MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

venerdì 29 gennaio 2016

Comunicazzioni di servizzio

Vado per uno, quindi:

1) Ci vediamo oggi pomeriggio alle 16:00 all'Istituto Italiano di Studi Filosofici di Napoli, via Monte di Dio, 14, per una presentazione de L'Italia può farcela. I napoletani dovrebbero già essere stati avvertiti (se sono soci o comunque nel mio database).

2) Mi serve uno che conosca la storia cinese. Astenersi cazzari: uno con pubblicazioni scientifiche. Ho bisogno di capire un paio di cose non difficilissime, ma non voglio perdere tempo con "io non sono uno storico ma...".

3) Come annunciato su Twitter, mi serve uno che:

3.a) viva a Roma;
3.b) abbia bisogno di un po' di soldi;
3.c) sappia usare questo software.

Fino al punto (3.b) sembrava tutto facile, ma al punto (3.c) diventa difficile, perché anche questa richiesta è soggetta alla clausola "astenersi cazzari", il che implica che "saper usare quel software" significa:

i) capire bene cosa fa (cioè essere esperto di teoria dei grafi), e
ii) aver dimostrato il punto (i) tramite pubblicazioni scientifiche.

N.b.: circa il punto (3.b) specifico che oltre ai soldi vi offrirò anche un sacco di risate, perché la rete che sto studiando è la madre di tutti i daje a ride. Però bisogna affrontare il tema professionalmente...

4) Io vi voglio molto bene, però non sono la vostra fidanzata né la vostra segretaria né il vostro psicanalista né il vostro confessore. Se volete dirmi qualcosa, ci sono, ma se volete anche una risposta, vi suggerisco di inviare lettere d'amore, cioccolatini, mazzi di fiori, profferte di lavoro volontario (immediatamente declinate), lezzzzioncine su come si tiene un blog, selfie, scoperte dell'acqua calda, ciocche di capelli (sempre utili), roventi invettive circa i miei tradimenti di non si sa bene quale ipotetico ideale io abbia mai abbracciato (o avrei mai dovuto abbracciare), pacche sulle spalle, tesi di dottorato sulla formazione delle stelle povere di metalli (no: quella hai fatto bene a mandarla a me, è fichisima, mi sto molto divertendo), caciotte, ecc., al seguente indirizzo:

m.galano@asimmetrie.org

Non sono pagato abbastanza per leggere tutto questo, e forse nemmeno m.galano lo è, ma almeno un po' sì (grazie a voi).

Io nemmeno quello.

Chiaro il concetto? Visto che contribuite, avete diritto a una risposta, ma per averla rivolgetevi a chi può costringermi a darvela.

Vale anche per i precedenti punti (2) e (3).


(...e per chi non se ne fosse accorto, il modello era:


J'ai plus de souvenirs que si j'avais mille ans.
Un gros meuble à tiroirs encombré de bilans,
De vers, de billets doux, de procès, de romances,
Avec de lourds cheveux roulés dans des quittances,
Cache moins de secrets que mon triste cerveau.
C'est une pyramide, un immense caveau,
Qui contient plus de morts que la fosse commune.
— Je suis un cimetière abhorré de la lune,
Où comme des remords se traînent de longs vers
Qui s'acharnent toujours sur mes morts les plus chers.
Je suis un vieux boudoir plein de roses fanées,
Où gît tout un fouillis de modes surannées,
Où les pastels plaintifs et les pâles Boucher
Seuls, respirent l'odeur d'un flacon débouché.

Rien n'égale en longueur les boiteuses journées,
Quand sous les lourds flocons des neigeuses années
L'ennui, fruit de la morne incuriosité,
Prend les proportions de l'immortalité.
— Désormais tu n'es plus, ô matière vivante!
Qu'un granit entouré d'une vague épouvante,
Assoupi dans le fond d'un Sahara brumeux;
Un vieux sphinx ignoré du monde insoucieux,
Oublié sur la carte, et dont l'humeur farouche
Ne chante qu'aux rayons du soleil qui se couche.


...ma saranno dei lunghi vermi, o dei lunghi versi?...)


(...io non sono un astrofisico, ma secondo me non è necessario disporre di un modello che rappresenti il trasferimento di massa e la perdita di momento angolare, per riprodurre simultaneamente il periodo orbitale e la composizione chimica delle stelle binarie povere di metalli delle quali siamo in grado di misurare il periodo orbitale. Carlo: benvenuto nel mio mondo!...)

52 commenti:

  1. Io credo che di un modello del genere ci sia bisogno. Non sono astrofisico QUINDI sparo cazzate, peró voi non prendetemi sul serio!!

    RispondiElimina
  2. Quest'uomo mi fa sempre più morir dal ridere.
    Comunque, per i diversamente diplomati al Classico, cioè per i ragionieri come me, scaraventati fuori dall'istituto per ragionieri a suon di calcioni nelle terga, traduco il traducibile, cioè tutto fino all'ultimo capoverso posto tra parentesi, giacché quello secondo me non l'ha capito nemmeno Dio (si dice che talune dimostrazioni matematiche di Einstein le capissero soltanto Dio ed Einstein stesso fino ad un certo punto, e da un certo punto in avanti le capisse soltanto Dio).

    "Ho dentro più ricordi che se avessi mille anni.
    Un gran mobile ingombro di verbali e romanze,
    letterine d'amore, bilanci, poesie
    e grevi ciocche avvolte in ricevute,
    non nasconde i segreti che nasconde
    il mio triste cervello. E’ una cripta, una piramide
    immensa, con più morti della fossa comune...
    Io sono un cimitero che la luna aborrisce
    e dove lunghi vermi vanno, come rimorsi,
    all'assalto dei morti che ho più cari;
    un salotto decrepito, gremito
    d'oggetti fuori moda fra le rose appassite,
    i vecchi/lagnosi/mesti pastelli, i pallidi Boucher
    che profumano, soli, come boccette aperte.

    Niente uguaglia in lunghezza quei giorni zoppicanti
    che sotto i fiocchi grevi delle annate di neve
    la noia, triste frutto della mancanza di curiosità,
    prende misura d'immortalità.
    E tu ormai non sei altro, materia della vita!
    che un granito assediato da un labile terrore,
    immerso nella bruma d'un Sahara profondo;
    vecchia sfinge obliata dal mondo indifferente
    dimenticata sulla carta, e il cui umore scontroso
    non canta che ai raggi del sole morente".
    - Charles Baudelaire - I Fiori Del Male

    Spero che la traduzione sia giusta.
    Non chiedetemi cosa voglia dire perchè ho già i miei problemi col "Tanto gentile e tanto onesta pare..." che dopo tutti questi anni ancora non posso dire di aver capito gran che...
    A Baudelaire ci arrivo la prossima vita.
    Se hanno ragione gl'induisti.
    Altrimenti sono fregato.
    Anzi no, è fregato Baudelaire.

    Alberto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovrei vergognarmi da perito elettrotecnico mi risulta piú comprensibile baudelaire che il concetto di momento angolare.

      Elimina
    2. Guarda, è una cosa tipo questa. Che poi, in altre parole, sarebbe lo spin, cioè una cosa in mezzo alla quale viviamo. Potremmo anche usarla come metafora del giramento di coglioni. Una cosa del tipo: "Il momento angolare dei miei ellissoidi sta subendo una drastica impennata".

      Elimina
    3. x Varasite
      Un Elettrotecnico deve conoscere il concetto di momento angolare,semmai è come al solito eccezionale che lo conosca un Prof. di Econometria !!!!!

      Elimina
    4. con la logica degli ellissoidi, chi è ricco di liquidità ha più momento angolare e cerca mercati di sbocco

      Elimina
    5. In teoria no perche viene appena accenato solo come parte della legge della mano destra di lenz.

      Elimina
    6. ..che è quella con la quale Lorentz...

      Elimina
    7. @Giuseppe IACONIS

      Della serie "con molti nomi preghiamo lo stesso Dio".
      In statistica esiste un metodo di analisi noto come ACP, analisi delle componenti principali, che per molti aspetti ricalca alcune idee provenienti dalla meccanica; si tratta di trovare una serie di nuovi assi coordinati per riparametrizzare le "coordinate dei punti" con cui vengono rappresentate le informazioni contenute in un insieme di dati (in sostanza per cambiare sistema di riferimento). L'idea è prendere lo scatter plot dei dati e farci passare in mezzo delle rette che minimizzino la distanza dai punti. Cito da un manuale di statistica multivariata:

      "In meccanica (m = 3) la ricerca del primo asse principale (asse con momento inerziale massimo) e` importante, perche ́ la rotazione attor- no a questo asse gode di stabilita`."

      Per capirci qualcosa si può guardare queste slide nella parte "PCA - come funziona?"

      Elimina
  3. Non sono uno storico cinese, ma....
    in questo momento abbiamo necessità di disporre di un modello che rappresenti il trasferimento di massa "monetaria" e la perdita di momento "capitale", per riprodurre simultaneamente il periodo "deflazionistico" e la composizione delle "banche" povere di metalli "preziosi" delle quali siamo in grado di misurare il periodo "di declino".

    RispondiElimina
  4. Io non sono un economista, quindi...chiedo perdono

    RispondiElimina
  5. Pensa che pare che lo abbia già trovato. Solo che quello che deve fare è troppo semplice...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh ...avevo mandato poco fa un mail a unich col nome di un collega abbastanza adatto. Ma bene quindi e buon lavoro (e curioso di vedere la madre di tutti i DAR)

      Elimina
    2. E io l'avevo già letta. L'amico potrebbe andare bene, ma non è romano. Però vediamo se arriva altro.

      Elimina
    3. Ma porca paletta!!! Mi son perso qualche giorno di blog e lei ora è a Napoli...caxxo!

      Elimina
    4. Se non hai ancora trovato qualcuno su Roma che si occupa di analisi di reti potresti contattare almeno un paio di gruppi a La Sapienza per sapere se c'è qualche laureando/dottorando/ricercatore interessato a collaborare ed esperto nell'uso di Gephi:

      * il dipartimento di fisica collabora al TAGora project (è finanziato dalla EC, non so se può essere un problema; link ai contatti), segnalato sul sito Network science - The research of complex networks and systems (sezione People);

      * il Complexity Education Project, a cura di Valerio Eletti.

      Poi ho scoperto che anche Cesare Pozzi ha utilizzato l'analisi di reti e forse lui potrebbe indicarti qualcuno su Roma.

      Sul Gephi marketplace (selezionare Consulting) ci sono un paio di italiani ma non abitano a Roma.

      Elimina
    5. Sai, vivo con l'aifòn spalmato sulla cornea...

      Elimina
  6. e come la mettiamo con:
    "I principi della matematica fossero i principi di tutte le cose; e poiché i principi della matematica sono i numeri, parve loro di vedere nei numeri, più che nel fuoco, nella terra o nell'aria, molte somiglianze con le cose che sono o che divengono?".

    RispondiElimina
  7. Il punto quattro va letto ascoltando "l'avvelenata" di Guccini in sottofondo...

    RispondiElimina
  8. Quindi mi tocca stracciare il sonetto che stavo scrivendo? Albi i' vorrei che tu e Giovine ed io...

    RispondiElimina
  9. Vorrei sapere dal professore quale è è il mio peso macroeconomico XD

    RispondiElimina
  10. Risposte
    1. Ma dei CV da urlo. Siamo una comunità strepitosa.

      Elimina
    2. Le serve un fresatore? 3, 4 e 5 assi.
      Meccanica di precisione.

      Elimina
    3. Strepitosa???
      Ci ho un cv da urlo e non servo mai a un cazzo!!!

      Elimina
    4. @Alfonso
      Se non siamo strepitosi, almeno strepitanti, no?

      Elimina
  11. Ammiseria! Hai detto niente?
    Ma stamme a sentì: Er Palla a Uga dopo Mirabilandia.
    Er Palla: "N'do sta babbo?"...Uga:"La,sta la di fronte vestito de bianco."
    "No,Lui era vestito de nero,come Er Cavajiere".
    Uga:"Chè colpa mia s'è fifone e se sbiancano pure li vesiti per du montagne russe?."
    Er Palla:" Mo c'azzeccooo! Sto gran paraculo un sa dove sta e colla scusa de Mirabilandia se fa il lavacro delle colpe.Bravo l'albino! Nun e nero nè bianco ne nero ma se fa sempre i cazzi dell'altri! Ah Ugaaaa ! Babbo è un grandissimo BABBO e un grandissimo paraculo.Che visto dar basso fa pure impressione!
    Uga a Er Palla; stanotte je famo er culo ... stai all'occhio.


    RispondiElimina
  12. Io mi candido Professore: cerco lavoro, anzi cerco soldi!

    RispondiElimina
  13. Colleghi del Goofymondo stasera a Napoli ho conosciuto (dopo tanto tempo) il Prof.

    Inutile scrivere dell'incontro (interessante come sempre) anche se conoscevo già i temi (comunque di imparare non si finisce mai).

    Quello che ci tengo però a scrivere è che nonostante il Prof. mi avesse "conosciuto" solo tramite questo Blog e Twitter, quando ha capito che ero io, una delle tante anime che qui ha trovato un po' di pane, mi ha subito salutato e abbracciato (con mio momentaneo stupore).

    Avevo letto di carattere antipatico, burbero e stronzo. Ma dove?

    Oggi ho conosciuto un uomo di sinistra.

    Grazie Prof., a presto.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sei autorizzato a rilasciare queste informazioni. Ti farò causa per danno d'immagine!

      Elimina
    2. Confermo le sensazioni di Gianmaria, quando conosci di persona il Professore ti rendi conto di che tempra d'uomo sia

      Elimina
    3. Io ieri a Palazzo Serra di Cassano sul professore non ho imparato nulla di nuovo, perché la tempra dell’uomo l’avevo compresa da un pezzo.
      Però ho avvertito una sensazione sgradevole, che mi accompagnava già da un po’: quella di un gigante che urla a (pochi) sordi di svegliarsi, di reagire finalmente di fronte ad un destino che possiede il sapore dell’ineluttabilità.
      Ho visto una ‘sinistra’ (intellettualmente stimolante, ed a tratti anche profonda), affetta dal perenne vizio dell’autoreferenzialità inconcludente e masturbatoria alla quale, a dar retta alle mie sensazioni, il Professore, uomo di SINISTRA, è ormai stanco di impartire insegnamenti salvifici.
      Le previsioni che ha formulato alla fine, che pure ben conoscevo perché le va ripetendo da tempo, mi hanno lasciato un senso di rassegnato terrore.
      Hai voglia a dire che le battaglie giuste vanno combattute comunque, prescindendo da valutazioni realistiche sui possibili esiti: questo è possibile solo se si nutrono ancora delle speranze, che per tanti sembrano perdute.
      Da buon napoletano ho fatto un po’ di ‘poesia’ sterile.
      Ma tanto, quei GRAFICI… chi li ha mai capiti veramente?

      Elimina
  14. Qualcuno ha notato che Visco ha letto il Prof. oggi sul Sole 24? ahahahah Incredibile ammissione indiretta di ignavia politica per usare un eufemismo perché il sacco di parolacce me s'è rotto!

    RispondiElimina
  15. Un paio di sere fa mi sono fatto zanzare (rubare, per i diversamente milanesi) lo zaino con dentro, tra le altre cose, anche IPF. Spero che il furbacchione lo legga e ne tragga beneficio. Mi accingo a comprarne un'altra copia.
    Visto che regalarlo ai piddini non sortisce effetto alcuno (esperienza diretta), potrebbe essere un'idea dimenticare i libri del Prof sul metro, sul treno, in palestra, .... Si otterrebbe un effetto sicuramente migliore.

    PS: questa mattina mia cognata è stata licenziata in tronco, via mail, dalla PMI dove lavorava da 27 anni. Che tristezza. QED

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti notifico che i piddini non sanno leggere.
      Il che non sarebbe nemmeno tanto grave se almeno sapessero guardare le figure, ma incontrano difficoltà anche con esse.
      I piddini sono ancora convinti che circolino le Lire, perché manco i colori distinguono.
      Povero Bagnai, che tanto si sgola...inutilmente.
      Ehm...messaggio al ladro di cui sopra: mettilo su Ebay a metà prezzo e lo prendo io!
      Grazie!


      Alberto.

      Elimina
  16. @Gianmaria Santoro
    Ho scritto la stessa cosa dell'incontro che ho avuto in quel di Varese 1 anno e mezzo fa (il tempo passa, cacchio!).

    A proposito di burberi.. l'altro giorno ho mandato a quel paese un mio collega a mensa che sciattamente lodava Renzi perché per i soldi è giusto "prostituirsi" (in riferimento alle statue coperte).
    C'è un limite a tutto.
    Quando hai di fronte persone sciatte, che mancano di "furbizia" ed empatia (dileggiava alcuni miei esempi di cosa significa prostituirsi per non risolvere nulla nella vita in sostanza) NON PUOI essere tenero.
    E non si può sorvolare su tutto.

    RispondiElimina
  17. Non c'entra niente con l'argomento del post, però volevo segnalare un raffozamento di posizione nella "verbotten list" da parte di Francesco Rutelli, attuale fermo ed intransigente europeista convinto (?)come da cristallina evidenza mostrata ieri sera a Piazzapulita.
    Ad imperitura memoria.

    RispondiElimina
  18. Se la madre di tutti i DAR è quella che immagino, proprio come l'altra, è sempre incinta. Prolificità correlate. Curiosissimo, attendo.

    RispondiElimina
  19. Utile promemoria:

    "In fourth generation war...Psychological operations may become the dominant operational and strategic weapon in the form of media/information intervention... Fourth generation adversaries will be adept at manipulating the media to alter domestic and world opinion to the point where skillful use of psychological operations will sometimes preclude the commitment of combat forces. A major target will be the enemy population's support of its government and the war. Television news may become a more powerful operational weapon than armored divisions."

    da: "The Changing Face of War: Into the Fourth Generation
    William S. Lind, Colonel Keith Nightengale (USA),
    Captain John F. Schmitt (USMC), Colonel Joseph W. Sutton (USA),and Lieutenant Colonel Gary I. Wilson (USMCR)
    Marine Corps Gazette
    October 1989, Pages 22-26

    RispondiElimina
  20. Avevo scritto ieri pomeriggio in merito all'esperto di cinese, ma non è apparso: se il post si è perso, lo riscrivo, se è stato cassato, va bene così. Salutations distinguées.

    RispondiElimina
  21. So di essere O.T., pero c'e' una cosa che mi gira in testa da un paio di giorni. Perche' la Merkel non frena il flusso immagratorio dei rifugiati? Possibile sia solo un errore a cui non sanno rimediare? In qualche modo i paesi nordici stanno cambiando radicalmente la loro politica di accoglienza. Vedi confisca beni in Danimarca o il rimpatrio coatto degli Svedesi. A quanto pare solo la Germania continua a non prendere misure radicali per il flusso migratorio. Non conosco i numeri con esattezza ma si parla di circa un milione di profughi (immigrati) in solo un anno. Qui si 'e piu' volte spiegata la posizione Tedesca con la necessita di risolvere il loro problema demografico. Ma allora perche' farlo cosi in fretta, perche risolvere questo problema a milionate di profughi a costo di perdere le prossime elezioni? E' se invece questa milionata di profughi fossi il Piano B delle elite tedesche? Voglio dire, e se semplicemente si stessero preparando per la rottura dell'Eurozona? Loro sanno che il ritorno al marco comportera' una rivalutazione della loro moneta e una conseguente riduzione del surplus estero. Perche' allora non vedere la politica migratoria come una nuova e piu' brutale e massacrante riforma del mercato del lavoro? Io inizio a crederlo, e per quello hanno fretta. Hanno bisogno di una massa di disperati da immetere nel mercato del lavoro nel piu' breve tempo possibile onde evitare un "eccesiva" rivalutazione del marco. In effetti, prima hanno usato l'incorporazione della Germania Est, poi le riforme Hartz e adesso qualche milione di profughi. Ma l'intento 'e sempre lo stesso continuare la loro politica mercantilista. Se questo fosse il piano, allora si capisce perche' non hanno ancora fermato il flusso immigratorio e perche' tutto sta avvenendo cosi velocemente. Perche' prevedono la rottura in tempi brevi della zona euro. Ho detto la mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo molto in una intenzione tattica così consapevole, ma la tua ipotesi non mi pare da scartare. Sicuramente i tedeschi "più Europa" non la vogliono, e sicuramente hanno con intenzione messo in difficoltà l'UE. Questi sono due dati.

      Elimina
    2. A me quello che stupisce 'e la velocita' e la quantita dei numeri. Stupisce il fatto che abbiamo un politica immigratoria della Merkel che cambia dall'oggi al domani. Prima la dichiarazione fatta alla bambina palestinese "che lei non aveva diritto a restare in Germania", le ramanzine all'Italia sull'identificazione dei profughi. E poi il braccia aperte e zac, gliene arrivano a centinaia di migliaia in Germania. Se volessero fermare il flusso migratorio per loro sarebbe FACILISSIMO!! Non hanno mica la Turchia o la Libia di fronte. Sospensione Schengen e controlli alla frontiere. Possibile non abbiano il coraggio di farlo e possibile che non possano cambiare lo story-telling dei media? E poi non stanno accogliendo i siriani che sono formati e preparati ma di tutto, afgani, algerini, irakeni. Non e' mano d'opera qualificata quella che stanno portandosi dentro a tappe forzate. E poi ci sono le prime dichiarazioni, metodo Junker, in cui si parla di far lavorare questi immigrati con contratti di formazione. E' vero hanno gia' 8 milioni mini-job ma vuoi mettere un giovane di 20 anni a lavorare 10 ore al giorno per 600-800 euro che un cinquantenne tedesco ormai alla fine del suo ciclo vitale e produttivo. Lo so 'e pensar male, molto male pero l'alternativa e' pensare che l'elite tedesca non abbia il potere e la determinazione di adottare misure drastiche e/spietate. E dopo aver letto quello che hanno fatto ai tedeschi dell'est loro fratelli, ne dubito assai. Vista da questa prospettiva allora le politica migratoria tedesca diventa quasi "razionale" e si capisce perche' siano pronti a pagarla pure in termini elettorali, come Schröder con le riforme Hartz.

      Elimina
    3. Il fatto che i tedeschi non vogliano il più Europa e che riempirsi di manodopera a bassissimo costo possa essere una scelta voluta per prepararsi ad una dissoluzione dell'euro, anche a me sembra un'ipotesi plausibile, soprattutto alla luce del fatto che il QE della BCE per l'acquisto di titoli di stato sul mercato secondario, lascia l'80% del rischi sulle BCN e sono il 20% alla BCE. Inoltre il 20% della BCE è rappresentato da 8% di titoli sovrani e 12% di titoli emessi da istituzioni europee (vedasi paper di Cesaratto).
      Anche questa scelta sembra funzionale ad un ritorno alle valute nazionali, ed i dati in questo caso diventano tre.

      Elimina
    4. E non dimentichiamoci anche l'energia: "Nord Stream 2, gasdotto che ricalcherà il tracciato di Nord Stream, raddoppiandone la portata. La condotta inaugurata nel 2011 passa sul fondale del Baltico e collega la russa Vyborg alla tedesca Greifswald.


      Con questo progetto, Mosca convoglierebbe via Germania all’incirca la stessa quota di gas che aveva previsto per la sfortunata rotta sud (teatro prima della cancellazione di South Stream e poi di quella di Turkish Stream). Inoltre, bypasserebbe l’Ucraina, ulteriore arma di pressione su Kiev in linea con l’obiettivo di interrompere per il 2019 le forniture all’ex repubblica sovietica.


      Dal canto suo, Berlino diventerebbe lo snodo principale in Europa della preziosa risorsa energetica. Anche perché da Greifswald partono due gasdotti che acquisirebbero subito il ruolo di maggiori arterie gasifere europee." - Nord Stream 2:nuove vie per il gas russo. Limes on line - nuove

      Elimina
  22. La teoria dei grafi mi affascina e ne conosco un po' le basi (si usa parecchio nel mio lavoro, soprattutto per le configurazioni delle reti), ma sono tutt'altro che un esperto. Peccato

    RispondiElimina
  23. Completamente d'accordo sull'inutilità dei modelli per le stelle povere di metalli. Come tutti sanno, sono sufficienti un sogno, una moneta forte e un cuggino ben informato.

    RispondiElimina