giovedì 25 giugno 2020

Silver economy


(...nelle agenzie e nei servizi giornalistici ho visto le mie parole e non le ho riconosciute tutte. Ho pensato che fosse meglio mettervi a disposizione il video qui, perché qualche concetto espresso forse può esservi utile...)



13 commenti:

  1. "Rancore indotto dal racconto della crisi"... Perfetto! In questo Bagnai è tra i massimi interpreti.

    RispondiElimina
  2. Che tristezza doversi trovare a difendere gli anziani che sono stati il motore della rinascita italiana post bellica dagli attacchi di coloro che non vogliono assumersi la responsabilita’ dell mancata crescita degli ultimi 20 anni.
    Grazie Senatore.
    Ps. Giuseppe De Rita , gran saggio, prima che che Gran Silver.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non riescono a farci fuori, saremo, credo, uno dei pilastri per sostenere questo Paese alla faccia di quei sepolcri imbiancati senza dignità che nonostante i danni enormi arrecati al paese, continuano a parlare senza sentire alcun senso della vergogna.

      Elimina
  3. Mi sono spesso chiesto come mai Alberto accetti la presenza di Serendippo sul blog. Capisco ora, dopo quest'ultimo intervento, perchè gli consenta di venire qui a sfogare la sua incontenibile rabbia diretta verso l'ospite, cosa che in altri tempi non sarebbe stata consntita e per molto meno. Credo si tratti di una funzione terapeutica di alto valore sociale e morale ovvero un tentativo di psicoterapia indirizzato a favore di un imbarazzante ed anomalo "caso clinico di disadattamento" di particolare gravità ed affinchè non si dica più che Bagnai è uno intollerante ed arrogante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Delizioso... Detta così sembra che la "terapia" serva però a Bagnai per confutare una presunta nomea di "intollerante e arrogante".

      Elimina
    2. Alberto49
      Forse è per stimolarci.
      Potrebbe essere che il Prof., Serendippo e Charlie Brown siano la stessa persona... :-)

      Elimina
    3. Serendippo, ti giuro che non rivelerò chi tu sia! P. G. ospite e S 1 ti dicono nulla? Dai dimmelo!

      Elimina
    4. Alessandro sicuramente no!

      Elimina
    5. Dunque... Egregio signor dottor Alberto49, mi sono sinceramente sforzato di capire come tu possa sapere chi io sia. Naturalmente non ci sarebbe nulla di male se tu lo sapessi ma mi parrebbe strano, nel caso, che io non sappia chi sei tu. Ho passato in rassegna, tra le mie conoscenze, chi potesse essere un ragazzo del '49, leghista, salviniano, sovranista e non ho trovato corrispondenze. Non posso fare accenno in un post "silver" a possibili fraintendimenti dovuti a cattiva memoria e quindi non ne faccio. Comunque, se vuoi conoscere meglio "l'identità" di Serendippo e anche la tua potresti ampliare i tuoi orizzonti, abbandonare il blog come unica chiave di lettura del mondo, confrontare idee diverse senza pregiudizi. Anzi, no, non farlo... Ne andrebbe proprio della tua identità.

      Cari saluti

      Serendippo de Serendippis

      Elimina
    6. Io sono sempre stato Alberto49 ovunque come nickname. Non sono sempre stato leghista ma bagnaiano si, ovviamente dal 2011, ho partecipato incredibilmente, nel 2006 alla Fabbrica del Programma di Prodi e li ho iniziato a capire che soggetto fosse (ho intrattenuto anche contatti con Vincenzo Visco, ottima persona e secondo me leale. Sono Alberto Barsi senza alcuna necessità di nascondermi. Su questo blog ed in altri mi sono sempre manifestato chiaramente ovunque abbia parteciato, in qualche intervento. Non mi occupo solo di scrivere su questo blog ma di parecchie altre attività, in primis, oggi, molto, di vedutismo italiano ed europeo del '700 e '800. Consulente per diletto di antiquari e amico e consulente di direttori di museo e storici dell'arte anche tedeschi (amici cari).
      Faccio solo ciò che mi piace e scrivo solo su piattaforme che trattino cose a me abbastanza congeniali.
      Non ho oggi, per varie ragioni inclusa l'età, ma soprattutto per inutilità di farlo, alcun interesse a partecipare a guerre con chicchessia su nessun terreno e su nessun argomento, politica, economia, ambiente energia; orizzonti limitati purtroppo che ci vuoi fare caro Serendippo dagli orizzonti sterminati.
      Amici e parenti che non la pensano come me sono tanti, la maggior parte di loro non li frequento e non ho contatti con loro, idem con i parenti tranne ovviamente i più stretti.
      Con stima immutata
      Ing. Alberto Barsi

      Elimina
  4. Mi sembrava che il rapporto Censis fosse un pelo approssimativo, una percezione delle percezioni. L'impressione si è rafforzata ascoltando le considerazioni sulla vita vissuta di De Rita. Sono giunto alla certezza al momento del "borghi". Non ho capito se fosse un cognome, un sostantivo plurale, una parola straniera, un ruttino...

    RispondiElimina
  5. De Rita sostanzialmente propende per non affrontare il problema politicamente (molto labile la fondatezza della riflessione sulle RSA) bensì seguendo un po' il flusso, che però io temo sia più lungo di quanto non considerato (anche perchè i "rottamatori" hanno sdoganato e legittimato dall'alto la percezione che è stata rilevata), mentre ho apprezzato lo sbilanciamento di Maietta nello stigmatizzare (pacatamente) i dati, e anche alla luce dell'inutilmente rischiosa legge sull'omotransfobia (di cui i 'ggiovani gioiscono sui social) mi aspetto per le politiche per gli anziani almeno la stessa mobilitazione!

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.