MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

martedì 13 agosto 2013

Poi se ne parla...

(...delle discese che viste dal basso ecc.)


25 commenti:

  1. A occhio e croce qui sei dalle mie parti Professò..."in Dolomiti" come dicono i climbers!

    RispondiElimina
  2. Gentile Professore una curiosità: fino a pochi giorni fa ero in ferie in Val Gardena. Lo Sciliar lo vede dall'alpe di Siusi o dai rifugi ai piedi del Sasso Lungo?

    RispondiElimina
  3. Schlern + Langkofel con quella angolazione ... Ho un'idea abbastanza chiara della tua posizione, Profe. Goditele assieme alla tua famiglia le nostre belle montagne, che ve lo siete strameritato. Bis bald!

    RispondiElimina
  4. Altopiano dello Sciliar/Schlern .. Rosengarten... che posti...

    RispondiElimina
  5. dove si trova di bello?
    anch'io sono sulle dolomiti, magari non siamo lontani...

    RispondiElimina
  6. Risposte
    1. No, ad occhio direi che quello laggiù in fondo è lo Sciliar....e dalla posizione di ripresa della foto il nostro Professò potrebbe essere nella zona del Catinaccio, area Val di Fassa...

      Elimina
    2. ...o meglio ... Sassolungo forse!

      Elimina
  7. "Sempre caro mi fu quest'ermo monte..."
    Oppure (da recitarsi al tramonto):
    "e mentre guardo la tua pace, dorme
    quello spirto guerrier ch'entro mi rugge"

    RispondiElimina
  8. Sciliar (Scilier) direi.
    Da ... Sass Rigais? No? Passo Erbe (ju de Borz)?

    ps ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto....per i più golosi, andatevi a vedere la montagna disegnata sulle confezioni di una nota marca di wafer Alto Atesini ... è proprio quella, vista dal versante Nord Ovest però! :-)

      Elimina
    2. Dal Sass Rigais? Odle? Avrei detto che l'ultima foto. quella che riporta lo Sciliar (o quello che gli assomiglia un casino) è stata presa da qualche parte lungo il sentiero che dal passo Sella Gira attorno al Sassolungo versante Nord!

      Ma si vince qualcosa se ci si azzecca?

      Elimina
  9. Non siete disorientati solo politicamente...

    RispondiElimina
  10. Non tentate di localizzare il prof, altrimenti la Giulia Innocenzi gli corre dietro fino al rifugio per una nuova intervista....

    RispondiElimina
  11. Buone ferie prof. Se svalica verso Merano e vuole qualche dritta sono a disposizione!

    RispondiElimina
  12. Nei prossimi anni, sembra che l'italia dovra' versare (possibilmente in euro, ma accettano anche i flaconi di sangue) ALTRI 125 miliardi al fondo esm; la refurtiva andra' non ai paesi in difficolta' ma a quelli con la tripla A... Certo non vi racconto una cosa inedita.

    http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2013/8/13/SPY-FINANZA-I-guai-delle-banche-che-la-Germania-vuol-nascondere/418515/

    Quello che volevo dire e' che questi fatti mi ricordano moltissimo il mitico Superciuk degli ineguagliabili Magnus & Bunker: chi se lo ricorda? Superciuk che entrava per consegnare le paghe rubate ai salariati, nella sede dei ricchi con il cilindro, i quali applaudivano! il vendicatore dei ricchi , contro i "soprusi" dei poveri.... E le riunioni del consiglio comunale(venduto a loro), in cui avevano l'aspetto dei suini?
    Ecco, credo ci vorrebbe il permesso per "accostare" il nostro eroe all'epoca odierna , questione di copyright, immagino....pero' , pero'....qualche bella vignetta originale.... E' patrimonio italiano!

    RispondiElimina
  13. Per chi si gode le passeggiate nei boschi e ha finito di leggere (o scrivere) "Il Tramonto dell'Euro": http://www.ibs.it/code/9788850200450/bryson-bill/una-passeggiata-nei.html
    E non c'è neanche un grafico!!(solo qualche mappa)

    RispondiElimina
  14. http://www.project-syndicate.org/commentary/how-austerity-has-helped-the-eurozone-periphery-by-daniel-gros/italian

    Da non crederci.

    "L'austerità implica sempre costi sociali enormi, ma ciò è inevitabile quando un Paese è vissuto al di sopra dei propri mezzi, tradendo la fiducia dei creditori stranieri. I fondamenti esterni della periferia dell'eurozona stanno migliorando rapidamente. In tal senso, l'austerità ha fatto esattamente ciò che doveva fare."

    RispondiElimina
  15. Sciliar visto dalla valle di Siusi o dalle pendici nord del Sasso Lungo...

    RispondiElimina
  16. Per i cultori del "più europa" cito la parte finale di un articolo di alberto brambilla su Il Foglio di oggi 15 agosto

    Berlino è il traino non solo dell’Eurozona ma anche dei paesi dell’est membri dell’Unione europea: anch’essi rifiatano. I tedeschi fanno da pivot. Ma il cancelliere Angela Merkel in un momento di ottimismo si sta dimostrando paradossalmente disfattista. Forse per logiche elettorali, in vista delle elezioni federali di settembre, nel tentativo di cogliere il consenso degli euroscettici ha detto in un’intervista alla tv Phoenix e alla radio Deutschlandfunk che non è necessario avere “più Europa” attraverso un rafforzamento delle istituzioni comunitarie di Bruxelles, ma invece “attraverso una migliore cooperazione tra i paesi membri dell’Unione europea”. Una discussione, quella sulle “competenze” della Commissione Ue che avrà luogo all’interno del governo tedesco “dopo le elezioni del Bundestag”, ha detto. Sarà l’Europa stessa il prossimo target di Berlino?

    RispondiElimina
  17. oh che bello, anche io facevo lunghe camminate in montagna col babbo

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.