MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

martedì 21 maggio 2013

Dedicato al platelminto

Stordito dal rosato e dall'odore del gelsomino dedico un affettuoso pensiero a un amico che ci ha fatto esilarare. Avremmo voluto farne, perché tale è la nostra indole, ma se proprio ci costringete, riluttanti, non faremo prigionieri.




71 commenti:

  1. ahahahah STUPENDA!!!!!
    Prof che ne dice se proviamo a indire un concorso di composizione?
    Titolo del brano: "Le SETTE ultime parole del PUDE in croce"
    https://www.youtube.com/watch?v=zjIi6MwmPMM

    RispondiElimina
  2. Sette Sirene Plate
    spiegaron illumi.
    Sette Sirene vili.

    Poi, sicchè non giaccia
    alcun foco tra gnorri,
    El Platerotto facea

    Terrorismo, al fin che
    l'umane genti al gabbio,
    zelando possano annuir.

    Questa gliela dedico al Plateroti. (contiene una chicca che non può essere letta, bensì vista tra le Righe)

    RispondiElimina
  3. Via nella quale sono locate le sette sette settentrionali.
    Attenzione all'uomo dell'inflazione che gira su una carriola dalle sette di sera assettato di liquidi.
    Bubú? 7te!

    RispondiElimina
  4. La somma dei numeri di serie delle banconote italiane dell' euro, quelle con la lettera "s", fa sempre 61-52-43-34: quindi 7. Nando Ioppolo docet.

    RispondiElimina
  5. Toponomastica religiosa...probabilmente! Notte professore! :)

    RispondiElimina
  6. ahahahahahahah bellissima! la parabola dell'altro post poi era esaltante.

    RispondiElimina
  7. questa la dedico a chi ha il nome assonante con "blaterare":

    Ammonisce un antico proverbio arabo: "Prima di parlare gira sette volte la lingua in bocca".

    E mi limito con questo ad appagare l'offesa all'intelligenza mia e dei miei concittadini, i quali pagano il canone per sentirsi sventolare di fronte dei bau-bau come se fossimo dei bambini dell'oratorio.

    RispondiElimina
  8. Però, peccato che non lei ha il tempo di dedicare alle apparizioni televisive, chissà quante altre amentità potrebbe far venire alla luce, non c'è limite alle castronerie che il PUDE riesce a produrre non appena viene sollecitato.
    Più che il tempo, le manca la motivazione, lo so, la capisco,
    Ho visto come il dibattito in TV da tempo sia sceso in basso, ma molto in basso, sette volte più in basso di prima...

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. Intervento tremendo secondo me. Signoraggio, debito come strumento di schiavitù degli stati, bilderberg. Argomentazioni così servono solo a screditare anche il resto dell'intervento e in generale credo che creino solo danni a chi cerca di portare avanti una critica al sistema eurozona fatta in modo sensato e competente.

      Elimina
    2. Per carita', il signoraggio in Parlamento nun se po' senti'. Spero che almeno Messora gli mangi la faccia in privato (metaforicamente eh!).

      Elimina
    3. Peccato che all'inizio abbia sciupato subito tutto col signoraggio...

      Elimina
    4. Ok tutto ma il signoraggio no ve prego...urgono velocemente ripetizioni.

      Elimina
    5. signoraggismo (e se ne vanta ) + dipietrismo... uk ha farange noi sibilia ... la buona fede non basta mi dispiace
      se questa è l'opposione praticamente è utile solo a chi copre la (lenta) ritirata del pude...

      ps:(nonostante personalmenete sia per politiche monetarie ^giapponesi^ , che sono comunque solo la base per le politiche industriali sociali commerciali ...)

      Elimina
    6. Devo ammettere che sentir parlare dell'argomento in quell'aula fa piacere, ma sono particolarmente deluso dalla piega signoraggista del discorso...
      E' un primo passo , ma esistono grandi margini di miglioramento.

      Elimina
    7. Ma l'intervento di Sibilia in parlamento lo ha chiesto qualcuno? Ragazzi, scusate: questa zona è stata prima dedonaldizzata, ora è deortotterizzata. Mi dispiace, siete morti. Non è colpa mia. Io ho fatto il possibile per aiutare, lo sapete. Ma ora devo occuparmi di cose serie.

      Elimina
  10. e verrà la fine del mondo!!!! ve li ricordate quelli delle smorfia? Troisi e gli altri... http://www.youtube.com/watch?v=F3Z2JwBbE0Q

    RispondiElimina
  11. vecchia canzone dei gatti di vicolo miracoli(ancora con la bionda)
    son rimaste in sette
    le marionette
    quello che rimane della fantasia.........

    RispondiElimina
  12. Sette sono i tagli delle banconote Euro: 5, 10, 20, 50, 100, 200, 500.

    RispondiElimina
  13. prof vado OT vorrei fare presente questo articolo sul mattino di padova . http://ricerca.gelocal.it/mattinopadova/archivio/mattinodipadova/2013/05/21/NZ_13_02.html. nell'articolo viene specificato che "Dal primo giugno, il ventottesimo paese della Ue offrirà agli imprenditori italiani nuove possibilità di investimento, garantite da un costo della manodopera inferiore alla media europea, dagli incentivi e dagli sgravi fiscali dei quali cui si può usufruire con investimenti". e quindi anche la Croazia sarà inondata da del bel capitale estero. ora per quelli che facciamo un euro sud e uno nord perché noi siamo italiani siamo buoni non come i crucchi. non è che i tedeschi sono cattivi e noi i buoni perché noi messi nella stessa situazione di egemonia nella nostra area valutaria faremmo esattamente la stessa cosa (e 150 di storia italiana qualcosa dovrebbe insegnarci). prima finisce questa storia e meglio sarà per tutti!

    RispondiElimina
  14. Significato Religioso del 7
    -Sette erano le fanciulle e i fanciulli che venivano offerti dalla città di Atene a Minosse.
    -Sette sono le virtù: 3 teologali (fede, speranza, carità) e 4 cardinali (giustizia, temperanza, prudenza, fortezza).
    -Sette sono i peccati capitali: gola, accidia, superbia, avarizia, invidia, ira e lussuria.
    -Sette sono i bracci del candelabro ebraico Menorah.
    -Sette sono gli attributi fondamentali di Allah: vita, conoscenza, potenza, volontà, udito, vista e parola.
    -Sette sono gli Dei della felicità del buddhismo e dello shintoismo:
    Ebisu, dio della pesca;
    Daikoku, dio della fortuna;
    Benten, dea delle arti;
    Fukurokuju, dio della popolarità;
    Bishamon, dio della guerra;
    Jurojin, dio della longevità;
    Hotei, dio della giovialità.
    -"Sette" è il numero buddhista della completezza.
    -Sette sono i doni dello Spirito Santo nel Cristianesimo: sapienza, intelletto, consiglio, fortezza, scienza, pietà e timor di Dio.
    -Sette sono i principali Arcangeli del Cristianesimo (nel Cattolicesimo 4, tra cui Uriel che non è mai menzionato): Michael, Raphael, Gavriel, Uriel, Raguel, Bardiel, Zedkiel, Jophiel
    -Sette sono i libri dell'Eptateuco nella Bibbia: Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio, Giosuè, Giudici.
    -Sette sono le divinità mitologiche identificate dalla Cabala ebraica
    -Sette sono state le piaghe d'Egitto secondo una nuova interpretazione traducendo "piaga" in "colpi" dall'ebraico, alcuni versetti riportano solo sette "colpi" magari ricordando quelle più significative, ma comunque sono dieci "piaghe" (colpi, punizioni) nella Bibbia.
    -Sette sono i Sacramenti del cristianesimo cattolico romano: Battesimo, Cresima (o Confermazione), Eucaristia, Penitenza, Unzione dei malati, Ordine Sacro, Matrimonio.
    -Sette sono le chiese dell'Asia dedicatarie dell'Apocalisse (Ap1:4). Queste Chiese sono le destinatarie di 7 lettere (contenute nei cap. 2 e 3), e sono: Efeso, Smirne, Pergamo, Tiatira, Sardi, Filadelfia, Laodicea.
    -Sette sono i Sigilli la cui rottura annuncerà la fine del mondo, seguita dal suono di 7 trombe suonate da 7 Angeli, quindi dai 7 Portenti e infine dal versamento delle 7 Coppe dell'ira di Dio (Giovanni, Apocalisse)
    -Sette erano i veli della danza di Salomè.
    -Sette sono le opere di misericordia.
    -Sette sono i dolori di Maria.
    -Sette sono i Rishi (saggi o profeti nella tradizione indiana) dell'Induismo.
    -Sette sono i chakra (punti caratteristici del corpo umano):
    Muladhara (tra osso sacro e coccige, verso dietro)
    Svadisthana (tra II vertebra lombare e osso sacro, verso avanti)
    Manipura (plesso solare)
    Anatha (cuore)
    Vishudda (gola)
    Anja (terzo occhio, fronte)
    Sahasrara (fontanella)

    RispondiElimina
  15. Blatera altrove
    apri il tuo cuore
    a me, dì la verità
    Tanto la conosco già.

    -- Ada Roggio
    da PensieriParole

    Hi Hi Hi mi piacque e la volli condividere....saluti !!!

    RispondiElimina
  16. Ma il platelminto ha platealmente ragione.... cosa succederebbe dividendo la benzina dall'euro?

    La risposta non è nell'economia, ma nella Cabala e nella numerologia, delle quali il platelminto è evidentemente un adepto...

    Passiamo dalle lettere ai numeri attraverso la loro posizione nell'alfabeto:

    b-e-n-z-i-n-a

    2-5-14-26-9-14-1

    dai quali

    (2-1)*5*14*26*9*14 = 229320

    Perchè? La cabala non si discute, si accetta (come l'euro, del resto)!

    e-u-r-o
    5-21-18-15

    dai quali

    (18-5)*(21+15) = 468

    Ancora, perchè? vedi sopra.

    e ora dividiamo LA BENZINA DALL'EURO

    229320/468 = 490 = 70*7

    SETTANTA VOLTE SETTE!

    La cabala non mente! Il platelminto ha ragione!

    Della serie ditemi che risultati volete, lasciatemi manipolare i numeri e potrò fornirvi la dimostrazione desiderata, metodo brevettato da Reinhart & Rogoff (ma hanno battuto i bocconiani di un soffio)!.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @porter
      Benvenuto neo ministro (prossimo) dell'informazione!!!!!
      :-)))))

      Elimina
  17. Non hanno neanche LA DECENZA di taroccare certi dati.

    Vuol dire che se ne fottono altamente??

    RispondiElimina
  18. Ancora sull'interclassismo.

    Mi scuso per essere OT, ma non ho internet a casa e mi riesce difficile il "just in time".
    Ribadisco che prendere atto della trasformazione epocale che le classi sociali stanno subendo e dare a questo processo prospettiva e possibilità di azione concreta non è, a mio parere, definibile con il termine novecentesco di interclassismo. A meno che non si abbia, ancora oggi, della classe operaia la visione messianica della classe-Soggetto capace di passare dall'in-sé al per-sé emancipando l'intera umanità. A malapena il proletariato si riconosce come classe in sé. Due secoli di storia dovrebbero bastare per abbandonare teorie che non hanno trovato sufficiente riscontro nella realtà. Poco male, il feudalesimo venne superato dalla borghesia e non dai dolciniani, dai francescani o dai contadini germanici al grido di "omnia sunt comuna!" (il mio essere personalmente dalla parte di quest'ultimi cambia poco la Storia).
    Ma facciamo l'ipotesi che il termine abbia una valenza caratterizzante. Qualcuno da sinistra mi dovrà convincere che sia preferibile un interclassismo che io definisco divisivo ad un interclassismo che definirei inclusivo. E mi spiego.
    Se indicare come avversario e principale responsabile della crisi attuale l'euro, la deregolamentazione dei mercati finanziari e lo spostamento di ricchezza dai salari e dalla produzione alla rendita - per semplificare: la finanza (in economia non mi sento a casa mia, correggetemi se semplifico troppo)- e cercare la massima unità fra chi subisce questo attacco con una proposta che difende il benessere collettivo e contrasta il senso d'impotenza, se questo si chiama interclassismo allora sono colpevole.
    Ma sono curioso di sapere perché questo interclassismo inclusivo e comprensibile dalla maggior parte di chi subisce la crisi sia da condannare e invece l'interclassismo della retorica dei matrimoni fra omosessuali (che poco hanno a che vedere con la sacrosanta difesa di vivere la propria sessualità e affettività come più aggrada) o dell'eutanasia (che poco ha a che vedere con il sacrosanto diritto alle cure palliative o alla critica dell'accanimento terapeutico) e via discorrendo di diritti astratti e di impotenze concrete, sia da propugnare a spada tratta. Non si capisce che questa retorica unisce l'esponente dei centri sociali con il vertice di confindustria e rende impraticabile qualsiasi unificazione di chi ha l'interesse a rendere concreta la possibilità di percorrere un progetto di vita, qualsiasi esso sia?.
    L'esperienza fallimentare del carnevale rifondarolo non ci insegna niente?. Ogni volta che l'attacco allo stato sociale e al lavoro si fa più incisivo, guarda caso si inizia a discutere di "diritti civili". Questo interclassismo divisivo e perdente non mi appartiene.
    P.s. è possibile parlare di queste cose senza passare per un sostenitore di Giovanardi? È possibile infrangere il muro del politicamente corretto? Non lo so, ma vale la pena tentare.

    RispondiElimina
  19. nell'ultima puntata di Piazza Pulita (la7) c'era borghi: buon segno!
    in piu Formigli si è impegnato a dedicare una puntata intera su i pro e i contro dell'euro. sembra che i suoi spintoni,Professore, i nostri, quelli di Borghi e di altri cominciano ad aprire un varco anche nel muro di gomma dell'informazione!
    forza cosi, andiamo avanti per andare oltre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente non se ne farà nulla. In questo momento il PUDE si sente in ripresa. Lasciamolo fare. Io non vado più da nessuna parte fino a quando non saranno ulteriormente cambiati gli equilibri. Tornerò in televisione quando accetteranno parterre più equilibrati, e li accetteranno, credetemi. Non ci vorrà molto. Intanto, domani godetevi Rinaldi da Paragone.

      Elimina
    2. Onestamente non vedo un motivo logico per cui il PUDE debba sentirsi più forte ora. anzi....

      Elimina
    3. generale, ci fidiamo di lei e della sua strategia.non si preoccupi.noi tutti siamo con lei.

      Elimina
  20. Lo so, devo evitare gli OT, ma questa non riesco a tenermela.
    What fuck are you saying? You don't know the market rules.
    Sono a Brussels, questa è stata la risposta di un tale che lavora da quel che ho capito in CE dopo una mia affermazione.
    L'argomento sinteticamente era sui benefici di Schengen e sul fatto che i dazi sono ormai banditi dal WTO.
    Gli ho fatto presente che proprio l'Europa ha appena approvato una norma che impone un dazio del 57% ai pannelli fotovoltaici cinesi e che questa penalizza quei Paesi europei importatori totali di pannelli FV.
    Ho portato l'esempio dell'Italia. Attualmente importa il 100%, di cui circa il 60% dalla Cina, il 30% dalla Germania ed altre briciole da altri Paesi dell'EZ.
    In pratica la domanda italiana non trovando più conveniente l'acquisto dalla Cina si sarebbe naturalmente indirizzata sui prodotti tedeschi, attualmente più cari, ed in sostanza questa differenza di prezzo diventa un dazio indiretto per un Paese membro.
    Ho aggiunto che questa normativa di fatto genera un regime di monopolio consegnando nelle mani di un un'unico Paese, la Germania, la produzione e che potrebbe anche essere condivisibile se l'Europa decidesse di finanziare questa differenza oppure imponesse delle quote come fatto per il latte, il pesce, etc.
    Risposta: "What fuck are you saying? You don't know the market rules."
    Il che è vero, per carità, ma mi piacerebbe capire da cosa si evince nel mio ragionamento.

    P.S. L'ho congedato, ma non prima di lanciargli la scommessa che questa storia si sarebbe conclusa come quella dei limoni argentini, dimostrando ancora una volta il livello della potenza economica europea.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. ...ecco l'inflazione che se nun stai bono se porta via tutti li sordi...BU BU...SETTETE!!!

    RispondiElimina
  23. Claudio borghi l" altra sera a piazza pulita a iniziato il discorso con la parola frustazione. Sono in totale accordo con lui infatti la cosa è frustante sentir parlare il giornalista tedesco con quella spocchia che solo i tedeschi hanno di rispettare i patti presi. Chiaramente alla domanda del perche non avessero rispettato i patti sui limiti di esportazione il giornalista se l" è presa a ridere....come sempre. Tutto il dibattito si è svolto a mezzanotte, dopo 2 ore di discussione su le attività sessuali di berlusconi e chiaramente dopo l" intervento di borghi hanno dato la pubblicità, cosa oramai frequente quaando si vuole distogliere l" attenzione. Alla discussione era presente anche il boss del plateroti, una rappresentante del centro studi cattaneo e i due politici di turno. Quello di sinistra non ha aperto bocca la signora carfagna invece si è detta interessata e aperta alla discussione ma poi ha subito sentenziato che bisogna fare gli stati uniti d" europa quindi.....di che si può discutere. Inizio a capire del perche risulta problematico andare a certe trasmissioni e parlare di problemi complicatissimi in 20 secondi con il conduttore che se non ti interrompe ti manda un servizio su una famiglia alla fame o su dei dipendenti che protestano per i licenziamenti, ma come dice borghi, il mostro non lo vedono mai vedono solo le conseguenza.Un dibattito serio e con tempi consoni alla discussione penso che non ci saranno mai, per ora, ma mai dire mai.

    RispondiElimina
  24. "I Platelminti parassiti rappresentano l'85% del phylum e vengono raggruppati in quattro classi: i Turbellari, i Monogenei, i Trematodi e i Cestodi. Fra questi ultimi i più conosciuti, per i danni che provocano agli uomini, sono le specie del genere Tenia (Taenia o Taeniarhynchus)" (una dedica appropriata, da Wikipedia)

    RispondiElimina
  25. Mi piace il teschio che addenta lo sfilatino ripieno: sono stato un paio di volte a Matera ma me lo sono perso. Mi pare una ottima rappresentazione dell'effetto del montismo sull'Italia, consumare tutto senza benefici: il pane ha chi non ha fondo.

    RispondiElimina
  26. Letta a Bruxelles ha ottenuto che l'europa focalizzi la sua attenzione sulla occupazione giovanile.sono previsti un incontro fra i capi di governo su questo tema nel mese di giugno al fine di sbloccare delle minime risorse.
    in più, c'è la promessa di un incontro a luglio fra i ministri del lavoro europei in germania.
    ci credete nell'operazione o un'altra burla per guadagnare tempo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che credo è che si tratti di una farsa che si risolverà con una bella flessibilità in uscita, così non solo i nostri giovani dovranno andare a lavorare in Polonia per l'IBM (grande successo dell`Europa secondo Giovannini ieri a 2next su Rai2) ma non potranno neanche contare sul supporto dei genitori.

      Elimina
    2. Rimango disperatamente "demand sider"... cosa fai produrre a questa "occupazione giovanile" se non esporti un chilo di roba ?

      Elimina
    3. Anche io ho una domanda: ma ci crede nella domanda o è un'altra burla?

      Herr Lampe ;-)

      Elimina
    4. ma anche fosse vero non risolverebbe nulla.
      Lo dico in modo "terra terra".
      Noi siamo in recessione, e nonostante questo siamo in deficit di bilancia dei pagamenti.
      Questo significa che gli italiani hanno pochi soldi e li spendono principalmente per beni esteri.
      Se domani decidessimo di raddoppiare la spesa, altro non faremmo che dimezzare l'autonomia dell'Italia, perche' i soldi uscirebbero dall'Italia il doppio piu' velocemente. Senza contare poi che gli stessi soldi rientrerebbero sotto forma di prestiti e andrebbero a peggiorare ancora di piu' la nostra esposizione verso l'estero.
      Se Letta volesse risolvere qualcosa dovrebbe:
      1. ripristinare la flessibilita' del cambio;
      2. assicurarsi che la bilancia dei pagamenti sia in surplus
      3. una volta raggiunto il punto 2, allora deve aumentare la spesa pubblica.

      Elimina
    5. Ma come si fa ad avere la bilancia dei pagamenti sempre in surplus? E' impossibile, c'è riuscita solo la Germania barando, nella normalità è chiaro che ci saranno sempre periodi in surplus seguiti da periodi di deficit, sennò come diceva mi nonno l'artri che stanno a venne i fiori? Escludendo gli olandesi.

      Elimina
    6. Dimenticavo...oltre a barare puoi anche colonizzare o imporre con la prepotenza...

      Elimina
    7. Da quello che mi ricordo io, l'Italia quando ha avuto il cambio flessibile ha sempre avuto la bilancia dei pagamenti in surplus.
      Ma io dicevo un'altra cosa: prima di immettere liquidita' dobbiamo riportare la bilancia dei pagamenti in surplus. La prima cosa da fare e' uscire dall'euro e ripristinare la flessibilita' del cambio. Poi possiamo fare tutto quello che vogliamo.
      Se immettiamo liquidita' adesso finisce che peggioriamo la situazione.

      Elimina
    8. Non so se abbiamo avuto sempre un surplus con il cambio flessibile ma adesso anche se fosse stato così le cose sono un po' cambiate, un po' perchè i nuovi competitor si sono fatti più aggressivi, un po' perchè abbiamo "svenduto" moltissime aziende appetibili. Certo avremmo una forte spinta competitiva comunque sganciandoci, visto che qualcosa ancora sappiamo fare, e bene. Per quanto riguarda la liquidità sono d'accordo che se non viene ripristinata un'autonomia monetaria avrebbe poco senso.

      Elimina
  27. Apocalisse VIII - 1
    E avendo aperto il settimo sigillo, si fece silenzio nel cielo, quasi di mezz’ora. E vidi sette angeli che stanno dinanzi a Dio; e furono date ad essi sette trombe” , Sarà così quando usciremo dall'euro secondo Plateroti?

    RispondiElimina
  28. Il sette settembre settantasette ci si sparava nei garage per via dell'inflazione.Il giorno dopo nessuno poteva permettersi di comprare proiettili, perchè il loro prezzo era aumentato di sette volte!

    RispondiElimina
  29. Piergiorgio Gawronski in quest'articolo, oltre al sistema UE, euro, rigore, austerità, critica anche i media e dice:
    «invitano sempre quelli che hanno sbagliato tutto, senza un minimo di controllo di qualità».

    RispondiElimina
  30. Il presente commento per esprimere tutta la mia solidarietà al vicedirettore del Sòle SetteSetteSetteFannoVentiquattro Ore.

    A mon avis, questo accanimento non può e non deve appartenere all'indole di nessuno di noi.
    Lo condanno quindi tout court, a nome mio e dell'associazione che rappresento(*).

    (*) www.regalamojeunpardeciavatte.com

    RispondiElimina
  31. Visto il finale in streaming con le domande: i materieprimisti non muoiono mai..... SETTANTA VOLTE SETTE!

    RispondiElimina
  32. A proposito di dolori, questo Amartya Sen? http://www.tempi.it/premio-nobel-per-leconomia-amartya-sen-leuro-e-stata-unidea-orribile-lausterita-e-veleno#.UZ3m2Jwa7_g

    RispondiElimina
  33. Un intervento in tema mistico/religioso, il platelminto e la Croce della Morte

    "... il rischio, se si sbaglia, è davvero quello di finire sulla Croce."

    Ce ne ricorderemo, quando la benzina NON aumenterà di sette volte.....

    RispondiElimina
  34. Nonostante la Svezia non abbia adottato l'euro, i risultati fallimentari e antidemocratici delle politiche di austerità, e quindi di tagli allo stato sociale, "incoraggiate" dall'"UEizzazione" europea e implementate a partire dagli anni '90, hanno i loro effetti nefasti anche qui, un Paese dai nostri media sicuramente dipinto come "virtuoso", che non solo non ha più il primato europeo di modello di welfare generoso ed efficiente, ma si trova ad affrontare le rivolte sociali in piazza dei giovani disoccupati, in particolare dei giovani immigrati

    RispondiElimina
  35. Oggi la borsa di Tokyo perde il 7%!

    RispondiElimina
  36. Facebook, post de L'Ultima parola: "il fallimento dell'euro?" Autore Antonio Maria Rinaldi, docente all'università di Chieti-Pescara.
    premesso che ne sono venuto a conoscenza poco fà e quindi non so di cosa parli comunque mi chiedo se ma li sta diventando un "covo di serpi" anti-PUDE.:)

    RispondiElimina
  37. A Bologna, a pochissimi metri dall'abitazione di Romano Prodi, si trova la Chiese delle Sette Chiese:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Basilica_di_Santo_Stefano_%28Bologna%29
    Finalmente ne percepisco il significato allegorico!

    RispondiElimina
  38. cavolo dopo macroeconomia mi tocca studiare anche scienze naturali

    RispondiElimina
  39. Stasera ad otto e mezzo Boldrin e Landini. Altro che sette dolori! Ho capito però che il problema non è Boldrin (un' impressionante sequenza di lievi imprecisioni ) ma l'insipienza dei suoi avversari. Ammesso che Landini sia un avversario dice talmente tante inesattezze che invece di contrastare Boldrin gli fa da assist.

    RispondiElimina
  40. OT: abbiamo dimenticato il benemerito professor Boldrin, l'uomo che ha sostituito Oscar GIannino alla testa di FARE per FID.

    Egli, non pago delle sue gesta (gesta che gli garantiranno un posto di rilievo nella storia della comicità italiana) ha ritenuto suo dovere fare una degna figura anche sul sito ROARS.

    Michele non fermarti, facci sognare ancora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri sera Boldrin ha dato il "meglio" di sè sparando una quantità di menzogne senza fine nella trasmissione su La7 di Lilli Grüber, puntata dal titolo evocativo e suggestivo: "Sull'orlo del baratro?", gli unici 2 min di trasmissione che ho seguito durante il mio zapping serale, sono stati proprio quelli della sua apparizione foriera di bugie, luoghi comuni a profusione, spesapubblicccaaaaimprodutttttiva ecc., il tutto condito da quel suo sorrisetto sarcastico, che nausea! Ma come fa la gente, anche la meno informata, a credere a tutte queste info spazzatura? E dire che guardo pochissima TV eppure ogni tanto incappo in questi tristi spettacoli! P.s.: saluti e solidarietà al prof. anche da mia mamma che non usa internet, ma è informata grazie alle letture che le suggerisco io e persino quando va a fare la spesa, si mette a parlare praticamente con chiunque dei danni causati dall'euro!

      Elimina
    2. E infatti con la consueta spocchia che li contraddistingue, e l'imbarazzante ignoranza (o malafede?) tornano a dire la loro costantemente. Però sono autorevoli.

      Elimina
    3. ma la colpa non è di Boldrin, è della Gruber che lo chiama.. gira e rigira sempre lì siamo..

      Elimina
    4. Ma no, il problema non è la Gruber che lo chiama, il problema è l'austerità...

      Elimina
    5. Ragazzi fate come me, sciopero audiovisivo; solo goofy e Tramonto. Basta una settimana per dimenticarseli tutti. Vi accorgerete che in realtà non esistono, sono solo proiezioni mentali.

      Elimina
  41. Off Topic Piga da Albatros si è trasformato in "viaggiatore in movimento" con tanto di manifesto programmatico e sito http://iviaggiatorinmovimento.it/proposte/. Prontamente consegnato in copia cartacea all'ex primo ministro. Ti ha anche citato indirettamente, ricordando e ammettendo che hai un grande seguito tra i giovani, che però, sempre tra le righe,staresti traviando! Mentre loro,quelli bravi e in movimento, vogliono trasformare quest'Europa..... Ho un leggero senso di nausea sarà perchè anche io sono stato traviato?

    RispondiElimina
  42. Ciao a tutti!
    Vado OT rispetto al post ma non rispetto al blog, quindi mi sento un po' meno "monella".

    Si sgretola, sempre con troppa lentezza per i miei gusti ma forte del detto "la pazienza è la virtù dei forti", assaporo i sassolini che scendono dalla montagna. In attesa di vedere la montagna rasa al suolo...

    L'Islanda ha deciso le sue sorti

    RispondiElimina
  43. Altro passo verso la stima reciproca.

    Ci sarebbe un modo per far andare in difficoltà il piddino: dirgli che l'Oceania gradirebbe l'opposto di tutto quello che propongono. Il nuovissimo continente, l'ultimo arrivato, che fai lo tratti da stronzo? I piddini sono amici dei popoli, per il multiculturalimo, per la società aperta e contro quel concetto morto e sepolto che è "confine", neanche nazione, proprio confine.

    Bisogna corrompere gli ambasciatori di Australia e Nuova Zelanda e farli partecipare alla farsa, rendersi amici i popoli e rappresentati di Micronesia, Melanesia e Polinesia e imporre un nuovo slogan: ce lo chiede l'Oceania.

    Con un nuovo slogan si vince. Basta con ste cazzo di tabelle e i dibattiti e i grafici e i viaggi per l'Italia a ripetere la solita solfa e che due coglioni.

    RispondiElimina