Per sostenere questo progetto contribuisci ad a/simmetrie.

mercoledì 11 giugno 2014

Annullata Piddinia

(Giovedì 12/6/2014 ore 12:08: Definitivo: l'incontro di Bologna è annullato dagli organizzatori. Le motivazioni sono qui, sinceramente non mi interessano - e anche se mi interessassero non sono su Facebook! - ma sono certo che saranno condivisibili. Non vale quindi più quanto avevo scritto qua sotto. I cani abbaiano, la carovana continua ad avanzare - proverbio arabo.)




...a quanto pare i mal di pancia son rientrati, o per lo meno non sono degli organizzatori. Strano però, eh! Chi poteva immaginarlo? Chiami Bagnai a Piddinia a parlare in comune e ci sono problemi!? Ma va!?


Comunque, la sala è di nuovo disponibile, ho parlato con Mimmo Porcaro che ci sarà, e così ci sarò io. Poi, se non ci siete voi, non fa niente, vado a prendermi un aperitivo. Se invece ci sarete, ascolterete qualcosa di diverso dal solito. Per camminare sull'acqua mi sto attrezzando, ma l'altra guancia posso porgerla solo al barbiere.

39 commenti:

  1. ...la storia si ripete...come qualche desenzanese sa bene :(

    RispondiElimina
  2. Di che partito è? ...... (il barbiere intendo).

    RispondiElimina
  3. Scusate ma il documentario sulla grecia fatto dai 101 dalmata è visibile in qualche parte ?Lo dico perche oggi mi sono imbattuto in un altro stronzo che pensa che la grecia ora sta da dio dopo la cura.......miracoli della finanza speculativa.
    Dio perdonali perche oltre che non sanno quello che dicono son delle merde.!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non tutti hanno avuto accesso agli occhiali giusti per vedere le cose nella loro dura realtà.

      comunque l'anteprima assoluta del documentario avverrà:

      sabato 28 giugno alle ore 17 a Viareggio (oppure una alle 16:30 e l'altra alle 18 se le adesioni saranno tali da richiedere due proiezioni), sala Viareggio del Centro Congressi Principe di Piemonte.

      link al sito della sala congressi.


      Elimina
    2. Non c'è nulla da fare per queste merde, non lo capiranno mai.
      Mi permetto di consigliarti di lasciarlo nella sua melma, sprechi solo energie preziose.

      Elimina
    3. Per info scrivi a i101dalmata@gmail.com

      Elimina
    4. L'anteprima per Dalmata e finanziatori è in programma il 28/6, dopo quella data verrà stilato il calendario per la diffusione e resi noti i contatti.Il programma lo si può trovare anche qui . Grazie.

      Elimina
  4. Scusate l'ot, e non me ne voglia il Prof. (questo è l'unico posto che mi è rimasto dove poter parlare seriamente)

    L'astensione dei grillini sulla "responsabilità civile dei magistrati" non suona un pò strana?

    Mi sembra di capire che sia una legge che sfavorisce i magistrati...

    Grazie e scusatemi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ortotteri tanto ignoranti in macroeconomia quanto onesti in parlamento. Bisogna dargliene atto. Si sono astenuti, visto il voto segreto, sia per evitare che qualcuno li additasse come franchi tiratori, sia per palesare il fatto che anche quelli del PD hanno votato questa legge. Tuttavia sono determinati a intervenire per il no in senato. Curiose anche le dichiarazioni di Renzi :"tranquilli, il disegno di leggere non passera' in senato" (quello che lui vuole abolire....

      Elimina
    2. stanno diventando politici , prima avrebbero votato in massa ora hanno tirato il cosidetto tiro mancino , in pratica far venire gli altri allo scoperto , per questo non si possono certamente biasimare , specialmente dopo che gli altri hanno fatto e fanno una contro campagna solo a scredito , la cosa sembra che abbia pure funzionato e reso bene, insomma tutti stanno facendo le volpi e nessuno i lioni , a parte i quaquaraquà che fanno folclore .

      Elimina
  5. Ci sono.
    No per carità! Non si metta a fare i miracoli come quell'altro, che alla fine gli hanno fatto fare una brutta morte.. e a noi ci servi vivo.
    Noi ci accontentiamo che diffonda solo la verità; i miracoli lasciamoli fare a Renzi.....

    RispondiElimina
  6. Ci sono.
    No per carità! Non si metta a fare i miracoli come quell'altro, che alla fine gli hanno fatto fare una brutta morte.. e a noi ci servi vivo.
    Noi ci accontentiamo che diffonda solo la verità; i miracoli lasciamoli fare a Renzi.....

    RispondiElimina
  7. Ach so, facciamo rientrare V1 und V2 in hangar e rimettiamo sulla pista Lancaster und fortezze folanti…

    Sembra di rivedere quel bellissimo film sulla guerra del Pacifico con i giapponesi che continuano a armare disarmare riarmare gli aerei delle loro portaerei… qualcuno si ricorda il titolo ?

    RispondiElimina
  8. La Sinistra è foriera di soli problemi, mollare definitivamente! Per vivere in pace, poi ognuno fa come vuole!

    RispondiElimina
  9. e che vuoi commentare...bologna è onorata...soprattutto del diversivo che ci attende...ma andrebbe bene anche solo l' aperitivo. la prossima volta ti dovremo pagare chissà quale cifra
    BENE

    RispondiElimina
  10. Ringrazio per il prezioso lavoro di informazione che Lei ed il suo collettivo stanno facendo. Nel cercare di aprire la mente alla comunita' si passano tre fasi: 1. ti ignorano;2. ti deridono; 3. ti combattono. E poi...vinci.
    Lei, professore penso sia alla fase tre, quindi molto vicino a vincere.

    Esiste in Italia un fenomeno chiamato "normalcy bias". E' quello per cui la gente si accontenta di stare male, perche' ha paura del cambiamento. L'unica terapia e' la conoscenza. Per conoscere occorre informarsi. Quindi grazie a Lei ed a tutti voi. Siete la ns. speranza di un futuro migliore per i ns. figli.

    RispondiElimina
  11. Io ci sarò. Ci vediamo a Bologna!

    RispondiElimina
  12. A proposito, ho letto ( perdendo il mio prezioso tempo ), quanto scritto su "sollevazione", dall' amm.re del blog, il quale, pare, ci veda come degli adoratori del tutto concentrati sulla sua parola, prof.
    Cosa pensa il tizio, me ne frego. L'invidia è una brutta bestia, e la favola de la volpe e l'uva, è sempre valida.
    Io la chiamo miseria intellettuale.

    RispondiElimina
  13. https://www.facebook.com/ugo.boghetta/posts/688520427851194?comment_id=688531131183457&offset=0&total_comments=6&notif_t=feed_comment_reply

    a quanto pare piddinia è annullata. Mi sono permesso di scrivere due righe a boghetta.

    saluti

    RispondiElimina
  14. E' un grande peccato che l'incontro sia stato annullato. Un grande grande peccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne sono convinto, soprattutto dopo aver letto le motivazioni di Boghetta. Dire a me che io avrei gettato merda sui compagni dell'Illinois mi sembra una motivazione piuttosto azzardata. Se mi fosse stato detto fin dall'inizio che c'erano loro avrei proprio lasciato perdere. Ma, appunto, lasciamo perdere. A me la politica non interessa. Ci si diverta chi ci si vuole divertire, e buona fortuna.

      Elimina
    2. Beh per me è un peccato perché ci sarei venuto volentieri. Certo per i piddini di piddinia probabilmente cambia poco. Per quanto mi riguarda aspetterò il prossimo appuntamento in zona

      Elimina
  15. Prof. non avevo considerato che non essendo su fb non poteva leggerlo neanche volendo.
    A Bagnai

    ANNULLATA INIZIATIVA EUROPA OLTRE L'EURO DEL 14 GIUGNO A BOLOGNA

    Sono rimasto allibito e sconcertato dai tuoi due scritti apparsi sul tuo blog a proposito dell'assemblea prevista per sabato 14 giugno a Bologna dal titolo: Europa oltre l'euro.
    Quello che hai scritto non ha senso. Si può essere noeuro o sì euro ma l'educazione viene prima. I toni possono essere anche aspri ma non bisogna dire bugie.
    Ogni passaggio è stato gestito con te e con la sua segretaria. Ciò comprende anche che l'iniziativa fosse firmata sinistra noeuro di Bologna e che Asimmetrie avrebbe propagandato la cosa; del resto era uno scambio con la mia partecipazione al convegno di Asimmetrie di Aprile.
    Il fatto che, a quattro giorni dall'incontro e a circa un mese dalla richiesta e conferma della sala, il Comune chieda improvvisamente 850 euro fa parte di storie di ordinaria burocrazia o tentativi di sabotaggio. Cosa poi risoltasi positivamente. Non chiami forse Bologna: “Piddinia”!
    Non si capisce dunque perchè te la prendi con noi!
    A proposito della sala. Avevamo chiesto quella sala (cappella Farnese) , pensando anche a te, perchè è bella, prestigiosa e centrale. Per averla era necessario coinvolgere un consigliere comunale. A questo si è prestata la consigliera Salsi interessata all'argomento. Federica è una delle prime espulse dal M5S.
    Inoltre, come ben sai, ho incontrato il compagno della CGIL che ti aveva contattato. Abbiamo così saputo che pensavano ad un seminario: possibile fra l'altro solo in autunno. E, come ben sai, abbiamo insieme convenuto che noi intanto organizzavamo l'iniziativa già concordata e loro ci stavano dando una mano a pubblicizzare l'iniziativa. Cosa che hanno fatto.
    In effetti ho aspettato a chiamare il signore di cui parli perchè quando ho ricevuto la sua mail non sapevo se l'incontro si sarebbe tenuto; del resto l'oggetto della conversazione era dove andare a cena.
    Così stanno le cose. I mal di pancia solo tuoi.
    Che tu ritenga inattuale la sinistra no euro è opinione nota. Così come è ovvio che noi riteniamo debba nascere per contrastare il campo alla destra noeuro. In ogni campo poi ci sono problemi. Ognuno fa le sue scelte. Del resto nessuno ti ha particolarmente criticato per aver votato i candidati noeuro nelle lista della Lega e aver contribuito a eleggere Borghezio. La situazione dei noeuro in Italia è complicata e dovremmo evitare noi stessi di montare la panna. Dovremmo però anche finirla con gli uomini della provvidenza: Berlusconi, Bossi, Grillo, Renzi. Non se ne può più. I noeuro di sinistra dovrebbero essere diversi anche in questo.
    Io non so perchè hai cambiato idea, ma bastava dirlo senza sputare sugli altri.
    Se pensi che la prospettiva noeuro in Italia passi solo per la lepenizzazione di Salvini e Meloni, devi avere il coraggio di argomentare e rivendicare questa prospettiva. Ma forse hai paura di non essere seguito da molti.
    Forse hai avuto paura che l'incontro di Bologna dimostrasse che c'è una variegata potenziale sinistra noeuro. E per evitare questa eventualità inventi pretesti, dici bugie e non ti curi delle pessime cadute di stile. In fondo questo incontro bolognese ha chiarito da che parte stai e che sei inaffidabile.

    Addio o arrivederci; chissà.

    Ugo Boghetta


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace moltissimo per la mancata occasione di incontro ma, sinceramente parlando, con chi, più che della catastrofe del suo paese, si preoccupa di non essere contagiato dalla destra e quindi ragiona con il gondone in testa stando ancora a menarla con l'uscita da sinistra, perché si illude di stare sul Carpathia invece che in 3a classe sul Titanic, non si poteva fare altrimenti. Meriterebbero il napalm. Giusta scelta, Alberto.

      Elimina
    2. beh la meloni tutti sti risultati nn li ha portati a casa, me pare, nonostante fosse in tv quasi sempre ehh ehhh

      Elimina
    3. QED. La fasciofobia non è un riflesso pavloviano ma ancora più elementare, patellare.

      Elimina
  16. Prof. ...e allora vaffanculo!
    Così, almeno per sfogarmi un pò perchè dopo 3 anni di lavoro di intensa sottodivulgazione webbatica non reggo più; e si che è un miliardesimo del suo lavoro e immenso sacrificio familiare per il bene degli italiani e degli europei, ma ci fa troppo intelligenti per credere che basti dire la verità macroeconomica perchè questa sia accettata e divulgata.
    Sarò un a a dei tanti ma non un troll qualsiasi di semplice passaggio.

    Sfogo per riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A scanso di equivoci, io non centro nulla coi vari "compagni che sbagliano", anzi se non fosse per lei mi considererei ancora tranquillamente "de destra".
      Vista la melma che le ronza intorno non posso mica aggiungermi io con i miei isterismi, è solo che temo sempre più che non ci sia davvero nessuno che voglia rompere l'euro nè da washington ne da bruxells ne da mosca.
      Per ora vedo l'instaurarsi dell'impero bizantino a mosca (La Terza Roma) e un tentativo di instaurare il sacro romano impero a bruxelles mentre quelli che dovevano essere "i salvatori" atlantici tendono la mano per instaurare l'impero anarcointenazionalista.
      Continuerò questa battaglia per avere un informazione corretta ma nel mio infinitesimo piccolo dovrò anche guardare a piani B che prevedano la moneta imperiale.

      Elimina
  17. A me poi da fastidio il fatto che una certa politica salga sul carro dei "NO EURO" solo per acciuffare consensi...Che schifo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, in effetti questa cosa mi era sfuggita, e devo dire che anche se mi dispiace di essere stato scortese con Ugo, però sono contento. Perché se il problema deve essere creare una sinistra "no euro" dialetticamente opposta alla destra "no euro", cioè ricominciare a giocare agli opposti estremismi in presenza di un potere che opprime tutti i piccoli "de destra" e "de sinistra", e se per di più il distillato di questo progetto politico è votare Tsipras, allora veramente son stato coglione io a dir di sì fin dall'inizio. Io volevo fare un'altra cosa e la farò, quando sarà tempo. Non è ancora tempo, ma va bene così. Io ho pazienza.

      Elimina
  18. Quelli là sono dei personaggi strani: o hanno le tasche piene e giocano a fare gli intellettuali o vale la primalegge della termodidattica. In entrambi i casi non andarci è stato tempo risparmiato.
    Lì in mezzo c'è gente (che è una figura di punta) che ancora si chiedono se sia ideologicamente utile prendere posizione sull'euro, anche perchè "se noi svalutiamo allora svalutano anche gli altri, quindi niente è sicuro..."

    Giocano allo stesso gioco degli ortotteri in salsa intellettual-sinistroide.
    Qualcun altro qui sul blog ha toccato con mano...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il motivo per il quale ci odiano è che diffondendo al di fuori di certi linguaggi liturgici alcune semplici verità tecniche li priviamo del loro potere sciamanico. Sai, se dici che gli ebrei vanno messi al forno, ma nel dirlo usi la "composizione organica del capitale" e la "caduta tendenziale del saggio del profitto", allora non sei un pazzoide nazista da internare, ma un compagno. Se invece dici che l'euro è uno strumento di lotta di classe, ma per dimostrarlo usi Econ102 e qualche decina di grafici di dati, allora sei un proditorio servo sciocco del capitale che vuole carpire la buona fede del povero proletario. Diciamo che l'ultima parte è vera, perché i proletari seguono più me che loro, a quel che vedo. Però la colpa non è mia: eventualmente è dei dati. Erano lì, avrebbero potuto farli vedere loro, invece di autocelebrarsi con le loro stantie supercazzole marziane. Non gliel'ho mica chiesto io di parlare in modo da non farsi capire. Per cui, ora, cosa cazzo vogliono da me?

      Mistero.

      Elimina
    2. io poi chiederei alla sinistra, "quella vera", di smettere di usare il termine "proletari". Poteva andare bene all'epoca in cui fu coniato, ma oggi sinceramente ... Qua nessuno ormai fa figli e quando ne ha uno-due è già festa; sarebbe più giusto e corretto usare al suo posto "poveracci".
      Certo che fanno un po' meno fico frasi del tipo: "la lotta di classe dei poveracci", "poveracci di tutto il mondo unitevi", per non dire poi de "la dittatura dei poveracci"!

      Elimina
  19. "Per dodici anni essi erano stati sottomessi a Chedorlaomer, ma il tredicesimo anno si erano ribellati. Nell'anno quattordicesimo arrivarono Chedorlaomer e i re che erano con lui e sconfissero i Refaim ad Astarot-Karnaim, gli Zuzim ad Am, gli Emim a Save-Kiriataim e gli Hurriti sulle montagne di Seir fino a El-Paran, che è presso il deserto. Poi mutarono direzione e vennero a En-Mispat, cioè Kades, e devastarono tutto il territorio degli Amaleciti e anche degli Amorrei che abitavano in Azazon-Tamar. Allora il re di Sòdoma, il re di Gomorra, il re di Adma, il re di Zeboim e il re di Bela, cioè Zoar, uscirono e si schierarono a battaglia nella valle di Siddim contro di esso, e cioè contro Chedorlaomer re dell'Elam, Tideal re di Goim, Amrafel re di Sennaar e Arioch re di Ellasar: quattro re contro cinque. Ora la valle di Siddim era piena di pozzi di bitume; mentre il re di Sòdoma e il re di Gomorra si davano alla fuga, alcuni caddero nei pozzi e gli altri fuggirono sulle montagne. Gli invasori presero tutti i beni di Sodoma e Gomorra e tutti i loro viveri e se ne andarono."

    Se la prima o la seconda scegliete voi. a me Piddinia da molto di Sodoma.

    RispondiElimina
  20. Il punto di vista di Fusaro secondo me male non fa...
    http://www.lospiffero.com/cronache-marxiane/se-il-capitalismo-diventa-di-sinistra-9837.html

    RispondiElimina
  21. che dire...sei semplicemente, infinitamente, incommensurabilmente un GRANDE!!!!!

    RispondiElimina