MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

venerdì 26 ottobre 2012

Altre (rapide) comunicazzzzioni

Sono esausto. Sono già a letto, penso che collasserò prima dell'Ultima Parola, che stasera si annuncia bella friccicariella. Godetevela voi, io vedrò la differita. Oggi non ho acceso PC, vari problemi, grande stanchezza. Sto scrivendo coll'aifon. Domani avrete un fantastico articolo di istwine.

Meanwhile...



IL TRAMONTO DELL'EURO

Sono esausto anche perché non mi era chiaro che quando si scrive un saggio divulgativo il lavoro comincia DOPO la consegna. Devo dirvi alcune cosette:

1) il libro uscirà il 7 novembre. Faremo una presentazione a Roma verosimilmente il 22 pomeriggio (o prima), oltre a quella del 1/12 a Pescara (15:30, Museo delle Genti d'Abruzzo).

2) chi mi aveva contattato per eventi ecc.: questo è il momento, perché ho capito come devo gestire la mia agenda. Ricontattatemi e vediamo cosa fare. Vorrei conoscervi tutti e lo farò, ma non tutti prima del 20 gennaio!

3) non ho capito quante copie saranno stampate, ma ho la sensazione che non saranno tantissime. Non ho idea dei tempi di ristampa. Morale della favola: se lo volete vi conviene ordinarlo.

4) come ordinarlo? Sono spiacente, ma ci vuole un minimo di attenzione perché per motivi che mi sfuggono pare che correggere il titolo provvisorio sia un'operazione estremamente complessa. Eh già! Allora vi toccherà ordinarlo col titolo (orendo) provvisorio: "Fuori dall'euro". Tuttavia siccome con Aliberti-Imprimatur Bagnai ha un solo titolo, propongo il seguente approccio:

Voi: "Buonasera, vorrei ordinare un testo in uscita a novembre. L'autore è Alberto Bagnai, la casa editrice Imprimatur-Aliberti"
Il libraio (consultando il suo fottuto PC): "Dunque... È 'Fuori dall'euro'?"
Voi (trattenendo un conato di vomito): "Sì, grazie, me ne occorrono x copie" (con x compreso fra 1 e il numero di piddini che volete redimere).

Così dovrebbe funzionare. Non escludo che il 6 sera alle 23:59 il testo vada in anagrafica col titolo giusto. Sono un inguaribile ottimista. In ogni caso, better safe than sorry.



PESCARA

Vi scongiuro in ginocchio sulla tomba dei vostri avi (altresì detta l'anima de li mejo...): NUN ME DATE L'ANZIA (capito, Vanna?). ;)

1) Ho risposto con un cenno di conferma a tutti quelli che mi hanno scritto. NON riscrivetemi se avete avuto risposta.

2) Entro un paio di giorni vi comunico quanti posti sono rimasti. Non vi preoccupate.

3) DOPO questa comunicazione eventuali latecomers potranno iscriversi con la solita procedura: email a me con oggetto "Compleanno". Se l'oggetto è diverso, la vostra email finirà con le pubblicità del Viagra e altro spam vario (Beloved in God ecc.). In tal caso sarà difficile che la legga, a meno che non provi l'impellente bisogno... di prendere una fregatura!

4) Se avete problemi e NON potete venire fatemelo sapere. La cosa migliore è un'email con oggetto "Disdetta".

5) Quelli di Pescara che mi hanno offerto una disponibilità possono scrivermi? Mi farebbe piacere incontrarli di persona (mercoledì mattina?).

Ecco, è tutto. Ora mi vedo Barnyard, e poi stramazzo (non: starnazzo)... Anzi: prima un po' di Spongebob, grande metafora del capitalismo:

10 commenti:

  1. una domanda da ingegnere che vive nel perfido nord europa: il libercolo in uscita anche in formato elettronico (chesso' itunes o amazon)?

    RispondiElimina
  2. Ma lo distribuisce anche su Amazon e IBS, spero?

    RispondiElimina
  3. All'Ultima Parola s'è visto un Sapelli che sosteneva molte delle tesi che si possono leggere su questo spazio, ma la cura, a quanto pare, è bcesimileallafed.
    Comunque di recente Paragone mi sta simpatico, certo che condisce ogni puntata con castabrutto e non si riesce mai ad approfondire il dibattito economico, gli economisti parlano molto poco (Nino Galloni a parte, ma al netto di quello che dice non so se sia propriamente positivo). Capisco però che castabrutto faccia più scer.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne abbiamo dibattuto su Twitter facendo il solito gruppone di ascolto BBB (Bagnai-Billi-Borghi in ordine alfabetico).

      Sì, il prof. Sapelli è convinto che si risolva tutto con la Bce. Non ha letto né questoquestoquesto, o se li ha letti non li ha voluti capire. Poi c'è stato anche il solito tentativo di dire che la colpa è della Cina (o giù di lì). Parce sepultis.

      Qui continuiamo a valutare la gente in base al criterio "il nemico del mio nemico è mio amico". Lo stesso criterio che ha portato i fessi a pensare che Modigliani fosse di "sinistra" perché attaccò Berlusconi, porta oggi a pensare che Sapelli stia dalla nostra parte perché ha attaccato Alesina, o chi per lui. Ma le cose sono un po' più complicate di così.

      Paragone sta simpatico pure a me, soprattutto per come ha preso di petto Testa e Boldrin sulla democrazia. Vuole ovviamente fare share e a quell'ora ci riesce. Del resto, anche Grillo vuole fare share, no? Quindi si vede che oggi il mondo funziona così. Ma le analisi dell'Ultima Parola spesso sono meno sfuocate.

      Elimina
  4. Gentile Prof.Bagnai, in merito alle copie non potrebbe chiedere al suo editore di organizzarsi anche per il formato ebook? Grazie. Luca

    RispondiElimina
  5. Ordinato su unilibro domenica scorsa. Il titolo non e' cosi' orrendo. Anche se io avrei preferito: "Euro, qualcosa di sinistro", ne avrei inviato una copia a D'Alema.

    RispondiElimina
  6. Prof ma non è che a regalare una copia del libro ai piddini, rischiamo che gli faccia l´ effetto dell'acqua Santa buttata addosso ai demoni ? Magari gli si ustionano mani e occhi......
    PS comunque è andata bene, pensi se il titolo provvisorio fosse stato "EURO, LA FINE DEL GRANDE FOGNO"

    RispondiElimina
  7. Grazie prof.!

    Un paio di info di servizio: oggi ho provato ad ordinare il libro alla Arion, risultava l'uscita, ma senza data e non era prenotabile.

    Ho invece notato che in alcuni store online è già prenotabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, stanno a ffa un gran casino, ma fra blog, televisione e Twitter penso che possiamo cavarcela anche senza di loro!

      Occhio però perché temo che le copie saranno poche. Per dire, sia Giacchè che Badiale/Tringali hanno esaurito rapidamente le prime tirature, il che segnala che ad oggi gli editori e i librai generalmente sottovalutano l'interesse che questi temi hanno per il pubblico. Quindi se volete averlo per Natale il suggerimento è di fare come hanno fatto molti: rivolgersi a un libraio di fiducia e prenotarlo.

      Il mio contratto stabilisce solo la tiratura minima: 1500 copie: tirature così le vendo quando faccio i testi scientifici per il circuito universitario. I librai non so quanti ordini abbiano fatto, visto che quando stava a loro farli nessuno poteva manifestare interesse perché ancora del libro non si parlava. Qui siete già oltre i 900 fissi. Insomma: vedi un po' tu...

      Che la data sia il 7 me l'hanno confermato, non ho motivi di dubitarne. Probabile che non sia stata caricata su certi circuiti informatici (visto che non è caricato nemmeno il titolo)...

      Ce la faremo!

      Elimina
  8. Buongiorno professore e scusi se ieri ho parlato del libro all'altro post, ma ero troppo preso dall' euforia. Se può essere utile sul sito di UNILIBRO , il suo libro si può già prenotare .
    PS ma lo sa che il suo libro è quello di Badiale e Tringali ( che sto ancora leggendo ], l' ho trovato solo in una libreria super comunista qui a Brescia ? Se lo scoprono quelli dello SBILIFESTO li scomunicano.... :-)

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.