MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

lunedì 22 aprile 2013

Z

63 commenti:

  1. Sullo sfondo la foto del terzo stato....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ....che sarebbe il quarto, ovvero il cammino dei lavoratori.

      Ma forse nella foga del "più competitivi" hanno scalato una posizione...

      Elimina
    2. È' già.... in questo mondo di arrivismo e consumismo anche il 4^ stato ha voluto guadagnare una posizione!!!...

      Elimina
  2. "E la lettera Z che vuol dire è vivo in greco antico"

    RispondiElimina
  3. Qual miglior messaggio se non quello di Pellizza per rappresentare ciò che sta facendo?
    Come sempre buon lavoro e un saluto ai goofynomisti

    RispondiElimina
  4. Sala gremita in ogni ordine di posti e gente in piedi che vorrebbe entrare

    RispondiElimina
  5. Il Quarto Stato... interessante chiave di lettura che, forse, riesce a definire me e altri lettori di questo sito. Che, secondo me, è un'ottima scuola di economia politica, non un semplice blog.

    Grazie prof.

    Buona vita

    RispondiElimina
  6. Ma mortacci, è peggio dei rebus della settimana enigmistica.

    RispondiElimina
  7. Dal sito le rune norrene :
    Significato divinatorio della lettera Z: Nel suo intreccio di leggende e di forze vive dove incantesimi e magia sono tra loro uniti come essenza primaria di vita, ci protegge contro le cattive influenze. E' in particolar modo utilizzata dagli sciamani che vedono nel suo glifo un' invocazione umana alle forze del cielo. E' la runa della solidarietà, dello slancio e dello spirito di gruppo. Esprime anche intuizione e possibili realizzazioni importanti dovute a idee geniali.
    Mi sembra che descriva bene il senso di questo BLOG

    Oppure molto più terra terra:
    Z come Zorro “gli faremo il culo a strisce”

    RispondiElimina
  8. Lo sfincione lo ha poi mangiato?

    RispondiElimina
  9. questo x me è Z

    Paul Krugman il 15 Aprile: "when can we all admit that the euro is a failure? The answer, of course, is never. Too much history, too many declarations, too much ego is invested in the single currency for those involved ever to admit that maybe they made a mistake. Even if the project ends in total disaster, they will insist that the euro didn’t fail Europe, Europe failed the euro".

    "Quando ammetteremo tutti che l'euro è un fallimento? la risposta, naturalmente, è mai. Troppa storia, troppe dichiarazioni, troppo ego sono stati investiti da chi è coinvolto nel progetto moneta unica per ammettere che forse è stato un errore. Perfino se il progetto termina in un disastro totale, insisteranno che non è vero che l'euro non è risultato adeguato all'Europa: l'Europa non è risultata adeguata all'euro".

    Su questo blog si è capito che serve qualcosa che salvi la faccia a questi politici? un piano B che non faccia scomparire l'euro ma che risolvi i problemi strutturali della moneta unica?

    Z:le soluzioni esistono.

    RispondiElimina
  10. Scusate ma ho trovato un'altra interpretrazione.
    Facciamo i complottisti per una volta: massoneria, da un punto di vista esoterico nelle intenzioni iniziatiche, l'ideogramma è nato come “strumento di trasmissione” di una conoscenza, che non fosse sottoposta alle interferenze dei linguaggi popolari.

    RispondiElimina
  11. Bellissimo incontro. Complimenti al Laboratorio Zeta per l'incontro. La prossima volta si potrebbe provare una sede più ampia e meno "alternativa". Sono sin da ora disponibile ad uno sforzo bipartisan.
    :-)
    Da sinistra, in poche illuminate sacche di resistenza, si levano critiche ragionate all'Euro e ai miti piddini. Gente come Bagnai aggiunge ad una critica scientifica rigorosa all'Euro e all'EURSS, argomenti del tipo: "Un social-democratico Tedesco prima è Tedesco e poi è social-democratico. Se ne frega dei proletari Greci, vuole i soldi per gli operai Tedeschi. In Italia, senza discorsi biecamente nazionalisti dovremmo imparare".
    Il Professore attira ortotteri ed anatroccoli ma la loro presenza è utile a sottolineare la differenza di caratura, per cui ringrazio pure loro per le domande che ho ascoltato.
    Ne approfitto per porre nuovamente la seconda parte della mia domanda che non è certo economica ma politica e rivolta al Professore ma soprattutto al mondo politico che si situa a Destra.
    A Destra in Italia, se si esclude qualche sconclusionato Barnardiano di ritorno e un paio di singhiozzi confusi di Berlusconi (in chiave però del mefitico "più Europa" e della BCE prestatore di ultima istanza) è un silenzio mortale.
    Com'è possibile che, in una tradizione anti-mercatista che va da S.Antonio a Pound sino a Karol Wojtyla (che definiva Capitalismo e Comunismo come due facce della stessa medaglia Materialista), la Destra italiana non riesca a trovare gli argomenti per leggere la realtà dell'Euro (non moneta ma metodo di governo) e contrastarla con la dovuta forza? Ma, anche solo utilitaristicamente, i risultati di una Le Pen o di un Farage in Patria non suggeriscono niente? Che pensate che in Francia si sono improvvisamente moltiplicati i Fascisti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Un social-democratico Tedesco prima è Tedesco e poi è social-democratico"

      Be', io l'ho sentito dire direttamente dal presidente del parlamento europeo Martin Shulz, proprio così: "Io sono un socialdemocratico tedesco: prima sono un tedesco e poi sono un socialdemocratico tedesco", nel corso di una trasmissione, purtroppo non ricordo quale.

      Elimina
    2. Destra sinistra o centro, partito o movimenti, rimane anche per me un mistero come nessuno abbia finora occupato questo spazio politico che è evidente che esista ed abbia un peso elettorale non trascurabile. Non dico per amor di verità ma se non altro per puro opportunismo.

      Elimina
  12. Oh mio Dio, lei è....lei è ....lei è.....ZORRO!!

    RispondiElimina
  13. "Caserme come prigioni per i debitori dello Stato
    La nuova idea del governo di Samaras: «Carceri più umane per gli insolventi». Per cinquemila euro si rischia un anno"

    http://www.corriere.it/esteri/13_aprile_22/grecia-prigioni-debitori_481e0146-ab2c-11e2-8dd6-b5ff5800dec2.shtml

    Altro che Equitalia.
    Equigrecia - The Evolution....

    GRAZIE EUROPAAAAAAAA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non altro questa la prendo come una buona notizia:

      "Intanto il quotidiano finanziario Handelsblatt rivela che nei sondaggi vola al 19,2% "Alternativa per la Germania", il nuovo partito basato che si oppone ai salvataggi degli Stati in crisi e promuove il ritorno al marco attraverso la distruzione ordinata e pacifica della moneta unica.
      Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/hbwd1"

      fonte, Il Sole 24 Ore

      http://www.youtube.com/watch?v=A_sY2rjxq6M

      Elimina
    2. Io inizio ad avere "paura", tra un po' appariranno anche i gulag per i dissidenti del regime eurista? Forse non è un caso il fatto che l'isola di Skorpios sia stata venduta da Athina Onassis a un oligarca russo? Il baricentro europeo si sta "orientalizzando" moltissimo! http://video.corriere.it/voci-oriente-skorpios-isola-sogni-cade-mani-russe/d9c072e8-ab25-11e2-8dd6-b5ff5800dec2

      Elimina
    3. Nuovo modello sociale europeo, vengono in mente le poorhouses narrate da Dickens dove si praticavano "lavori utili" (mica si devono mantenere a sbafo questi parassiti). E se in Grecia non ci fosse lavoro, chissà, forse si potrebbe trovare qualche paese europeo con minore disoccupazione disposto a impiegarli...

      Elimina
  14. ZENO Cosini? L'intellettuale sottotraccia (di provincia), il demistificatore della borghesia progressista e di intellettuali in cerca di identità post-bellica?
    Prof. Bagnai, non me ne voglia! So che le piace Proust! :)

    RispondiElimina
  15. Dove lo posso trovare un calendario degli appuntamenti?

    RispondiElimina
  16. 1. Z come Zorro (er cavajere nero..)
    2. Z come zzzzz (sonno, noia,....solita introduzione di 30 min.)
    3. Z, ultima lettera dell'alfabeto....ultimi giorni del PD

    RispondiElimina
  17. ZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ la zanzara vola in rue de la Chanverie.Se noi moriremo moriremo come papà Mabef,come Gavroche,come Eponime.............Se loro moriranno, moriranno come Javert o come Claquesous

    RispondiElimina
  18. Z sta per laboratorio"Z",che è il nome del centro sociale che ha ospitato il Prof per la presentazione del suo libro.Ero presente all'evento e mi sono rammaricato per due motivi,primo per che mi sarebbe piaciuta una bella dedica sul libro che ho regalato a mio figlio che ne ha tanto bisogno in quanto,da bravo studente,partecipa attivamente a tutti i progetti europei tipo M.A.P.ecc. ecc. che a mio avviso danno una idea di Europa un po distorta,secondo,credo che un piccolo sforzo in più si poteva fare per trovare una sede più grande date le aspettative(le persone dai corridoi arrivavano in strada).Oggi ho potuto apprezzare la semplicità e la chiarezza del prof. Bagnai ponendo la mia stima.

    RispondiElimina
  19. L'unica opposizione è stata appena tentata con lungometraggi luogocomunisti travestiti da domande(?), e dai gatti, evidentemente avversi al rilancio della moneta nazionale. Loro probabilmente sperano di fare carriera in parlamento, visto il livello del dibattito italiano mainstream, come il famoso cavallo...

    Scherzi a parte, non mi è sembrato di vedere persone chiuse, e se qualcuno lo era, forse era anche pavido :)

    Il prof. ha anche lanciato una nuova definizione, l'Elettrosalariogramma piatto! Grandissimo risultato del #pude

    RispondiElimina
  20. https://www.facebook.com/events/518480758215258/

    evento su fb di Massa e Cozzile (PT)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie. Mando gli inviti ai miei contatti. Ma la sala è sufficientemente ampia?

      Elimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Z la formica.
    Le formiche operaie...

    (cambiato nick)

    RispondiElimina
  23. Grazie per ieri sera.
    Seguo il blog, ho letto il libro; molti che ieri erano allo Z leggeranno il libro, inizieranno a seguire il blog; verranno contagiati. Ma questo, temo, non basterà. L’ignoranza rimarrà troppa.
    Ma, in fondo, perché non dovremmo poterci permettere il lusso di essere ignoranti? Non possiamo, perché i partiti non fanno il loro mestiere. I mezzi di comunicazione il loro mestiere lo fanno, ma è quello di orientare il consenso. Quindi? Quindi: fino a che non ci sarà (almeno) un partito che faccia il suo mestiere, tutto questo non diventerà senso comune condiviso da un numero sufficiente di persone. Non diventerà politica (consenso+organizzazione).

    RispondiElimina
  24. L'Angolo della Susi

    Albè, ma mica intenderai qualcosa tipo World War Z
    http://www.youtube.com/watch?v=4EC7P5WdUko
    ?

    RispondiElimina
  25. Nel frattempo iniziamo a sentire parole che non ci saremmo aspettati, soprattutto da questo tizio.

    Il prof. è convinto che l'euro finirà sic e simpliciter ma non me la sentirei di escludere "grandi manovre" a livello europeo per mantenere al loro posto le istituzioni che hanno creato.

    Del resto parole come: "Anche se ritengo che tale politica sia fondamentalmente giusta, credo che abbia raggiunto ormai il limite. Per essere utile, una politica non dev’essere soltanto ben pensata, ma deve godere del minimo supporto politico e sociale" possono essere in "abbiamo fatto una cazzata e l'abbiamo reiterata per anni, ora siamo pronti a fare l'opposto purchè si sia sempre noi a farlo. A tal fine evito di dire che la cazzata è una cazzata ma la mettiamo comunque da parte. "

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barroso potrà anche fare inversione ad U, ma nel frattempo la Culona ribadisce il più €pa.

      (Reuters) - German Chancellor Angela Merkel said on Monday that euro zone members must be prepared to cede control over certain policy domains to European institutions if the bloc is truly to overcome its debt crisis and win back foreign investors.

      Speaking at an event hosted by Deutsche Bank in Berlin alongside Polish Prime Minister Donald Tusk, Merkel also defended her approach to the crisis against critics who argue she has put too much emphasis on austerity, saying Europe must find a way to deliver both growth and solid finances.

      The comments came two months before European leaders are due to gather in Brussels to discuss moving towards a so-called "fiscal union".

      Expectations are low, in part because an easing of the crisis has reduced pressure on leaders to produce a big leap forward in integration, but also due to differences between Germany and its partners, notably France, over the next steps.

      "We seem to find common solutions when we are staring over the abyss," Merkel said. "But as soon as the pressure eases, people say they want to go their own way.

      "We need to be ready to accept that Europe has the last word in certain areas. Otherwise we won't be able to continue to build Europe," she added.

      Tusk said it would be "dangerous" if other countries in Europe felt Germany was imposing its own economic model across the entire bloc.

      But Merkel denied that, saying Europe was made up of different cultures and economies with different strengths. The key she said, was for Europe to orient itself towards best practices.

      That meant Germany accepting a single market for services, a common labour market and more compatible social security systems, so that Europeans could move from one state to the other without worrying about their pensions.

      "We don't always need to give up national practices but we need to be compatible," Merkel said. "It is chaos right now."

      "We need to be prepared to break with the past in order to leap forward. I'm ready to do this," she said.

      Introducing Merkel and Tusk, Deutsche Bank co-CEO Anshu Jain praised the German leader and the European Central Bank for their efforts to calm the crisis.

      "Now, as I travel through Europe and the U.S., even the most sceptical investors recognise that the future of the euro zone is no longer under serious threat. And that is a very good thing," Jain said.

      But Tusk acknowledged that the crisis had taken its toll on public opinion in Poland, where he said a majority of the population had doubts about adopting the euro.

      http://www.reuters.com/article/2013/04/22/eurozone-merkel-idUSL5N0D92AS20130422

      Elimina
  26. Grazie ancora per la serata. E' andata molto bene. Il prof. non ha fotografato le persone che dopo sono rimaste in piedi e sedute per terra. Pero' la prossima volta non la portiamo a mangiare fuori..........alla faccia del "ho perso 5 chili e non vorrei riprenderli"

    RispondiElimina
  27. Un grazie ai ragazzi che hanno organizzato l'evento e un grazie di cuore al Prof. per la sua opera di divulgazione.

    RispondiElimina
  28. Secondo me mazzinga Z che sorvolerà il paese e distruggerà tutti gli euroscettici...

    RispondiElimina
  29. Grillo chiede invasione tedesca?
    Verrà presto accontentato, pdl e pd non possono dire la verità per non scomparire(cosa che sta già avvenendo) grillo sembra aver capito ma credo che ci sia più che ci faccia.
    Ora passano al piano b.....tutti contro le manovre di austerità....dopo averle approvate.....tutti che si prodigano per far si che economia riparta....che la borsa cresca che lo spread scenda.......lo prendere comunque in chiulo......allo stato attuale delle cose....
    Aspettiamo e preghiamo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a 'sto punto comincio a pensare seriamente che Grillo le cose le sappia eccome, ma si senta investito dell'onere di dover ammorbidire questa transizione agevolando l'annessione.
      I suoi inviti all'invasione da parte della Germania sono antichi.

      Elimina
    2. ragà e' una battuta, tutta sta paranoia complottista fa gioco solo a chi non vuole sollevare un discorso serio sulla necessità di uscire dall'euro

      Elimina
    3. Quindi è come gli altri due partiti.....non può dire la verità altrimenti perde consenso....
      Fà defluire tutta la rabbia sulla casta ....ma quando i nodi verranno al pettine a chi ci appelliamo?
      Sta situazione mi sta deprimendo....non vedo una speranza concreta.....non si riesce a instaurare un dibattito serio sul problema euro .....la gente non capisce....non riesco a farlo capire a mio padre......alla fine mi finisce sempre sulla casta e le varie ruberie.....non c" è verso......non vedo un modo per sconfingere la disinformazione....poveri noi!

      Elimina
  30. Ora e' il turno di Bini Smaghi di essere preso a sberleffi da Krugman.

    http://krugman.blogs.nytimes.com/2013/04/22/building-a-mystery/

    RispondiElimina
  31. E alla fine... Grillo getta la maschera e dichiara (ai tedeschi) che sarebbe contento se ci invadessero poichè loro sono: "persone oneste, competenti, professionali, nelle posizioni giuste".

    Il mito crucco è ormai parte integrante della cultura italiana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per favore potreste postare il link originale in tedesco dove Grillo dice queste cose?

      Ho provato a cercare l'articolo in tedesco e tradurlo, ma queste cose ono mi pare ci siano scritte.

      Non per pensar male, ma un sito che si chiama forexinfo...

      Elimina
    2. Ecco la dimostrazione che se invece di un romano o un napolitano avessero proposto un tedesco il consenso sarebbe stato unanime.

      Elimina
    3. @emilio Google è qualcosa che esiste.
      Italien ist im Herbst bankrott
      E vista la pigrizia, testualmente.
      "Insofern würde ich mich über eine deutsche Invasion in Italien freuen."
      ---------------
      Fra le tante letture date manca la "promozionale", magari vuole allargare il mercato ed è partita la campagna elettorale del nuovo "Bewegung 5 Sternen".

      Elimina
  32. La Sfiga: lei viene a Padova e io devo partire per Berlino (ironia della sorte), torno pensando di trovare il nuovo presidente del PUDE e invece mi lasciano quello di prima (almeno Crozza sarà contentissimo).
    Ora mi può sbloccare su twitter,sento la mancanza dei suoi cinguettii :D

    RispondiElimina
  33. Intanto a Fiorenza ci si porta avanti nella storia...perchè è risaputo che di doman non v'è certezza!. Mentr'io, peno.

    RispondiElimina
  34. Macchestudiateaffa'? C'è una app.....

    "«Be Prime Minister» è un gioco messo a punto dal Museo del Risparmio di Torino, che da poco meno di un anno ha avviato un'attività intensa di educazione finanziaria, utilizzando a questo scopo video, musica, filmati e in definitiva la gamification, ossia la trasformazione in gioco di concetti chiave, per veicolarli al grande pubblico."

    Avete capito bene: la trasformazione in gioco di concetti chiave, per veicolarli al grande pubblico.

    E qual'è il concetto chiave? ".. la riduzione del debito pubblico sotto il 100% del Pil .. operando sulle leve della spesa pubblica e del Fisco."

    Trattasi di reato: circonvenzione di incapaci.

    RispondiElimina
  35. Avrei proprio bisogno di un chiarimento su una questione, neanche tanto OT tutto sommato...
    ( e comunque non saprei bene dove postare ).
    Il Fiscal Sustainability Report 2012 che il prof cita in piu' di un' occasione a supporto del suo discorso, afferma pero' che: la sostenibilità relativa del debito italiano è buona ( medio rischio) sul medio e lungo termine, A PATTO CHE la nazione prosegua sulla strada percorsa dal governo Monti; essenzialmente quello che si chiama "rigore", tagli su pensioni e stipendi e quant'altro che, del debito, vanno a ridurre la componente spesa pubblica. OK.
    (Nient'affatto in realtà. Il debito pubblico lo ha fatto invece aumentare, sia rispetto al PIL che in assoluto. )
    Ora.
    FSR 2012 dice in sostanza che il debito pubblico è sostenibile solo a patto di ridurlo.
    Quindi che NON è sostenibile.
    Oppure, la tendenza del DP italiano è di riduzione progressiva, a patto che il PIL aumenti nel frattempo secondo le aspettative.
    E non sta succedendo.
    Siamo comunque d'accordo, credo, che il DP è un falso problema e che invece si dovrebbe parlare di debito privato estero; ma, a prescindere da questo, che valore ha dunque questo studio?
    Come va inteso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi che la frase importante è la prima, che smentisce ogni rischio nel breve periodo (e smentisce di conseguenza la propaganda sulla presunta emergenza, falliremo in un mese etc etc). Sul proseguire le politiche di austerità ... beh, immagino che bisogni tener conto di chi ha scritto quel documento.

      Elimina
    2. Grazie Ido; sì, è certamente come dici, ed è proprio per questo che ho dei dubbi.
      Questo studio supporta le tesi dell' avversario, non le nostre.
      Dice che anche nel breve termine ci sono dei fattori critici, che devono rimanere sotto controllo per non pregiudicare la sostenibilità - in sostanza, non ci saranno problemi se, e solo se, continuerete a fare come vogliamo noi.
      Non posso quindi affermare che l' FSR "smentisce di conseguenza la propaganda sulla presunta emergenza, falliremo in un mese etc etc. ", quando l' avversario semplicemente potrà rispondermi che non è vero, perchè " variables measuring the size and maturity structure of public debt (gross and net debt over
      GDP, short term debt over GDP), the stabilising
      primary balance and gross financing needs REMAIN
      CRITICAL FOR 2013. The real GDP growth rate is
      below its critical level."
      Cioè che il pericolo è concreto, e che solo continuando sulla LORO strada lo si può scongiurare.
      Alla fine tutta la questione è abbastanza marginale: loro fanno la loro parte, noi la nostra.
      Solo, non credo che potrò utilizzare l' FSR a favore delle "nostre" tesi; perchè le contraddice.
      Amen, userò altri argomenti, non che manchino.
      ( Che invece il prof. retoricamente utilizzi le armi del nemico a suo vantaggio non fa che accrescere il rispetto che provo per la sua abilità di comunicare.)
      ( Rispetto e TIMORE ;)

      Elimina
  36. Sono OT ma oggi quel mentecatto di Beppe Grillo ne ha fatta una delle sue. Intervistato dal giornalista del Die Bild ha detto: Vorrei che ci fossero persone oneste, competenti e professionali mi piacerebbe che ci fosse un’invasione di tedeschi. Vorrei sapere perchè gli iscritti al movimento che sono in genere ragazzi in gamba non si ribellino a questo signore. Cacciano Mastrangelo dal movimento e si tengono 'sto imbroglione? Mi piacerebbe che qualcuno del M5S rispondesse a questa semplice domanda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. QED

      German Chancellor Angela Merkel said on Monday that euro zone members must be prepared to cede control over certain policy domains to European institutions if the bloc is truly to overcome its debt crisis and win back foreign investors.


      Consiglio a tutti di imparare canzoncine come questa:

      Durch Groß-Berlin marschieren wir.
      Für Adolf Hitler kämpfen wir!
      Die rote Front, brecht sie entzwei!
      SA. marschiert, - Achtung - die Straße frei!

      Elimina
  37. "Quos deus vult perdere prius dementat"

    Bob Mundell come spiegato nel blog invento' la teoria delle aree valutarie ottimali (ottima teoria, quella per cui ha preso il Nobel) ma la disattese completamente nel dicembre 1969 con il suo "A Plan for a European Currency".

    Un po' come Mario Draghi, che fece una tesi col Prof. Caffe' sui vantaggi dei cambi flessibili ed e' finito sacerdote della moneta unica (cambi fissi).

    Lo scritto del 1969 di Mundell denota una lucida follia (quella nostra stessa follia per cui ci siamo fatti rifilare e ci teniamo l'Euro). Sentite qui:

    "It is worth emphasizing responsibility because Europe has not contributed its share in the positive developments of this century. Twice it has dragged the world into war and from 1945 to 1970 it has concerned itself almost exclusively with selfish but understandable pursuits of reconstruction and the drive toward affluence.
    The age, starting in 1500, when Europe became mistress of the world is past.
    But the mistress is not in her dotage; the matron still has life and responsibilities.
    Yet that life needs a power centre, and money, the creation of the state, is the seat of the power base.
    The provinces of Europe are getting a money, but it is the U.S. dollar.
    Thus the famous myth, that of the rape of Europa, the beautiful daughther of a Phouenician prince, transported over the sea to Crete on Zeus in the form of a beautiful bull, to consummate with her bullish lover her dream of two continents, would have its sequel in the Oedipus.
    A new rape of Europe by her son, America.
    Europe has for three decades now huddled with relief under the umbrella of friendly America. The dollar has served as the anchor for a degree of European integration.
    As long as this system continues the U.S. balance of payments deficit will grow; and as long as it grows European independence will be increasingly undermined; her economic power diminished; the franc, pound and mark humbled; and America, however mistakenly, pushed into controls.
    Mutuality of interests in the Atlantic area is served by a European revival, beginning in finance and the sine qua non of that revival is a European money serving all the provinces of Europe."

    Piu' ri-leggo questa merda (anche se scritta dal premio Nobel autore della ottima teoria delle aree valutarie ottimali) e piu' si alimenta il mio rifiuto viscerale dell'Eurozona.

    http://www.guardian.co.uk/commentisfree/2012/jun/26/robert-mundell-evil-genius-euro

    RispondiElimina
  38. Why can't the IMF face up to the truth about the failing euro?

    Per chi dei blogger lo avesse perso, un articolo apparso sul The Telegraph.
    Secondo me il ragazzo parla italiano ed ha letto qualche paragrafo del tramonto....beh non tutti,o forse di fretta, visto che sostiene che una full scale transfer union per finanziarie i paesi in deficit può funzionare....insomma questo deve essere un fan delle aspirine.....

    Ecco il link
    http://blogs.telegraph.co.uk/finance/jeremywarner/100024151/why-cant-the-imf-face-up-to-the-truth-about-the-failing-euro/

    RispondiElimina