MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

martedì 27 ottobre 2015

Mi cuggino, Watson, e l'euro

(...ricevo da mi cuggino questo apologo che mi sembra una perfetta sintesi dell'atteggiamento di quegli "intellettuali" - e connesso "ceto medio intellettuale" - di sinistra nei confronti dei problemi economici: una pastrufaziana latitudine di visuali che ci si può permettere solo se e finché si hanno le chiappe al caldo, cosa che, come vedrete, non è assicurata per sempre...)

La conoscerai sicuramente. Ma mi sembra perfetta per l'euro.

Sherlock Holmes e il Dr. Watson vanno in campeggio. 

Dopo una buona cena ed una bottiglia di vino, entrano in tenda e si mettono a dormire. 

Alcune ore dopo Holmes si sveglia e con il gomito sveglia il suo fedele amico: 
- "Watson, guarda il cielo e dimmi cosa vedi!" 

Watson replica: 
- "Vedo milioni di stelle..." 

Holmes: 
- "E ciò, cosa ti induce a pensare?" 

Watson pensa per qualche minuto:
- "Dal punto di vista astronomico, ciò mi dice che ci sono milioni di galassie e, potenzialmente, miliardi di pianeti. Dal punto di vista astrologico, osservo che Saturno è nella costellazione del Leone. Dal punto di vista temporale, deduco che sono circa le 3 e un quarto. Dal punto di vista teologico, posso vedere che Dio è potenza e noi siamo solo degli esseri piccoli ed insignificanti. Dal punto di vista meteorologico, presumo domani sarà una bella giornata. Invece tu cosa ne deduci?" 

- "Watson, qualcuno si è fregato la tenda!"


(...e voi, la conoscevate? Ah, a proposito: vi hanno già fregato scuola, pensioni e sanità. Cari Watson piddini, non sentite un certo frescolino?)

38 commenti:

  1. Ah come è bella e protettiva la casa comune europea!
    Quella mica te la fregano, anche se poi ti fregano anche la casa dove vivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "un significato profondamente simbolico anche se sarebbe un po’ meno comprensibile sotto il profilo economico"
      Veramente deliziosa. E si conclude:
      "tuttavia tutte le grandi battaglie politiche necessitano di simboli."
      E vai col simbolo. L'economia ai "tecnici", noi faremo politica simbolica.

      Elimina
  2. Quando alla scienza si unisce l'ironia non ce n'è per nessuno, soprattutto quando fotografa benissimo la realtà in cui siamo immersi.

    RispondiElimina
  3. Uno di questi Watson ha appena aggiunto una delle sue "deduzioni" /"conclusioni" alla sua mitica opera...la Gallineide
    @lucianocapone: https://twitter.com/lucianocapone/status/658915227602407424?s=09

    RispondiElimina
  4. Ho dato una scorsa al programma del 5 e 6 novembre a Rouen e ho notato che, mentre quasi tutti i relatori hanno titoli abbastanza anodini o addirittur "soft" per le loro presentazioni, quello che viene da oltre cortina ci va giù bello pesante:
    Zoltán Szente, Professeur de droit public, Université nationale du service public de Budapest, Hongrie : Comment la démocratie antilibérale anéantit la gouvernance locale (en anglais) (How illiberal democracy kills regional government)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sto scrivendo e non ho tempo di leggere! Grazie mille per la segnalazione. Come direbbe uno di voi, questo "se lo caricamo".

      Elimina
  5. Il piddino medio ( e ne conosco) in realtà vuole ancora più Europa, come non ne avesse avuta abbastanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io gli sto spiegando da quattro anni che "più Europa" significa "meno tenda". Sono un fallito...

      Elimina
    2. Discussione di stamattina con dei colleghi....

      Io - guarda che se ci fosse la volontà politica di far funzionare la UE questa crisi non ci sarebbe neppure stata. Ma tu lo vedi uno Stato prospero e ricco che aiuta uno Stato povero a svilupparsi in modo che poi questo possa fargli concorrenza? Hanno mica scritto giocondo in fronte!

      Lui- Eh! Si però, vedi che ora si riuniscono e si mettono d'accodo perche così piano piano facciamo funzonare meglio l'unione

      (per inciso mi ha parlato persino di un "fogno" di un superstato mondiale)

      ...totale sconforto

      Elimina
    3. Mi sembra opportuno citare i versi di Capitan Uncino.
      "Ma lo capite o no?
      Ve lo rispiegherò,
      Per scuotere laggente
      Non bastano i discorsi
      Ci vogliono le bombe"
      Ovviamemente come metafora di quello che succederà.

      Elimina
    4. @walter wal
      Ma perché limitarsi? Un superstato galattico o niente! (Jovanotti: "Vorrei una moneta unica mondiale!" A me fa venire in mente una battuta d'Amarcord...). L'idiozia piddina, vissuta personalmente in altri ambiti, è quella di proiettare inconsciamente la propria immagine d'eguaglianza sul mondo intero, così sperando di non incontrare più ostacoli alla propria "diversità", essendo nel frattempo tutto il globo divenuto eguale al vago "me stesso"; sostanzialmente è un'operazione di pigrizia mentale e populismo, che evita la scomoda domanda dell'indagare realmente sulle differenze ed accettarle (e non solo quelle che fanno ideologicamente comodo): si elude l'onere di comprendere la differenza, rendendo tutti eguali alla base (ed ovviamente in base alla propria visione). Peccato che tutti facciano la stessa operazione, sicché al momento del risveglio ci si renderà conto che non è cambiato nulla d'effettivo ed essenziale. No, qualcosa potrebbe esser cambiato, qualcuno può aver compiuto la medesima operazione, e non per ingenuità o fatua presunzione, ma per scientifico totalitarismo: avendo in mano i mezzi, gli sta riuscendo davvero di rendere il mondo simile a se stesso e confacente.

      Elimina
    5. Un superstato mondiale competitivo e esportatore netto. Quello tedesco e' infatti il modello ideologico (renzi dixit) che sia insostenibile e' un dettaglio. Probabilmente credono ai marziani...

      Elimina
    6. @Orazio Cavezza;
      ma come credono! I marziani ci sono già. Quando vedi parlare gente come Monti e Giavazzi, e pure Puglisi non scherza, ma sono tantissimi, non ti viene il sospetto che gli alieni stiano inoculando le loro leggi fondamentali dell' economia, nel nostro vecchio Mondo? Ma la domanda fondamentale è: perchè stanno quasi tutti qui in UEM e soprattutto perchè anno scelto in molti l' Italia? Io credo che siano emersi da qualche stazione aliena madre, ancorata nelle profondità dell' Adriatico, da diversi decenni.

      Elimina
    7. Dio mio davvero un refuso memorabile, gli ultracorpi hanno colpito!

      Elimina
  6. no es que me gusta, pero siento un fresco

    RispondiElimina
  7. Allegoria (?) estremamente calzante, complimenti a sucuggino per l'arguzia.

    RispondiElimina
  8. Tragicamente bella. E lo è ancor di più perché - esattamente come nel caso dell'Euro - sin dall'inizio si può intuire quale sarà il finale.

    RispondiElimina
  9. Scusate, non riesco più a capire la differenza tra destra e sinistra ma se ci succede come in Polonia dobbiamo preoccuparci?

    RispondiElimina
  10. Potrebbe andar peggio, potrebbe piovere...

    RispondiElimina
  11. https://it.finance.yahoo.com/video/polonia-la-reazione-gelida-delle-164639262.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro amico la Polonia si comporta come un qualunque Stato Sovrano, non si preoccupa solo delle banche (vedi il Portogallo).
      Saluti.

      Elimina
  12. In diretta dal 628, Roma, buche che sfondano le sospensioni e salti sui marciapiedi presi in pieno; oltre che levatte la tenda, rischi pure la pelle. O l'euro o la vita ovvero il tempo è denaro e chi non s'adegua lo stangano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un altro goofynomista in zona Appio?

      Elimina
    2. Caffarella valley. E' qualche giorno che ho paura davvero"

      Elimina
    3. No paura no, settanta anni fa la vita in zona EUR era molto peggio.
      Peccato che le rappresentazioni sono terminate. A me e' piaciuto molto questo affresco teatrale sulla vita dei rifugiati all'interno del cantiere dell'EUR alla fine della II GM.
      http://www.eurspa.it/area-stampa/news/30-settembre-18-ottobre-2015-l-esposizione-universale-al-teatro-india

      Elimina
    4. E la madonna ho un "fratello di massoneria" vicino di casa! Ci vediamo per un caffé? giulianocaponi@gmail.com

      Elimina
  13. “Gli uccelli i quali, fortunatamente per la loro tranquillità di animo e pel conforto loro personale, vivevano nella beata ignoranza dei preparativi organizzati il primo di Settembre per esterminarli, salutarono quel giorno come uno dei più bei giorni di tutta la stagione. Più di una giovane pernice che se n'andava allegramente saltellando pei solchi, con tutta la civetteria della giovinezza, e più di una pernice attempata che volgeva alla leggerezza di quella gli occhietti rotondi con l'aria sprezzante di un uccello di senno e di esperienza, ignare egualmente del fato che loro incombeva, aspiravano tranquille e felici l'aria fresca del mattino. E nondimeno poche ore dopo i loro piccoli cadaveri erano distesi al suolo! Il fatto è che noi diventiamo troppo sentimentali: andiamo avanti.”

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed elli a me, come persona accorta:
      «Qui si convien lasciare ogne sospetto;
      ogne viltà convien che qui sia morta.

      Noi siam venuti al loco ov' i' t'ho detto
      che tu vedrai le genti dolorose
      c'hanno perduto il ben de l'intelletto».

      Elimina
  14. Altro che metafora, quasi quasi fotografa la devastazione mentale dell'homo piddinensis, un vicolo cieco evolutivo.

    RispondiElimina
  15. a proposito di domande che cercano di svelare la verità delle cose, come fa il buon Holmes nell'apologo del prof, ho trovato un interessante articolo di Alessandro Greco sul blog che tiene sul "Il giornale". Domande e considerazioni rivolte a Di Battista e Di Maio sul M5S. A proposito, è un articolo scritto il 22 ottobre.

    RispondiElimina
  16. mmm...carina...però io preferisco sempre: - "Cara! controlla il pollo nel forno, sento odore di bruciato!" - "Secondo me ci vuole più Europa!"...Mannaggia quanto darei per venire a Montesilvano, troppo fuori mano purtroppo. Mi accontenterò di contribuire ad a/simmetrie...mi auguro eccelsa ripresa video!

    RispondiElimina
  17. Sapir chiama...

    SAPIR: IL COLPO DI STATO SILENZIOSO A LISBONA
    ...
    Ora più che mai si pone la questione del coordinamento delle tante forze sovraniste. Questo coordinamento non implica che ciò che distingue e divide le varie forze tra loro sia annullato o messo tra parentesi. Si tratta della logica dei “Fronti”, come il “Fronte Unito Antigiapponese” realizzato in Cina dal PC e il Kuomintang: non si tratta di alleanze in senso stretto, ma formazioni che permettono di marciare divisi per colpire uniti. La realtà, per quanto spiacevole possa essere per alcuni, è che fino a che noi non saremo capaci di coordinarci, un potere in realtà minoritario continuerà ad esercitare la propria tirannia. E di colpo di stato in colpo di stato, finirà per instaurare un regime di colpo di stato permanente.

    RispondiElimina
  18. molto sfizioso il nanetto (come lo chiamava Frassica in "Quelli della notte"). Il problema è che oltre alla tenda, ora sono passati alle mutande per avere via libera. Molto spesso si parla di piddino medio, ma credo che sarebbe meglio di parlare di piddino massimo e lasciare il "medio" libero per il gesto di origine statunitense. La situazione si rabbuia sempre di più e fra poco ci leveranno anche le stelle. Sono sul depresso spinto e medito una fuga verso il paradiso fiscale portoghese odiando questa mala genìa politica che mi induce anche solo a pensare ad una simile soluzione ... almeno per adesso. Poi si vedrà. Comunque prof. eta non si abbatta troppo perché almeno ha "illuminato" tanti testoni come me ed è già un ottimo risultato.

    RispondiElimina
  19. È stato bello sentire da Giacché,nell'incontro di Milano in cui ha presentato il suo libro, il fatto di essersi sbagliato sull'euro in passato,l'onestà intellettuale è una merce rara di questi tempi.....

    RispondiElimina
  20. [il piddino si è evoluto]

    Alcune ore dopo Holmes si sveglia e con il gomito sveglia il suo fedele amico:
    - "Watson, guarda il cielo e dimmi cosa vedi!"

    Watson replica:
    - "Vedo cinque stelle..."

    Holmes:
    - "Watson, qualcuno si è fregato la tenda, ma questo è il meno!"

    RispondiElimina