MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

sabato 14 settembre 2013

Un giorno, senza fretta...

20 commenti:

  1. Ottimo per ricordare: 'Di ciò di cui non si può parlare, si deve tacere"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E il dato paradossale sai qual è? Che uno dei massimi ammiratori di Wittgenstein è proprio un collega al quale abbiamo sentito sparare cazzate a raffica. Non ci credi? Guarda qui, sotto al santino!

      La natura si manifesta con fenomeni contraddittori...

      Elimina
    2. Si potrebbe parafrasare Wittgenstein ad uso e consumo del prof. Boldrin: "Gli aforismi troppo profondi per essere compresi, non andrebbero citati".

      Elimina
    3. Caro prof. ho letto quel tuo post di febbraio...un capolavoro di arguzia. Efficacissimo, irridente ma molto puntuale. Spero che quel tipo (uno che, per l'evidente malafede, si sopporta con difficoltà anche solo per pochi minuti) abbia avuto un minimo di decoro e si sia nascosto. Hai trovato il modo migliore per demolire questa gente: mettere in rilievo, con grande ironia, la loro malafede e l'inconsistenza dell' impianto teorico e con loro anche il famoso fogno.

      Elimina
  2. Alberto, si faccia un paio di GUINNESS alla nostra salute, che pure noi ... pè tutto quello che dovèmo sopportà ...

    RispondiElimina
  3. Caro prof.,
    sto ascoltando il convegno di Roma. Ho appena terminato di ascoltare il suo intervento. Le slides con le quali lo ha accompagnato - e che non si vedono nella registrazione - sono disponibili in rete oppure no ? Grazie.

    RispondiElimina
  4. E' qui che devo scrivere? non so.
    Comunque bello e bello il dibattito sull'europa alla resa dei conti.
    Grande Guarino, il fiscal compact è illegale. Borghi super, col commissario Colombo lo capisce anche mio figlio. Bagnai ha carburato a metà, ma mi è stata particolarmente cara la difesa di queste metastifiche piccole imprese. Rinaldi non l'avevo mai ascoltato, una sagoma, finalmente uno che non si vergogna nell'invocare un sentimento patriottico, se facesse politica farebbe i numeri. La domanda è: perché chi ha qualcosa da dire non fa politica?
    Poi senti Savona e La Malfa, uomini che adesso hanno qualcosina da dire, e lo capisci.

    RispondiElimina
  5. :D ma dai... se anche Luca S. si da un (semi) tono vuol dire che l'ex farfermista Boldrin è in buona compagnia nell'esercitare l'arte dell'appropriazione indebita... :D




    RispondiElimina
  6. Secondo Draghi «Uno degli strumenti più veloci per riguardare competitività è intervenire sui salari nominali, mentre più a lungo termine, si può puntare a una maggiore produttività e "nell'area dell'euro abbiamo bisogno di entrambi".
    [...]
    "La chiave è perseverare sulla strada delle riforme - e di prendere ispirazione dagli altri che ci stanno riuscendo": ha detto Mario Draghi precisando "all'interno dell'area euro beneficiamo tutti dalla prosperità altrui"».

    Chi saranno i paesi (il paese) da prendere ad esempio lo suggerisce indirettamente, ma esplicitamente, lo stesso Draghi, che “ha scelto di viaggiare Air Berlin, per recarsi dall'Italia a Berlino dove ha preso parte questa mattina al convegno 'l'Europa e l'euro”.

    Ecco.

    RispondiElimina
  7. "The gold standard was introduced on the plea that it would facilitate international trade".

    Silvio Gesell, The natural economic order.

    Il gold standard è stato introdotto con la scusa che avrebbe facilitato il commercio internazionale...

    ... la stessa scusa con la quale è stato introdotto l'euro! :)

    Un bell'esempio di bilancia commerciale (Figure 6A e 6B, non ricordo di aver mai visto nulla di simile) si trova qui, guarda caso i paesi considerati sono Germania e Spagna. :)

    RispondiElimina
  8. al tg di oggi hanno riferito dell'intervento (odierno) di Draghi:"...la Bce non può sostituirsi ai governi dell'Eurozona nel compito di tagliare i deficit di bilancio, nel fare le riforme strutturali e nel riparare sistemi politici rotti: a ciascuno il suo compito."
    non vi sembra un pò contraddittorio? la bce non puo sostituirsi ma intanto propone cosa fare!
    e quindi, il "consiglio" a "riparare i sistemi politici rotti" che mi preoccupa; penso alla modifica costituzionale che stanno tentanto i 35 vacanzieri.

    RispondiElimina
  9. anche se l'intervista è stata rilasciata a "ilsussidiario.net" preferisco pubblicare il link di wall street italia perche mi sembra una testata che presta molta attenzione a "noi".
    http://www.wallstreetitalia.com/article/1623634/crisi/chi-vuole-la-svendita-di-eni-enel-e-finmeccanica.aspx

    RispondiElimina
  10. So che questo non è certo il posto migliore per parlare del M5S ma qualcosa di buono si sta facendo ed una delle iniziative più encomiabile è l'apertura ai cittadini delle segrete stanze parlamentari.

    Ora, grazie al contributo di Paola Carinelli, vicepresidente della XIV COMMISSIONE (POLITICHE DELL'UNIONE EUROPEA) possiamo sapere che domani alle 12 avranno in audizione Olli Rehn (commissario Ue agli Affari economici).
    Andrà a discutere delle due comunicazioni intitolate: “Verso un’Unione economica e monetaria autentica e approfondita".
    L'audizione sarà visibile anche sulla webtv della camera.

    Grazie a Paola abbiamo anche due link ai documenti che verranno presentati in commissione e che se volete potete trovare qui:

    http://www.parlamento.it/web/docuorc2004.nsf/8fc228fe50daa42bc12576900058cada/f185d574e5da33e4c1257b3a00461c1f/$FILE/COM2013_0165_IT.pdf

    http://www.parlamento.it/web/docuorc2004.nsf/8fc228fe50daa42bc12576900058cada/4b3700a2e2beaa81c1257b3a004643f5/$FILE/COM2013_0166_IT.pdf

    Forse ne sarete già a conoscenza ma io li posto qui sperando di fare cosa gradita a chi non ne è a conoscenza e non frequenta siti peccaminosi tipo http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/ (che sarebbe il portale ufficiale dei parlamentari per appunto aprire le segrete stanze ai cittadini).

    Cari saluti a tutti.

    PS: ho dato una scorsa veloce ai documenti e sinceramente non si capisce bene se ci vogliono turlupinare amorevolmente o controllare più agevolmente, aspetto la lettura ed i commenti di menti più fini della mia.

    RispondiElimina
  11. Un po' (o un Po, oppure un pò, tanto qui (o quì) ormai vale tutto, vero?) di Joyce mi sembra appropriato per l'occasione:

    Da "The Holy Office"
    ..
    Where they have crouched and crawled and prayed
    I stand, the self-doomed, unafraid,
    Unfellowed, friendless and alone
    Indifferent as the herring-bone,
    Firm as the mountain-ridges where
    I flash my antlers on the air.
    Let them continue as is meet
    To adequate the balance sheet.
    Though they may labour to the grave
    My spirit shall they never have
    Nor make my soul with theirs as one
    Till the Mahamanvantara be done:
    And though they spurn me from their door
    My soul shall spurn them evermore.

    Se dovesse servire la traduzione la posso sempre "uploadare".

    RispondiElimina
  12. Il dibattito dilaga...
    Si, ok, forse esagero però sempre più spesso si smuovono piccoli sassolini che diventeranno valanga.
    Sto seguendo la "coda" della trasmissione "Presa Diretta" nella quale (al momento) si parla del portogallo. Sentire parole come "perdita di sovranità" su rai 3 mi ha fatto fare un salto sul letto.
    Nominato anche lei Prof insieme a Borghi e al manifesto di solidarietà (giusto un passaggio). Certo che vedere movimenti fortemente nazionalisti, come quelli francesi (Front National - spero sia scritto giusto) , mette un po' di ansia. Speriamo di uscire dal cul de sac con ancora qualche respiro nei polmoni.

    RispondiElimina
  13. da aggiungere sotto le date:

    (so did The Black Knight)

    RispondiElimina
  14. Ho appena sentito "Tutta la città ne parla" su Radiotre. Tema: Uscire dall'euro? Invitati a parlare (cinque minuti a testa spezzati in due interventi cadauno) Bastasin e Bagnai. Naturalmente, chi ne sentisse parlare per la prima volta non ci ha capito nulla (tranne forse che Bastasin ha seri disturbi caratteriali).
    Ma è pur sempre un segno della massima importanza: se persino su Radiotre, la cittadella meglio difesa del PUDE, si sentono costretti a parlare di uscita dall'euro, vuol dire che si è aperta una crepa nel muro.
    Dev'essere una gran sofferenza per Alberto Bagnai dover intervenire in queste condizioni ridicole, ci sono gli estremi per avviare una causa di beatificazione. Eppure, questi sono i primi segni che dalla difesa, si sta passando al contrattacco. Coraggio, grazie mille e buon lavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so quanto si sentano "costretti" a parlare dell'euro. Lo vedo più come un goffo tentativo di screditare le persone (prima ancora delle tesi stesse) allo scopo di "incastonare" un gioiello nel fango di un non meglio identificato complottismo. Non considerano che molte persone "percepiscono" e sono attratte dalla verità. Non lo credono possibile visto che loro dalla verità sono distanti da troppo tempo.

      Elimina
  15. Ieri finalmente ho visto una bella puntata di Presa Diretta.
    Bella carrellata della situazione economica in Italia, in Portogallo ed in Francia.
    Interessanti interviste a Hans-Olaf Henke, Bruno Amoroso ed Emiliano Brancaccio.
    Riccardo Iacona ha anche accennato al Manifesto di Solidarietà indicando i nomi dei due economisti italiani firmatari. Ha anche riportato dell'invito fatto al nostro prof e della sua impossibilità a partecipare. Pare che l'invito sarà riproposto.

    Tutte le trasmissioni tv possono essere utili alla causa tranne i talk-show cosiddetti politici...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, naturalmente, ma questa volta non quattro, bensì tre giorni prima, in omaggio al principio "omnia trina". Perché se a sinistra vuoi parlare dell'euro, poi devi dire che bisogna uscirne da sinistra altrimenti il proletario soffre, aggiungendo che se invece il proletario va a lavorare in Germania è contento, perché quello sì che è un paese ordinato.

      E voi abboccate.

      Elimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.