martedì 19 settembre 2017

Sacripante!








Forse era ver, ma non però credibile
a chi del senso suo fosse signore...



(...comunque, er partito ora ve lo fate da soli, perché io...)

168 commenti:

  1. Al netto dei filtri automatici che certificano la validità del voto, si apprezza la maestria di #MIA2017 nel presentare i piatti in votazione nel menù, la solerzia dei camerieri nel versare il vino e la potenza di fuoco di paglia degli YouTubers.

    A questo giro vincono gli istinti limbici che mangiano il cervello per spezzare l'italia e gli italiani in attesa degli stati generali deuropa.

    Ma siatene certi alla lunga prevarrà la resistente corteccia, sede del pensiero che l'uom etterna, e sarà finalmente #piùItalia, quella vera non virtuale!

    RispondiElimina
  2. Lo dicevamo domenica con Paolo, è chiaramente TROPPO strano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La perdita di 20000 voti in effetti è abbastanza anomala, ma va anche detto che probabilmente vi siete un po' seduti.

      Elimina
    2. Per me si sono seduti (dico "si sono", perché io ho votato).
      Poi, se fossi organizzatore e vorrei mettere il bastone tra le ruote, tiro giù un 5k voti, non 18k, sapendo che il primo arrivato della categoria l'anno precedente ha fatto 25k di voti (ho controllato), giusto per non destare sospetti.

      A me dispiace per un motivo: se la community non ha capito che era un gioco, siamo fottuti.




      Elimina
    3. Non credo. Ho visto molto movimento. Solo che era possibile votare più volte.
      Giovanni

      Elimina
    4. Con questo, abbiamo avuto dimostrazione diretta che il voto in rete è l'unico futuro auspicabile per la democrazia. Soddisfazione per tutti, potendo anche votare doppio o triplo, risultato insondabile, ottimo e appassionante argomento nei giorni successivi al voto, esito in linea con le aspettative di chi indice.

      Elimina
  3. Salve professore,
    Qui Corvo 2 La Vendetta, passo...

    Volevo solo esprimere una piccola considerazione sul risultato.
    Io lo seguo quel ragazzo, Shooter Hates You, con il suo Breaking Italy, lo faccio da anni e l'ho visto crescere. Pero' ho votato Goofy sta volta.

    È talentuoso, sa comunicare e lo sa fare con i mezzi di oggi, che sono interattivi e visuali.
    È bravo per cui bisogna imparare da lui, nella misura in cui più ci aggrada.

    È intelligente e ha un "take" sugli argomenti che va bene per un pubblico giovane e stimola diversi punti di vista.

    (Tutte queste cose che sto dicendo hanno ZERO intento polemico, spero sia chiaro.)

    Il suo pubblico è, per l'appunto, giovane. Possiamo dire che è composto da baby-piddini/ortotteri che sanno di sapere, infatti ad ogni video controverso perde un bel po' di iscritti (specie quelli dove attacca i M5S) e lo dice.

    Pero' è in grado di fare una cosa che il professore non fa altrettanto bene: mobilitare la community.
    I risultati lo dimostrano: sebbene il prof ci faccia notare che la popolarità di B.I è in calo, lui è riuscito a portare quasi il 35% di voti a sè! Anzi, è stata la sua community spontaneamente senza che lui dicesse nulla.

    Ora, la situazione di Goofynomics è antipodale: popolarità in aumento ma 5000 voti scarsi ottenuti. Il problema è quindi di trascinamento, se vogliamo. O di propagazione del messaggio.

    Ora io lo so che il professore fa dei discorsi che vanno capiti, e per farlo ci vuole attenzione e anche qualche sofferenza.
    Me lo avete ripetuto molto duramente su questo blog, e io sono d'accordo con voi. Ma ora dovrete essere d'accordo con me: il ragazzo ha giocato meglio con meno carte.
    I suoi contenuti sono chiaramente inferiori a quelli del professore, ma hanno avuto più impatto e sono molto accattivanti. B.I ha vinto grazie a un'ondata di RAGAZZINI e nient'altro. Goofynomics non aveva alcuna speranza...semplicemente perché i ragazzini qui vengono cacciati via e ritenuti già persi.
    Il ragazzino ragiona a fasi di interesse (*): non gli puoi mettere davanti il discorso sulla svalutazione e sperare che se lo legga, trovandolo pure interessante!

    E sia chiaro che condivido benissimo le considerazioni sui libri di testo con le "semplificazioni", le lettere degli psichiatri che parlano di lungo e profondo percorso...per carità! Ma siamo convinti che non sia anche il caso di cercare di piantare il seme della curiosità nelle giovani generazioni? Se si, bisogna accettare che (*) accedono alla conoscenza in modo diverso, e andargli incontro, dimenticandosi per un attimo che loro fanno quelle cose che noi aborriamo, come "guardare le figure" e "annusare" un argomento per vedere se interessa, e fanno quelle cose che noi proprio non facciamo come condividere un video virale, oppure creare una community di supporto, o tenere un sub-reddit di discussione esterna "fan".

    Lancio il sasso, nascondo platealmente la mano, e sparisco nuovamente nell'etere...

    Saluti e Coraggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perdonami: io sono andato a vederlo. I suoi video sono fatti bene, parla un italiano che non riesco a geolocalizzare, e circa le tue considerazioni sul suo pubblico, ti faccio notare semplicemente che, come tu noti, esso è molto diverso dal mio. Quindi l'anomalia è la seguente: possibile che con un'audience e un numero di follower che cresce, io quest'anno abbia avuto 20000 voti in meno dell'anno scorso, considerando che il pubblico del simpatico e bravo ggiovane e il pubblico mio sono stocasticamente indipendenti? Tutto qui. Per il resto, io sto ancora aspettando che qualcuno mi contatti per consegnarmi i premi che ho vinto (con grande soddisfazione), il che tutto sommato qualcosa lo dice...

      Elimina
    2. Io lo geolocalizzerei in Puglia...però è difficile.bye. Gila

      Elimina
    3. Stocasticamente indipendenti...fino a un certo punto.
      Io sono qui.
      Ma sono anche li.

      ...ci pensi su!

      (e mi vien anche da dire che il lavoro che Lei forse avrebbe anche bisogno di un personaggio come lui, più "da youtube che da blog" se riesco a farmi capire.
      Qualcuno che "lanci i post di Bagnai dall'elicottero".

      In fondo lui e la gran parte del suo pubblico sono filo-euro solo perché il blog non l'hanno letto...

      Elimina
    4. Infatti è molto simpatico e c'è comunque da imparare dal suo modo di porsi. L'unica cosa che mi ha colpito è che... mi sono visto dieci minuti di un suo video senza riuscire a capire quale fosse la sua opinione sul tema che stava trattando! Il che, per un opinionista, può essere anche un pregio, ma è tuttavia una cosa che colpisce...

      Elimina
    5. Scusa, giolla: tu per chi hai votato?

      Elimina
    6. Puglia direi di no.
      Sardo, di accento e di cognome.

      Elimina
    7. In ogni caso, l'accento un po' esotico aggiunge una carica di simpatia alla sua comunicazione già di per sé efficace. Fa un ottimo lavoro. Gli altri non li conosco, non ho avuto tempo di andare a vedere.

      Elimina
    8. Il ragazzo è cagliaritano, almeno da quanto s'apprende
      qui. Io quest'anno ho votato per la prima volta ed ho votato goofynomics. Degli altri siti di Politica -d'Opinione mi è familiare solo byoblu.

      Elimina
    9. Prof., mi sono vista lo streaming fiduciosa di un buon piazzamento (naïveté never dies). Diversi dei vincitori dell'anno scorso hanno lamentato di non avere ricevuto i loro premi. Just that you know.

      Elimina
    10. Se il ggiovine youtuber ha vinto per via che i ggiovini votano il mezzo e che il mezzo è più incisivo di un blog di economia, non si vede davvero come mai il vincitore della categoria youtuber abbia solo 18k voti. La categoria youtuber non è più votata delle altre (78K voti complessivi), indicando a mio avviso che l'età media dei votanti al Macchianera awards non è così bassa (ricordo che si debbono necessariamente votare 10 categorie, scartando quindi quelle meno interessanti o conosciute). La cosa singolare è la sparizione di così tanti voti al blog da un anno all'altro.

      Elimina
    11. carissimi tutti, riprendo le osservazioni di zio giolla (anch'io con ZERO intento polemico).
      Per quanto mi riguarda seguo il blog (e l'ho ovviamente votato) e lo apprezzo così com'è (padrone di casa ed ospiti compresi!). Trovo strana la perdita di 20000 voti, ma ciò non mi rattrista né preoccupa.
      Il discorso del fare un partito non solo lo trovo improponibile... mi fa proprio inorridire.
      Sempre a titolo di opinione personale, adeguarsi a fare "marketing" per avere "take" mediante "youtuber" o altro vorrebbe dire una perdita di valore. Voglio dire: oltre gli spunti musicali o le citazioni di Proust in francese (che io non sono in grado di comprendere), oltre alle innumerevoli ispirazioni assolutamente uniche (il luogocomunismo, Etarcos ecc.) i contenuti del blog vanno ben oltre alla economia ed alla politica.
      per assurdo, se il prof. scrivesse un libro di fantascienza io non me lo perderei!

      Elimina
    12. E' bravo?
      Fa un ottimo lavoro?
      Ok, io non sono "de sinistra" per come la intende l'Opinion Leader, ma ho resistito per due interi video solo perché non volevo dar credito alla prima impressione.
      Se la prima volta che ascoltai il Prof. (mi par diricordare fosse quella dove era in macchina con Ego della Rete e dopol'eccezionale video su Byoblu) avessi sentito fare battutine banali e squallide come quelle sentite questa sera, probabilmente ora sarei tra quelli convinti che il grillo è un ortottero saggio, come quello di Pinocchio.

      Professo' se un giorno le venisse in mente di fare video come quelli dell'influencer, pensi a me (LoL) che mi dirigo al largo sul lago di Como con una pietra legata ai piedi... e dice addioooblbl-bl---bl------!

      p.s.1 - Non dovrei dirlo... ma le voglio troppo bene e mi sacrifico volentieri:
      Se però pensa che in quel modo potrebbe fare un po' di meritati quattrini, ho la sensazione che se contatta preventivamente mia moglie potrebbe concludere un aggiuntivo fruttuoso affare :D )

      Riguardo al numero dei voti, mi suona molto strana una differenza così grande rispetto all'anno scorso e non credo ci sia stata una letargìa così diffusa. I miei conoscenti che la seguono hanno tutti votato e anche qualcuno in più. (forse dei filtri sull'ip per evitare più voti dalla stessa utenza? A casa mia, per esempio, abbiamo votato in tre)
      Ovviamente avrei voluto vedere 5 milioni di voti ma, in ogni caso, meglio 5000 così che 25000 cosà.

      p.s.2 - E gli altri competitors "veri" (il sòla, lavvoce, fastidioso ecc.) dov'erano quest'anno?

      Elimina
    13. Well, magari anche il cambio di categoria ha influito.

      Alla fine vota per lo più pubblico gggggiovane, prima quando si votava in ambito "economia" il pubblico premiava "il sito che conosceva/controtendenza" vs il crudele e amorfo sole 24 ore, nella nuova categoria con ogni probabilità una massa di votanti "casuali" di goofy ha scelto una concorrenza plausibile, cioè qualcosa di noto che parlasse una lingua più vicina a quella "tipica" dell'internet attuale.

      Oppure il gombloddo, ovviamente. :D

      Elimina
    14. sarà ma anche per me i numeri sono strani

      Elimina
    15. Io ho votato come sempre. Il ragazzino di BI non sono riuscito a guardarlo per più di 5 minuti, forse sarà l'età, mia ovviamente, essendo ormai prossimo ai sessanta faccio fatica a seguire la sua dialettica sconclusionata (ho provato anche un po' di fastidio ad essere sincero). Non credo che lo si debba inseguire nella sua direzione, troppo orientata verso un pubblico giovane e tutto sommato qualunquista. Se i nostri ragazzi migliori (perché comunque chi guarda questo sito ha un minimo di curiosità) allora siamo veramente perduti. Spero che Goofy rimanga "IL" blog dove si parla di Politica Economia e Cultura, tutti con la maiuscola. Mi rendo conto sempre di più che non abbiamo scampo, dovremo necessariamente passare attraverso un doloroso percorso di lacrime e sangue, quello vero. Poveri ragazzi mi viene da piangere.

      Elimina
  4. "Non conta chi vota, ma chi conta i voti"
    Y. Dzugasvili

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Non so che dirti. Io sono andato a guardare gli Analytics e Alexa, mi pare che tutto stia procedendo bene, quindi del resto posso anche fregarmene. Ovviamente, se avessimo vinto, avrei vinto io: siccome abbiamo perso, avete perso voi!

      Elimina
    2. Giusto. Però abbiamo perso bene. 20000 in meno è troppo strano per essere vero.

      Elimina
  6. Senza polemica: Breaking Italy il suo traffico lo fa su Youtube, dato che è lì che pubblica ogni giorno il suo "giornale".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questo lo so. Infatti la sua collocazione corretta sarebbe stata fra gli YouTuber. Questo mette anche in evidenza una fragilità (che però finore è stata una forza) del nostro progetto: i diversi canali sui quali si articola non sono integrati sotto un unico contenitore. Il nostro impatto, cioè, è difficilmente misurabile con una singola metrica (peraltro, non mi sono mai posto il problema di farlo). Ora, il tema resta ed è: secondo te, 20000 persone mi hanno girato le spalle in un anno? Quello che vedo è diverso, ma se così fosse mi starebbe anche bene: sarebbe la mia conferma del fatto che "famoerpartito" è un progetto insensato.

      Elimina
    2. Se non famo er partito, armeno famo er canale youtubbe.

      E sulla votazione, cambiando accento e soggetto "a mè, ma pare 'na strunzata!".

      Cordialità.

      Elimina
    3. Ma no. 20000 in un solo anno è impossibile.
      Sicuramente ci sarà stato un errore nel conteggio. Anzi, 20000 errori. Capita.

      Elimina
    4. probabile,che le persone si siano adagiate e non abbiano votato,indulgendo nella logica che siamo in tanti e voterà qualcun altro,pure il modo in cui si esprime il voto tende a scoraggiare.
      Comunque prima del restauro voci dall'estero riportava tutti gli ultimi post di più o meno tutta la rete di asimmetrie, facendo da raccordo per tutta le rete cosa molto comoda che con la nuova versione si è persa.

      Elimina
    5. Bisogna ragionare sul regolamento, che impone di votare almeno 10 categorie. La categoria più votata (quella più nota) è il miglior sito (100K voti). La categoria youtuber è stata votata da 75K persone, ovvero scartata da 25K persone. I votanti del macchianera non sembrano particolarmente interessati, quindi, dal mezzo youtube. E nemmeno dagli instagrammer, visto che la categoria instagram è stata anch'essa votata circa 75K volte, ovvero scartata da 25K persone. Si potrebbe quasi concludere che l'età dei votanti del macchianera non sia così ggiovine.

      Elimina
    6. Anche che so, Donadel il suo traffico lo fa su youtube (ed è senza dubbio la vera novità di quest'anno). "La verità sui migranti" è stato visto da 700K persone. Eppure non è risultato nemmeno nominato dagli stagionati piddini che hanno votato al macchianera.

      Elimina
    7. Professore, credo che non si tratti di emorragia, ma di fenomeno di stasi. Confesso ad esempio di aver votato e di aver anche promosso una campagna di invito al voto tra i miei collaboratori più stretti, ma di non essermi reso conto della possibilità che il sistema concedeva il rivoto ed il rivoto ed il rivoto ed il rivoto. Ecco, mi sono sentito un po' preso in giro: ma che sistema è? Il problema è che dovevo prevederlo che baravano. Mi sono arruginito.

      Elimina
  7. Risposte
    1. Leggi quello che dice Stefano qua sopra.

      Elimina
    2. Il -20000 non creto, il prossimo anno sarà nella classifica miglior sito LGBT. Quando il sistema non era preparato ha prodotto i dati reali.

      Elimina
  8. Prooof!
    Come molti studenti dicono, per ora solo per ora, non nell'Istituto in cui lavoro.

    Li hai strabattuti.

    RispondiElimina
  9. La caduta da 23.000 voti a 5.000 voti è troppo strana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non è correlata con le altre metriche più o meno attendibili di influenza che posso monitorare. Per il resto, secondo me molti hanno creduto di avere la vittoria in tasca. Ricordatevi che è un gioco.

      Elimina
    2. Questi del MIA, secondo me, come si esce dal temperamento equabile prendono certe stecche ... :-D

      Elimina
    3. L'anomalia e' quest'anno o lo scorso anno? Come erano gli anni precedenti?

      Elimina
    4. Ho avuto un attimo di tempo e rispondo alla mia domanda:
      2014: 4.394
      2015: 17.986
      2016: 23.831
      2017: 5.398

      Non quadra.

      Elimina
  10. https://imgur.com/a/8zPnb via GoogleTrends

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, avevo visto anche questo, ovviamente...

      Elimina
  11. Dico solo una cosa: che il fatto che il blog di un singolo economista "con uno scaffale di libri alle spalle e una tastiera davanti a sé" abbia battuto due volte di fila il sito del Sole24ore è, obiettivamente, prima di tutto un enorme successo della rete.
    Ovvero, mostra le straordinarie possibilità di questo strumento, che a quanto pare non serve solo a pubblicare foto di gattini o dei propri piedi contro panorami esotici.
    Potenzialità di internet che con ogni evidenza oggi fanno paura.
    Questi che si chiamano "Festa della Rete" e aboliscono proprio la categoria in cui si è manifestato questo fenomeno... (non continuo, perché ho già preso da poco una querela - benché anche già archiviata e assolta pure in sede civile - e non voglio dare a nessuno la soddisfazione di appiopparmene un'altra). Diciamo che forse - forse - , mi permetto di suggerire, esercitando il diritto di critica che la Costituzione per il momento ancora mi consente, non hanno saputo o voluto valorizzare pienamente il significato della cosa.
    Quindi complimenti, prof, comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ci siamo già detti che quella categoria, ovviamente rilevante in una crisi economica, è stata tolta perché non c'era partita. La vittoria è stata lì, ovviamente...

      Elimina
    2. Manfatti. Tuttavia provo rabbia (femmine, se sa).

      Elimina
    3. Certo vedere il sole24ore nella categoria miglior radio fa un po' sorridere... avrà vinto? :)
      Il corriere poi non sfonda nè come miglior sito, nè come miglior testata giornalistica.... che strano.
      Grandi Lercio, e Salvatore Aranzulla (as usual).

      Elimina
    4. Meglio cosi', se avessimo vinto, il prossimo anno avremmo dovuto competere per la miglior voce fuori dal coro con Taylor Swift, Katy Perry, PSY, Bruno Mars e Justin Bieber.

      Passando poi nel 2019 nella categoria della comunicazione virale basata sulla simpatia e freschezza a colori!

      Pero', nonostante tutto, risulta evidente il grado di separazione, molto profondo, tra quanto qui scritto e brevemente riassunto da Alberto in qualche sporadica apparizione video in televisione o youtube, e quanto percepito dalla maggioranza del mondo.

      Questo succede innanzi tutto per il limitato numero di visualizzazioni rispetto ai concorrenti, che appartengono a tutt'altre categorie e che non veicolano le stesse idee ma spesso quelle opposte.

      Poi non possiamo notare la differente lunghezza d'onda tra quei pensieri e i pensieri riportati in Goofynomics, il differente modo di comunicarli e di presentarli, questo impedisce a molti di fermarsi a leggere e ad ascoltare, di sentire e di riflettere sulle conseguenze concrete nelle nostre vite presenti e future.

      Chi non si e' fermato, ha ascoltato e sentito col cuore, dai tempi di Noeh in avanti, non si e' mai costruito nessun pensiero e linguaggio coerente, nessuna visione alternativa, nessuna arca di salvezza e poi e' affogato.

      Chi pero' ha sentito non ha solamente scritto e parlato ma si e' messo in cammino ed si e' costruito un'arca, costoro hanno fatto una barca tagliando e incastrando legno, impastando la pece con le mani.

      Se non si FA qualcosa in concreto siamo dei
      potenziali Youtubers esperti di videogiochi di virtual-economia. Fino al game over!

      Elimina
  12. Quindi uno zoccolo duro (whatever it means) di 5398 persone, gli altri 20.000 non han trovato la categoria? Mannaggia gli ingegneri...

    RispondiElimina
  13. Il Bias... (*)
    Oggi i siti degli infuencer faranno down. Taluni si chiederenno se sia dovuto décolleté della conduttrice albanese, talaltri se sia stato l'ultimo post per indignados globali. Li faccia domani gli screenshot delle chart e vedrà che impennate dei trend grazie ai miei due click. (*Potrebbe contenere linguaggio social-manageriale.)

    RispondiElimina
  14. Con un minimo di cognizione di causa (l'Intellettuale Dissidente è stato inserito dai suoi lettori senza alcuna indicazione redazionale), oso pensare che ci siamo trovati - goofy, byoblu, Foa, ID- in un unico calderone, rischiando a mio avviso un confusionario fuoco amico.

    D'altro canto in economia lo scontro tra goofynomics e tutto il resto era molto più polarizzato, e forse questo spingeva più lettori del sacro blog alla battaglia... E' stato comunque bello giocare: del resto, quando si tratta di cose serie goofy ha sempre svolto la sua gloriosa parte.

    Cordialmente,

    Antonio (vicedirettore del sito sesto classificato)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sagge. Quei 20000 voti si sono forse redistribuiti tra siti che, lo scorso anno, non erano in competizione con questo.
      Chiunque, avendo visto le nomination, fosse passato a buttare un'occhiata superficiale a questo blog, si sarà domandato cosa c'entri un sito di economia con l'opinionismo politico.
      Questo nonostante i monumentali sforzi del prof nel far notare come il 90% della politica è oggi dettato dall'economia (per lo più estera).
      Gli altri classificati hanno uno spettro di argomenti molto più ampio (e superficiale) rispetto a questo blog e calzano dunque molto meglio con la categoria.
      Mi sembra dunque un risultato strepitoso la classifica al III posto e soprattutto la completa esclusione di qualsiasi testata mainstream. Per quanto sia tutto perfettamente irrilevante vista la prestigiosità del premio...

      Elimina
    2. Può darsi che ci sia anche chi non ha capito la necessità di spingere sul sito più autorevole (motivo di più per non fare il partito!), ma io non credo che ci sia stato un reale problema di competizione fra noi. Bisognerebbe andare a vedere quanti voti hanno preso i siti a noi noti (byoblu, l'intellettuale dissidente,...) negli anni precedenti. Sinceramente, il tema non mi appassiona. Per il resto, chi non capisce che l'economia è politica, merita di crepare di fame, e anche di questo non devo occuparmi io.

      Elimina
  15. IMHO un youtuber è cosa diversa da un blogger. Guardando il secondo, i mangiatori, (che è una .com) su similarweb.com, il Traffic Sources indica chiaramente da dove arrivino i naviganti (e perché) con risultanti poco apprezzabili sul Traffic Overview.

    RispondiElimina
  16. Come ho scritto prima, si poteva votare più volte, cosa che ho fatto sia a questa tornata che all'altra. Il pubblico del sito vincitore è molto giovane e molto avvezzo a queste cose. Credo sia stata anche questa una delle mosse vincenti (non dell'autore ovviamente ma dei votanti).
    Il calo da 20.000 a 5.000 me lo spiego molto meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che razza di votazione è una che ammette il voto plurimo? Se vi hanno annullato il voto hanno fatto bene!

      Elimina
    2. Io credo che ogni ulteriore voto fosse solo una correzione di quello precedente. Almeno mi sembra di averlo letto nel regolamento.

      Elimina
    3. Un controllo automatico di unicità del voto basato sull'univocità di un indirizzo e-mail e di nome e cognome è, ovviamente, uno scherzo. Ma la prestazione al ribasso rimane una anomalia curiosa, non spiegata dal voto multiplo. Può essere che l'Algoritmo MIA abbia cambiato opinione? Magari geloso del fatto che il prof. abbia dato confidenza a Laudemio?

      Elimina
    4. É vero, era scritto nel regolamento l'anno scorso, potevi correggere il voto fino alla scadenza della votazione, infatti non capivo i commenti di chi diceva di aver votato più volte.

      Elimina
    5. @Enrico "Un controllo automatico di unicità del voto basato sull'univocità di un indirizzo e-mail e di nome e cognome è, ovviamente, uno scherzo": in effetti l'unico modo di riconoscimento certo sarebbe tramite email pec con certificazione dei dati anagrafici.

      Elimina
    6. Faccio sempre la prova del voto plurimo con email diverse. Un sito che accetta di queste cose è particolarmente manovrabile e poco attendibile. Soprattutto se non accompagnato da un controllo degli IP. Per la precisione ho votato due volte con due indirizzi email diversi da due postazioni diverse.
      Ci sono vari metodi per ridurre la possibilità del voto multiplo. Ed il fatto che MIA non ne metta in atto nemmeno uno mi dà da pensare.

      Elimina
  17. Mi dispiace davvero. Dovrebbero davvero reintrodurre la categoria "miglior sito di economia".

    RispondiElimina
  18. Io sono dei 5000 e passa che ha votato per il blog.
    Io, ad esempio, non sapevo cosa fosse Breakingitaly.it e nella mia cerca di amici su facebook (io ho 41 anni) non ne avevo visto mai nulla condiviso. Dopo la vittoria sono andato a vedere e francamente a me questo stile narrativo da youtuber mi fa ribrezzo. Ovviamente condivido quello detto dal prof. sulla "fragilità" del progetto e devo dire che i video hanno una maggiore facilità di diffusione e di audience, specialmente sui social network dove spesso la gente non si rende nemmeno conto di quando il video è stato fatto. Per esempio ho visto diverse persone condividere in questi giorni un video del 2013 (L'Ultima Parola) di una trasmissione di Paragone sulla Rai dove il prof. asfaltava una giovane saccente, l'eurista Boccia e la Mirta Merlino (mi spiace molto che poi il M5S abbia beneficiato di quel clima di protesta e quasi consapevolezza del 2012-13 e lo abbia nei fatti sgonfiato con la sua voluta inconcludenza e poi con il voltafaccia eurista, vedasi operazione ALDE e poi Cernobbio). Affiancare l'ottimo blog a cadenzati video sarebbe davvero molto utile per stimolare l'attenzione di quei giovani che hanno studiato su libri di riassunti e figure.
    Effettivamente 20mila voti spariti da un anno all'altro mi sembra strano: tutti ortotteri?

    RispondiElimina
  19. Caro Prof,
    Per curiosità ho dato anch'io un'occhiata ad uno dei video del bravo ggiovine. Premesso che se l anno prossimo dovesse partecipare, il goofy finirà nell stessa sezione della Selvaggia de noartri (senza nulla togliere alla fanciulla, s'intende).
    Perché ho la sensazione che abbia vinto il libro ampiamente illustrato?
    Crescere costa fatica. Ragionare anche.
    Guarda caso due di quelle cosine da cui lue ci protegge.
    Sempre con affetto.

    RispondiElimina
  20. L'unica cosa che nun me piace è che la volta scorsa eravamo di più a votare, chi ha mollato?
    Poi aggiungo, ma quanta gente pigra c'è in giro?
    Meglio vedersi un video che leggere è l'altro risultato che emrge, ma del resto si vendono più televisori che libri (è una battuta, non andate a verificare).
    Sarebbe interessante capire l'età media di chi preferisce i video al blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che molti hanno scelto il momento sbagliato per "non eseguire gli ordini".

      Retaggio del sessantotto: "ordini", "ordine" e "disciplina" li sentono come roba fascista.
      Fino a quando non scoprono che Lennin, come qualsiasi altro condottiero o rivoluzionario, era maniacale in fatto di ordine e disciplina.

      E anche oggi il Palazzo d'Inverno si assalta domani. :-)

      Elimina
  21. Io ho votato il prof, naturalmente.
    Provo a dire cosa però ho notato rispetto agli altri anni e che lì per lì mi aveva lasciato perplesso.

    Quest'anno non è stata data la lista da votare (mi pare che fossero minimo 10) ma è stato solo ricordato di votare in quella categoria.

    Ora, per chi come me vota da anni sul MIA solo e soltanto per votare il prof lasciandomi del tutto indifferente la competizione, questo ha comportato dovermi studiare le altre categorie per votarne almeno altre 9. Cosa un po' noiosa per me, ma che ho fatto appena ho avuto il tempo di farlo.

    Magari questo può aver frenato tanti dal mettersi lì a studiare le altre categorie.

    Certo, 20.000 voti in meno è molto strano. Bisognerebbe sapere se i voti complessivi in tutte le categorie sono stati in linea con gi altri anni.

    E bisognerebbe anche capire quanti dei voti vengano dati in genere perché esplicitamente richiesti dai singoli partecipanti ai propri simpatizzanti.

    Certo, tenderei ad escludere che chi legge quotidianamente questo blog e che ha votato gli altri anni quest'anno abbia dato forfait (se non per quello che dicevo all'inizio).

    Comunque prof, teniamo duro.

    RispondiElimina
  22. Sono deluso,temo forse ,con la mia imbranataggine nel votare ,d' aver contribuito a questo risultato ,ma in questo caso per fortuna "uno(imbranato)vale uno".Quanto al Partito ,da ragazzo lo volevo fare vedi qui https://milanointernazionale.files.wordpress.com/2009/03/leblanc2.pdf(non ho letto tutto questo papiro perchè non c'erano le figure).Mi sono dedicato per molti anni alla vendita dei dolciumi(per i miei amici ero il "pasticciere trotskista")e tra i prodotti che vendevo ed adoravo c'era questo che ha lo stesso nome del titolo del post http://www.pretidolciaria.it/it/prodotti/il-sacripante/

    RispondiElimina
  23. To' sta'ano co' vota' anca mi...massi' chi se ne frega, i problemi s ono altri tipo che hanno lasciato a casa mia moglie dopo sette anni "per calo di lavoro" e adesso con uno stipendio solo diventa duretta...ciao prof!

    RispondiElimina
  24. O.T Su Rai Storia si parla del New Deal.
    Sulla Rai si parla dell'effetto benefico della mano pubblica OVVOVE!!!!

    RispondiElimina
  25. Risposte
    1. Senza offesa,Niccolò Da Prato e altri che la pensano allo stesso modo,facciamola finita con questa stupidaggine: di partiti ce ne sono già fin troppi ed un altro in più farebbe solo ridere (o piangere).Il vero problema è che moltissime persone non capiscono nulla dei meccanismi economici e che i pochi che sono competenti spesso devono compiacere chi gli garantisce
      uno stipendio.Aggiungasi che i media difendono il liberismo,il globalismo,l'EU e l'euro con risorse e mezzi soverchianti.Non mi meraviglio per nulla che si sia "perso",in questa fase,ai MIA17.Mi avrebbe sorpreso il contrario.Gli avversari sono potentissimi e non vanno sottovalutati.Ed è molto difficile abbattere i missili euristi con dei semplici fucili.
      E'doveroso sperare e lottare(con i mezzi della democrazia,s'intende).Ma sarà tutto molto più difficile
      di quanto si possa pensare,anche se spero vivamente di sbagliarmi.

      Elimina
  26. La classifica conferma che al pubblico piace molto la teatralità giornalistica.
    Un serio professore che conosce le teorie economiche, sà analizzare, interpretare e spiegarti i dati non è considerato, da chi ha partecipato alle votazioni (quanti sono ?), meritevole di essere classificato come migliore opinionista politico.
    Chi ha partecipato alle votazioni ritiene che economia e politica siano 2 realtà separate: non hanno ancora compreso fino in fondo che le regole economiche sono governate dalla politica.

    RispondiElimina
  27. Caro Professore il blog sta ad youtuber come la guerra di posizione sta alla guerra di movimento. Ovvio che intendo qualsiasi bolg e non solo goofynomics . Lei è un intellettuale ed è giusto che preferisca i ragionamenti articolati e bene esposti , ma si perde così in velocità . E' lo stesso rapporto che c'è fra il cinema ed il libro . Che ne sarebbe di Via col vento senza il film ? Chi lo leggerebbe ? In questo caso particolare il cinema è stato addirittura superiore al libro . La famosa frase
    Cara francamente me ne infischio non è stata mai scritta dalla
    M. Mitchell. Però ci sta a ciccio come finale .

    RispondiElimina
  28. Il Prof lo ha detto: non è che ci siamo un po seduti? Secondo me è vero nel senso che alcune aspettative in termini di eventi che avrebbero portato all'uscita dall'euro sono andate deluse. Sebbene tutti sappiamo che sarà un evento ineluttabile, forse c'è un po' di scoramento. 20.000 sono tanti c'è poco da fare. Ma tanto addavenì....

    RispondiElimina
  29. Può essere il clamoroso cambio di rotta dei grillini sul tema euro ha portato via un pò di voti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho votato M5S ma se continua così almeno il mio di voto lo perdono: il giono delle elezioni vado al mare anche se si votasse a gennaio

      Elimina
  30. Ho un timore..sbaglio o l'anno scorso avevi postato sul blog uno screenshot che permetteva ai lettori di votare da qui? Non è che quindicimila pigri non hanno avuto voglia di andare sul sito del concorso? Questo sarebbe veramente grave..

    RispondiElimina
  31. Io ho votato. Non commento più da un po' (assente giustificata, ma non mi va di parlare di tragedie personali). Leggo sempre però.
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Silvia, silente ma non dimenticata. Ti pensavo proprio in questi giorni. Un abbraccio.

      Elimina
    2. Silvia un abbraccio grande, per ora, dal lontano texas

      Elimina
    3. Grazie di cuore, siete delle persone buone e sensibili, qui con voi mi sento tra amici. Spero di fare presto la vostra conoscenza nel mondo reale... prima o poi mi deciderò a venire a un incontro con il professore.

      Elimina
    4. Cara Silvia sei tra amici veri. Ci lega il comune sentire per le sorti della nostra gente, dei nostri figli e credo sia il cemento che ci rende forti insieme al più forte di tutti. Ti abbraccio forte e in bocca al lupo.

      Elimina
    5. Cara Silvia ti abbraccio anch'io e ti auguro di avere tanta forza.

      Elimina
  32. Così, a occhio, dai dati di SimilarWeb vedo che i mangiatori mangiano la polvere su tutto, tranne... i social. Nel traffico social sopravanzano Goofy almeno del doppio (anche la ricerca Google è significativa, quelli sono tutti nuovi lettori, invece Goofy col direct attira principalmente gli aficionados).

    Da ciò si evince che i voti sono arrivati dai canali social che hanno coinvolto i follower e li hanno spinti a votare. E' vero che il prof non ha un "sistema social" così coordinato e gestito, ma è vero altresì che se lo avesse non farebbe stalking per farsi votare. Sul blog (che è casa sua) è un conto, ma a impestare Facebook non ce lo vedo.

    In ogni caso, se vi serve per la statistica: io quest'anno ho votato, ma gli altri anni no. Macchianera non lo posso vedé, e stavolta ho fatto proprio uno sforzo.

    RispondiElimina
  33. Non so se può essere una chiave di lettura, comunque goofynomics ha circa 4.000 lettori fissi, breaking Italy (di cui sinceramente ignoravo l'esistenza) sui 400.000 iscritti, forse non c'erano i numeri per puntare sul miglior sito d'opinione?
    Al contrario sul suo terreno, quello riconosciuto anche dai lettori meno assidui, l'economia, come previsto non c'è stata partita.
    Forse chi non frequenta con costanza non ha semplicemente capito che si dovesse votare quella categoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti una possibile spiegazione e' che i 18000 voti mancanti siano frequentatori del blog che in ambito economia hanno una netta preferenza per goofynomics ma in ambito siti-di-opinione hanno altre preferenze.

      Elimina
  34. Solo 5000!!!????
    Da un certo punto di vista il sito vincitore se lo merita il premio dato che ha elargito tante opinioni. Ma solo quelle.
    Di numeri ne ho scorti ben pochi, di fact-checking non ne parliamo.

    RispondiElimina
  35. Incredibile il calo.
    Incredibile o non credibile, fate voi.

    RispondiElimina
  36. Chi sponsorizza sto MIA? Sarebbe interessante capirlo!

    Nata come semplice raduno di blogger, la BlogFest è diventata con il tempo una rassegna della blogosfera italiana con un ampio seguito: l'evento ha infatti cambiato nome in Festa della Rete, si è strutturato su più giornate e ha ottenuto la sponsorizzazione di grandi multinazionali.

    L'anno scorso la cosa sfuggì di mano, allora qualche manina ha abolito il "premio economia" e oggi non hanno ripetuto l' errore, aggiustando bene le cose per non avere sorprese. Chi crede alle favole ed io non ci credo, lo faccia pure ma siamo grandi e vaccinati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. devo dire che quando giorni fa sentivo la pubblicità del MIA in radio, qualche domanda me la sono fatta: perdonatemi se mi era più facile credere a questa "festa" della rete quando era piccola indipendente, e sulla rete... e già allora mi era sembrata una (intelligente) furbata da parte di macchianera per farsi mettere link-to da tanti siti (cosa che piace a Google, come sapete, e aumenta visite traffico e pubblicità, insomma il soldo che è purtroppo la sola ragione di tanti siti blog eccetera)

      Elimina
    2. Sarà anche un gioco, ma ormai fa gola a tante importanti piattaforme mediatiche, ergo sta assumendo un ruolo di possibile recupero in termini capacità di penetrazione e di attenzione. Oltre a capire chi sponsorizza, vorrei conoscere chi controlla e con quali strumenti, i flussi di voto ed i destinatari di tali flussi.

      Elimina
    3. Bè, è un dato di fatto che un risultato come quello dell'anno scorso avrebbe dato molto fastidio.

      Elimina
  37. Al di là dei risultati dei Macchianera awards, Goofynomics resta di gran lunga il miglior blog italiano di politica ed economia, una gemma unica nel panorama della rete.
    E questo rimane, al di là di qualunque graduatoria. Questo penso sia ovvio per tutti.
    Guardando avanti credo sia importante moltiplicare gli sforzi di ognuno di noi – soprattutto di finanziamento al progetto – per dare a queste idee la spinta e i mezzi necessari ad affermarsi in un contesto democratico e pacifico. Il resto è secondario.

    Se riusciamo in questo – e sarà una battaglia lunga nella quale pazienza e saggezza costituiranno doti essenziali - si porrà al momento giusto in modo inevitabile la domanda di come entrare nelle istituzioni per realizzarle, queste idee : ma con le persone giuste, perché una buona idea viene uccisa se messa in mano a cialtroni ed incompetenti.
    La storia insegna. Omnia cum tempore.
    (e non se ne infischi, Prof.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: il miglior modo per rendere sempre più impattante il progetto di divulgazione del Professore è quello di sostenerlo economicamente, qualsiasi altra forma finirebbe per essere intercettata o sterilizzata.

      Elimina
  38. Guardi prof, incredibile che per una festa della rete ci fosse un servizio così per votare. Si saranno ispirati a Rousseau. È stato complicato votare, ci ho anche riprovato. E mi è stato comunicato che ero già registrato e che avrei potuto cambiare voto. Quindi avevo soddisfatto i loro parametri. Non so cosa dire. Rosicare non è nella mia natura, immaginiamoci nella Sua!!! Su Twitter è girata una bella polemica riguardante questa votazione, prima dello sfoglio delle urne. Non le mancano,20000 soldati. Siamo qui professore, vicini a Lei, magari impossibilitati a dimostrarlo, ma realmente, anche Lei, come può aver perso tutti quei voti con la quantità e soprattutto la qualità della sua produzione (anche "solo" del blog) quest'anno? Un forte abbraccio, Leo

    RispondiElimina
  39. Nel mio piccolo, condivido. Tiremm innanz.

    RispondiElimina
  40. Sembra molto strano anche a me .
    Il calo e' tutt' altro che fisiologico anche e soprattutto analizzando i dati di accesso al sito come riportati dai grafici .
    Si , e' solo un gioco ma impressiona che in piena crisi bancaria , con la disoccupazione aggregata ai disillusi e parzialmente impiegati alle stelle , il pubblico non trovi di meglio che credere che la " Spiegazione " sia la sola incapacita' , corruzione , marcescenza della classe politica e imprenditoriale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè il pubblico non dovrebbe credere che
      a) incapacità,
      b) corruzione,
      c) imprenditoria e politica,
      spieghino la decomposizione del sistema economico e sociale dell'Italia?
      Premesso che "a" e "c" possono rientrare in una categoria che permetta di distinguere il grano dall'oglio, si dovrebbe stare attenti a non sottovalutare l'opinione sulla corruzione. Il prof. Bagnai è attento a non scoparla sotto il tappeto, ma forse la sua attenzione viene scambiata per sottovalutazione. Si pensi alle riforme Hartz e al loro impatto sul mercato del lavoro tedesco ed europeo: il loro inizio è una storia di corruzione, nello specifico dei sindacati dellA Volkswagen, di cui Hartz era responsabile del personale e per la qual cosa sarà poi condannato nel 2007. Furono gli accordi tra la casa automobilistica e i sindacati aziendali a fornire la struttura di base delle riforme Hartz. Il grande ponte storico che dal nazismo, la Volkswagen è una sua creatura di Hitler, porta alla socialdemocrazia, le riforme Hartz sono del socialdemocratico Schröder, ha le fondamenta nella corruzione.
      La crisi greca, se la si analiza solo sul versante economico, può spiegarsi utilizzando solo le politiche economiche dettate dall'Euro, ma se la si analizza sul versante sociale e cioè chiedendosi quali strati sociali la stiano davvero pagando e quali ne sono esenti, allora la corruzione diventa uno strumento esplicativo di primordine.
      Sono più che mai in accordo con chi pensa che "criccacastacorruzione" sia segno di miseria intellettuale e demogocico populismo: entrambi segni distintivi di disegni politici nascosti o, nel migliore dei casi, privi di senso. Ma, come ripete il prof. Bagnai, l'euro è una questione politica, ancor prima che economica. Se lo è, e io sono convinto che lo sia, allora la dimensione in cui si svolge la battaglia è politica, ed in politica non puoi esimerti dal prendere posizione sui temi che sono sul tappeto.

      Elimina
  41. Stavo aspettando questo post dopo la pubblicazione dei risultati su macchianera.net. Volendo credere che il risultato non sia truccato, l'unica spiegazione logica che riesco a dare a un tale calo di voti è l'essenza di un "miglior articolo o post" che tirasse i voti in altre categorie. Nel 2016 era stata la brexit e nel 2015 il fact checking su Monti, entrambi post con titoli e su argomenti che hanno molta presa sul lettore di passaggio. Se, come credo, la maggior parte dei candidati fra tutte le categorie è sconosciuta al pubblico votante, allora questa spiegazione è plausibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è una spiegazione sensata. Resta il fatto che chi ha trovato utile un articolo lo scorso anno, verosimilmente è rimasto qui, o no?

      Elimina
  42. Ci serva da lezione.
    Voto elettronico e democrazia in rete: c'è da fidarsi?
    Per me no. Voglio le mie belle schede di carta e le sezioni di partito dove la gente si conta guardandosi in faccia.

    RispondiElimina
  43. Appena ho visto i risultati e' sembrato davvero impossibile anche a me. L'anno scorso senza nemmeno pubblicizzare piu' di tanto la cosa 24.000 voti, quest'anno 4000 con follower e lettori fissi costantemente in salita. L'unica spiegazione che mi sono dato e' che l'anno scroso i dipendenti del sole 24 ore ci tenessero a farlo perdere votando Goofy ahahah

    RispondiElimina
  44. E' solo anedottica ma nella mia ristretta cerchia l'anno scorso ho votato solo io mentre qest'anno hanno votato mia moglie ed un collega piddino sulla via della redenzione. Sembrerò complottista e banale ma non è un caso che la "votazioni" serie siano fatte presso sezioni elettorali con più scrutatori (che si controllano a vicenda) ed in base ad un elenco di aventi diritto al voto e che allo scrutinio stesso abbiano diritto ad assistere i rappresentanti di lista, qualsiasi altra forma di "votazione" è solo un divertissement. Quindi grazie per averci fatto divertire e aver stimolato una discussione sulle nuove forme di propaganda.

    RispondiElimina
  45. Bene. Non sono in grado di ignorarci o denigrarci. Questo esperimento politico e Asimmetrie fanno paura. Continuiamo a fare la nostra parte.

    RispondiElimina
  46. a me francamente sembra tutt'altro che strano, mi sembra la cosa più elementare del mondo. Vi stupite che chi tiene le leve del potere gioca sporco? se è così siete ingenui: chi è al potere si sa tutelare, e si tutela per bene.
    Molti credono che internet sia un luogo franco dove tutti sono liberi di mantenere il proprio spazio senza condizionamenti: non è così, internet è uno spazio perfettamente controllabile, il solo fatto che abbiano eliminato la categoria "Miglior sito di economia" vi dovrebbe aver fatto pernsare male prima ancora di votare

    RispondiElimina
  47. vabbè avete scherzato abbastanza ...
    bagnai
    (borghi)
    cesaratto
    conditi
    mori
    labini
    palma
    zezza
    .. i primi che mi vengono in mente ... ora mettete nel cestino della ricreazione le pistole di plastica e i martelli di gomma ... non c'è più tempo ... un manifesto programmatico da sottoscrivere (dopo enne convegni) ... dove ognuno, dico ognuno distilli la parte migliore del suo pensiero per ottenere un blend condiviso da sottoporre ad una forza politica (nuova?, meglio una che ha visibilità mediatica e di consenso sul territorio) entro la fine dell'autunno o si va verso la catastrofe governata dalla troika che si sta munendo di armi di distruzione di massa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora? Ma chi è Conditi? E Labini? Ancora con queste storie? Ma mica siamo nel 2012? Barnard si è autoeliminato. Segui cortesemente il suo esempio e lasciaci lavorare, che qui se sapete di che si tratta è solo perché chi era competente ha parlato.

      Elimina
  48. Premesso che ho votato già il primo giorno utile, il dato negativo ottenuto da noi Goofynomics al MIA17 (clamoroso in relazione all’anno precedente, sia pure in altra categoria “giustamente” ritirata in quanto non c’era più partita …) ci ammonisce che quando si tratta di voti (anche per questi fattarielli, è un gioco come dice il Prof) non si può fare alcun affidamento sulla presunta neutralità di internet, che non a caso è invece ritenuta uno dei principali mezzi per il controllo sociale di massa (Morozov).

    RispondiElimina
  49. Premettendo che ho votato da subito, bisogna anche dire che Goofynomics è un sito che tratta la politica economica ad altissimo livello e con una metodologia che allontana Laggente.

    Certo è che ventimila voti è un dato difficile da digerire (senza dimenticarsi che nelle votazioni del M5S online i dati sono impietosi nonostante dietro abbiano una capacità economica che non si può paragonare a quella di Asimmetrie. E già che ci sono rinnovo la segnalazione riguardo ai versamenti; o per un motivo, o per un'altro non riesco più a donare).

    Ogni piccola sconfitta è un piccolo passo verso una più grande vittoria (Mio Fù).

    RispondiElimina
  50. Io ho votato goofynomics. Gli altri vincitori non so nemmeno chi siano e nemmeno andrò a cercarli perchè non ho tempo ( con i nuovi contratti si lavora di più e si guadagna uguale a prima).
    Saluti

    RispondiElimina
  51. si, ma proprio perché è un gioco per il prossimo anno chiediamo il V.A.R.. :)

    RispondiElimina
  52. ST3PNX un ragazzo che posta video in cui gioca lui ha visualizzazioni per oltre 2 milioni.
    Io parlandone con mio figlio undicenne negavo che la cosa potesse essere vera fino a quando ho visto con i miei occhi.
    Questo è un virus che sta distruggendo le menti di mio figlio e dei figli della nostra comunità.
    Un luogo come goofy non può attrarre questi ragazzi perche dovrebbero sforzarsi di capire cosa vi è scritto.
    Oggi i ragazzi non non giocano con il tablet ma vedono giocare uno, una cosa che non riuscirò mai a capire.
    Mettere insieme due mondi cosi diversi è da folli o da furbi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusi, ma guardare 22 persone che giocano a calcio è molto diverso? I videogiochi sono una passione come un'altra e come tante cose che ci piacciono son belle sia da fare che da guadare, soprattutto se fatte ad alto livello. A livello competitivo si chiamano eSports ("e" sta per elettronici) e un singolo torneo può arrivare a un montepremi di 24 milioni di dollari (il mondiale 2017 di Dota2 ha pagato 10 milioni di dollari alla sola squadra vincitrice). E per la cronaca, io sono stato attrato da questo blog perchè volevo spiegazioni, trovandole, e allo stesso tempo guardo streaming di altri giocatori e gioco io stesso nel tempo libero. In compenso non seguo il calcio.

      Elimina
    2. Le ore che suo figlio passa guardando i video di "Let's play" (si chiamano così) qualche anno fa i figli di altri le passavano guardando la TV. Non ci vedo grossa differenza!

      Elimina
  53. Qualcuno qui dentro conosce uno che ha votato per il Sole 24 Ore????
    Sarei curioso di fare alcune domande a chi ha votato per il sito del quotidiano confindustriale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, uno lo conosco, lo conosciamo un po' tutti: si chiama Vito. E legge questo questo blog. :-)

      Elimina
  54. il web è pieno di script automatici, di traffico non umano e di sistemi di sicurezza facilmente by-passabili ...

    RispondiElimina
  55. Davvero difficile da spiegare. Probabilmente è da escludere che i lettori abbiano dirottato i propri voti, il che fa presupporre, escludendo gombloddi, che non abbiano proprio votato. A questo punto una spiegazione plausibile potrebbe essere quella dell'acquisito senso di sicurezza ed inscalfibiltà dello spazio culturale conquistato, il che costituirebbe naturalmente una visione erronea, oltre che indolente. In ogni caso, a parte questa lacunosa ipotesi, il fatto più desolante è che a vincere la categoria miglior sito politico DI OPINIONE sia il programma di uno youtuber il quale, in una veste sicuramente seducente, simula una posizione critica e personale attingendo ad una profonda pozza di luoghi comuni mascherati ed argomenti simil-controcorrente preconfezionati, il tutto senza poi MAI ESPRIMERE UNA CHIARA POSIZIONE IN MERITO AL TEMA TRATTATO. Quindi Breaking Italy ci ha breakato le uova nel paniere in modo del tutto squallido, in perfetta sintonia con l'intento sociale ingegneristico di manifestazioni come MIA, zelanti nell'erigere a modelli tali fenomeni culturali vuoti più di gusci d'uovo (ci rompono le uova con i gusci d'uovo!), affinché qualche centro di potere extracostituzionale possa riempirli di contenuti distopici ed antisociali a suo piacimento.

    RispondiElimina
  56. Io ho votato naturalmente, come gli anni passati.
    Come faccio a credere a questi risultati? Non ci penso proprio. Noi siamo compatti, una falange.
    La sua opera professore comunque rimarrà nel tempo.

    RispondiElimina
  57. Io umilmente con le mie 72 primavere sono e sarò sempre con Lei e questo blog che mi ha aperto orizzonti infiniti e permesso di capire quanto sono stato preso in giro e per così tanti anni. Grazie Prof. e sopratutto mi stia bene.

    RispondiElimina
  58. Mi sembra che tutta la questione stia nella categoria di gara, da quella economica a quella politica (di opinione). E' come se una squadra di rugby si iscrivesse a un campionato di calcio. Se era un test per fare er partito, non ha quindi molto valore. Goofy ha a che fare con l'economia e con, cosa decisiva, il governare . Gli altri siti che lo precedono nella graduatoria non si propongono come tali e se ne guardano. E mi sembra che tutto sommato abilmente cazzeggino. E tutto ciò è un male... o un bene, dipende dai punti di vista e dagli interessi. E' il governo del Paese, il grande rimosso di questi mesi ... da quasi tutti. Tuttavia se i nodi sono reali, verranno al pettine.

    RispondiElimina
  59. io ho votato, e anche se non scrivo seguo sempre, do il 5x1000 e ora piccolo contributo mensile

    RispondiElimina
  60. Pazienza. Ma mi viene da parafrasare la nota trasmissione di Renzo Arbore "Meno siamo meglio stiamo" che in realtà ha battuo tutti i record...

    RispondiElimina
  61. In effetti la differenza con l' anno scorso è strana, sembrerebbe che quest' anno abbiano votato solamente i lettori fissi del blog, mentre i follower di twitter, che magari sono lettori un po' più occasionali e disattenti, potrebbero non aver recepito l' indicazione di votare goofynomics nella nuova categoria...resta il fatto che il messaggio di questo blog non è semplicissimo, al contrario di quello di Breaking Italy.
    Lei, Professore, ha fatto quello che poteva. Noi continueremo a lottare, anche se la strada sembra lunghissima.

    RispondiElimina
  62. sarà un caso ma io non sono riuscito a votare e non sono un principiante.

    RispondiElimina
  63. Sarà un caso ma io non sono riuscito a votare eppure non sono un principiante .

    RispondiElimina
  64. Ho votato, quindi parlo. Gli anni scorsi c'erano stati dei post "indicazioni di voto" in cui si spiegava per filo e per segno quanti voti dare e cosa votare.
    Quest'anno non mi sembra sia passato un post simile. Se è passato, non è passato abbastanza (e a causa della congiuntura econo-geo-politica, sfortunatamente per noi, lei sente necessario scrivere questo blog e io trovo interessante leggerlo, quindi me ne sarei accorto).

    Dato che, col primo metodo, persino una sparuta minoranza di mercanti è riuscita a far approvare i trattati di Maastricht ad un gran numero di belle anime europee ...

    tl;dr = mancavano i post autopromozionali "oggi votate per i Macchianera". Molti qui dentro sono reduci del credere che serio = buono e giusto (vedi Monti) e gli va ricordato che divertirsi e giocare è cosa buona e giusta, che per stare seri e austeri c'é un sacco di tempo, da morti.

    RispondiElimina
  65. lo ammetto: quest'anno per motivi di tempo ho votato una sola volta mentre gli ultimi due anni...diciamo qualche volta di piu'...
    non sono uno statistico ma posso immaginare che molti utenti non abbiano utilizzato tutte le mail a loro disposizione e il differenziale da ventimila diminuirebbe.

    RispondiElimina
  66. Onestamente non mi aspettavo niente di diverso, se si sono presi la briga di eliminare la categoria economica presente nelle passate edizioni era abbastanza prevedibile che un risultato scomodo venisse ritoccato.

    Vorrei anche sfiorare un altro argomento: la nostra battaglia contro l'euro, ogni giorno che passa, viene diluita in conseguenza di un esercito di nuovi elettori che in vita loro hanno maneggiato la sola moneta europea. Ora, convincere chi è già passato dalla lira all'euro a fare un passo indietro (anzi avanti) è già una battaglia tosta, ma convincere chi nella sua vita "economica" ha solo maneggiato euro è battaglia epica. Va da se che i nuovi elettori sono gli stessi che si abbeverano su breaking news.

    Un saluto dal Texas!

    RispondiElimina
  67. Lo dico con il massimo rispetto e consapevole della mia assoluta ignoranza: ma gli altri chi sono ?

    RispondiElimina
  68. Magari dico una cazzata, ma forse quella differenza tra 20.000 e 5.000 (arrotondo) è la differenza tra chi segue il Bagnai economista e il Bagnai "politico".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono grandissimi entrambi:non vedo alcuna differenza fra "il Bagnai economista ed il Bagnai politico",anche perchè economia e politica sono,per loro natura, strettamente interconnessi e,a mio modesto parere,i grandi ed esperti economisti non possono non essere anche dei "Politici" per eccellenza, a prescindere dal fatto che siano o no iscritti ad un partito o ricoprano o meno funzioni ed incarichi in parlamento oppure nel governo.Poi,fra loro,c'è chi(la stragrande maggioranza) persegue e difende gli interessi dei potenti e degli oligarchi e chi,come il professore,e pochi altri, quelli del popolo.

      Elimina
    2. oppure il Bagnai di Goofynomics e quello di Twitter...

      Elimina
  69. grazie @Alberto49, stato per scriverlo io... A di la del fatto che si è ampiamente detto che è un gioco. Ma voglio dire... dopo la "simpatica" esperienza dell'anno scorso, che ha visto eliminata la categoria Economia (e possiamo immaginare in che modo) che altro rimane da dire.
    Parliamo invece di cose serie... a me preoccupa molto, ma molto di più la questione prossime elezioni. E collegandomi alla questione del post mi chiedo: quando arriverà il giorno che saremo chiamati alle urne, chi ci garantirà l'integrità dello spoglio? io inizierei seriamente a pensare a questo, anche se mi rendo conto che "controllare i controllori" impiegherebbe una quantità enorme di risorse... ma il dubbio (e la paura) rimane...

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo.
      Da noi il voto elettronico ancora non e' arrivato!

      Basta aver fatto una volta lo scrutatore (tra referendum, amministrative e politiche avro' fatto lo scrutatore almeno una decina di volte) per capire subito che con il sistema tradizionale (schede cartacee, scrutinio manuale) non c'e' spazio per brogli su 'scala significativa'.

      Nei grandi centri e' quasi impossibile che presidente e scrutatori si possano conoscere prima della convocazione presso il seggio elettorale e la natura penale degli eventuali tentativi di broglio scoraggia chiunque dal rischiare una condanna per la piccola mercede ricevuta (che si riscuote qualche settimana dopo le elezioni).

      Le schede elettorali (in numero rigorosamente pari ai votanti dell'elenco degli iscritti al seggio) vengono timbrate e firmate dagli scrutatori solo il giorno prima dell'apertura del seggio.

      Per quello che riguarda le schede degli elettori residenti all'estero. queste arrivano per posta tutte a Roma (prima delle votazioni), ma vengono scrutinate insieme alle altre votate nei due giorni canonici a partire dalla chiusura dei seggi alle ore 22:00.

      Mio figlio, che al referendum costituzionale e' stato convocato per scrutinare i voti esteri, mi ha raccontato che molte delle buste erano aperte o risultavano danneggiate e che per questo (o perche' in numero non conforme agli elenchi trasmessi dalle ambasciate) gli scrutatori (praticamente tutti studenti universitari) le hanno annullate senza pieta'.

      Rammento che alle elezioni del 1924 ci furono violenze ed intimidazioni squadriste fuori dai seggi (per non far votare socialisti e comunisti), ma non furono mai provati veri e propri brogli.

      Elimina
    2. Concordo pienamente. Mi poreoccupa anche ciò che avverrà e gia avviene per orientare il voto; aspetti che saranno cruciali nella parte finale del periodo elettorale.

      Elimina
  70. Ho votato con molta attenzione e alla fine ho avuto la sensazione che non fosse stato contabilizzato. Altri mi riferiscono lo stesso, oltre alla possibilità di voto multiplo. Basta un bot e checcevò?
    Ed è solo un gioco... Pensa un'intera democrazia basata sul voto digitale...
    Comunque hai vinto moralmente e qualitativamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono un lettore fisso dal 2015. Non ho mai commentato perché finora non ho avuto argomenti interessanti (la lettura dei post mi appassiona e il blog del professore, assieme a quello di Ariosto, è da tempo la mia sola fonte di informazioni. Ho votato (per la prima volta) e ho avuto la stessa sensazione. Puzza di sofisticazione.

      Elimina
  71. Professore, sicuramente er partito, come dice lei, ce lo faremo da soli, ma qui sembra di assistere ad una vera e propria #analisidellasconfitta, esattamente come nei partiti!
    Ma volevo fare una domanda a chi ritiene più o meno significativa la performance di questo blog ai MIA, e in particolare a chi parla delle "vittorie" degli anni passati di Goofynomics ai danni del Sole: seriamente, voi ce lo vedete il direttore del quotidiano di Confindustria ad aspettare con trepidazione i risultati dei Macchianera Awards?
    Chiedo scusa in anticipo se la domanda vi mette in imbarazzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io ho solo proposto dei dati interessanti, ma, come sai, del risultato me ne sbatto abbastanza, a differenza di altri, incluso il Sole 24 Ore (altrimenti stai sicuro che la categoria "miglior sito di economia" non sarebbe stata abolita: forse tu segui il dibattito un po' superficialmente, e ti sei persa la saga degli "econopolly" che si sono messi chiocciando alla rincorsa di questo blog). Che poi quella testata abbia problemi che noi non abbiamo, perché a differenza sua non ce li meritiamo, questo è un altro discorso, e in questo senso sì, ti sono vicino...

      Elimina
    2. Secondo me la prima preoccupazione del direttore del " sole 24 ore" è identica alla mia: "netto in busta paga".

      Elimina
    3. Se lei, professore, mi dice che se ne sbatte, allora ci credo.
      Cercherò di trovarmi altre spiegazioni del perché ha dedicato questo post ai MIA.

      Elimina
    4. Comunque, se anche ci fosse stata la categoria "miglior sito di economia", a mio avviso, professore, questo blog non vi sarebbe dovuto rientrare.
      Sarebbe dovuto rientrare nella categoria "miglior corso telematico di Storia del pensiero economico".
      Tra i lettori del suo blog, infatti, sembra che Borghi o l'avv. Mori, ad esempio, siano considerati economisti, o comunque pensatori di economia, da cui -riporto un commento su questo post - "distillare la parte migliore del [loro] pensiero".
      Concordo.I loro importanti contributi dovrebbero essere inseriti nei migliori manuali.

      Elimina
    5. Ma caro, ci manca un elemento, che sarebbe sulla base di quale autorevolezza e competenza profferisci affermazioni così scioccamente provocatorie. Peraltro, credo che tu non sappia leggere. Il distillatore l'ho mandato a stendere (l'alcol fa male) e perché ho scritto questo post l'ho chiarito: per mettere in evidenza una rilevante anomalia statistica e chiedere alla community il suo parere. Non mi sembra di avere avuto spiegazioni convincenti, mentre mi sembra che tutti, a partire da te, non stiate capendo un paio di cose, delle quali la più importante è che questo è un gioco.

      Consumati serenamente nel tuo livore, amico. Non è colpa mia se nessuno sa chi tu sia: magari potresti aiutarci dicendoci come ti chiami...

      Elimina
  72. Concordo con uno dei commenti letti; probabilmente può aver influito il fatto che alcuni siti in gara "condividono" lo stesso pubblico, causando la frammentazione del voto (che non giustificherebbe comunque il crollo dai 23000 dello scorso anno). Aggiungerei anche che Breaking Italy è un autentico peso massimo su YouTube, e con molto seguito gggiovanile (che in rete ha il suo peso); per carità, lui è bravo e sa come si sta sul web, ma mi ha sempre fatto l'impressione di uno che esprime opinioni su tutto lo scibile umano facendole passare come analisi equidistanti da "factchecker", senza dare contenuti che in fondo si discostano tanto dal comune sentire.

    RispondiElimina
  73. La sensazione che il voto non fosse contabilizzato, l'ho avuta anch'io.Infatti ho ripetuto il voto, ignorando che la doppia votazione fosse valida.Uno scarto di quasi 20k sono tanti,anche se quest'anno sono stato tentato di astenermi dalla noiosissima votazione,dando per scontato l'esito favorevole.

    RispondiElimina
  74. E comunque, se posso permettermi di aggiungere una postilla ( per quanto inutile e scontata), l'eliminazione aprioristica della categoria "miglior blog di economia" credo non possa dar adito ad alcun dubbio su quanto abbia fatto rodere il culo a qualcuno la vittoria di goofynomics negli anni scorsi. Va bene così.

    RispondiElimina
  75. Onestamente un crollo delle preferenze di questa portata non sta ne in cielo né in terra. Si può spiegare solo con un fattore incidentale, voluto o no. Mi fa più paura la negazione del complotto che il complotto stesso. Sono anche io del parere che la fruizione dei suoi contenuti on line debba essere più organizzata, così da essere meglio raggiungibile. Io non le nascondo che mi sono avvicinato alla lettura quotidiana del blog e di Twitter perché mi sono imbattuto per caso nel video di Byoblu. Ebbene, ho trovato finalmente qualcuno che mi stava dando le risposte alle domande che ormai da molti anni mi facevo. Sapevo dentro di me che l'Euro ci stava rovinando, ma non capivo perché. Ma quello che mi ha catturato completamente è stata la sua ars oratoria, piuttosto che la lettura (si mi piacciono i libri con le figure, l'anticipo) del blog, ma tant'è. Forse senza l'imprinting dei video su YouTube non l'avrei neanche trovata. Non voglio sminuire il lavoro di chi già posta tanti suoi video su YouTube, ma forse una sezione del blog con i link, tutti messi per bene per data o per argomento, potrebbe essere solo di giovamento. Chiudo. Ultimamente trovo poco materiale video nuovo. La produzione si è fermata o cosa?
    Saluti

    RispondiElimina
  76. Io ho votato, e credo di averlo fatto correttamente, peró ho notato che qualche giorno successivo ho potuto rivotare... tra l'altro, non so se doveva succedere o meno, ma a me non é arrivata nessuna mail di conferma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io addirittura ho votato due volte consecutivamente ,perché non capivo se avevano recepito il primo voto. Ma anche nel secondo caso non ho avuto nessuna conferma.

      Elimina
  77. La perdita di ventimila voti , in un solo anno , è anomala.
    Permettere a Goofynomics di vincere la categoria quale miglior sito di economia , con quasi il triplo dei voti sul secondo classificato (che non è uno qualunque) , è stato anomalo .

    RispondiElimina
  78. Guardando un po', mi sembra che non sia la sola categoria a presentare “peculiarità interessanti” quando si paragonano le classifiche 2017-2016.

    RispondiElimina
  79. "Per me è molto difficile trovare dei difetti nell'Unione Europea (...) se noi uscissimo dall'euro (...) la lira dovrebbe svalutare (...)è per quello che il nostro debito pubblico è alle stelle (...) La Grecia, senza l'aiuto dell'Unione Europea, sarebbe fallita": https://youtu.be/q6vpYyoQFV0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo. Abbiamo la chiave di lettura che ci mancava, dopo tanto minchieggiare sul linguaggio dei ggiovani e sui lettori che si sono seduti. Alkes klar!

      Elimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.