MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

giovedì 23 gennaio 2014

Euro, mercati, democrazia - aggiornamento e annuncio.

Piano piano andiamo avanti.

Qui trovate il rendiconto finanziario dell'evento (è anche giusto che sappiate come vengono spesi i soldi)!

Qui trovate la prolusione di João Martins Ferreira do Amaral (la traduzione per i diversamente europei la potete scaricare dal sito di a/simmetrie).

Qui trovate il mio intervento.

Rimane da caricare l'intervento di Stefan Kawalec, e poi abbiamo chiuso la pubblicazione dei lavori.

Come vedrete, il contributo delle donazioni è stato determinante, e sicuramente molte donazioni erano di persone che non hanno potuto assistere al convegno. Mi scuso molto con loro per il ritardo col quale condividiamo con loro questi filmati. Purtroppo, come poi vedrete dal rendiconto annuale e dal bilancio di programmazione per il 2014, il vostro preziosissimo aiuto non è sufficiente a dotare questo sito e quello di a/simmetrie di una redazione. Molto dipende anche dalla vita frenetica che sto comunque facendo.

Bisognerebbe che, una volta per tutte, i simpatici

IO

tipo questo (caso patologico), ma anche tipo molti di voi, capissero che se vengo a Roccacannuccia citeriore di sopra perdo 24 ore, che purtroppo sono più utili se le impiego qui in plancia.

Bisognerebbe anche che la gente (non voi, ma tanti altri sì) capissero questo. Solo un piddino può credere che Obama abbia fatto la sua campagna coi 5 dollari delle casalinghe del Midwest. Quelle siete voi. Ora, però, o si muove il "complesso militare-industriale" italiano (fuor di metafora: o gli imprenditori capiscono che quando lavoriamo per l'Italia lavoriamo anche per loro), oppure fanculo a tutti e arrivederci dopo l'inevitabile epilogo (detto con affetto per quei due o tre imprenditori che ci hanno aiutato molto, e non solo coi soldi, ma anche con l'affetto e le idee).

Ci sto lavorando, con calma, ma capirete che se devo vedere potenziali sponsor, non posso essere a Roccacannuccia citeriore di sopra, capite, perché anche se lì fiorisce l'industria dei cestini di rafia, purtroppo, sapete com'è, il soldo tende a concentrarsi nelle capitali...

Ergo, mi dispiace per tutti quelli di voi che vogliono usarmi come "arma fine di mondo" per il piddino della porta accanto. Se mi portate sul vostro pianerottolo danneggiate la causa. Se date 10 euro ad a/simmetrie la aiutate. It's up to you! Il piddino non capirà mai, ma è esattamente per questo che non conta un cazzo (non me ne voglia, o anche sì). I nostri interlocutori sono e devono essere altri, ma per raggiungerli c'è bisogno di un messaggio di qualità.

Vi anticipo (così riservate la data) che sto preparando un grande evento a Roma per il 12 aprile.

Sarà una specie di goofycompleanno, ma con un parterre ancora più qualificato, e con il doppio del posto. L'evento durerà un giorno solo (direi dalle 11 alle 18 del sabato, con pausa pranzo).

Estote parati!


(grazie per quanto avete fatto, per quanto state facendo, e per quanto farete, ma, date retta a me, coi piddini l'importante è desistere...)

35 commenti:

  1. Mi scusi Prof. Bagnai, ma la conversione del piddino rimane il mio sport preferito (sa com'è, sono di Firenze...) e vero anche che in molti casi ne esco sconfitto, ma le garantisco che le rare vittorie ad oggi ottenute, danno enormi soddisfazioni. Il principale problema del piddino convertito, ad oggi, e dove ed a chi "indirizzare" le proprie attenzioni, vista la totale carenza di alternative di lato sinistro.
    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma chissenefrega di convertire il piddino. Qui le aziende chiudono e ci licenziano e non si trova lavoro. E PURTROPPO l'unico partito chiaramente contro l'€ e' la lega. Turiamoci il naso e tentiamo di scoprire se si apre uno spiraglio diverso. Ma perder tempo dietro i piddini no, non ne vale la pena.

      Elimina
    2. Come già sostenuto altrove la piddinaggine è un attributo culturale prima che politico, quindi distinguiamo. Ci sono, esistono, sono là fuori e sono numerosi (I suppose) quelli che hanno un insieme di valori sociali, solidali e di uguaglianza (dei diritti..) che si ritrovano ad essere elettori del pd per disperazione o rassegnazione. Tanti anche nel 5stelle (I know so). Convincere quegl'elettori del pd, non piddini, è dovere sociale di chi ha il tempo e le facoltà e, soprattutto, la curiosità di approfondire temi macro.
      Ma il tema che ha portato paolo (con la minuscola, come l'ha scritto lui..!) è importante se non fondamentale: a destra qualcosa si muove (molto più di quello che potessi mai pensare, e non solo lega) ma a sinistra NON C'E' ALTERNATIVA e non solo un enorme bacino di voti va a farsi fottere, ma anche la democrazia stessa (non ci si può turare il naso per tutta la storia della repubblica democratica, e pure prima, con la differenza che ci si tappava orecchie occhi e ci si legava pure la lingua prima che ci venisse tagliata), insomma sta maledetta rappresentanza ce la prendiamo oder nicht? I partiti del meno peggio sono sempre LORO

      Elimina
    3. Si ma... de che stamo a parlà? Sarebbe bello che anche a sinistra si aprisse un fronte che mettesse in discussione l'euro (no l'Europa). Non c'e'. Neanche sel (forse pure peggio???). Allora voto quello che trovo che possa tirarmi fuori da una moneta blindata. Fosse anche il diavolo. Figuriamoci la lega.

      Elimina
    4. Sto a parla di scendere il culo dalla poltrona, sto a parla di scegliersi gli amici invece dei nemici per una volta, sto a parla di forze populiste che fanno l'opposto di quello che avevano sostenuto in campagna elettorale, sto a parla di non prenderlo nel culo un' altra volta ok, me so spiegato?? pardonnez le français

      Elimina
  2. Gia' segnato in agenda.
    Donazione a/simmetrie: fatto (n. 19J88639S3984510U)
    Grazie ancora del lavoro che sta facendo.

    RispondiElimina
  3. In effetti Obama la campagna elettorale l'ha fatta con i soldi del signor Blackrock!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm... forse vengono prima (ma di parecchio) il "signor Goldman" e il "signor Sachs" e i loro studi legali mi sa... Obama Corporation, società ad azionariato diffuso controllata dai cittadini americani! Certo certo...

      Metto le fonti sennò ci si becca del complottista e questo "non fa bene, sei controproducente, ecc. ecc."...

      Top Contributors for the 2008 presidential election campaign (notare le massaie...)

      Obama's bundlers for the 2012 mid-term election campaign (Together, 769 elites are directing at least $186,500,000 for Obama's re-election efforts -- money that has gone into the coffers of his campaign as well as the Democratic National Committee)

      Fonte non sospettabile di antipatie verso Obama:
      "Obama Backers Tied to Lobbies Raise Millions"

      PS_Prof si aspetti a breve una bella donazione, che sto rastrellando contante per liberare i corridoi dell'Università di Pescara dai lobbisti di Nomura... :)

      Elimina
  4. Ufffff, anche oggi niente gesto eclatante

    RispondiElimina
  5. Prof,
    è chiaro che con il "grande evento a Roma per il 12 aprile" Lei apre la sua personale campagna elettorale per le Europee, quello che però non è ancora chiaro è se Lei s'impegnerà in prima persona per qualche partito e/o movimento, se si limiterà a dare un'indicazione di voto per questo o per quel partito oppure se si metterà Lei stesso alla testa di un nuovo MoVimento NO€

    Per quel poco che La conosco, secondo me Lei opterà per una quarta opzione e proporrà lo slogan "Fate quello che vi pare purché votiate NO€"

    P.S. Prof, in verità La conosco bene, Lei è un volpino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pietrino, tu invece sei un volpone, come Barisoni. Mio caro, io ho messo su un think tank che si propone di offrire contenuti ai politici e alla società civile. Sai, per te è naturale parlare del nulla o di cose che non capisci, ma in effetti questa è una patologia.

      Circa la mia carriera politica, ti ripeto quello che dico sempre a tutti, ad esempio due sere fa a Giampaolo Galli. A un'osservazione di Rainer Masera, che a tavola mi chiedeva quante pressioni avessi per candidarmi, ho risposto che a me interesserà la politica solo quando mi verrà offerto di essere capolista del PD alle politiche, perché se devo fare una cosa che non mi piace, almeno voglio avere la soddisfazione di costringere a votarmi per disciplina di partito le tante persone che per anni mi hanno diffamato.

      Grandi risate.

      E al prof. Bollino, che mi diceva: "Sì, adesso tu fai così, ma tanto un giorno sarai renziano anche tu!" io ho detto: "Be', però bisogna che vi sbrighiate, perché Renzi dura poco. Quanto mi date? Io l'ho sempre detto: se mi pagate abbastanza, parlo bene dell'euro, ma dovete darmi tanti soldi, perché è un lavoro difficilissimo".

      E altre risate.

      Ah, a proposito: fra quei vermi che mi voteranno per disciplina di partito ci sarai anche tu! Che soddisfazione...

      Elimina
    2. E' uno spasso leggere domande e risposte (soprattutto le risposte, ma diamo merito, e non poco, alla spalla).
      E' una vita che cerco un motivo per votare il più "democratico dei partiti", quello che garantisce per la maggior parte di noi, quello che tutela gli oppressi.
      Se dovesse avverarsi quello di cui sopra chissà........

      Elimina
    3. Forse credo di aver capito... Il nostro Sandokan deve è pagato dai gruppi di pressione NO€ per mettere in cattiva luce gli euristi duri e puri!

      Mi vengono in mente la lobby dei nonni, tanto cara ad un noto lettore di Proust, e udite udite la casta dei cassintegrati. Il tutto naturalmente organizzato dai think tank dei disoccupati.

      Elimina
    4. @Peter
      Sì e infatti stiamo tutti aspettando che il prof. metta anche lui i sondaggi sul blog... decideremo noi dal basso (i commenti infatti stanno in basso) che cosa farà domattina.
      PS.
      Se vuole una mano per l'algoritmo mi scriva pure.

      Elimina
  6. Caro Prof. Alberto, immersa nel mondo con gli altri animali e vari corridoi ecologici, non la perdo di vista.
    Le faccio un saluto (e così agli altri che la seguono). Buon lavoro a tutti noi!

    Teseo: "I wonder if the lion be to speak";
    Demetrio: "No wonder, my lord; one lion may, when many asses do" (William Shakespeare "Midsummer Night's Dream" - Act V, Scene 1).

    (Alessandra da Firenze, donazione odierna effettuata per a/simmetrie)

    RispondiElimina
  7. comunque professore, se vuole una mano (volontaria) sia per questo sito che per il sito di a/simettrie penso che la possa trovare facilmente fra chi la segue abitualmente

    RispondiElimina
  8. Mi complimento per l'iniziativa Romana aspettando un'iniziativa in val padana, che sarebbe un pochetto piu' raggiungibile. Nel frattempo ricontribuiro'.

    Nel frattempo, ci sono notizie dal fronte: se la vendita del dipartimento Nokia della Zanzarifici Associati fu' il segno evidente che c'avevano le braghe un po' calate, allora le trattative per la cessione di Peugeot-Citroën preludono ad altre scoperte dell'acqua calda ... con la differenza che i galletti sono un po' preoccupati ...

    RispondiElimina
  9. Markowitz (1952): "Generally people avoid symmetric bets". Ergo mi lancio su quelle a/simmetriche. Scatta la donazione...

    RispondiElimina
  10. Sto già preparando la 24 ore

    RispondiElimina
  11. Parlo al telefono con un sindacalista (dalla parte dell'impresa? dalla parte dei dipendenti?) mi dice che deve vendere casa e ha deciso, visti i tempi, di abbassare il prezzo, "perchè sa" mi dice " qui in ditta ho lottato fino a poco fa e sono ancora carico di adrenalina ottenendo di far abbassare gli stipendi per mantenere il costo del lavoro competitivo e non far perdere il posto a nessuno" e io " eh già se l'euro è una valuta fissa non modificabile non resta altro che svalutare i salari " silenzio di 3 secondi, strano, non risponde forse sta pensando e io aggiugo "va da sè che non sono sicura che qualcuno di quei dipendenti o similari potrà acquistare il suo piccolo appartamento adatto tra l'altro proprio ad una giovane coppia". Silenzio definitivo e convenevoli di chiusura telefonata.

    RispondiElimina
  12. Comunicazione di servizio: nel rendiconto finanziario dell'evento, il totale sia di entrate che di uscite dovrebbe essere di 37Keuro e spicci e non di 27.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che ti sei perso un "di cui" (in inglese "of which")? Magari un giorno vi spiego valore aggiunto, Pil e duplicazioni. Fammi sapere (nota l'uso del corsivo).

      Elimina
    2. Ooops!... Davvero imbarazzante.

      Essendo già stato "graziato" dal tuo corsivo (cosa che certamente aiuterà il mio ego severamente ferito dallo scivolone) non posso far altro che chiedere esplicitamente scusa per la frettolosità.

      ... e grazie per la grazia :-)

      Elimina
  13. grande evento.. aspettiamo i particolari!

    RispondiElimina
  14. A Roma è troppo vicino non posso mancare, mi dispiace ma si prenderà anche i miei germi. Un saluto.

    RispondiElimina
  15. Domanda: sarà possibile devolvere il 5xmille ad Asimmetrie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo, non da quest'anno perché ci sono dei tempi tecnici per avere il riconoscimento dell'attività di promozione sociale. Stessa cosa per la deducibilità fiscale delle donazioni, che è quello che interessa ai grandi sponsor. Dobbiamo resistere per un altro anno, poi avremo più facilità (o magari, cosa preferibile, potremo parlare di altro)!

      Elimina
  16. Caspita prof, oltre a tutto il resto, con la pubblicazione del rendiconto finanziario del secondo goofycompleanno scopriamo che lei è ANCHE un fior di amministratore... quel po' po' di convegno con MENO DI 30.000 €?!? A lei Quintino Sella je fa na'...

    P.s.: a conferma di quello che le ho augurato nel post precedente, visto che come giustamente dice i sordi a pacchi si trovano nelle capitali, le rinnovo l'augurio di riuscire a venire a parlare a Milano in Bocconi, dove di "grano" - se non ricordo male - ne gira assai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merito di Vanna e di Paolo Cianciabella, nonché del territorio di Pescara, ingiustamente vilipeso da accademici e giornalisti!

      Elimina
    2. Allora complimenti ai coniugi Cianciabella e a Pescara e al pescarese!

      Elimina
    3. Ehm, mi sono espresso male: per sposare Vanna, Paolo prima dovrebbe divorziare... Ma sono una coppia affiatatissima sul lavoro.

      Elimina
  17. Grande prof. A questo evento questa volta non voglio mancare e la verro' ad importunare, ne stia certo.

    RispondiElimina
  18. seconda donazione (Asimmetire) e lunedi appuntamento per plasmaferesi.. cosa mi sto scordando ,.. ah la mini IMU..
    e tavolta al convegno ci vengo. e basta.
    grzie prof.
    Ernesto

    RispondiElimina
  19. Ma il confronto col piddino non serve a lui, ma a me.
    Certo è vero, lasciar perdere sarebbe la soluzione economicamente logica (economicamente nell'accezione :gestione oculata delle risorse).
    Ma non le è mai capitato che non avendo ancora perfettamente "per le mani" un'"organismo" immaginario, quale è l'euro, nello sforzo supremo di farlo comprendere ad una mente unidirezionale, quale quella del piddino è, che appunto nello sforzo di afferrare questo concetto organico cercando di metterglielo esattamente davanti agli occhi, cosa che risulterà quasi inutile, si riesca a "vedere" alcuni lati della questione che ancora erano riusciti a sfuggire allo sforzo di comprenderli e in tal modo migliorare la propria consapevolezza e conoscenza?

    A me capita, è grave?

    Che il piddino serva a qualcosa?!

    RispondiElimina
  20. Parlare coi piddini è quasi sempre inutile, loro sono rimasti come i piccini degli anni '70-'80, quelli che "anche se il partito sbaglia va votato lo stesso, perché quelli che a noi comuni mortali sembrano errori sono in realtà passi che alla lunga ci porteranno alla meta, ovvero al Sol dell'avvenire". Per anni il PCI ha rappresentato una fede, una religione, e anche se dagli anni '90 ha cambiato nome, ideali, concezione del mondo, la testa (almeno dei vecchi elettori) resta quella. La loro visione si autoalimenta in quanto autoreferenziale: la loro (dis)informazione va dall'Unità a Repubblica a Rai tre, e ogni volta che sentono quelle campane si convincono di stare dalla parte della ragione. L'unica soddisfazione che si può ottenere è di spiattellargli in faccia la realtà e lasciarli interdetti, dato che sui loro organi di (dis)informazione quelle cose non si trovano. Per un attimo vedi quasi squarciarsi il velo di Maia, pare che i prigionieri della caverna platonica si stiano per liberare, che stiano per scoprire "l'anello che non tiene, il filo da disbrogliare che finalmente ci metta nel mezzo di una verità"...ma alla fine preferiscono tornare alle loro certezze di una vita. Insomma, parlare coi piddini non serve a loro e neanche a noi, ma a me dà una certa sadica soddisfazione, e in più è un interessante modo per studiare dal vivo le miserie della natura umana.

    RispondiElimina