono alcuni principi dell’epoca, tra cui il figlio del famoso Saladino; purtroppo per Sohravardī, quest’ultimo grande condottiero, per motivi politici, non gradì invece l’influsso esercitato dallo stesso autore sul proprio rampollo e finì col farlo mettere a morte: morì di fame in una cella carceraria. Si racconta che un giorno Sohravardī fosse di passaggio in una locanda e, come sua costumanza, si fosse alzato di solerte mattino per compiere le recite rituali. Un avventore di passaggio, uditane la gradevole voce, chiese all’oste chi fosse e, ricevutane risposta, si recò sul terrazzo per conoscerlo direttamente. Sohravardī indossava, come di consueto, vestiti logori di poco conto e di colore nero, e quando l’avventore gli chiese perché non ne comprasse altri, egli rispose che avrebbero richiesto tempo e cura per essere lavati. “Ma potreste rilavarli”, ribatté dunque l’avventore. Al che Sohravardī concluse cordialmente: “Veramente ho cose più importanti da fare in vita mia, che lavare e rilavar vestiti”.

    RispondiElimina
  16. OT
    http://www.askanews.it/esteri/venerdi-nero-in-finlandia-in-30000-sfilano-contro-l-austerity_711606313.htm

    È successo venerdì scorso.Nessuna principale testata giornalistica italiana ha riportato la notizia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. La cosa interessante e' che ripeteranno gli stessi errori di tutti gli altri prima di loro. Si all'euro e no all'austerita'. Intanto si beccano i licenziamenti e la chiusura di stazioni ferroviarie in tutto il paese.

      Elimina
  17. Visto che non vi interessa ,almeno vi aggiorno :Syriza ha ottenuto il 35,5% dei voti (145 seggi), i conservatori di Nuova Democrazia il 28,1% (75 seggi), i neonazisti dl Alba Dorata il 6,99% (18 seggi), i socialisti del Pasok alleati al partito di sinistra Dimar il 6,28% (17 seggi), i comunisti del Kke il 5,55% (15 seggi), il partito di centro sinistra To Potami il 4,09% (11 seggi), Anel il 3,69% (10 seggi) e l'Unione Centrista il 3,43% (9 seggi). Il partito Unione Popolare formato dai dissidenti di Syriza ha ottenuto il 2,86%, sotto la soglia di sbarramento del 3%, e rimane quindi fuori dal parlamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal grande libro delle illusioni:

      "Attendiamo serenamente fiduciosi,

      le prossime libere elezioni."

      Elimina
  18. Ok gli concediamo gli aiuti a ma gli pignoriamo tutte le renne :-)

    RispondiElimina
  19. OT
    Anche i tedeschi fregano ma non sono auto razzisti?
    http://www.lastampa.it/2015/09/21/economia/scandalo-emissioni-truccate-negli-usa-volkswagen-crolla-in-borsa-h5TjlJWUbaijJ8CWkZ6QgJ/pagina.html

    Se l'avesse fatto la FIAT oggi FiCA si sarebbe detto:
    I soliti italiani truffaldini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quante altre volte dobbiamo dirlo?

      Elimina
    2. io credo che difficilmente se i tedeschi hanno taroccato in us non l'abbiano fatto anche altrove

      Elimina
    3. forse altrove anno già comprato o stanno comprando i silenzi

      Elimina
    4. Breaking news: Fabbrica Italiana Automobili Torino ha cessato di esistere. Il paradiso l'attende.

      Non credo servano link...

      Elimina
    5. @gransage sage21 settembre 2015 22:56

      Non deve essere una sorpresa per uno che scrive qui! E' un fatto consolidato.
      Loro sono abituati, anzi li hanno abituati, a truccare tutto (esportazioni attraverso la corruzione internazionale, cambio, conti privati, conti pubblici, addirittura l' accoglienza) facendolo sembrare virtuosismo e tutti gli altri, nell' area euro ma non solo (politica, pseudoeconomisti, media) qui dovremmo saperlo bene, sono impegnati a crederlo e farlo credere, con ottimi risultati, ai sudditi.

      Elimina
    6. VW = Verschmutzung in der Welt

      Udo, Tobias, dove siete?

      Schadenfreude....

      Elimina
    7. Sta cosa capita proprio a ciccio de sellero.
      A forza de passà p'er vicolo der Vantaggio se so' fatti agguantà cor sorcio n'bocca .
      Mica stamo a predicà a fede n'ghetto.

      Elimina
    8. Volendo essere corretti, se l'avesse fatto la FIAT avrebbero dovuto dire almeno:
      - olandesi truffaldini (l'olanda è la sede legale di FCA che controlla FCA Italy, che detiene il 100% di FIAT)
      - inglesi truffaldini (l'uk è la sede fiscale di FCA, vedi sopra)
      - americani truffaldini (visto che nel gruppo FCA c'è anche FCA US)
      - italiani truffaldini per ovvie ragioni
      - canadesi truffaldini (visto che marchionne è italo-canadese)

      Che bello la globalizzazione...

      Elimina
  20. Che post malinco-poetico - o escatologico? Cmq sì, la storia non finirà mai, alla faccia di Fukuyama, ma, dato che è ciclica (la storia, non la faccia di Fukuyama), vivendo il presente viviamo anche parte del passato. Peccato che quello che m'è toccato vivere sia il presente della ghigliottina dell'euro, avrei invece voluto vivere quello della ghigliottina di Robespierre

    RispondiElimina
  21. Lo scandalo scoperchiato da US Epa può essere letto anche in chiave politica come segnale dell'insofferenza americana verso le strategie di Berlino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà la Ipo su Ferrari se la rinviano......... ;)

      Elimina
  22. Il paesaggio, risultato dell'azione congiunta di natura e storia, giustamente ispira molto di più delle elezioni greche. Ma se la vittoria di Tsipras e la sconfitta di UP hanno una qualche importanza "geopolitica", la loro è quella d'un piccolo passo indietro, o d'una battuta d'arresto, nel processo d'uscita dall'€pa, dalla dinamica politica al momento confusa. La siepe, non ancora potata, continua a escludere dal guardo tanta parte dell'ultimo orizzonte, e le elezioni di ieri in Grecia sono l'ennesimo QED. Ma al constatarlo, nella sua oggettività, dispiace un po'.

    RispondiElimina
  23. Questi tedeschi sono sistematici, le truffe debbono farle in grande stile, mica come i napoletani che lo fanno improvvisando, loro debbono essere perfezionisti, organizzati non saprebbero farlo diversamente e ormai hanno dichiarato di aver installato 11 milioni di centraline con software asservito al trucco. Io credo che i 18 MLD di $ di potenziali multe siano addirittura catastroficamente superiori e spero che si becchino azioni di rivalsa anche di consumatori e clienti e addirittura che subiscano un tale tracollo da metterli in difficoltà per anni, così, in qualche modo da parzialmente riequilibrare ciò che è destabilizzato in termini di surplus.
    Però chi certifica le affidabilità e le prestazioni, a livello europeo e mondiale sono due società tedesche, come facevo rilevare a luglio 2014 e allora come ci si può sorprendere che succedano certe cose e che tali abusi possano durare così tanto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel che mi fa incazzare è un certo diffuso modo di guardare con ammirazione al truffatore organizzato e in grande stile, per poi denigrare e disprezzare il "napoletano" di turno ("è un poveretto, un morto di fame costretto a vivere d'espedienti..."). Ora, se uno il truffatore lo fa di professione e dietro le quinte (leggi: professionalmente in modo illegale), una certa stima per il metodo geniale, studiato e rigoroso ci può anche stare (il che non esime dal fargli egualmente pagare il conto dovuto, una volta pizzicato): ma come c...zzo si fa invece a stimare chi t'incapretta da mane a sera, facendoti pure la morale giuridica e sociale???

      Elimina
    2. Concordo;
      ma mica avrai creduto che io applichi due pesi e misure? Anzi!

      E poi bisogna sempre ricordare che in ultima analisi, dopo che i nostri amici super sistematici, hanno applicato la loro virtuosa organizzazione, fanno danni enormi, proporzionali alla loro caacità organizzativa (la storia dovrebbe averci insegnato almeno questo) le cui conseguenze ricadono su quel popolo. Forse perchè quella filosofia, permea e coglie anche quella popolazioni che è organizzata in maniera allineata e coperta, ed i controlli democratici che sembravano (almeno oggidì) i migliori del mondo, alla fine si rivelano inconsistenti e poi loro si schiantano, ma sempre con danni collaterali, cosa che sta capitando anche per questa ignobile storia.
      Hanno sempre un LUBITZ disponibile per ogni schianto, (ieri come oggi); stavolta il pilota dell’ aereo VW chiama Winterkorn e anche in questo caso c’ è chi doveva sorvegliare e dice (Ferdinand Piech) che non ne sapeva nulla (dalle ultime notizie, sembra che anche la kanzlerin fosse informata ma ovviamente ha taciuto).
      Leggendo in giro ho scoperto senza sorprendermi che ci sono molti difensori degli schiantati.

      Elimina
    3. Dopo 20 milioni di russi e 6 milioni di ebrei, cosa vuoi che siano 11 milioni di auto....

      Da non dimenticare l'impegno (ben pagato) di Anghelona a sostegno dei gas di scarico, come ci ricordava il Volkischer Beobachter salmonato: "La salute del settore automobilistico, considerato il comparto trainante dell'industria tedesca, è una priorità dichiarata del Governo."

      E' una questione di priorità, quanto alla salute dei cittadini.... forse il problema non è stato ritenuto così rilevante a causa delle esperienze pregresse: "Nonostante i suoi vantaggi rispetto alle armi tradizionali, questa tecnica presentava alcuni svantaggi. Un primo punto a sfavore era la lentezza con cui i condannati morivano: ci volevano circa 20 minuti prima che rimanessero completamente asfissiati."

      Si sa, comunque nel lungo periodo ecc. ecc., ed il sistema non era poi così efficiente, o meglio, la "produttività" sua era troppo bassa. Loro però hanno fatto le riforme, e la "produttività" è schizzata.....

      Udo, Tobias, dove siete? Vi hanno già sguinzagliato alla caccia di qualche "enorme truffa italiana" a base di salamelle adulterate? Coraggio, se trovate poco o niente un bel titolone sulla mafia va sempre bene...

      Elimina
    4. Vedrai che qualcosa si inventeranno anche stavolta in ambito europeo, per bloccare multe e class actions e per dare una mano interna alla casa di Wolfsburg modificando le regole; mica possono mandare a ramengo il Gruppo!

      Elimina
    5. Se mi posso permettere, un consiglio a margine per il prof: si rilassi e dica la verità. A questo punto l'abbiamo capito tutti che viene dal futuro e, pur comprendendo la sua prudenza, francamente dobbiamo dirle che la messa in scena comincia a non avere più molto senso.

      Elimina
  24. ALBERTO49

    Non mi è passato nemmeno per l'anticamera dell'alluce che tu potessi applicare due pesi e due misure! In merito agli avvocati senza titolo degli schiantati, ricordo ancora l'iniziale stupore, già frammisto a schiuma alla bocca, quando si suicidò Gardini: in molti a plauderne il coraggio! Ma quale coraggio??? Un tale che fece della spregiudicatezza un leitmotiv di vita è coraggioso per togliersi la vita quando il giochino gli si spezza in mano? Sarebbe stato coraggioso l'affrontarne le conseguenze. E' la solita logica dell'essere eroi con le terga altrui: ma vaglielo a far capire, a certi apologisti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccoli qui gli avvocati, mi dispiace che abbia iniziato il Fatto!

      "ESCLUSIVO – L’ITALIA COME VOLKSWAGEN. I PM: “MAXI-IMBROGLIO SUI FILTRI DIESEL”

      Pignatone scrive ai ministri Galletti, Delrio e Lorenzin sui Filtri antiparticolato: “Le indagini hanno confermato rischi per la salute e anomale omologazioni dei prodotti”. Di Carlo Tecce e Marco Palombi.

      Amici del Fatto state prendendo una cantonata. Ammesso che in Italia siano state concesse autorizzazioni per filtri antiparticolato non idonei, non potete fare il parallelo con una truffa che è basata su un Hardware che fa uso di un sistema che interviene in modo sofisticato sugli attuatori di un motore, asservito ad un software premeditatamente truffaldino!

      Elimina
    2. @ALBERTO49

      E' come paragonare il lancio di una bomba a mano a un drone. Facciamo volentieri a meno d'entrambi, però lo sforzo intenzionale esercitato per l'uno e per l'altro è alquanto differente.

      Elimina