MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

giovedì 14 aprile 2016

Ricordate il 5 per mille ad a/simmetrie

(...mentre simpatici amici ci segnalano le evoluzioni di chi per anni vi ha tradito - se eravate di sinistra - e mentito - di qualsiasi colore foste, e si è anche vantato di soffocare il dibattito, che, come ricorderete, io avevo offerto loro ritenendo che quello fosse il luogo di elezione dove preoccuparsi di una cosa che schiaccia tutti cominciando dai lavoratori, qualcuno, o meglio "qualcuna", fa una cosa intelligente e della quale la ringrazio: ricordarvi che contribuire a un progetto di verità e giustizia, sostenere chi è in grado di portare nei media una parola di equilibrio in questo modo [ringrazio Alessandra Viero], consolidare la reputazione nel dibattito delle vostre idee, è una cosa che, volendo, non costa nulla...)



Zoe [che non è Alberto Bagnai, ma una lettrice intelligente] ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "Infelice Atlante (il canto del cappone)":

OT in tempo di 730.

Come lo scorso anno ho cercato il codice fiscale di asimmetrie cliccando sulla scritta in rosso asimmetrie nella homepage di Goofynomics per dare il 5 per mille in sede di dichiarazione redditi modello 730.

Se posso, non darei per scontato che sia chiaro a tutti, considerando anche che vi sono sempre nuove persone che la seguono, che sostenere questo progetto contribuendo ad asimmetrie, significhi anche fare la semplice operazione, che in termini economici non costa nulla a chi la effettua, di indicare nella prima casellina in alto a sinistra del modello 730 I, sostegno del volontariato....ecc, allegato al modello 730 (Scelta per la destinazione del 5 x mille Irpef), il codice fiscale di asimmetrie 97758590588 apponendo la propria firma.


Lo stesso vale per coloro che non faranno il modello 730 ma il modello Unico 2016.

Il soggetto contribuente deve farsi parte diligente precisando agli operatori, siano essi commercialisti o CAF, di voler fare questo tipo di scelta, in quanto accade spesso che queste operazioni siano viste come una scocciatura e quindi, se non richiesto espressamente, il modello non venga compilato e quindi venga presentato in bianco.

Per questo, se posso, suggerirei di integrare la scritta in rosso della homepage di Goofynomics con quelle tre righe di indicazioni che si trovano cliccando sulla parola asimmetrie, almeno nel periodo da aprile a luglio, tempo di 730 e di modello Unico.

PS: anche coloro che non devono fare alcuna dichiarazione, ma sono in possesso di un modello CU Certificazione Unica rilasciata dal datore di lavoro per redditi di lavoro dipendente possono compilare la scheda allegata al modelello CU per effettuare la scelta.

La scheda va poi presentata ad un CAF o in posta.

Sono semplici operazioni che non costano nulla ma che possono fare la differenza.

Un sempre grazie per il suo lavoro e un saluto a tutti i lettori del blog

Postato da Zoe in Goofynomics alle 13 aprile 2016 23:02


(...grazie, Zoe. Nel giorno in cui un nostro lettore riporta alla nostra attenzione quanto c'è di peggio nel panorama giornalistico italiano - mai credo che la missione di presentare i fatti separati dalle opinioni sia stata più vilmente tradita, tu vieni a dire una parola costruttiva. Il mondo rimane in un suo imperscrutabile equilibrio. Seguirà - appena fatte slides e valigie per Lisbona - un post di "nota integrativa" al bilancio del 2015, che trovate già sul sito di a/simmetrie ed è già stato comunicato ai soci in vista dell'assemblea ordinaria, che dovrà approvarlo. Ma sapete che a me piace essere molto trasparente e dettagliato con tutti voi, indipendentemente dalla scelta di appartenere o meno all'associazione, quindi dopo faremo i conti. Le cose sono andate più o meno come avevo previsto qui. Purtroppo non sono andate meglio, ma per fortuna non sono andate peggio. Ritorno su un punto: se non fate funzionare il mercato, mandando l'euretto a chi se lo merita, o almeno togliendolo a chi non se lo merita, vi meritate quella gigantesca e ingiusta distorsione del mercato che è l'euro. Non avete altra scelta che sostenere la ricerca indipendente e per consentirle di diventare una fonte autorevole nel dibattito...)

(...attenzione: il vostro 5x1000 è essenziale. Non sono però ancora in grado di dirvi quanto sia rilevante in termini quantitativi, perché non abbiamo ancora ricevuto quello che ci avete destinato con le dichiarazioni dei redditi dello scorso anno: lo riceveremo verosimilmente nel 2017. Allo stesso modo, la firma che mettete oggi si tradurrà in un incasso per l'associazione nel 2018. I tempi sono questi. Quindi, come dire: il 5x1000 sicuramente aiuta - anche se non sappiamo quanto - ma certissimamente non basta, perché quello dello scorso anno ci arriverà fra un anno. Ne parliamo dopo con calma...)

30 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro: a seguito del tuo chiarimento, ti ho chiesto scusa nel post precedente, e ho già rettificato il contenuto di questo post. Come vedi, quando sbaglio lo ammetto e mi scuso. Mi succede di rado e quindi posso permettermelo. Tieni comunque presente che quello che ha fatto il Manifesto è di una gravità inaudita per un organo che si vuole "di sinistra", e quindi il semplice fatto di nominarmelo è da me considerato una provocazione. Chi è qui sa che ho ottimi motivi per ritenerla tale. Se sei qui da poco, ti prego di documentarti (i link in testa a questo post te lo consentono). Piantala di ostentare modestia: nessuno è insignificante per l'umanità perché ognuno è l'umanità. Gli euristi ritengono che l'umanità (come virtù e come collettività) sia insignificante. Questo blog è un omaggio all'umanesimo ed è opera di un umanista. Quindi, per favore, non citarmi individui a-umani, e non disprezzare metodologicamente l'umanità della quale sei portatore. La tua modestia è cugina del loro disprezzo.

      Elimina
    2. Bagnai e la sinistra: istruzioni per l'uso.

      Elimina
  2. salve, ho già dato lo scorso anno e lo rifarò anche questo.....

    RispondiElimina
  3. grazie .. Continuero' a dare per il Nostro Bel progetto .

    RispondiElimina
  4. ok. il numero dei seguaci di goofy colleghi di epimeteo va crescendo . . .

    RispondiElimina
  5. Sarà fatto comne al solito.

    p.s.
    e io non faccio solo la mia di dichiarazione ;->

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A proposito di chi non si limita a fare solo la propria dichiarazione. I commercialisti e simili che condividono il nostri scopi sono certamente dei tramiti ideali per i loro molteplici rapporti con i contribuenti. Capaci di dialogare con una platea più vasta con la speranza di convincere a sostenere asimmetrie.org tramite il 5xmille

      Elimina
  6. Contribuirò come lo scorso anno. Grazie a Zoe: precisare certi dettagli non è mai banale, soprattutto in battaglia...

    RispondiElimina
  7. Grazie per averlo ricordato, fa sempre bene, anche se personalmente già un paio di settimane fa ho reiterato le istruzioni al commercialista, come lo scorso anno. Questa volta però gli ho imposto anche quello di mia moglie, mio figlio e mia mamma. E' il minimo. A un amico ho fatto acquistare i due libri, spero che anche questo aiuti. Bisogna fare proselitismo e divulgazione anche se a volte parlare con certa gente fa cascare le braccia.

    RispondiElimina
  8. Quest'anno contribuirò ad asimmetrie per la prima volta. Purtroppo la seguo da poco Dott. Bagnai sul blog ma ho sempre letto i sui articoli sul fatto quotidiano che insieme a quelli di Massimo Fini valevano da soli il costo del giornale. Grazie.

    RispondiElimina
  9. Comunque chi l'anno scorso ha effettuato la scelta giusta, quest'anno dovrebbero ritrovarsi il codice di Asimmetrie riportato nel nuovo modello per l'anno 2015.
    Ovvero dovrebbe essere il proprio consulente/caf a domandarvi se confermate la scelta dell'anno precedente o nel peggiore dei casi sarete voi stessi che gli ricorderete di confermare tale opzione, senza per questo dovervi ricordare di preparare nuovamente il "pizzino" con il prezioso codice di 11 cifre.

    RispondiElimina
  10. Io sono un commercialista quindi .... Tanto per cominciare stamattina piccolo bonifico e poi ordini di scuderia allo Staff e circolare ai clienti. Se posso, i miei complimenti all'estensore e collega che ha stilato il bilancio di Asimmetrie. Di una chiarezza e trasparenza encomiabili. Spero di poter scalare i cluster dei donatori per valore della donazione annuale.

    RispondiElimina
  11. E io pago!

    https://www.youtube.com/watch?v=tYqAVYxi49Y

    RispondiElimina
  12. Qualche volta leggo il seto Comedonchisciotte, perchè qualcosa di interessante si ritrova, ripostano anche gli articoli del Prof. Ma questa Rosanna Spadini non si può proprio leggere. Scrive infatti "Il fenomeno “sovranisti”, nato all’ombra di noti economisti del terzo millennio che spopolano sul web da alcuni anni (Bagnai, Borghi, Rinaldi, BarraC), con il solito corteo di giuristi, costituzionalisti e filosofi al seguito, è cresciuto come un cenacolo di sapienti eruditi, che sono soliti elaborare teoremi precostituiti, di cui si servono come clave nei confronti dei dissidenti e per sostenere i loro dogmi assolutamente inconfutabili … abili comunicatori di dottrine economiche, hanno pilotato anche le scelte politiche di molti frequentatori di blog e social network verso quel partito che secondo loro sarebbe risolutivo per l’uscita dall’euro e darebbe ottime garanzie per il ripristino della sovranità monetaria nel paese: la Lega.



    Alcuni di questi salviniani (Bagnai in primis) non si sono fermati nemmeno sulla soglia del cordoglio nei confronti della morte di Gianroberto Casaleggio, definito dai tanti altri detrattori della cloaca maxima dell’informazione con vari epiteti, che nemmeno i più grandi criminali della storia hanno meritato: lobbista, fondatore di “una setta”, anzi di “un’associazione violenta e antidemocratica” segnata dal “fanatismo”, “lato oscuro della forza”, autore di una autentica “dittatura”, “Casaleggio avrebbe fatto fucilare Churchill” perché era stato prima conservatore e poi liberale … massone, autistico, coreografo-nazi, bifronte, esoso e fantascientifico, aristocratico aggressivo, autoreferenziale, cazzone, cimiteriale, conservatore, decapitato, distruttore e … via cazzeggiando.

    Dunque i sovranisti salviniani sostengono un partito, la Lega, riesumato alle ultime europee dai suddetti economisti, un piccolo partito del 15%, che in caso di vittoria, necessariamente subordinata all'alleanza storica con Berlusconi, subirà inevitabilmente l’autoritarismo del capo, che l’ha sempre comandato a bacchetta.
    ................"

    Davvero angosciante come si sparino pregiudizi su persone, di cui probabilmente non si ha letto nulla di ciò che hanno pubblicato.
    Saluti da Verona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La povera Spadini è una gentile signora di una certa età nella quale ho avuto la sfortuna di suscitare un intenso sentimento prima di amore, e poi di odio, entrambi immotivati. Per amarmi non bisogna essere delle cime, e lo si dimostra quando si passa all'odio. Porella...

      Elimina
  13. Off topic
    Buongiorno a tutti!
    Sono ahimè ancora studente e quindi niente Irpef e di conseguenza niente 5 x mille...
    Sto preparando l'esame di medicina del lavoro e ho notato una curiosa coincidenza: la prima importante (sacrosanta e tardiva) legge a protezione dei lavoratori è stata promulgata nel 96, anno per noi emblematico.
    Sarà un caso o fa parte della rivalutazione del nostro prezzo del lavoro? Perché beninteso, per quanto siano importanti quelle tutele, hanno come effetto immediato l'aumento degli oneri a carico dell'imprenditore, quindi una riduzione della competitività del Paese almeno nel breve periodo.
    Un periodo per noi ricco di soddifazzzioni come sappiamo bene.
    Chissà se i nostri politici ricevettero delle pressioni dall'Europa per fare una legge di questo tipo.. E chissà quanto fosse felice la nostra sinistra per questo impulso esterno "civilizzatrice"..
    Purtroppo oggi non mi pare di notare altrettanta attenzione al tema della sicurezza sul lavoro, chissà perché..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra le altre cose, faccio l'RSPP, nella scuola. Ricordo bene la 626/94. Supportati da una ASL molto motivata, qui facciamo ogni sforzo, per introdurre la cultura della sicurezza sul lavoro a partire, appunto, dalla scuola. Prima della crisi economica, in Italia avevamo circa 1500 morti all'anno, per incidenti sul lavoro. Oggi si lavora meno e sono un po' calati. Non perché è aumentata la sicurezza. Mi pare naturale che la svalutazione del lavoro proceda in parallelo con la svalutazione delle tutele. Francamente, però, il tuo approccio al tema, per quanto suggestivo, non mi fa una bella impressione...

      Elimina
    2. Volevo solo far notare che é probabile che le elite industriali e politiche europee/tedesche avessero interpretato il successo commerciale italiano di quel periodo come secondario essenzialmente ad una concorrenza sleale; sia per la svalutazione della moneta che per i ridotti standard di sicurezza sul lavoro.
      Quindi le pressioni per adeguare la normativa non credo siano state sincere, nel senso di scaturite soprattutto dalla preoccupazione per la salute dei lavoratori italiani: se lo fossero state sene preoccuperebbero anche oggi.
      Vista la data di promulgazione della 626 credo invece che gli influencers europei mirassero soprattutto a correggere quella che per loro sia stato uno scenario macroeconomico paradossale, il surplus strutturale italiano a scapito di quello tedesco.
      Mi rendo conto che non sia un argomento politicamente corretto, e ci tengo a sottolineare di nuovo come quelle leggi fossero a mio modo di vedere opportune e tardiva.

      Elimina
    3. Giorgio, complimenti, davvero. Dovrebbe essere materia obbligatoria nelle scuole, questa, insieme alla Costituzione e ai fondamenti della politica economica...

      Elimina
  14. Purtroppo cercare di spiegare e divulgare informazioni corrette e basate su studi scientifici va contro la formattazione delle coscienze degli ultimi anni..mi capita che anche i non Piddini associano l' uscita dall' euro con la lega o l' estremismo della Le Pen in Francia...Le argomentazioni sono sempre quelle..er debbito pubblico..la corruzzione. Grazie al prof. le evidenze empiriche sono a portata di click, qualche piccolo segnale in alcune teste maggiormente pensanti inizio a trovarlo..e so soddisfazioni!! ma l' è dura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel mio piccolo, oggi ho iniziato l'assemblea del personale per la contrattazione di Istituto introducendo: 'L'euro è solo una moneta?'
      Un collega si è alzato ed è uscito alla prima slide. Un altro, alla fine, ha detto che finalmente ha capito qualcosa.

      "..e so soddisfazioni!! ma l' è dura!"

      Elimina
  15. OT - Essere seguaci di Etarcos di norma è piuttosto gratificante, non foss’altro perché semplifica la vita, ma in determinate circostanze e per determinati soggetti può configurare anche potenziali controindicazioni. Ad esempio chi, anche in virtù di un’indole tendenzialmente attenta e riflessiva, è particolarmente sensibile ai cambiamenti di direzione del vento, allorché questi non sono ancora sufficientemente chiari nelle loro evoluzioni future può ben stimar saggio indugiare un po’ alla finestra ad auscultare meglio le condizioni atmosferiche. Ecco allora che la combinazione di tali circostanze particolari con la legittima preoccupazione di preservare la propria autorevolezza tramite una opportuna aura di imparzialità può condurre siffatti soggetti a formulazioni di pensiero solo apparentemente ad essi poco confacenti. Tipo questa:

    “L’intera massa di numeri sull’economia italiana ci ricordano soprattutto che aveva ragione Socrate: grazie ad essi sappiamo di non sapere. Guidiamo, inevitabilmente, nella nebbia. Meglio farlo con cautela”.

    Che dire? Tanto di cappello alla punta di diamante del nostro giornalismo economico, il cui annoso travaglio è finalmente approdato a cotanto esito. Da oggi sappiamo che nella nostra strenua battaglia contro le false verità dei pensieri unici che sanno di sapere possiamo contare su un nuovo e ragguardevole compagno di viaggio.

    RispondiElimina
  16. Lo dico solo come utilità di servizio.
    L'anno scorso ho fatto il 730 dopo il 30 giugno. Pensando di fare solo una prova e di poterlo modificare, l'ho inviato senza inserire il 5 per mille.
    Invece, non ho più potuto modificarlo.
    L'anno scorso era così. Dopo il 30 giugno niente modifiche.
    Potrebbe essere così anche quest'anno.

    RispondiElimina
  17. Versato 5x1000 adesso,
    Professore
    Mi spiace aver saputo che era dalle parti mie
    ( neanche tanto, sono 300 km a sud di lei ) relativamente tardi
    sicché non ho potuto assistere alla conferenza non avendo avuto come organizzarmi col lavoro : contrariando certi vecchi luoghi comuni alcuni funzionari pubblici portoghesi fanno questione di essere produttivi....
    Spero abbia una felice permanenza nella mia terra "adottiva".
    Anche se,
    ma forse son fatto male io, non mi son mai sentito tanto italiano come da quando vivo qua.
    Cordiali saluti

    RispondiElimina
  18. Tempo fa avevo segnalato un certo numero di libri usciti in Francia che avevano come oggetto la moneta unica e i danni da essa creati.
    Negli ultimi nove mesi sembra che la bibliografia si sia arricchita di soli due volumi,
    Désobéir pour sauver l'Europe di Steve Ohana (con prefazione di Jacques Attali) e On achève bien les grecs: Chroniques de l’euro 2015 di Frédéric Lordon.
    Segnalo che l'autore del secondo testo è un economista molto attivo nel panorama mediatico francese ed è entrato a far parte del movimento degli indignati francesi, detto "nuit debout", che si è catalizzato con la lotta alla "loi travail". Un tale su un blog mi ha detto che Lordon vuole cercare di far capire ai partecipanti al movimento che il problema nasce dall'euro, ma cercando in rete non ho trovato conferme al riguardo. Comunque, per restare in Francia, ho letto di recente il romanzo di Houellebecq Sottomissione e sono rimasto piuttosto sorpreso dalla tesi di fondo. L'autore afferma che destra e sinistra in Francia sono sostanzialmente la stessa cosa e che la classe politica è costituita da persone inadeguate. Quindi immagina che si crei una radicalizzazione della politica, a destra il Front National, a sinistra un Partito Islamico di impronta socialisteggiante, e che questi due partiti si giochino le presidenziali. La tesi originale di Houellebecq - che non mi sembra sia stata sottolineata dai recensori - è che il Partito Islamico viene sostenuto da socialisti e gollisti non tanto e non solo per opporsi all'avanzata del Front National, quando perché l'ideologia islamica predica la sottomissione alla volontà di Dio, e in tale atteggiamento rientra anche l'accettazione delle crescenti diseguaglianze sociali. Quindi, l'acquiescenza verso l'Islam della classe politica francese (nonché di una buona parte degli intellettuali) che Houellebecq immagina e descrive nel suo romanzo, non ha tanto origine dallo spirito imbelle di una classe dirigente ormai al tramonto, quanto un cinico calcolo di convenienza.

    RispondiElimina
  19. Grazie prof. Bagnai e a tutti i sostenitori attivi che comunque consentono anche agli "invalidi di guerra" (temporanei si spera) come me di poter mantenere, in via mutuataria, le strutture mentali sane e attive e un senso civico e sociale integro. Non so se qualcuno l'ha gia' fatto per la categoria, ma io,sfacciatamente, ringrazio.

    RispondiElimina
  20. Proposta folle di contributo ad Asimmetrie A COSTO ZERO

    0. le banche in difficolta' stanno facendo carte false per accaparrarsi nuovi clienti con promozioni tipo questa recente di iwbank https://www.iwbank.it/promo_mgm2016
    1. basterebbe che ogni lettore che sia solito fare acquisti su amazon apra un cc tipo quello riportato qui sopra. e sono 150 euro di buono spesa amazon
    2. inviti un familiare/amico ad aprire un cc. e sono altri 100 euro
    3. il nuovo cc aperto dal cosiddetto presentato fara' incassare altri 150 euro sempre di buono spesa amazon
    4. il rispetto del regolamento prevede di tenere sul conto qualche soldo (per chi lavora non dovrebbero esserci problemi)
    5. a questo punto la coppia presentatore/presentato simpatizzanti di questo blog si ritrovera' con 150 + 100 + 150 = 400 euro da spendere su amazon CHE AVREBBERO SPESO COMUNQUE IN FUTURO PRELEVANDOLI DALLA PROPRIA CARTA DI CREDITO. (i buoni sono cumulabili e spendibili in 10 anni)
    6. i 2 suddetti lettori del blog potranno versare ad asimmetrie 400 euro senza che questo sia un costo per loro.
    7. 2000 lettori che facessero questo piccolo sforzo (si tratta pur sempre di scannerizzare il proprio documento leggere la documentazione etc etc) genererebbero 400k euro da versare ad asimmetrie che sono persino detraibili dalle tasse
    8. per una volta le banche finanzierebbero (anche se involotariamente) una associazione che promuove l'uscita dall'euro

    La si potrebbe chiamare politica monetaria non convenzionale, bazooka monetario, helicopter money, o semplicemente una italianata che i tedeschi non oserebbero mai fare. In fin dei conti i tempi che viviamo sono quelli che sono e certi espedienti permettono di alleggerire un po' il peso della crisi.
    Andrea

    RispondiElimina
  21. Grazie professore per avermi illuminato in questi anni.per il secondo anno ho donato il mio 5per mille. La seguo sempre con tanto affetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, soprattutto per l'affetto, decisamente più necessario e impagabile. Il primo 5x1000 (quello che ci avete attribuito nel 2015) dobbiamo ancora vederlo. È una fonte di finanziamento che arriva con due anni di ritardo e siamo tutti molto curiosi di sapere quanto sarà e cosa ci permetterà di fare. Anche per quello grazie.

      Elimina