lunedì 11 giugno 2018

...e quindi:



(...anche perché se non si fosse potuto fare, questo avrebbe significato che la cosiddetta Europa non esisteva, e in quel caso sarebbe stato giocoforza trarne le conseguenze fino in fondo. Invece esiste, ed è un luogo che coordina, ma la cui esistenza non abolisce, gli interessi nazionali. Questi ultimi devono continuare ad essere rappresentati e difesi dai governi nazionali, e meritano di essere rappresentati e difesi perché sono gli interessi dei grandi e dei piccoli appartenenti a una comunità. Tu chiamalo, se vuoi, fascismo...)

31 commenti:

  1. Ho una profonda ammirazione per le mosse recenti: è un mix tra una partita a scacchi e judo.

    Conferme definitive che votare serve! Siamo addirittura arrivati al ballottaggio a Pisa che è uno dei luoghi della piddinitas per eccellenza...

    Chi ha bisogno dei mondiali con uno spettacolo così?

    RispondiElimina
  2. Ma certo che si puo fare.. bastava volerlo... e, soprattutto, non avere conflitti di interesse. Cosa che , temo, riguardasse ampiamente il governo precedente. Sia con interessi di coop, sia con presunte flessibilita' di bilancio richieste all'Europa attraverso le quali si e' danneggiato l'Italia e i cittadini noi tutti. Con questo gesto Salvini ha guadagnato consensi a gogo, rendendo , tra l'altro, rivoluzionario cio' che dovrebbe essere la normalita'. Grande Alberto.. fiero di averti/vi votato

    RispondiElimina
  3. Sento che il governo spagnolo ha autorizzato lo sbarco dei migranti della aquarius nel porto di valencia. Quando gli spagnoli.avranno i centri di accoglienza "al collasso" come si dice da noi avremo un alleato all'interno della Ue per ridiscutere Dublino e non solo...la solidarieta solo per i migranti? ,e per i greci? Salvini, diavolo di un uomo, non ne sbaglia una.

    RispondiElimina
  4. “IT COULD WORK !!”
    Scandisce Gene Wilder nell’originale (“potrebbe funzionare!” Per i diversamente anglofili).
    Il che non sposte di un millimetro il risultato, anzi, lo migliora:

    “SI PUÒ FARE .... E POTREBBE PURE FUNZIONARE !!”

    PS: noi qui sappiamo che funzionerebbe ma perché negare un po’ di suspense ai PUDddeini.

    RispondiElimina
  5. “non è strano come una discesa vista dal basso, ma adesso capovolti, somigli a una discesa”. Una verità semplice, ma dalle implicazioni personali di qualcuno, non banali, anzi parecchio remunerative... Ecco come questo blog, anzi il Nostro, é mutato... Occasio facit furem (the occasion makes the man thief)

    RispondiElimina
  6. il PD e i suoi compari se la prendono con Salvini semplicemente perchè hanno capito che questo le cose che ha detto le farà veramente #dalleparoleaifatti

    RispondiElimina
  7. Devo fare diversi atti di fede, lo ammetto, prof, data la mia prospettiva limitata ed il mio smarrimento politico.
    Tuttavia credo sia davanti sgli occhi di chiunque il fatto che la strategia mediatica e politica di Matteo Salvini (e, immagino, del suo staff nel senso più ampio del termine) è più che vincente.
    Stanca di quelli che "schifosa razzista che hai votato chi sfrutta l'immigrazione" (come se accogliere persone senza una prospettiva se non quella di far loro spazzare gratis di tanto in tanto strade e parchi al fine principale di permettere a qualche sindaco - che guarda caso gestisce una cooperativa che campa di fondi destinati a "progetti di integrazione e accoglienza" - di farsi due foto per i quotidiani locali non fosse uno "sfruttamento" anche peggiore per un fine certamente più meschino), resto in attesa.. cercando di resistere alle provocazioni. E sperando (sperando) che la vicenda di oggi costringa la UE ad un cambio di atteggiamento nei confronti dell'approccio alle problematiche del Sud del mondo...

    RispondiElimina
  8. Ottimo inizio, anche se io le conseguenze fino in fondo le trarrei lo stesso. :)

    RispondiElimina
  9. A giudicare dalle reazioni che molti (anche insospettabili estranei al boldrinismo) hanno avuto, viene da chiedersi se in questo paese sia rimasto ancora qualcuno sano di mente; ho assistito a reazioni scomposte e deliranti che mi sconfortano terribilmente. Se non altro stanno cadendo definitivamente molte maschere, e questo può servire a capire, in questi tempi orribili, di chi ci si può fidare e di chi no. Ormai è piena psicosi collettiva.

    RispondiElimina
  10. Oggi leggendo le notizie mi sono imbattuto nelle parole di Angela Merkel, la quale in soldoni diceva che l'Italia si è sentita sola nell'affrontare il flusso migratorio, e poi auspicava la creazione di una forza di polizia di frontiera europea.
    Innanzitutto spero che il 'si è sentita sola' sia un'errore di traduzione, poiché il sentirsi soli è molto diverso dall'essere soli, come di fatto siamo stati.
    Il punto terrificante secondo me è la soluzione auspicata dalla cancelliera. Ma come una polizia di frontiera? Il problema unico è che i paesi che poi la menano sulla morale, sono quelli che poi non vogliono accogliere nessuno, lasciando che i paesi di arrivo, cioè noi, si arrangino. Tutti sappiamo della meticolosità dei gendarmi francesi a Ventimiglia, e delle notizie paventate sulla polizia tedesca schierata sul Brennero a supporto di quella austriaca. Che poi tedeschi e austriaci insieme sulla frontiera italiana evocano ricordi storici non esattamente fausti fra l'altro. Vuoi vedere che la polizia di frontiera servirà ad evitare che un ministro possa decidere di chiudere i porti? Una specie di eurogendfor, con poteri assoluti e che insindacabilmente possa decidere di far sbarcare i migranti dove desidera? In pratica un'altra cessione di sovranità? Tenete duro.

    RispondiElimina
  11. La vera notizia è che ora google mi segnala nelle news i nuovi articoli di goofynomics...!! Se comincia ad apparire di fianco a repubblica.it...

    RispondiElimina
  12. la questione migranti ha molti punti di contatto con la piaga dei sequestri di persona a scopo di estorsione; nel momento in cui hanno cessato d essere lucrativi (con la legge sul sequestro dei beni della famiglia) ecco che sono quasi cessati.

    RispondiElimina
  13. comunque un ottimo lavoro quello di salvini
    un augurio di un governo che continui su questa strada

    RispondiElimina
  14. In accordo con le tradizioni precristiane (vd ospitalità cultura greca antica) il Vangelo originale si riferisce ai forestieri e non agli stranieri (storpiatura inserita nel 2008 in pieno boom affari accoglienza)
    "ero forestiero e non mi avete ospitato"

    http://www.lachiesa.it/bibbia.php?ricerca=citazione&mobile=&Citazione=Mt+25%2C42-45&Cerca=Cerca&Versione_CEI2008=3&Versione_CEI74=1&Versione_TILC=2&VersettoOn=1

    [Treccani] forestiero: Persona che non è nativa del luogo in cui si trova, né ha in esso stabile residenza, ma è venuta da altra città o da altra nazione per trattenervisi per un tempo più o meno breve, o come turista.

    Insomma l'accoglienza cristiana è esattamente quella che i monasteri offrivano ai pellegrini in viaggio verso luoghi di culto, o una grotta con bue e asinello per un paio di giorni non un hotel 3 stelle per un paio d'anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io me lo ricordavo così, ma sai, il vocabolario si impoverisce, e naturalmente questo non avviene per caso, come il tuo commento indirettamente ma efficacemente illustra.

      Elimina
  15. Intanto... https://twitter.com/FartFromAmerika/status/1006259087187890177

    RispondiElimina
  16. L'idea che l'Italia non sia più guidata da chi l'ha "condotta" per un quarto di secolo, e che di conseguenza inizi a comportarsi come Francia e Germania - ma ne dobbiamo mangiare ancora, di crostini... - sta facendo impazzire tanto la Commissione UE, quanto gli "amici" carolingi, quanto i loro terminali qui in Italia, dalla Bonino di +Lacrime&Sangue, ai piddiini, ai Saviani. E' meraviglioso...

    RispondiElimina
  17. Ieri rileggo Il Principe di Machiavelli e mi imbatto in questo...1513 D.C.
    CAP. 3
    De principatibus mixtis.
    [De’ principati misti]
    Ma, quando si acquista stati in una provincia disforme di lingua, di costumi e di ordini, qui sono le difficultà; e qui bisogna avere gran fortuna e grande industria a tenerli; et uno de’ maggiori remedii e più vivi
    sarebbe che la persona di chi acquista vi andassi ad abitare. Questo farebbe più secura e più durabile quella
    possessione: come ha fatto el Turco, di Grecia; (....)
    L’altro migliore remedio è mandare colonie in uno o
    in duo luoghi che sieno quasi compedi di quello stato;
    perché è necessario o fare questo o tenervi assai gente
    d’arme e fanti. Nelle colonie non si spende molto; e san-
    za sua spesa, o poca, ve le manda e tiene; e solamente of-
    fende coloro a chi toglie e’ campi e le case, per darle a’
    nuovi abitatori, che sono una minima parte di quello
    stato; e quelli ch’elli offende, rimanendo dispersi e po-
    veri, non li possono mai nuocere; e tutti li altri rimango-
    no da uno canto inoffesi, e per questo doverrebbono
    quietarsi, dall’altro paurosi di non errare, per timore che
    non intervenissi a loro come a quelli che sono stati spo-
    gliati.


    E penso: quel fasssscissssta di Indro Montanelli aveva ragione a dire " una nazione che non ha memoria non può avere un futuro." E capisco solo adesso perchè ce l'avesse tanto con il PCI : forse per via del suo già allora militantismo internazionale acritico. Cioè da una parte gli sforzi di intellettuali e storici che fanno come lei e Nicolò e Indro il lavoro sporco di far venire a galla la merda certa della della storia per noi masse si scontrano con una classe politica di gente chi tradisce la patria per favorire interessi esteri e che facendo questo tradisce anche la sua storia. Ma da dove viene questo nucleo d potere obliante in Italia mi chiedo? che matrice intellettuale e culturale ha? chi lo finanzia? E comunque questi fatti sull'immmigrazione e la presa di posizione di Salvini hanno dimostrato che alzare la voce paga mentre mentire e fare gli interessi d'altri non paga e spezza le reni a(ll'opposizione). i girnali mentana...,ma ottengono con effetto boomerang mediamente un ulteriore rafforzamento del governo. Sono proprio soddisfatto e credo che se questo trend persiste la sinistra verrà davvero cancellata dalla sstoria, come tante volte profetizzato. Ma di questo fatto, se così fosse che ne pensa Professore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Della cancellazione della sinistra? Cosa vuoi che ne pensi? Tu cosa pensi della precessione degli equinozi? Vuoi aprire un blog per scongiurarla?

      Elimina
  18. Gracias amigos de Espana por la lecciòn de derecho internacional, pero nosotros no esparamos a los migrantes como hacen vosotros a Ceuta y Melilla.
    Prière aux amis françaises de prendre chèz eux ceux qui arrivent du désastre qu'ils ont fait en Lybie en 2011. Trad: Franza o Spagna, basta co' sta lagna.

    RispondiElimina
  19. Fides est et probitas tuum retinere

    RispondiElimina
  20. Salvini in 9-10 giorni da ministro ha portato alla ribalta europea un problema serio ed incancrenito come l'immigrazione, anche a livello di dibattito ha fatto più Salvini in 10 giorni che interi governi per anni.

    Forse l'Italia ha smesso di essere il pollo al tavolo da poker chiamato UE.

    RispondiElimina
  21. Avete distrutto Leuropa. Non ve lo perdonano, lo vedo negli occhi persi e pesti come appena svegliati. Distrutto l'impero che ci teneva protetti... Ora toccherebbe fare politica.. ma chi ci riesce più? Mica una classe politica, intellettuale e giornalistica si costruisce in tre balletti. E questo è grave.

    RispondiElimina
  22. E quindi...Asimmetrie al governo. "Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all'improvviso vi sorprenderete a fare l'impossibile" (San Francesco d'Assisi)

    RispondiElimina
  23. ...errata corrige: attribuita a San Francesco d'Assisi

    RispondiElimina
  24. Sono convinto che si sta lavorando al piano B.
    Non mollate! E buon lavoro.

    RispondiElimina
  25. A fronte dell’emergenza creata dai flussi di immigrati e rifugiati dalla guerra, si parla in Europa di intervenire per stabilizzare l’area soggetta al conflitto e di intervenire con un nuovo Piano Marshall per l’Africa. Mi chiedo però se è possibile per l’Europa agire in questo senso. Grandi sono le contraddizioni che ne impediscono un vero intervento di soccorso. Può l’Europa stabilizzare il Medioriente quando sono i paesi che dirigono le sorti della UE quelli che hanno procurato, per le loro mire neocoloniali, lo stato di guerra, caos civile e distruzione? E ancora, può l’Europa intervenire con un piano di aiuti per l’Africa in modo da garantirne lo sviluppo, se il capitale necessario è nelle mani dei Fondi di investimento e delle grandi banche private che non vedono l’ora di impiegarlo come hanno sempre fatto, per creare cioè, uno stato di soggezione? La risposta è chiara e inequivocabile: evidente no, non può perché ogni possibile intervento dell’Europa in questi campi non farebbe che creare ulteriori lacci e rendere ancora più complessa la riuscita di un processo di pace. Quindi se vogliamo aiutare veramente l’Africa dimentichiamoci dell’Europa. Sono le nuove alleanze, quelle che stanno costruendo un quadro internazionale alternativo basato sulla multipolarità, che possono intervenire efficacemente garantendo un piano di aiuti che non abbia il laccio del debito come ragione ultima e non abbia nell’occupazione di quei territori la ragion d’essere degli interventi che mettono in sicurezza le aree sottoposte a conflitto. Quindi è sulla Russia e sulla Cina che bisognerà puntare perché sono due entità che stanno già lavorando, e in maniera oltremodo efficace, in questa direzione. Bisognerà quindi intervenire singolarmente come Italia e aiutare la Russia a stabilizzare il Medioriente rafforzando quei governi laici che hanno sempre garantito la convivenza interconfessionale, e quindi, puntare a una riconciliazione tra sunniti e sciiti; favorendo la costituzione di simili governi in Iraq e Libia; e poi coinvolgendo Iran, Egitto e altri paesi disponibili a partecipare ad un piano che dia stabilità all’area sostenendo, anche in questa direzione, il lavoro diplomatico della Russia. Per fermare invece i flussi di migranti economici sarà necessario collaborare allo sviluppo di quei territori trovando accordi con chi come la Cina sta già lavorando in questa direzione, costruendo rapporti all'insegna di un nuovo paradigma che veda innanzitutto la cancellazione del debito e poi un piano di investimenti capaci di produrre, in quei paesi, profitti equamente distribuiti, sulla stessa linea delle politiche di partenariato dell'ENI di Enrico Mattei; e veda poi la collaborazione alla costruzione delle necessarie reti di infrastrutture e un'assistenza nell'ambito della formazione del personale e dell’organizzazione dei servizi. Ma per fare questo sarà necessario l'intervento diretto dello stato italiano, perché se viene affidato ai privati l'intero processo di partenariato non si potrà mai evitare la creazione del debito e i conseguenti lacci di tipo neocoloniale. Motivo per cui, un giusto partenariato che possa garantire lo sviluppo di quelle aree sarà possibile solo dopo la riconquista della sovranità monetaria e la costituzione di una vera banca pubblica capace di investimenti in piena autonomia e sovranità.

    RispondiElimina
  26. E' bello vedere le cose,anche quelle economiche, dall'alto. Come in questo BREVE SAGGIO DI MACROECONOMIA BIBLICA!(secondo “Der jüdische Witz“).

    SCHMUL(Samuele)meditiert über Psalmen :

    „ Der Mensch ist aus Staub und wird zu Staub „ …und darüber jammern die Leute ?
    Wenn du wärst aus SILBER und wirst zu Staub, verlierste 100%.
    So bleibst doch auf pari „ !

    Per te, caro Alberto, saluti argentei !

    RispondiElimina
  27. Vediamo se rifunzionano i commenti...
    Saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, funzionano, ma blogger non mi invia le email coi vostri commenti. Posso farlo solo da interfaccia web (cioè dal PC e non dal telefonino), il che rallenta terribilmente i tempi di moderazione. Mi dispiace moltissimo per l'inconveniente, del quale non mi è chiara l'origina (ma sospetto possa entrarci la GDPR). Se googlate, vedrete che non è un problema solo mio.

      Elimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.