MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

lunedì 6 ottobre 2014

Me lo traducete?

(dal mio splendido staff...)



61 commenti:

  1. "Sta’ per lo più in silenzio, o parla quel tanto che è necessario, esprimendoti concisamente. E le rare volte che le circostanze ti invitano a parlare, parla, sì, ma non, come suol dirsi, del più e del meno: non parlare di gladiatori né di corse di cavalli né di atleti né di cibi né di bevande – e son le cose di cui si chiacchiera dappertutto - ; ma, soprattutto, non parlare della gente, per biasimare o lodare o fare confronti. Se ne sei capace, cerca con i tuoi ragionamenti di condurre i tuoi compagni a riconoscere quel che conviene. Se, invece, ti capita di trovarti tra gente di tutt’altra mentalità dalla tua, rimani in silenzio.". (Epitteto, Enchiridion, 33, 2-3)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....e all'acoglienza trovi Tullio
      https://www.youtube.com/watch?v=Li9dgMlMV5I

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. La capacità di parlare molte lingue è una risorsa, ma l'abilità di stare zitti in qualsiasi le lingue è impagabile.

    Ops divevo starmi zitto?

    RispondiElimina
  4. Per tutto il resto c'è ..... :-))
    Saluti

    RispondiElimina
  5. La capacità di parlare varie lingue è un pregio, ma la capacità di tenere la bocca chiusa in qualsiasi lingua è inestimabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, finalmente uno che sa l'italiano! Ma non riesco a capire: che significa? Non ci arrivo... Che dite, Mineo potrebbe spiegarmelo?

      Elimina
    2. Trattasi di avvertimento mafios … ehm a tutela dell'incolumità altrui :-)

      Elimina
    3. @Alberto

      Ma era quello che tentava di fare, poveretto. Purtroppo, tradito da insopprimibile impulso didascalico, dimentico del saggio precetto ottenne solo una prece.

      Elimina
    4. Significa che quando la linea editoriale sta per cambiare, fare esternazioni compatibili con la vecchia linea editoriale ma contrarie alla nuova, potrebbe risultare poco saggio nel medio-lungo periodo.

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Io tra le righe ci leggo "un bel tacer non fu mai scritto" o anche "Un bel tacer talvolta/ Ogni dotto parlar vince d'assai".

    RispondiElimina
  8. Egregio Cavajerenero, Le rammento che siamo infestati de Cavajeribianchi e Lei non può sprecare tempo prezioso prendendo a calci i Mineotauri de passaggio !

    RispondiElimina
  9. Mi sa tanto che il Dott. (della domenica?) Mineo stia ancora finendo di scrivere in italiano corretto la frase "Alcuni detti AusteriGermani vanno la casa" sul muro di Botteghe Oscure.
    E quanno avrà finito de scrive je toccherà de dà 'na facciata dentro ar Cavajere Nero... tze tze...

    RispondiElimina
  10. Elogio all'omertà?
    Virtù dell'incompetente?

    RispondiElimina
  11. No Arbertì....hai resistito troppo a lungo a costoro, per farTI coinvolgere ORA. Codesti non credo abbiano bisogno della tua conferma, per essere certi di essere nessuno (avrei scritto evanescenti ma temevo di sembrare uno che fa le telecronache della Lodigiani).

    "Mineo, si smarca sul fascio, va verso il centro, ma non si accorge di aver perso palla molti minuti prima"

    RispondiElimina
  12. 71. Imparare a star zitti

    Gli allievi della scuola di Tendai solevano studiare meditazione anche prima che lo Zen entrasse in Giappone. Quattro di loro, che erano amici intimi, si ripromisero di osservare sette giorni di silenzio.

    Il primo giorno rimasero zitti tutti e quattro. La loro meditazione era cominciata sotto buoni auspici; ma quando scese la notte e le lampade a olio cominciarono a farsi fioche, uno degli allievi non riuscì a tenersi e ordinò a un servo: «Regola quella lampada!».

    Il secondo allievo si stupì nel sentire parlare il primo. «Non dovremmo dire neanche una parola» osservò.

    «Siete due stupidi. Perché avete parlato?» disse il terzo.

    «Io sono l'unico che non ha parlato» concluse il quarto.

    RispondiElimina
  13. Tra le due abilità non c'è nessun rapporto logico...

    RispondiElimina
  14. Provo a tradurlo io? Sento aria di post tecnico e mineo non è il bersaglio grosso! Trattasi di depistaggio del prof che ha nel mirino "prede" molto più influenti del povero mineo!

    RispondiElimina
  15. A Corradino,non sono i tuoi compaesani con la lupara e la coppola storta a dire "calati junco ca passa la china"?Certo,perché pure loro hanno capito il principio della flessibilità:col cambio flessibile mi "calo junco" (svaluto)finché non passa la tempesta finanziaria(la china),col cambio rigido vengo divelto tipo tempesta Lehman 2008.
    Ve siete fatti sorpassa' a sinistra pure da Cosa Nostra...

    RispondiElimina
  16. La metterei così, come nella favola dell' uccellino e della relativa morale finale; mi sembra molto efficace come traduzione pratica, anche se ci sono apparenti differenze ma non sostanziali differenze di terminologia.
    Comunque ti può salvare il culo, dico io, alla fine questo conta più di tutto e non è poco!

    RispondiElimina
  17. Secondo me è un elogio nei confronti di chi ha la capacità di tacere soprattutto quando si parla di argomenti che non si conoscono (tipo "Prof. Bagnai, io non sonouneconomistaperò...")

    RispondiElimina
  18. E' una versione inutilmente lunga del suggerimento che do sempre a mio figlio a proposito dei rapporti con le donne: "nel dubbio, taci"

    RispondiElimina
  19. Letteralmente: "ar Cavaliere Nero nun je devi cagà 'r cazzo!!"

    RispondiElimina
  20. A sproposito ...... quanto cresce la Grecia !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://alimentazionebambini.e-coop.it/strumenti-di-misurazione-della-crescita/tabelle-di-crescita/

      Elimina
  21. a proposito di cambiamento linee editoriali, dall'articolino di Bastasin sul sole di oggi, qc comincia a cogliersi, almeno come avvertimento per q1...

    RispondiElimina
  22. La saggezza araba gentilmente suggerisce che Allah ci ha dato una bocca e due orecchie.Père Ubu diceva invece:"Ho orecchie per parlare,e voi avete delle bocche per ascoltarmi".Ognuno poi può scegliere,secondo le proprie possibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un altra pillola di saggezza arabe dice che Allah,il misericordioso, ci ha dato dita che entrano esattamente nelle narici del naso....
      Per certuni meglio scaccolarsi che parlare...

      Elimina
  23. Mi sa che la Mogherini non conosce questa massima....

    http://en.itar-tass.com/world/753038

    Dopo lo sputtanamento della EC/EU da parte di Joe Biden nel suo discorso di qualche giorno fa (rigorosamente censurato dai media occidentali con la sola ENCOMIABILE esclusione di Marcello Foa), forse sarebbe stato meglio tacere.

    Se il 'puparo' USA esce allo scoperto non e' utile per la marionetta sostenere di non avere fili.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, dopo aver letto il tuo commento ho letto il discorso di Biden linkato da Foa. Molto istruttivo.

      Elimina
    2. "Molto istruttivo" significa che hai anche ascoltato la parte del discorso sulle fonti di supporto economico e logistico dell'IS (in cui il vice-Presidente parla 'apertis verbis' del supporto ai Sunniti dato da tutti gli Stati Arabi alleati USA - e piu' o meno confinanti - mentre gli USA bombardano i Siriani....).

      Suppongo ti piacera' allora anche questa vignetta.

      http://www.zerohedge.com/sites/default/files/images/user3303/imageroot/2014/10/20141007_biden.jpg

      Elimina
    3. Il riferimento che fa Biden alle pressioni sull'Europa mi sembra in perfetta armonia con la johnwaynaggine generale del discorso. Altro che gaffe, purtroppo.

      Elimina
  24. @mannoz
    Ci siamo, Bastasin ha messo il dto nella piaga Quando dicevo che vedevo analogie con il '29, mi riferivo a questo aspetto "si attende che la crisi passi da se"; ma qui addirittura si fa di più e di molto peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che la situazione si stia delineando in modo sempre più chiaro.
      In sostanza il finale già scritto, prevede continua deflazione o rottura da parte dei mercati, qualora si profilasse in modo palese, la mancanze della bce come garante del sistema finanziario euro-peo.

      Elimina
    2. Credo entrambe le cose fino alla rottura incontrollata, probabilmente, a meno che, si determini un intervento esterno. La somma dei debiti in gioco, per i Paesi UEM connessi nel fallmento a catena, in caso di rottura incontrollata, pari a oltre 1/10 del PIL mondiale, sarebbe tale da trascinare in una crisi spaventosa l' intera economia mondiale, con esiti politici in Europa oggi non esattamente prevedibili.

      Elimina
    3. Ma i tedeschi, da sempre si sa che non vogliono pagare per gli altri!

      Elimina
    4. @marilena decet
      Infatti, sono secoli che pagano gli altri per le loro cazzate maniacali!

      Elimina
  25. Introduzione di T.Sankara (estratto dal discorso sul debito)

    [...Il debito nella sua forma attuale, controllata e dominata dall’imperialismo, è una riconquista dell’(...) sapientemente organizzata, in modo che la sua crescita e il suo sviluppo obbediscano a delle norme che ci sono completamente estranee. In modo che ognuno di noi diventi schiavo finanziario, cioè schiavo tout court, di quelli che hanno avuto l’opportunità, l’intelligenza, la furbizia, di investire da noi con l’obbligo di rimborso. [...]
    [...]Quelli che ci hanno condotti all’indebitamento hanno giocato come al casinò. Finché guadagnavano non c’era nessun problema ; ora che perdono al gioco esigono il rimborso. E si parla di crisi. No, Signor presidente. Hanno giocato, hanno perduto, è la regola del gioco. E la vita continua.[...]


    Parlare è una capacità di molti, Ascoltare è una virtù di pochi, e NON CAPIRE UN CAZZO è una dote di tanti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sankara poi l'hanno fatto fuori. E se n'è incaricato il suo amico e collaboratore.

      Elimina
    2. (capito perché me li sto togliendo tutti di torno, gli "amici"?)

      Elimina
    3. (ci provo, ma il jet lag mi confonde ancora un po')

      Elimina
  26. Ovviamente questo è un invito e non una domanda. Che poi un invito di Bagnai è un ordine. Altrimenti: CLICK!
    A me personalmente sta bene, ascoltare Bagnai è un piacere, ma non c'è motivo per cui lui sia tenuto ad ascoltare me.
    3000 e passa lettori fissi, più tanti non dichiarati etc. etc. sono decisamente troppi, e la capacità di dire sciocchezze è proporzionale in maniera logaritmica e soprattutto insopportabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era in effetti un invito, ma rivolto più che altro a me. Se mi fossi stato zitto, ora sarei a casa mia anziché in un bunker.

      Elimina
    2. Insomma, "cu è surdu orbu e taci campa cent'anni m'paci". In pace non con la propria coscienza, però.

      Elimina
    3. Se lei non avesse scelto il bunker a tutti sarebbero toccate le bidonvilles. Che poi le si evitino non è detto, ma almeno ci arriveremo con qualche consapevolezza in più.

      Elimina
    4. Professore, la capiamo. Ha ragione da vendere. E' in piena battaglia in questo momento. Faccia molta attenzione al fuoco amico. In effetti anche il silenzio in questo momento sarebbe una strategia vincente. Ormai il sasso è stato lanciato. Quindi anche un rientro a casa non guasterebbe più di tanto. Si dice sempre che oltre una certa notorietà il personaggio viva di vita propria, quindi può anche alzarsi la mattina e cercare le ultime su di Lei, tanto per sapere cosa ha fatto il giorno prima secondo la stampa. Ogni tanto poi potrebbe sparare qualche missile ma roba breve, lapidaria. Ormai sta assistendo allo sgretolamento lento di una intera classe politica che per questo reagisce nei modi più disparati ed esagerati. Non sarà un bello spettacolo ma ormai come fermarlo? Ormai il processo è iniziato e continuerà in ogni caso. E sarà sempre peggio purtroppo. Il titanic sta andando sempre più giù e i topi iniziano a mordere alla cieca.

      Elimina
    5. Caro Bagnai mi riesce difficile vederla a casa , con la coscienza di aver commesso un peccato di omissione , Forse qualche altro peccato si ,ma
      questo di barattare la verità con la tranquillità non la beviamo .
      E poi parlano i fatti . Goofynomics è una bella realtà dove studiando e
      anche'' cazzeggiando '' abbiamo dato vita ad una comunità che ha pochi riscontri nei blog. Si è creata una bella osmosi fra noi e LEI .
      Avevamo già le domande e le risposte giuste sull'euro , ma LEI le ha
      ancorate a un solido discorso scientifico , che è come dire che avevamo
      le armi ,ma non le munizioni . Ora siamo tutti nel bunker con Lei , nell'attesa di trasformare questa guerra di posizione in una guerra di
      movimento .

      Elimina
  27. C'è poi il corollario, secondo cui "nescit vox missa reverti" (o anche: "voce dal sen fuggita / poi richiamar non vale"). Si potrebbe citare anche Brunetto Latini, ma per quello ci vuole Wikipedia.

    RispondiElimina
  28. Mi è venuto in mente questo:" che la bocca non corra davanti al pensiero";
    che mi permetto di tradurre così:" meglio stare zitti che dire sciocchezze"!
    Cari saluti
    M.
    PS. Quando farà il prossimo concerto quassù, al nord, un po' più vicino?

    RispondiElimina
  29. Come si dice "siamo fregati" in dialetto fiorentino?

    The labour market effects of immigration and emigration in OECD countries
    Frédéric Docquier, Çağlar Özden, Giovanni Peri 06 October 2014

    "College-educated workers are much more mobile than less educated ones, and they move to countries where they are better paid. Hence immigration tends to reduce wage differentials between the lowest and the highest paid workers in receiving countries. Emigration does the opposite. As far as labour market outcomes of less educated workers are concerned, governments should worry less about new arrivals and more about the potential consequences of their high emigration rates."

    (http://www.voxeu.org/article/labour-market-effects-migration-oecd-countries)
    Chinacat

    RispondiElimina
  30. Favete linguis . ( Horatio )

    RispondiElimina
  31. Io che sono nazionalista e populista la traduco così:
    il silenzio è d'oro, la parola è d'argento.

    A questo punto dovrei tacere, invece mi viene in mente quell'altra massima comunemente distorta al punto da essere diventata un caposaldo dei diritti cosmetici.
    "Non condivido ciò che dici, ma sarei disposto a dare la vita affinchè tu possa dirlo.

    Il primo aspetto è quello che ha già denunciato lei più volte: con la scusa di difendere la libertà di parola e di opinione, permettono (a se stessi) di distorcere dati oggettivi rendendoli opinabili, labili, inconsistenti.

    La conseguenza è che quando il diritto alla parola è massimo, assoluto, il valore della parola diventa nullo (come vuole la regola economica).
    In passato chiunque criticasse dittatura/dittatore pubblicamente subiva gravissime conseguenze. Oggi perfino alla tv di stato si può insultare (cioè dire la verità su) EU, la BCE, Monti, Draghi, ecc. senza rischiare nulla.
    A cosa serve sporcarsi le mani con la violenza? La dittatura diventerebbe palese.
    A loro interessa solo l'aspetto pecuniario, in cambio accettano qualsiasi critica. Che gliene frega di quello che diciamo, tanto in primis non ci ascoltano e poi le nostre sono solo "opinioni sbagliate" di cui si ostentano difensori rimediando pure la loro bella figura: aperti, tolleranti, benevoli, democratici, pronti a dare la vita per garantirci la libertà di criticarli.

    RispondiElimina
  32. Non è un OT, sono diversamente europeo, tutto si tiene:
    Borghi da lezioni elementari di economia, nessuno capisce in fondo quello che dice. I 2 dé sinistra mi gelano il sangue
    Mi dispiace per lui, ma piu' Bagnai parla, scrive, pensa, si esprime, piu' vite salva e piu' aumenta la consapevolezza della nostra vita. MAI superfluo: GRAZIE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riscrivo perché non sono sicura che sia partito il commento.

      Visto il video linkato da @BABINI, grazie.

      Miodddìììììooo: il giovane riccioluto, nel quale mi sono imbattuatta facendo scorrere il video a caso, è allucinante.
      Poi non ho avuto il coraggio di stare a sentire la giovane liscia.
      Ho avuto un moto di carità e di simpatia-empatia verso me stessa: sono fuggita.

      Elimina
  33. C' è di peggio di Corradino Mineo, ma di parecchio; stasera a ottoemezzo è andata in onda la disinformazione scientifica, da parte del sommo sacerdote eurista direttore del quotidiano di L.go Fochetti. Molto utile per riferimento, il libro di Giacchè: La fabbrica del falso.
    In sostanza, non c' è scampo; meglio che la diminutio dei diritti, delle garanzie, delle tutele che sono un fatto redistributivo di risorse in diminuzione, sia gestito dalla sinistra, cioè in particolare da Matteo Renzi, che gode di enorme consenso; il bello è che su quest' ultimo tema ha perfettamente ragione (parlo del consenso).

    RispondiElimina
  34. Torno ora ora da BIRMINGHAM , dopo un assenza di 5 giorni , Sono stato a trovare le mie figlie che già sentono la mancanza della cucina nostrana e calmare le ansie di mia moglie . E che trovo su Goofynomics ? Un post dove esercitare l'inglese fresco fresco appreso .
    Ci provo . La capacità di tenere la bocca chiusa in qualsiasi lingua è inestimabile .
    L' ostinatezza di parlare in qualsiasi lingua è RENZISMO .

    RispondiElimina