MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

domenica 14 settembre 2014

Rockapasso

Ecco le prove: appartiene alla fronda interna del PD (preveggente as usual, gliela regalai sette anni fa...).



9 commenti:

  1. Non esiste nessun universo in cui questa affermazione possa essere vera. (Rita)

    Lei ha scelto,acquistato eppoi anche regalato un oggetto così ambiguo?
    Ce lo dica se volano ciabatte.Un'accusa così grave merita risposta e anche tosta.
    Suggerisco una passeggiata in ginocchio su grani di sale grosso sperando che Rockapasso ne tenga conto.

    RispondiElimina
  2. Ma no, sono le quote rosa di Gufy. Eppoi la fronda è una cosa seria, nel PD ci sono solo dei mal di pancia di chi ha perso quel po' di potere che aveva

    RispondiElimina
  3. Comprata in una bancarella della festa dell'unità?

    RispondiElimina
  4. A me sembra una civetta, la quale come noto, porta bene; non credo che Bagnai possa fare errori di previsione del genere.

    RispondiElimina
  5. Scusami prof, se posso, vorrei segnalare agli amici del blog l'iniziativa meritoria dell'imprenditore Mark Bernardini che ha lanciato una petizione online indirizzata alla Camera dei Deputati.

    UNA IMPORTANTE PETIZIONE ONLINE: NO ALLE SANZIONI ALLA RUSSIA

    https://www.change.org/p/governo-italiano-l-italia-non-aderisca-alle-sanzioni-contro-la-federazione-russa?utm_campaign=friend_inviter_chat&utm_medium=facebook&utm_source=share_petition&utm_term=permissions_dialog_false&share_id=hOTEKnvQGG



    Donbass, a Venezia giudicati colpevoli di crimini di guerra i leader di USA, Ucraina e UE Petro Poroshenko, Barack Obama, Herman Van Rompuy
    © Immagine: RIA Novosti/M.Markiv/S.Guneyev/G.Sisoyev
    Petro Poroshenko, Barack Obama, Herman Van Rompuy L’ufficioso Tribunale internazionale contro i crimini di guerra (“Tribunale Russell”) ha giudicato colpevoli di crimini di guerra nel Donbass i presidenti dell’Ucraina e degli Stati Uniti Petro Poroshenko e Barack Obama, così come il presidente della Commissione Europea Josè Manuel Barroso, il presidente del Consiglio d’Europa Herman Van Rompuy e il segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen. Lo riporta l’agenzia russa RIA Novosti. Processi in tribunali simili si erano svolti nel 1967 per indagare i crimini commessi durante la guerra in Vietnam. I tribunali sono stati creati dal filosofo francese Jean-Paul Sartre e dallo scienziato britannico Bertrand Russell.

    RispondiElimina
  6. Riscrivo perché non ho capito se con Google sia andato cancellato il commento, come talvolta.

    Ho impiegato alcuni secondi a capire con le mie forze (?), senza leggere i commenti, che trattasi di "gufo", da cui la segnalazione della preveggenza ecc ecc.

    Sono sempre lettrice del blog?

    RispondiElimina
  7. Gufo o realista ?

    Credo che, con il consueto acume, sarebbe liquidato come gufo.
    Mi riferisco all' economista Paolo Savona che sul Slole24ore di oggi 14.9.14
    ha pubblicato l' articolo : II vero motore resta l' edilizia.

    http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2014-09-14/il-vero-motore-resta-edilizia--151320.shtml?uuid=ABioQftB&fromSearch

    Il nostro auspica una ripresa dell' edilizia come "innesco" di una ripresa più vasta ma a dispetto del titolo parla sopra tutto delle conseguenze dell' euro sull’ economia italiana, ne traccia un bilancio negativo ponendo l' alternativa tra l' uscita dall' euro oppure rassegnarci al degrado del nostro paese e conclude : "Purtroppo l'élite patisce una pericolosa e crescente attrazione verso la seconda soluzione. "
    Come sappiamo anche da questo sito Savona non è uno de passaggio ma un economista esperto che ha dato prova di competenza quando è stato DG della Banca d' Italia.
    II suo intervento sarà ignorato o liquidato come quello di un menagramo , salvo dargli ragione dopo alcuni anni con la chiosa : ma lo pensavo anch' io.

    RispondiElimina
  8. Scrivo qui perché non saprei dove.

    Non sarà che quel tale giornale si definisce/viene definito "sito di economia", ma nel senso di "luogo in cui si scrive di economia", per farsi premiare/premiarlo comunque?
    Perché se si ricorressse alla qualifica di "blog" non potrebbe neppure entrare in lizza.

    Sarò grezza e sospettosa, ma non penserei a un'improprietà lessicale "ad insaputa", chiunque l'abbia escogitata.
    Chiedo venia se invece "ci azzecco" col ritardo di...24ore...moltiplicato tanto, cioè con un anno di ritardo.

    RispondiElimina