MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

mercoledì 2 ottobre 2013

Comunicazione di servizio: Pescara

Con grande fatica ci avviciniamo al nostro compleanno. Questo sarà stato per me un anno vissuto faticosamente. Stiamo segnando i nomi di chi aggiunge fatica inutile, e vorrei ricordare a tutti la regola numero uno: non avvicinate escrementi alle mie narici. Ci cascate tutti, anche i migliori: Massimo, Mario... Perché regalare clic, cioè visibilità, a chi non se li merita? Salvo poi venire da me a piagnucolare: "Ma hai visto che dice quello?". No, non l'ho visto, appunto, e il semplice fatto che voi l'abbiate visto depone, ahimè, a vostro sfavore. La vostra ingenuità mi atterrisce: con un'armata simile non si può vincere nemmeno un torneo di boccette. Ma del resto siete pure quelli che si son fatti rifilare l'euro...

Per sapere come uscirne, c'è l'appuntamento di Pescara.

Intanto, lo staff mi  invita a ricordarvi che:


1) La cena servita del 26/10 ed il pranzo a buffet del 27/10 non sono compresi nel prezzo del biglietto. Chi volesse partecipare dovrà acquistare un ticket con le modalità indicate nella scheda di prenotazione predisposta per l'occasione dal Serena Majestic, al costo di 25 euro per pasto.
 
2) È possibile attivare un servizio di nursery / baby sitting, ma abbiamo bisogno di conoscere anticipatamente numero ed età dei bambini, infatti il numero (e quindi il costo) delle babysitter dipendono da questi fattori. Le babysitter saranno scelte tra insegnanti di asilo della zona con cui l'hotel ha una convenzione, pertanto si tratta di personale qualificato. Segnalate queste informazioni all'indirizzo eventi@asimmetrie.org.
 

Vi segnalo che dopo la cena del 26, che sarà il nostro "gala dinner", ci sarà un evento del quale non vi parlo. Il programma è in continua ebollizione. Quello definitivo lo sapremo il 28 ottobre. Ma di delusi ce ne saranno veramente pochi, ve lo garantisco.


Queste informazioni ci occorrono entro una settimana (abbondante), precisamente entro il 10 ottobre.

Dopo non so quanto potremo venirvi incontro, ma ci proveremo comunque.

Tutto chiaro?

37 commenti:

  1. Forse intendevi dire che il programma lo saprete solo il 28 SETTEMBRE, non ottobre....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, forse intendevo quello che ho detto, anche perché il 28 settembre è già passato, non trovi? Naturalmente chi non si fida può farsi rimborsare. Un convegno come il nostro vive anche di attualità, ed è ovvio che il programma si adatti.

      Elimina
    2. si, in effetti il 28 settembre è già passato,
      capisco solo adesso che dare la data del 28 ottobre era paradosso...

      Elimina
    3. in effetti il 28 settembre era gia` passato....e` che non avevo capito il paradosso del 28 ottobre

      qualche volta devo rileggere piu` volte i testi, il rischio di travisare con un maestro di sarcasmo, ironia e dileggio e` altissimo

      ho pero` la giustificazione di non essere cresciuto in quell`ambiente di serpi e mentitori spudorati che si fregiano, perlopiu` a sproposito, del titolo di economista

      Elimina
  2. Desumo che alloggiando al Serena Majestic la cena del 26 e il pranzo del 27 in programma, siano gli stessi offerti dall'Hotel scegliendo la formula di pensione completa... dico bene?

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, naturalmente sì. Siccome molti hanno scelto di dormire altrove, o di adottare la formula bed&breakfast, è comunque importante fargli sapere che sabato la giornata prosegue dopo cena in sala per parlare di cose che ci riguardano.

      Elimina
  3. Se sorpresa deve essere, è chiaro che non ci sarà risposta, ma azzardo: sto pensando a un tuo concerto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima, non mi pagate abbastanza per sentirmi anche suonare...

      Elimina
    2. Bella battuta, di quelle che rispecchiano la realtà.
      Allora spero in un concerto in qualche zona raggiungibile del nord-ovest.

      Elimina
  4. Credo che tu ce l'abbia con me. Non intendevo avvicinare escrementi alle tue narici, ma purtroppo ci viviamo in mezzo, chi non si isola volontariamente. Tu fai il tuo lavoro di "apripista"; in questo abbiamo trovato, io almeno, quella rettitudine intellettuale, prima che scientifica o morale, così rara oggi; il nostro compito, quello che mi son dato, è trapiantare quel che possiamo negli ambiti che frequentiamo, che spesso sono maleodoranti e un po' ce ne resta addosso.
    D'altronde se vogliamo allargare la truppa è fra gli avversari di ieri che vanno trovati i seguaci, senza sconti e tanto meno riconoscimenti: se si accorgono solo ora che un altro scenario esiste il loro ritardo li condanna ma non deve escluderli, altrimenti resteremo sempre in poche centinaia (migliaia? centinaia di migliaia?), in ogni caso minoranza.
    Dal letame nascono i fior... che a volte son carciofi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, carissimo, ce l'ho esattamente con te. Gli avversari di ieri (sto per recarmi da uno di loro) non sono però i traditori di oggi. Voi date molta, ingiusta visibilità a questi ultimi. Intendiamoci: poco male. Chi ha cervello discerne, e chi non ne ha, ahimè, non conta. Fa parte di quella melma che il giorno dopo sarà convinta dai TG di averla sempre pensata come noi. Solo che anche se una zanzara non è un cobra, è ugualmente fastidiosa, e io di pensieri ne ho tanti, quindi vi sarei veramente grato se seguiste la regola del non avvicinare escrementi alle narici. Capisco le complesse problematiche psicanalitiche sottostanti, per carità. Insomma: fate un po' come vi pare, basta che non mi constringiate ad andarvi appresso!

      Elimina
  5. Ha ragione ancora una volta.
    L'imbecille che scrive è caduto con tutte le scarpe nella trappola dell'euro credendo che fosse il realizzarsi di un sogno di fraternità e prosperità, ancora una volta quanto sono stato fesso e ingenuo.

    Un affettuoso saluto

    p.s. proff. se fosse possibile riabilitarmi su twitter ne sarei molto contento, spero che siano sufficienti 4 mesi di stop per la regola 3. Mi rimetto al suo buon cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è che io sia molto migliore di voi. Sono stato salvato dal mio non interessarmi alla politica e all'economia, e dal mio interessarmi ai numeri, altrimenti ci sarei cascato anch'io. Ma i numeri erano troppo evidenti. Ti ho sbloccato su Twitter, ma avrai poca soddisfazione, perché come forse avrai constatato è un social che interessa sempre meno gli economisti...

      Elimina
  6. E' possibile per una non partecipante al convegno (mia mamma, mio padre ed io ci siamo) prendere parte alla cena?

    RispondiElimina
  7. Io il sabato lavoro e non posso mai esimermi dal farlo........quanto mi piacerebbe se si organizzasse una volta una full immersion domenicale!!
    p.s. Mi scuso tantissimo ma ieri sera ho visto "la gabbia"....lo so che dovevo "boicottarlo" ma non ho resistito.........come al solito hanno passato l' intera prima parte a parlare di stronzate (stavolta ci si concentrava sul voto di fiducia al governo), ma poi il programma ha preso una piega abbastanza interessante e Paragone ha massacrato tutti quelli che evocavano l'argentina, le catastrofi, l' inflazioni ecc ecc in caso di uscita dall' euro........forse nonostante la fallimentare esperienza della scorsa volta gianluigi è in buona fede.......
    P.P.S. Mi sa che abbiamo un alleato in piu' in Sgarbi.....secondo Lei puo' essere un fattore positivo (è un grande affabulatore di masse) o negativo (sbraita si incazza e fa scadere in teatrino argomenti seri come l' uscita dall'euro) ???

    RispondiElimina
  8. Questa era scritta sulla porta di un bagno della Bocconi :


    Perché ci sia pareggio
    E la Bocconi non ci perda
    Quel che mi dà in scienza
    Glielo ritorno in merda


    l'ho trovata per caso ... ma che sia per questo che l'italia è nella M .....

    RispondiElimina
  9. Se è tutto vero quanto si può leggere qui sotto, i partecipanti al goofycompleanno saranno debitamente 'attenzionati' (come dicono oggi coloro che sono up to date)

    http://www.lindipendenza.com/evasori-ed-euroscettici-nel-mirino-dei-servizi-segreti-dellunione-europea/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti alla UE. Un singolare esercizio di (anti) democrazia.....

      Elimina
    2. bene, così finalmente avranno piena contezza di tutte le maledizioni che gli mando quotidianamente.

      Elimina
    3. giusto, prof.
      ma se usciamo dall'euro, festa grande... e concerto in omaggio.

      Elimina
    4. Immagino che herr schäuble avrebbe voluto chiamare questa sua creatura gestapo.

      Elimina
    5. Interessante scenario.
      Ci sono ottimi spunti per un nuovo romanzo Orwelliano o per un prossimo film tipo 'Elysium'.
      7 milioni e mezzo di nuovi disoccupati in Europa dal 2008 (quasi tutti nei Paesi periferici dell'Eurozona).
      Altri milioni sicuri nei prossimi anni nella periferia sempre piu' depressa (diciamo un milione in piu' ogni anno?) a causa delle politiche di austerita' e dei noti vincoli di bilancio.
      Di questa massa di umanita' sofferente', se non tutti, almeno l'80% saranno 'euroscettici' e certamente anche 'evasori' (perche' per sopravvivere faranno per forza un po' di nero).
      A quel punto entrano in azione gli zelanti servizi di informazione di EURSS/IV Reich (tutti alti e biondi) che, stanati con spie ed infiltrati i pericolosi sovversivi 'euroscettici ed evasori', li colpiranno senza pieta' con i novelli àscari reclutati nella periferia (Eurogendfor), tutti dotati di tutti i salvacondotti necessari per reprimere, anche con la forza, il dissenso (Eurogendfor infatti non risponde alle magistrature locali e se mai nella sua azione violasse i diritti umani nessuno potrebbe comunque limitarne l'azione per via della segretezza accordata dal trattato di Valsin).
      Al prof. temo che in questo film abbiano gia' riservato la fine di Braveheart....

      Elimina
    6. "Al prof. temo che in questo film abbiano gia' riservato la fine di Braveheart...." ma no, ma no, signor Cellai non sia melodrammatico ... non lo sa che nella EU(RSS) gli euroscettici sono al più vittime di incidenti stradali, non ricorda Jorg Haider ?

      Elimina
  10. Mi e' appena venuto spontaneo il termine "nazieuropeismo"...

    RispondiElimina
  11. Fatto Prof. cena prenotata. Mi potrò fermare solo sabato, ma ne varrà sicuramente la pena. Del resto la santa donna che mi ha sposato mi ha permesso di venire nonostante torni dalla Cina solo due giorni prima...
    Ci si vede a Pescara.

    RispondiElimina
  12. æs debitorem leve, gravius inimicum facit: un leggero debito produce un debitore,
    uno grande produce un nemico

    I Romani la sapevano piu' lunga dei nord europei, gia' 2000 anni fa.

    RispondiElimina
  13. Ma guarda, deve essere un caso di telepatia, anche a me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che brutti pensieri contro la UE, insignita del NO-bel per la pace...

      Elimina
  14. @Omar Paglia
    la grandezza delle esposizioni dei proff. Bagnai, Borghi e Barra Caracciolo è quella di aver chiarito come la visione della società è stata fondamentale nel creare delle regole (economia) che hanno condotto a questa situazione e che hanno "costretto" a piegarsi.

    dico questo, perché per far passare tutto questo, è stato fatto passare l' "Europa" (che non esiste..) come figura mitologica.
    E se l'Europa è buona allora è buono l'€.
    Ieri per esempio la Innocenzi (insomma, capisco che sia una giornalista dalle famose 2 lire) invocava per i morti di Lampedusa l'aiuto dell' "Europa"..
    Europa? la stessa che ha creato 7,5ml in più di disoccupati nell'area € (ma non nell'area non euro), distrutto il welfare, la vita di intere generazioni, condotto a migliaie di suicidi?
    parliamo della stessa fantomatica "Europa"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gnente, gnete, 'n toro bianco che s''a porta via, 'n giro nun ce sta!
      Uff...

      Elimina
    2. x Valsandra

      La stessa meravigliosa Europa che unita "of the euro, by the euro, for the euro", permette che ciascuna nazione, in maniera assolutamente arbitraria e scoordinata, si possa comperare quanti F-35 vuole.

      Chi ne compera 90 (noi), chi ne compera 37 (l'Olanda), chi non li compera più (Danimarca), chi non li compera proprio (Germania) e chi invece se lo costruisce in casa (la Francia, il Rafale Dassault).

      Alla faccia della concertazione.
      E oltre alla beffa si aggiunge il danno (che non riguarda solo il lato economico del quanto costa ciascun esemplare): ci leghiamo ancora di più alle scelte di politica estera degli USA.
      Da un lato ci dicono: "l'euro ci serve perchè solamente tutti insieme noi europei possiamo contrastarie il duopolio USA-Ciiina" e dopodiché diventiamo ostaggi degli USA, i quali possono decidere se far volare o meno gli aerei che gli abbiamo comperato e pagato.

      Dubito che al Prof. interessi una spiegazione tecnica sul dove si nasconde la solenne fregatura dell'F-35 ma almeno, un domani, se quando si cerca di metterlo in moto non parte, beh io ve lo avevo detto... :)

      Ivan

      Elimina
  15. @Prof e altri
    anch'io sono caduto nella trappola l' "Europa è fica", è colpa della corruzione (beh, vivendo in Sicilia) ma come per il prof sono stati i numeri che mi hanno fatto cambiare idea.
    per esempio prendiamo il debito pubblico.. giusto che (in base alla teoria "la colpa è del debito pubblico) Italia e Grecia vadano a gambe all'aria..
    ma poi mi chiesi: "e perché l'Irlanda? e perché la Spagna e il Portogallo?"

    alla fine sono entrato in un corto circuito (avendo pure l'esempio del Giappone).
    a questo punto un mio amico brasiliano mi spiegò che la germania sfruttava l'euro per svalutare e quindi mi mostrò la differenza temporale tra le CA di Germania e Italia.

    la mia domanda fu: "ma come si può svalutare se abbiamo la stessa moneta?"
    e rimasi mesi a chiedermelo sino a quando..
    sino a quando sempre il mio amico mi sottolineò un articolo del prof. Bagnai (quindi di anni fa) in cui si parlava di non AVO (non ricordo il nome.. "euro ultima fermata"? una cosa del genere!).

    la chiarezza di quell'articolo fu disarmante e quindi ho incominciato a seguire il blog e penso che insieme (come gruppo) abbiamo intrapreso un percorso culturale (perché tale è) che ci ha condotto qua.
    la coerenza delle argomentazioni, ripeto, sta nel fatto che abbiamo un puzzle e non le sole tessere!

    RispondiElimina
  16. Posso chiedere che tipo di resoconto del Convegno ci sarà, se ci sarà, per coloro che non potranno essere presenti?

    RispondiElimina
  17. Femminicidio. Qualcuno e' in grado di verificare questa roba? Preoccupante...

    [...] Sempre nel decreto contro la violenza di genere, viene introdotta una norma quantomeno sospetta. Perché consente l'introduzione di appartenenti alle forze dell'ordine straniere nel territorio italiano - secondo i trattati internazionali - parificandoli ai nostri. Stessi diritti, stessi doveri. Anche nell'uso delle armi. Ci vuole poco a immaginare come un agente segreto possa essere spacciato per poliziotto e consentirgli di venire in Italia a fare gli affari del suo paese. [...]

    RispondiElimina
  18. Alberto su twitter rinvia all'indirizzo sotto riportato, per avere notizie VERE sulla Grecia. È una lettura che atterisce e spaventa. Ne consigliamo caldamente la lettura al dott. Bastasin.

    http://www.greekcrisis.fr/2013/10/Fr0281.html

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.