MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

sabato 30 marzo 2013

Giulia Rosa Isabella (aka Uga)


31 commenti:

  1. Tenero e temerario nel partecipare queste foto, ci consideri proprio di famiglia, diecimila sconosciuti al giorno, grazie!
    Ma tra una settimana a quest'ora saremo conosciuti e coi piedi allegramente sotto il tavolo.
    Auguri a Giulia Rosa Isabella, ora anche lei è ufficialmente profeta, e una Santa Pasqua a tutti!

    (Andrea di Genova)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sentivo un po' in colpa. Ieri, per colpa mia, avete dovuto vedere tante persone brutte perché cattive, e cattive perché brutte. Così, ho pensato di tirarvi su la media.

      Elimina
    2. Ho anch'io una figlia piccola, è una risorsa in più

      Elimina
  2. Bellissima. E le assomiglia, nella seconda foto. Cosa c'è nel pennacchio sullo sfondo? Un tetramorfo? Buona Pasqua a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è San Luca. E la mia Uga somiglia molto alla sua nonna Rosa, ma non credo lo saprà mai.

      Elimina
    2. ah ecco da chi ha preso, diciamo che il papà è molto intelligente ma decisamente bruttino.

      p.s. complimenti bella bambina e dallo sguardo sembra anche buona d'animo.

      Elimina
    3. Ma povera figlia, prima le dici che è bellissima e poi che somiglia la padre!?!

      Elimina
    4. Siete un gran bella manica di bastardi. Ma dove avrete mai imparato ad essere così acidi, dico io?!?

      Elimina
  3. E così la piccola Uga si è "giocata" il Limbo.

    A parte gli scherzi ricevere il battesimo quando si capisce e condivide cosa sta succedendo è tutt'altra cosa che "subirlo" quando l'unica occupazione è poppare, riempire il pannolino e piangere.
    Complimenti a Giulia per la sua scelta.
    Ma voi Bagnai siete tutti d'acciaio? :)

    Valter (gao)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo le donne, naturalmente. Io oggi mi sento di terracotta, e me ne vado a dormire.

      Elimina
  4. Ho trent'anni. Quasi.
    Sono un ragazzo semplice, intelligente, a modo mio. Anarchico nell'approcciarmi alla vita e lo ammetto senza rimorso. Ho desideri semplici, se non addirittura banali.

    Stasera, e lo dico da quasi sbronzo, ho parlato nel mio maccheronicosissimo inglese con un ragazzo ceco, ed ho parlato della repubblica ceca, dell'estonia (o era la lettonia?), che sono attualmente fuori dall'euro, e non vogliono entrare ma hanno classi politiche per nulla democratice, che vogliono l'opposto.

    Ma è possibile questo? Tra i miei pensieri di ragazzo semplice, c'è una cosa semplice come una famiglia: lei pensi alla sua, continui come stà continuando. E che cazzo: questo è il bene, questo è lottare per lasciare ai figli qualcosa. Io posso anche pensare che la mia famiglia perda tutto, e lo accetterei se sapessi che di contro ho delle possibilità, ma non ci sono attualmente.

    Dietro le belle parole, abbiamo un intera generazione che muore perchè la situazione economica col cacchio che permette di aprir le ali e far volare la fantasia. Qui attorno c'è la morte.

    La prego, continui così, stà cercando di costruire qualcosa per le generazioni future. Io sono una generazione futura. Non voglio un sogno. Voglio una realtà che mi permetta di fare. Questa realtà, questo sogno, non me lo permette. Scusi il post decisamente etilico. Ma non se ne può più di 'ste merde che sproloquiano di futuro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ne posso più neanch'io. Forse anche il futuro diventa più prezioso con la scarsità.

      Elimina
  5. Auguri a Giulia Rosa Isabella (aka Uga) e
    Buona Pasqua a tutti !

    RispondiElimina
  6. Ormai è evidente che quest'impasse politica è VOLUTA, da tutte le forze politiche rappresentate in parlamento: in questo momento non puoi più fare austerity o le riforme tanto prodigate da Monti (precarizzazione del lavoro e minijob stile Tedeschia) perchè la crisi economica è tale che adesso la gente vuole solo risposte e non sacrifici(che poteva sopportare fino ad un anno fa spinta dall'illusione del salvatore Monti), pena il pagamento di un prezzo altissimo alle prossime consultazioni politiche.Purtoppo l'unica risposta è uscire dall'euro e questo sappiamo che per la classe politica è inaccettabile.Quindi, cosa fare se sei un partito politico che ha rappresentanza in parlamento e ti trovi nella situazione che non puoi (perchè non vuoi) dare risposte al paese?NASCONDERSI:governissimo si, no , forse, con Grillo, senza, con Lega e Grillo e chi più ne ha più ne metta.Ormai la politica spera solo che uno schock esterno o la Tedeschia in fuga ci tolga dall'euro per poter poi salire nel carro della ripresa economica.
    Buona pasqua prof. e perdoni le poco brillanti considerazioni di un suo affezionato lettore.

    RispondiElimina
  7. Possiamo dire: "una delle sue opere migliori" complimenti e tanti auguri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il trascurabile contributo di una certa @rockapasso, conosciuta in chat...

      Elimina
    2. Se la dolce amministratrice dei tuo beni terreni ha solo la metà della tua verve, ad un siffatto commento potrebbe rispondere solo: "Trascurabile la tu' fava!" :)

      Elimina
  8. Anche noi non abbiamo battezzato nostro figlio: nulla contro il cristianesimo ma ci pareva giusto lasciargli la libertà di scegliere, quando sarà più grande, una cosa che lo segnerà per sempre.
    Sua figlia ha il profilo di certi angeli rinascimentali. Tanti auguri.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. beato te che hai una figlia... e un figlio... quanti italiani della mia generazione non possono avere quella gioia, e nessuno darà voce al loro pianto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa gioia la potrai sempre avere! Ed in cambio riceverai tanto amore e soddisfazioni,

      Elimina
    2. Non e' vero! Queste soddisfazioni le puoi sempre avere, e ti renderanno tanto amore e soddisfazioni molto piu che qualunque sovranita monetaria o di altro tipo cui comunque tutti aspiriamo!
      Fai figli, e godine le gioie ed i dolori, il loro amore non potra' levartelo mai nessuno!

      Elimina
  11. Bellissima tua figlia. La mia l'hai vista di persona. Ce la dobbiamo fare. Soprattutto per loro. Un saluto ed un augurio per questi giorni festivi a te e a tutta la famiglia.

    RispondiElimina
  12. Complimenti! E' per loro che bisogna lottare e non mollare mai!

    RispondiElimina
  13. Da padre con una bellissima figlia (con qualche anno in più della sua ma ancora ragazza(ina) posso solo dirle grazie. Con una sola immagine mi ha ricordato per chi stiamo tutti lottando giorno dopo giorno. Grazie per tutto quello che sta facendo e una buona Pasqua anche se in ritardo.
    MT

    RispondiElimina
  14. Bella davvero la tua 'cittina' Profe, e tosta abbastanza da farsi lo Hufeisen Tour alla sua età. Per questa volta non parliamo di cose grame, goditi in pace questo paio di giorni di festa assieme alla tua famiglia. Non per dirti cosa devi fare, eh! E' solo un augurio ;-)

    RispondiElimina
  15. Vero, la bimba del prof. ha il profilo di certi angeli rinascimentali! Anche io oggi sento il bisogno di unirmi a voi e di esservi vicino, con tutta la mia solidarietà e il mio affetto. Anche io mi sono commossa leggendo la lettera di N€uro che è un po' tutti noi: un pezzo, ormai troppo grande di Italia ferita e umiliata, è per queste persone che dobbiamo resistere, non possiamo permetterci di cedere allo sconforto e alla rassegnazione, è per i bambini che non ancora consapevoli, hanno bisogno del nostro sostegno. Da giorni anche io, come Flavio, sono convinta che quest'impasse sia voluta e appoggiata da tutte le forze politiche che aspettano solo uno shock esterno, o la Tedeschia in fuga, che ci tolga dall'euro...per dirla con le parole pronunciate oggi da Papa Francesco: "Perché l'amore trionfi sull'odio e la verità sulla menzogna".
    Per chi sarà presente a Genova, ci vediamo lì sabato, buona Pasquetta a tutti e un immenso ringraziamento al prof., a tutti gli economisti e non che collaborano con lui per diffondere la verità, e a tutti voi a cui senza conoscervi, voglio già bene.

    RispondiElimina
  16. Prof. le somiglia parecchio! E' soprattutto per loro che dobbiamo farci il mazzo contro tutto quello che ci accade, io ormai il tempo che mi laureo e farò il disoccupato/precario, i bambini ancora qualche speranza ce l'hanno!

    RispondiElimina
  17. Grazie di aver condiviso queste due immagini della dolce Giulia, in un giorno tanto importante per voi.

    RispondiElimina
  18. Articolo di Juan Torres Lopez in spagnolo intitolato "Gli inganni di Draghi per abbassare i salari":

    http://blogs.publico.es/dominiopublico/6756/las-trampas-de-draghi-para-bajar-salarios/

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.