MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

venerdì 9 dicembre 2016

Morte dei Paschi di Siena

(...il titolo è copyright del socio Andrea Lignini...)

Come avrete visto, sta andando tutto a carte quarantotto (non nel senso di Quarantotto). Il mercato non ha preso benissimo la decisione della Bce di non accordare una proroga a Mps per trovare i soldi che le servivano a ricapitalizzarsi. Si sta insomma avverando lo scenario orgasmico: diciamo che siamo già al punto 7, quello dei ricciarelli al cioccolato, e ci siamo arrivati saltando tutti gli altri punti (il che ovviamente non implica che Mustier troverà i miliardi che servono a lui).

Io non ho molto da dire, avendo già detto tutto prima.

Il 21 dicembre scorso avevo chiarito al grande pubblico quello che qui vi avevo detto il 20 novembre 2011, ovvero che il problema delle sofferenze era determinato dalle dinamiche dell'economia reale, stremata dalle politiche di austerità (sì, nel 2011 ancora non l'avevamo fatta, ma un economista certe cose le sente...). È poi da tempo che evidenzio come le soluzioni "di mercato" fossero foriere di ulteriori problemi. Povero Atlante!

Quindi, come dire, oggi posso cavarmela parafrasando Flaiano: io di backstop pubblico ne parlavo nel '50, adesso piace anche ai portieri.

Torno a lavorare, non senza ricordare le parole di un grande. Per la cronaca avete i gazzettieri, che, a quanto vedo da Twitter, stanno andando alla grandissima...

26 commenti:

  1. Comunque, non è poco quello che è stato fatto qui e me ne rendo conto pienamente oggi, non "oggi" letterale, intendo in questi giorni che seguono il referendum: colleghi che prima pensavano all'origine del mondo e basta, ai quali magari accennavi quello di cui qui si discuteva, ti isolavano, cambiavano discorso, tralasciavano la discussione senza addentrarcisi.
    Oggi, invece, cominciano ad ascoltare, e quello che ho imparato qui è come una pulce nell'orecchio che li porta ad ascoltare. Non sono all'altezza di dare tutte le risposte, non è il mio mestiere, ma so almeno dove indirizzarli!
    Ad ogni modo, io non ho proprio voglia di diventare un loro punto di riferimento e imboccarli come bimbetti: sono adulti grossi e vaccinati, se vogliono avere un minimo di basi per decidere con maggiore consapevolezza, sudassero un po', come me mentre facevo la nightmare walk.
    Buon vino! Lo so, si dice buon vento, ma 'sta sobbbbbrietà dopo un po' stufa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesco, infatti non devi farlo. Io in questi anni ho imparato proprio questo: in undibattito testa a testa stile talk show l'importante e' demolire l'avversario a prescindere dalle ragioni; se lui perde tu vinci anche se non hai ragione. ad ogni modo il dialogo e' impossibile perche gli astanti devono istituzionalmente interpretare ed esporre una linea di pensiero, per questo non possono farsi convincere nemmeno in parte o dimostrerebbero di avere torto e sarebbero deboli. Quindi e' inutile convincerli. Invece quando vuoi tealmte convincere una persona ce la deci fare arrivare da sola alla verita': due pbiezioni fattiali per farle notare con la sua esperienza la falsita' dei giornalisti, e una indicazione propositiva che non e' colpa sua ne' nostra, che c'e' una scienza macroeconomica, e un blog con insigni stidiosi che scrivono proma quel che succede dopo, dato che conoscono i dati, sanno dove si cercano e li sanno interpretare. A lui fare il resto. E poi un GRAZIE al Professor Bagnai che ci sta sempre bene.

      Elimina
    2. È veramente il momento dei pop-corn. Anche se non compensa il collasso a cui ci hanno portato, vedere scomparire il sorriso di sufficienza dalla faccia dei piddini è una soddisfazione enorme.

      Elimina
    3. “(…) la verità oggettiva di una proposizione e la validità della medesima nell'approvazione dei contendenti e degli uditori sono due cose diverse. (A quest'ultima è rivolta la dialettica).
      Da che cosa deriva tutto questo? Dalla naturale cattiveria del genere umano. Se questa non ci fosse, se nel nostro fondo fossimo leali, in ogni discussione cercheremmo solo di portare alla luce la verità, senza affatto preoccuparci se questa risulta conforme all'opinione presentata in precedenza da noi o a quella dell'altro: diventerebbe indifferente o, per lo meno, sarebbe una cosa del tutto secondaria. Ma qui sta il punto principale. L'innata vanità, particolarmente suscettibile per ciò che riguarda l'intelligenza, non vuole accettare che quanto da noi sostenuto in principio risulti falso, e vero quanto sostiene l'avversario. Se così fosse, ciascuno non dovrebbe fare altro che cercare di pronunciare soltanto giudizi giusti: quindi dovrebbe prima pensare e poi parlare. Ma, nei più, all'innata vanità si accompagna una loquacità e una slealtà connaturata. Essi parlano prima di avere pensato, e se anche poi si accorgono che la loro affermazione è falsa e hanno torto, deve nondimeno apparire come se fosse il contrario. L'interesse per la verità, che nella maggioranza dei casi è stato l'unico motivo per sostenere la tesi ritenuta vera, cede ora completamente il passo all'interesse della vanità: il vero deve apparire falso e il falso vero.
      Tuttavia anche questa slealtà, anche l'insistere su una tesi che già a noi stessi appare falsa, può trovare una scusante: molte volte, all'inizio siamo fermamente convinti della verità della nostra affermazione; ma ora l'argomento dell'avversario sembra rovesciarla: abbandonando però subito la nostra causa, spesso ci accorgiamo poi che avevamo invece ragione; la nostra prova era falsa, ma per quella affermazione era possibile darne una giusta: l'argomento risolutore non ci era venuto in mente subito. Perciò, si afferma ora in noi la massima di continuare ugualmente a combattere contro l'argomento contrario, anche quando esso appare giusto e decisivo, confidando sul fatto che la sua pertinenza sia anch'essa soltanto apparente, e che durante la disputa ci verrà in mente un altro argomento per rovesciarlo, oppure per confermare altrimenti la nostra verità: siamo così quasi costretti, o almeno facilmente indotti, alla slealtà nel disputare. In questo modo, la debolezza del nostro intelletto e la stortura della nostra volontà si sorreggono a vicenda. Ne deriva che, di regola, chi disputa non lotta per la verità, ma per imporre la propria tesi(…).”

      Schopenhauer, L’arte di ottenere ragione.

      Fino a quando non arriva la SStoria e, chissà perché, si inizia a ragionare anziché disputare.

      Arrivati a questa fase tanto vale mandarli direttamente qui

      Elimina
  2. Ma nn sarà che adesso tirano dentro il MES e le "condizionalità" per salvare MPS? Stavolta ci incazziamo veramente. Saranno piazze caldissima,spero

    RispondiElimina
  3. Posso testimoniare che Lei Prof. Con grande pazienza , a fronte di un mio sfogo in cui descrivevo lo scenario di isolamento intellettuale in cui litigando provavo a spiegare il disastro dell ' economia reale legato ad €uro e politiche €urocentriche per noi italiani ad una platea di professionisti e Rentier della provinia Ravenna sita in Piddinia , ed in particolare ad un commmensale , particolarmente "virulento " nel fare sorrisini di circostanza e controbattere con boutade tratte mainstream dal Sole24ore , Lui Nel Private di MpS , ma udite udite intellettualmente autocollocatosi a sinistra , Lei Prof mi disse :
    CHE SI TROVI UN ALTRO LAVORO CHE NE AVRA' BISOGNO A BREVE .

    Io che filosoficamente mi definisce " Buddista " non riesco a gioire , ma provo grande tristezza ...
    Non per lui ma per i colpilti dai BAIL IN e domani da tutti noi che verremo colpiti da BAIL OUT e tutto il RESTO .

    So'. Buddista , ma di quelli con la spada .

    RispondiElimina
  4. Che dire, MacDonalds sposta la sede legale dal Lussemburgo a Londra, ci consoliamo pensando al compagno Junker mentre bestemmia?

    RispondiElimina
  5. Mentre scrivo sto ascoltando un Tg che sottolinea come la notizia del diniego di rinvio dell'aumento di capitale MPS sia solo un'indiscrezione non confermata e come il Board di Mps non disperi di trovare ancora una soluzione di mercato.
    Identico messaggio trapela dal titolo della prima pagina di domani del Sola.
    In disparte la considerazione che, se stessero così le cose, una procura, fosse pure quella di Trani, si dovrebbe muovere, condivido con voi tutti un dubbio.
    E se la vicenda Mps fosse il poliziotto cattivo e il semitapering di Supermario fosse quello buono?
    Dopo l'ultima riunione della Bce le borse hanno festeggiato e, se non sbaglio, anche lo spread è sceso. "Evviva Supermario che ci protegge" è il messaggio veicolato a reti unificate
    Poi ho letto un articolo di Micromega che propone una lettura leggermente diversa.
    Questo
    http://temi.repubblica.it/micromega-online/draghi-una-stretta-monetaria-per-soffocare-il-populismo/
    E se dal prolungamento del QE ci fosse ben poco da gioire per noi italiani (oltre che per la ben nota inefficienza del rimedio)? E se questa fosse il vero pacco che si cela dietro l'ammuina su MPS?
    Probabilmente sono solo rimasto affascinato delle intriganti, quanto verosimili, proporzioni ( TTIP: Ceta=Soros:X). Probabilmente, sto solo ingenuamente equivocando, scambiando pie illusioni dei media mainstream ( quelle del Tg e del Sola) per notizie. Il mio reale timore è che stavolta i poliziotti siano entrambi "buoni" e che si tratti solo del consueto doppio pacco europeo.

    RispondiElimina
  6. Auguri prof. Ok, lo ammetto, mi sono baloccata col pensiero di regalarle un libro, ma poi ho pensato che con probabilità uno lo avrebbe sbeffeggiato come lettura piddina e ho deciso invece di raddoppiare il mio contributo mensile ad Asimmetrie. Se riesco dal cellulare lo faccio subito, se no lunedì. Ci sono così tante asimmetrie, e non tutte belle, che servono veramente tante risorse per occuparsene.
    Grazie sempre di tutto (soprattutto della musica) e ad maiora, prof. Dopo quattro anni posso dire che questo blog mi ha cambiato la vita.

    P.S. Che libro volevo regalarle non lo dico, va bene prendersi spigolate per cose fatte, ma per cose solo pensate, no. Il passo successivo sarebbe la spigolata per omissioni, e francamente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal profondo del cuore Tantissimi Auguri anche da parte mia!

      Elimina
  7. E' fuori tema..ma..
    TANTI AUGURI PROF.
    ..e grazie per tutto quello che fa..
    Io non riuscirò mai a sdebitarmi per avermi fatto unire i puntini..ma almeno un obolo ad Asimetrie lo devo..

    RispondiElimina
  8. Mi associo agli AUGURI e, per concretarli, provvedo al più presto a:


    - quota socio

    - donazione secondo semestre

    - donazione extra.


    I precedenti 45eu, inviati distrattamente senza causale, erano per il biglietto del Goofy5, a cui partecipare almeno in questo modo.

    Buona giornata a tutti.

    RispondiElimina
  9. Vado fuori tema e me ne scuso, ma vorrei segnalare, perchè penso possa interessare molti che Alessandro Visalli, coordinatore del Network per il Socialismo (area Sinistra Italiana) ha dedicato una lunga, articolata e approfondita analisi al dibattito su sinistra e nazione nato sul blog di Barbara Tampieri. Vi partecipavano, tra gli altri, Stefano D'Andrea e Paolo Di Remigio del Fronte Sovranista Italiano e il sottoscritto. L'analisi, seria e approfondita, di Visalli si trova qui:

    http://tempofertile.blogspot.it/2016/12/un-dibattito-sulla-nazione-e-la.html#!/2016/12/un-dibattito-sulla-nazione-e-la.html


    RispondiElimina
  10. Buon compleanno prof. Fatta una piccola donazione con paypal, l'anno prossimo in cui potrò utilizzare deducibilità fiscale faro' di piu'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Approfitto dell'OT avviato,per chiedere lumi sulla deducibilita fiscale delle contribuzioni di cui mi ero dimenticato (certo, posso cercare anche da me, ma credo che un aiutino o ripasso sarebbe gradito a molti).
      Last but not least, happy birthday guru

      Elimina
    2. Ai sensi dell’art.8 comma 1 della legge regionale 1/9/1999 n. 22 a far data dal 4/3/2014, le erogazioni liberali ad Associazioni di Promozione Sociale a cui fa parte a/simmetrie godono della detraibilità o deducibilità fiscale, e in particolare:

      - Per le persone fisiche: detrazione del 19 per cento, fino a euro 2.065,83 (detrazione dall’imposta dovuta: €393)con codice E23 s.e.& o.
      - Per società o enti (società di capitali, di persone o enti non commerciali): deduzione dal reddito d’impresa, per importo non superiore a 1.549,37 euro o al 2 per cento del reddito di impresa dichiarato (il risparmio d’imposta è commisurato all’aliquota ires e irap vigente)
      I versamenti vanno effettuati con bonifico postale o bancario, o con carte di debito, carte di credito, carte prepagate, assegni bancari e circolari.

      Per le erogazioni liberali effettuate tramite carta di credito è sufficiente la tenuta e l’esibizione, in caso di eventuale richiesta dell’amministrazione finanziaria, dell’estratto conto della società che gestisce la carta. Io faccio la medesima cosa con PayPall e mi stampo da me l'elenco delle donazioni effettuate (spero sia giusto).

      Siamo ormai giunti a fine anno quindi se si vuole usufruire della deducibilità già nella prossima dichiarazione dei redditi occorre sbrigarsi ;-D

      E' gradito l'utilizzo di donazioni ricorrenti mensili!!!

      Elimina
  11. Professore, le faccio i miei auguri con le parole di Dostoevskij: “chiunque voglia sinceramente la verità è sempre spaventosamente forte.”
    Ad maiora

    RispondiElimina
  12. Mi associo agli auguri! E grazie di esistere!

    RispondiElimina
  13. Citazione maoista usata anche nel pianeta di piddinia



    grande è la confusione

    RispondiElimina
  14. Ma sto salvataggio pubblico se ci sarà non avverrà mettendo in mezzo la troika vero???

    RispondiElimina
  15. Buon compleanno Professore! Ad maiora semper.

    RispondiElimina
  16. Il mese scorso ho cancellato la mia donazione a Save the Children raddoppiando il mio misero mensile ad Asimmetrie. Avevo masticato amaro notando quanto maggiori fosse stati i loro sforzi nel recupero migranti rispetto ai soccorsi ai bimbi di Amatrice. Poi pochi giorni fa, a cose fatte, mi arriva agli occhi questo video https://youtu.be/TbIc1LZqIAw in cui viene fuori anche il nome di STC, smadonno e realizzo che per l'ennesima volta andavano solo uniti i puntini. Comunque cosa fatta capo ha, io premio chi combatte per promuovere la consapevolezza tra gli Italiani.
    P.S. tre previsioni azzeccate (Brexit, Trump, referendum italiano) e non sono ancora milionario. Un broker accorto (o un uomo sufficientemente capitalizzato e dotato di discreto fegato) lo sarebbe diventato. E allora altrochè poche decine di euro al mese di contributo. Sigh sob...

    RispondiElimina
  17. Professore, una domanda forse da ignorante... ma la scelta della BCE era in qualche modo obbligata o potrebbe essere una mossa volta a fare pressioni sull'italia per ricorrere a MES e FMI? Alla luce di quanto si legge in questo articolo...
    http://m.huffpost.com/it/entry/13453694?utm_hp_ref=italy

    RispondiElimina
  18. Mi dice , Professore, coda ne pensa di codeste dichiarazioni ?
    http://mauromariamarino.it/wp-content/uploads/2016/12/marino-banche.pdf

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.